La storia | Massimo De Santis: una vita di, con e per l’Arce

La storia | Massimo De Santis: una vita di, con e per l’Arce

Apparso sul Nuovo Corriere Laziale del 3 Maggio 2016

Dalla Terza Categoria all’Eccellenza. Massimo De Santis è uno di quei personaggi che fa vivere la squadra di Arce nella prassi quotidiana: «Domenica (1 maggio nda) il mister mi ha fatto entrare gli ultimi dieci minuti: la squadra ha voluto omaggiarmi così». S’è voluto omaggiarlo facendolo entrare in campo, dandogli la possibilità di fare una presenza nel campionato d’Eccellenza. De Santis: 43 anni, estremo difensore, ora collaboratore nella preparazione atletica dei portieri della squadra gialloblu. Il longevo portiere ha calcato il terreno del ‘Lino de Santis’ in ogni campionato, entrando a pieno titolo nella storia della squadra e della comunità ciociara. Dalla Terza Categoria all’Eccellenza: «Il Presidente Marrocco nutre fiducia e stima in me quindi un ringraziamento va a lui». Al termine della partita casalinga contro il Pomezia, vinta per due reti a uno, dunque, gli viene consegnata una targa come “Premio alla Carriera” su cui sono impresse le parole «quindici anni di onorata presenza dall’inferno della Terza Categoria al paradiso dell’Eccellenza». L’Arce, è bene ricordarlo, ha chiuso il campionato al settimo posto del girone B del campionato d’Eccellenza, superando compagini più quotate e dando sempre battaglia, sia nelle partite giocate in casa sia in quelle fuori le mura amiche del ‘Lino De Santis’. Domenica, dunque, anche Massimo De Santis ha provato l’emozione di disputare una partita d’Eccellenza, anche se per poco. Entrando, senza retorica o giri di parole, nella storia della squadra di Arce.

M.p.

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.