Una Res Roma decimata farà visita al Mozzanica

Una Res Roma decimata farà visita al Mozzanica

Altra difficile gara per la Res Roma, che dopo aver giocato contro la Fiorentina, sabato prossimo affronterà in trasferta il Mozzanica, altra big del calcio femminile in lotta per il tricolore 2015/2016.

Le giallorosse sono reduci dal quattro a zero patito sabato scorso contro le viola, e dal tre a zero patito in quel di Vittorio Veneto, ma potranno contare sul rientro di Rosalia Pipitone, portiere meno battuto della Serie A fino all’espulsione e alla conseguente squalifica. Undici i punti in classifica per la Res Roma Move Up, settima forza del torneo ad un solo punto dal San Zaccaria, e con quattro lunghezze di vantaggio sulla zona salvezza.

Anche il Mozzanica è reduce da una sconfitta, tra l’altro inaspettata e difficilmente pronosticabile, contro il Tavagnacco, autentico ammazza big della stagione in corso; le lombarde finora hanno collezionato 23 punti, frutto di 7 vittorie, 2 pareggi ed 1 sconfitta, e possono vantare tra le loro fila il capo cannoniere della Serie A, Valentina Giacinti, capace di realizzare addirittura 18 reti nei 10 turni di campionato sin qui disputati.

Lunghissima la lista di assenti in casa Res Roma: mister Melillo dovrà rinunciare alle indisponibili Fracassi, Marzi e Nicosia, assenti per problematiche legate al lavoro, a Riana Nainggolan, che sta recuperando da un infortunio alla caviglia, e a Greggi, Simonetti e Labate, tornate infortunate dagli impegni con le nazionali Under 17 e Under 19.

L’ultima giornata di ritorno del campionato di Serie A propone la sfida scudetto Fiorentina – Verona, e le importanti sfide salvezza Luserna – Bari e San Zaccaria – Sud Tirol.

«Sabato scorso abbiamo giocato una buona gara, siamo stati penalizzati nel punteggio ma abbiamo giocato con coraggio e personalità, cosa che vorrei rivedere anche a Bergamo» – ha dichiarato il tecnico romano Fabio Melillo – «Purtroppo dobbiamo rinunciare a sei undicesimi di sabato scorso, tre rientrate infortunate dagli stage delle nazionali, e in una fase importante della stagione perdere tante ragazze è un problema; rimetteremo in campo Coluccini sperando che i 15 giorni di lavoro siano stati sufficienti a rimetterla in forma. Sappiamo che abbiamo poco da perdere in questi confronti ma voglio una squadra capace di stare in campo con personalità; affrontiamo una grande compagine: hanno fatto una campagna di rafforzamento intelligente e sono seriamente canditati allo scudetto, con una difesa capace, un centrocampo ottimo e un terminale come Giacinti, miglior attaccante del campionato. Dovremo giocare al massimo delle nostre possibilità per fare bene».

Ufficio Stampa

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.