Frascati, le vittime dei bombardamenti “rivivono” nei volumi restaurati nella parrocchia di Capocroce

Frascati, le vittime dei bombardamenti “rivivono” nei volumi restaurati nella parrocchia di Capocroce

Sono stati restaurati i due libri esposti all’interno della parrocchia di Capocroce, un lavoro che ha portato a vita nuova due importanti testimonianze dei bombardamenti angloamericani su Frascati.
I due grossi tomi, realizzati in ottone, contengono circa 750 nomi delle vittime dei drammatici episodii e furono realizzati nel 1957 su iniziativa della Pia Unione di Maria Santissima di Capocroce con le offerte dei cittadini di Frascati.

I libri, che non potevano essere rimossi dalla loro sede, perché murati, sono stati trattati con degli acidi speciali che hanno fatto tornare alla luce il loro contenuto che era stato completamente cancellato dal deterioramento dovuto agli anni.
Il restauro, realizzato anche con il contributo del Comune di Frascati, ha restituito a tutta la comunità frascatana un vero e proprio tesoro che ora è visibile e visitabile presso la parrocchia di Capocroce di Frascati.

Nei giorni scorsi, il vicesindaco Francesca Sbardella e l’assessore ai Servizi Sociali, Matteo Filipponi, si sono recati in visita presso la parrocchia di Santa Maria in Capocroce per vedere le opere restaurate oltre al bel presepe fatto in occasione delle festività natalizie.

«Siamo molto colpiti dal lavoro svolto durante il restauro – commentano la vicesindaco Francesca Sbardella e l’assessore Matteo Filipponi – i volumi sono tornati come nuovi. E’ bellissimo vedere come una così importante testimonianza storica del passato, purtroppo drammatico, della nostra città sia tornata fruibile a tutti».

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.