Castiadas avanti sul San Cesareo

Castiadas avanti sul San Cesareo

di Maurizio Rossi

MARCATORI:  1’ pt Bendia  (SC), 22’ st Anedda (C), 43’ st Coquin (C).

SAN CESAREO: Sabelli GL 6 ; Tagliaboschi 6,5 (7’ st Utzeri 6) ,  Rufini 6, Tarantino 6,5, Toto 6;  Stazi 6,5, Blandino 6;  Be Marco 6, Bendia 6,5 (47’ st Placidi sv)  Leonardi 6;  Tozzi 5,5 (7’ st Fabiani 5).  PANCHINA: Novara, Olivieri, De Benedetti, Tentoni, PG Sabelli, Taverna. ALLENATORE: Coscia 4,5
CASTIADAS: Pioli 6; Provenzano 6,  Orru 6,5, Usai 6,5, Contu 6; Migoni 6,5, G. Pinna 6,5, Berardi 7, Anedda 7 (23’ st Porru 6,5); Maier 6,5, Coquin 7 (45’ st E. Piras s.v.). PANCHINA: Dessalvi, Cordeddu, Frau, S. Usai, N. Piras, Pinna. ALLENATORE: Mereu, voto 7
ARBITRO Francesco Raciti di Acireale , voto 5
ASSISTENTI  Vincenzo Montuori di Sapri e Gianpaolo D’arco di Salerno
NOTE   Espulso al 31’ st Blandino  (SC)  per giogo pericoloso; Ammoniti: Sabelli, Rufini, Stazi, Bendia, Provenzano, Contu, Berardi.  Angoli: 3-8 Castiadas; Rec.: 2′ pt e 3′ st.

Per la decima giornata del girone G del campionato di serie D, al Roberto Pera scendono in campo le due ultime formazioni della classifica generale, il San Cesareo di Roberto Coscia ed il Castiadas del neo allenatore Bernardo Mereu.

La dirigenza verde – bianco nera cagliaritana dopo aver esonerato la scorsa settimana il tecnico Andrea Piccarreta, ha affidato la panchina a Bernardo Mereu, 55 anni, ex allenatore di Torres, Progetto Sant’Elia e La Palma e  domenica scorsa sull’erba artificiale dello Stadio Comunale “L’Annunziata”, il Castiadas  ha agguantato il secondo punto in classifica pareggiando contro i celerini  dell’Astrea di Mister Ripa. Per contro i rossoblu’ locali hanno subito la settima sconfitta consecutiva sul campo della Torres e per i casilini di Roberto Coscia quella odierna rappresenta una tappa importantissima per dare un a svolta a questo deludente inizio di campionato. E se per gli isolani questo rappresenta il primo campionato semiprofessionistico con il ripescaggio ottenuto la scorsa estate, per i padroni di casa, dopo tre campionati di assoluto vertice nel mondo semiprofessionistica,  quella attuale si configura come una annata molto deludente, anche se affrontata con una squadra ed un tecnico molto giovane.
. E contro il San Cesareo, Bernardo Mereu dovra’ fare a meno, per squalifica del trentacinquenne  Pierluigi Porcu, leader difensivo e uomo d’esperienza del Castiadas, uno dei pochi reduci della sfortunata cavalcata in eccellenza  della stagione scorsa e cagliaritano purosangue (e’ originario di Selargius)

Ed al termine  di una avvincente partita, il Castiadas espugna con pieno merito il Roberto Pera di San Cesareo e collezione il quarto punto in 7 giorni dell’era Mereu. Mereu deve fare a meno della coppia di difensori centrali Porcu e Bruno e si affida  inizialmente al 4-4-2 con Maier e Coquin attaccanti; i locali rispondono con l’usuale 4-2-3-1.

Al fischio di inizio subito il San Cesareo  in vantaggio con Bendia che sfrutta dal centro dell’area un cross dalla destra di Tagliaboschi. La reazione dei sardi e’ immediata ed al 10’ Migoni cross al centro ma Stazi riesce a liberare sull’accorrere di Maier. Al 15’ Coquin per Maier che viene atterrato al limite dell’area; la punizione di Berardi e’ senza esito; al 18’ ripartenza di Coquin per Maier fermato dal direttore di gara in dubbia posizione di fuorigioco. Alla mezz’ora sono i locali a farsi pericolosi: Stazi scambia con Leonardi poi un suo tiro cross scavalca il portiere Pioli ma non trova i compagni alla deviazione definitiva. Il tempo si chiude con una punizione di Berardi che Sabelli devia con difficolta’ in angolo. All’inizio della ripresa, Mereu schiera la propria squadra con il 4.3.3,  avanzando in attacco Migoni e la squadra sarda schiaccia i locali dentro la propria meta’ campo. Al 5’ Berardi – Migoni per Maier che batte di sinistro e libera Sabelli in angolo; sul tiro dalla bandierina di G. Pinna, Maier schiaccia di testa e salva sulla linea bianca Stazi; Si succedono quattro angoli consecutivi per gli ospiti senza esito; poi al 22’ i sardi pervengono al meritatissimo pareggio con Anedda: punizione di Pinna a pescare Coquin che serve il pallone ad Anedda, gran tiro dai sedici metri e rete imparabile alla sinistra di G.L. Sabelli. Viene espulso al 31’ Blandino per gioco pericoloso su Orru e gli isolani assediano i laziali: al 38’ Maier si libera di due difensori  ma il suo tiro e’ respinto da Sabelli; ed al 43’ la rete della meritata vittoria della formazione allenata da Bernardo Mereu: Coquin prende palla sulla tre quarti, salta tre avversari e poi entra in area e deposita il pallone nella porta sguarnita per il definitivo 2 -1 a favore  della squadra isolana.

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.