Roma Caput Mundi, è trionfo Romania

Roma Caput Mundi, è trionfo Romania

Ufficio Stampa LND

La nazionale di Enache travolge l’Albania per 5-0 e conquista il suo 5° titolo in dieci edizioni del torneo.

Ostia, 4 marzo 2016 – La Romania trionfa al torneo giovanile Roma Caput Mundi e si campione per la quinta volta in dieci edizioni. Numeri impressionanti per una nazionale piena di talenti, alcuni di loro militano già in club prestigiosi come Villareal, Leicester, Steaua Bucarest e Wolverhampton, il difensore Oprut è tesserato per il Chievo Verona. Allo stadio “Anco Marzio” di Ostia Lido non c’è partita, la Romania si impone con un netto 5 a 0 che specchia l’andamento di una gara contraddistinta dal predominio della formazione in maglia gialla. Niente ha potuto fare l’Albania che comunque ha avuto le sue occasioni per comparire almeno sul tabellino dei marcatori, rimane il buon risultato di essere arrivata in finale per la prima volta in questo torneo.

A consegnare il trofeo della mani del capitano romeno il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino insieme al presidente del Comitato Regionale Lazio Melchiorre Zarelli, che con la sua struttura ha condotto l’organizzazione dell’intera manifestazione: “Oggi abbiamo visto in campo un grande squadra come la Romania che può contare su calciatori di talento che giocano in ogni parte d’Europa. Sono molto soddisfatto del bilancio generale del torneo, il livello tecnico è stato alto e ho riscontrato grande fair play da parte di tutti i giocatori”. Anche Cosentino si è espresso con grande entusiasmo: “I miei complimenti ai vincitori della Romania e agli organizzatori di questo meraviglioso torneo che ogni anno offre a tantissimi giovani calciatori la possibilità di vivere un’esperienza unica a stretto contatto con diverse culture. Sia la nostra selezione under 18 che quella del CR Lazio hanno ottimamente figurato con delle formazioni composte da in maggior parte da professionisti, valorizzare i nostri giovani è un preciso dovere della Lega Nazionale Dilettanti”.

Ha premiato l’Albania il vice presidente vicario del CR Lazio Vincenzo Calzolari, mentre il rappresentante dell’Ambasciata Albania Vera Cara ha consegnato le medaglie ai giocatori. La terna arbitrale ha ricevuto un premio da Antonio Di Blasio, designatore CRA Lazio.

ALBANIA-ROMANIA  0-5

Albania: Muka (dal 16’st Dajsinani), Maloku, Shaba, Mihaj, Nuriu (dal 11’st Doda), Sakaj, Gjuci, Ndraxhi (dal 1’st Cema), lleshi, Mustafa, Vrapi. A disp: Celaj, Hoxha, Gjyleri. All. Bella
Romania: Suciu, Capusa, Ghita, Szabolcz, Ciobataru, Kanalos, Oaida (dal 1’st Oprut), Pascanu, Carnat, Jurj (dal 5’st Coman), Ratiu (dal 30’pt Ciobanu). A disp: Motreanu, Mihalcea, Poiana, Draghici. All. Enache

Reti: 16’pt Jurj, 18’pt Szabolcz, 19’st rig. Ciobanu, 29’st Coman, 43’st Pascanu
Arbitro: Di Francesco; Assistenti: Giallatini e Starnini
Note: angoli 1-5, recupero 1’pt

LA GARA – Al 6’pt la Romania sfiora il gol con Ciobataru che svetta di testa su corner ma la palla finisce a lato per una questione di centimetri. Tra il 16’ e il 18’ la formazione romena mette a segno una micidiale doppietta prima con Jurj, bravo a farsi trovare pronto su uno schema da calcio d’angolo, e con Szabolcz poi.  Al 29’pt l’Albania avrebbe l’occasione di accorciare le distanze con Mustafa ma il tiro non inquadra la porta. La prima frazione di gioco si chiude col parziale di 0-2.
Al 19’ della ripresa rigore in favore della Romania per atterramento di Ciobanu, si incarica della battuta lo stesso centrocampista che dagli undici metri non sbaglia. Dieci minuti più tardi Coman firma il poker romeno, poi Pascanu arrotonda il risultato sul definitivo 5 a 0 al 43’st.

ALBO D’ORO
2016 Romania, 2015 Italia LND, 2014 Italia LND, 2013 Romania, 2012 Romania, 2010 Grecia, 2009 Italia LND, 2007 Romania, 2006 Paraguay, 2005 Romania

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.