Serie A, Roma da infarto, entra Totti e allo scadere risolve la partita, col Torino termina 3-2

Serie A, Roma da infarto, entra Totti e allo scadere risolve la partita, col Torino termina 3-2

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo PETRUCCI 

Notte da sogno per la Roma. La squadra giallorossa, dopo due pareggi consecutivi, trova un’incredibile vittoria per tre a due contro il Torino, in una partita piena di colpi di scena e con Totti che entrato dalla panchina in due minuti, con una doppietta decisiva, regala il successo alla sua squadra.
Mister Spalletti schiera dal primo minuto Perotti, El Shaarawy e Salah, con Dzeko che parte dalla panchina. Florenzi trova posto a centrocampo, sulle fasce Maicon ed Emerson con quest’ultimo che prende il posto dell’acciaccato Digne. Risponde l’allenatore granata Ventura col classico 3-5-2, che nonostante le numerose assenze si affida in attacco al duo Belotti-Martinez. E’ proprio l’attaccante venezuelano a rendersi pericoloso per primo dopo nemmeno un giro di orologio dal fischio iniziale con una conclusione di sinistro che termina sull’esterno della rete. Pochi istanti più tardi si vede anche la Roma con un tiro d’esterno di Maicon che scalda i guantoni a un attento Padelli che respinge in angolo.
Al quarto d’ora giallorossi vicini al vantaggio con un contropiede di El Shaarawy che appoggia a Salah, con quest’ultimo che centra lo specchio ma il portiere granata fa sua la presa.
La gara è avvincente, con due squadre che giocano a viso aperto e provano a sbloccare il risultato quanto prima a proprio favore. Il Torino, vedendo che la Roma riesce a trovare con difficoltà la via del gol, esce dalla propria parte di campo e alla mezz’ora sfiora il gol con Belotti, l’ex Palermo calcia dalla distanza col pallone che scheggia il palo e si spenge sul fondo. L’occasione precedente è solo un preludio a quanto avviene al 33’. Angolo per il Torino e fallo nella propria area di Manolas su Belotti, per il direttore di gara è calcio di rigore, dal dischetto si presenta lo stesso numero nove che non sbaglia e spiazza Szczesny.
La Roma prova a reagire immediatamente, cercando di ristabilire la parità prima dell’intervallo con un tiro dal limite di Nainggolan con Padelli ancora super che si distende e devia in corner. Nei secondi 45’ minuti l’impronta di gioco non cambia, con i giallorossi che tentano di pareggiare ma il Torino si chiude bene e concede poco. Con la difesa granata che si chiude bene, ci prova Florenzi da fuori area, con la sfera che diretta all’incrocio dei pali trova la tempestiva deviazione di un avversario. Gli sforzi della Roma trovano risultato al 20’st con Manolas, che su calcio d’angolo battuto da Perotti, salta più in alto di tutti e insacca la palla in rete, ristabilendo la parità. I giallorossi ci credono e attaccano, con la speranza di completare la rimonta, ma al 35’st arriva la doccia gelata. Peres dalla destra mette al centro con la difesa romanista che va a vuoto e Martinez da pochi passi porta di nuovo in vantaggio il Torino. Le emozioni della gara però non sono terminate, entra al 40’st Totti e in tre minuti capovolge il risultato.
Prima col gol del pareggio sugli sviluppi di un calcio piazzato con capitano giallorosso che da attaccante di razza la manda in rete e un minuto più tardi realizzando nel migliore dei modi un calcio di rigore.
Termina la gara con una vittoria all’Olimpico per la Roma che mancava da più di un mese in cui lo zampino l’ha messo senza ombra di dubbio Totti.
                                                                                    TABELLINO

 

ROMA – TORINO 3 – 2

MARCATORI 33’pt rig. Belotti (T), 20’st Manolas (R), 35’st Martinez (T), 41’st, 43’st rig. Totti (R)
ROMA Szczesny, Maicon, Manolas, Rudiger, Emerson (13’st Dzeko), Florenzi (C), Keita, Nainggolan, Salah, Perotti, El Shaarawy (34’st Pjanic) PANCHINA De Sanctis, Zukanovic, Digne, Torosidis, Castan, Vainqueur, Strootman, I. Falque, De Rossi ALLENATORE Spalletti
TORINO Padelli, Maksimovic, Glik (C), Moretti, Peres, Baselli (26’st Vives), Gazzi (45+4’st Edera), Obi, Silva (17’st Molinaro), Belotti, Martinez PANCHINA Castellazzi, Ichazo, Bovo, Zappacosta, Farnerud, Jansson, Candellone ALLENATORE Ventura
ARBITRO Calvarese di Teramo
ASSISTENTI Barbirati – Paganessi
QUARTO UFFICIALE Stallone di Foggia
ARBITRI ADDIZIONALI D’AREA Giacomelli – Minelli
NOTE Ammoniti al 38’pt Florenzi (R), al 41’st Belotti (T) Angoli 9 – 4 Rec. 2’pt – 5’st.

Lorenzo Petrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.