Debora Novellino, una calciatrice-Miss dopo quarant’anni

Debora Novellino, una calciatrice-Miss dopo quarant’anni

«Tutto è iniziato all’età di quattro anni, da mio padre e da mio zio (Walter Novellino nda): ho giocato a calcio per undici anni con i ragazzi, poi calcio a 5 e ora di nuovo calcio a 11 con la Pink Bari». A parlare è Debora Novellino, affiancata dalla sorella (militare e calciatrice del Pordenone in Serie B Femminile) e da Patrizia Mirigliani, patron – in un certo qual modo – della conferenza stampa di presentazione della Prima Miss Italia dell’Anno. Miss Italia 365, questa la dicitura esatta che dà diritto alla terzina tarantina che veste della Pink Bari di accedere alle semifinali della kermesse che si terranno a Jesolo. Alla conferenza stampa di oggi, tenutasi presso gli uffici della LND di Piazzale Flaminio, erano presenti – oltre ai nomi sopracitati – il presidente Cosentino, l’allenatrice Cardone della Pink Bari, i Vice Presidenti Mambelli e Morgana, Rosella Sensi (delegata al Calcio femminile per la LND) e vari rappresentanti regionali della Lega Dilettanti.
La prima a prendere la parola e Patrizia Mirigliani: «Una miss-calciatrice non si vedeva da quarant’anni: la prima fu quello di Paola Bresciano», centravanti del Trapani e della Nazionale di calcio femminile che, a 16 anni nel 1976, fu eletta Miss Italia. Il tema, in ogni caso, è anche – e soprattutto – quello del Calcio Femminile e del suo ruolo all’interno del panorama sportivo italiano, a tal proposito Rosella Sensi ha avuto modo di dichiarare: «Non siamo ancora abituati a parlare di Calcio Femminile ma è un nostro compito: la disciplina femminile è interessante tanto quanto quella maschile». La LND, in ogni caso, «sta lavorando molto per far emergere la disciplina» delle donne calciatrici e «spero ha aggiunto la dirigente – si possa arrivare a parlare di Calcio Femminile con quell’interesse che ripaghi la tenacia e gli sforzi delle calciatrici».

Debora Novellino, terzina della Pink Bari, immortalata da Gian Domenico Sale durante la partita di sabato 9/1/16 in casa della Res Roma
Debora Novellino, terzina della Pink Bari, immortalata da Gian Domenico Sale durante la partita di sabato 9/1/16 in casa della Res Roma

«Attraverso l’opera di valorizzazione del Calcio Femminile che sta apportando Rosella Sensi – ha dichiarato, poi, il Presidente Antonio Cosentino – Debora Novellino può essere un impulso positivo per tutto il movimento: ti ringraziamo per quello che sei, per quello che fai e per ciò che farai in seguito».
«La questione – ha avuto modo di dire Cosentino nel suo intervento – è quella di agire sulle ragazze fin da piccole: il punto è anche culturale, giacché il calcio è legato ad una percezione comune mascolina» ma il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti non può non mandare un appello all’Esecutivo: «il Governo ci deve aiutare ad ‘entrare’ nelle scuole: lì il calcio è ancora percepito come fortemente maschile, tanto nei plessi scolastici quanto nelle famiglie».

E’ fuor d’ogni dubbio, infatti, che una ragazza, spesso ancora adolescente, che si avvicini al gioco del calcio lo fa con la contrarietà della famiglia e con un ambiente ostile all’interno dell’ambito scolastico, in cui tale pratica è percepita solo come maschile: è chiaro, infatti, che una ragazza che inizi a giocare a calcio vinca uno stereotipo non indifferente.
«Il Calcio Femminile può rappresentare in maniera eccellente l’attività della LND – ha poi detto Cosentino – abbiamo fatto un gran lavoro anche per quanto riguarda la gratuità delle iscrizioni delle ragazze che vogliono avvicinarsi alle società sportive in questione»
Il caso-Locri, tuttavia, torna a riaffacciarsi, dato che solo tre giorni fa si è disputata la partita Locri-Lazio (Calcio a 5 Femminile): «La Lega – dichiara Cosentino – ha assunto fin dall’inizio posizioni chiare di condanna della violenza. Non vorrei toccare la questione perché mi ha amareggiato molto: siamo stati a Locri fino al 4 di gennaio e, certamente, posso dare una notizia ai presenti: domani si verificherà un cambio al vertice della Società di Calcio a 5 in questione e il Comune prenderà in gestione il tutto».
Debora Novellino, comunque, proseguirà gli studi in ragioneria e continuerà ad essere la terzina della Pink Bari. Milanista ma con mito interista: Zanetti: «Una persona umile».

 

(Foto di ©Gian Domenico Sale)

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.