La Virtus Ciampino si impone per 4 reti a 2

La Virtus Ciampino si impone per 4 reti a 2
Ad un mese di distanza dall’ultima gara di campionato, datata 20 dicembre, la Virtus torna in campo per la prima giornata di ritorno, desiderosa di capovolgere la sconfitta dell’andata.
Il ritmo partita è alto fin dai primi minuti e le giallorosse passano in vantaggio grazie all’autorete di Cellupica che interviene sull’imbucata di Zeppoloni per De Luca che mette fuori causa Munoz.La squadra di casa non toglie il piede dall’acceleratore e porta a due le reti grazie alla ripartenza di De Luca, che finta il tiro ma serve Zeppoloni, che arriva prima di Munoz sul pallone di quel tanto che basta per toccarlo con la punta e depositarlo in rete. La reazione della Bellator si concretizza nella punizione di Antonucci, per fallo di Centola su Olmetti, ma D’Errigo chiude in angolo.

All’occasione di De Luna, chiusa da Munoz, risponde Papitto, che sola davanti a D’Errigo e con Carta sulla destra, decide di concludere a rete, ma spara alto, sprecando una buona occasione.
Le ciociare, a corto di idee contro l’attento muro difensivo eretto dalle ragazze di mister Calabria, con Centola e Cavariani su tutte, si affidano al loro leitmotiv, rappresentato dal lancio lungo di Lucarelli per il tocco di testa in area di Carta, che fa valere la sua prestanza fisica, ma il primo tentativo è chiuso da D’Errigo.

Al secondo rilancio, innescato direttamente da Munoz, D’Errigo respinge sui piedi di Papitto, che questa volta prende la decisione giusta servendo Capuano, che accorcia le distanze.
A due dal termine, Munoz non trattiene un tiro di Centola non irresistibile, ma è pronta a chiudere sulla successiva conclusione di De Luna che la colpisce in pieno.
E’ grazie alla seconda autorete di giornata che la Virtus porta a 3 le marcature. Zeppoloni recupera palla a centrocampo e serve Centola, che chiude un’improbabile triangolo a centro area, che finirebbe sull’out opposto se Lucarelli non si trovasse sulla traiettoria per il 3-1 giallorosso, che chiude il primo tempo.

Se i primi 20 minuti, hanno visto una Virtus attenta in difesa ma propositiva in avanti, nella ripresa la squadra giallorossa subisce di più le iniziative ciociare, che alla ricerca del pareggio, lasciano però ampi spazi per le ripartenze. In una di queste, Centola salta Munoz in uscita, ma la debole conclusione viene stoppata da Antonucci, prima che varchi la linea di porta, la stessa Antonucci che impegna D’Errigo qualche minuto dopo.

Agli attacchi delle ospiti, seguono le ripartenze delle virtussine. A giovarne è il pubblico presente al PalaTarquini, che assiste divertito e partecipe ai continui capovolgimenti di fronte. Munoz esce su Mogavero, D’Errigo respinge prima la conclusione di Papitto, poi la successiva di Capuano. Ancora D’Errigo protagonista e porta stregata per Capuano, chiusa in angolo. La numero 1 giallorossa rimedia all’errore di Zeppoloni e di fronte ad una Capuano lanciata a rete da Olmetti, ci mette il piede sinistro per l’ennesimo angolo.

Solo una deviazione beffarda di Zeppoloni su angolo di Capuano, mette fuori causa l’estremo difensore e riapre la partita. Trema il pubblico di casa sul lancio di Lucarelli per Carta, il cui tocco di testa finisce per infrangersi sulla traversa, ma tira un sospiro di sollievo per la magistrale azione che porta il risultato sul definitivo 4-2. Mogavero, serve dalla sinistra De Luca al centro, la numero 9 lascia scorrere senza intervenire per l’accorrente Pisello che come un treno scende sull’out di destra, controllo e Munoz nel mirino, ma ad un metro da lei, è d’obbligo il passaggio per De Luca, che a porta vuota realizza la più facile della occasioni. Game, set, match. Partita ed emozioni finiscono qui.

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.