Le reazioni di Albalonga e Pro Calcio Tor Sapienza sugli incresciosi fatti di Pavona

Le reazioni di Albalonga e Pro Calcio Tor Sapienza sugli incresciosi fatti di Pavona

LE DICHIARAZIONI DELLA SSD ALBALONGA 

La Ssd Albalonga, in merito al clamore mediatico dopo i fatti avvenuti alla fine del match salvezza della categoria Allievi Elite contro il Tor Sapienza, intende deplorare con fermezza gli avvenimenti accaduti. Un episodio che non appartiene al bagaglio culturale e sportivo della nostra organizzazione, tanto che mai nella ultratrentennale storia calcistica della Ssd Albalonga si era verificato un episodio di tale gravità. Pur condannando e deplorando gli eventi verificatisi, la società non può esimersi dal ripercorrere il corso degli avvenimenti i quali, tra l’altro, sono documentati in un video che contribuisce in maniera inequivocabile a delineare e definire il reale andamento degli stessi. E’ indiscutibile che al termine della gara i nostri atleti, disinteressandosi totalmente dell’avversario, si sono recati nelle vicinanze dei nostri sostenitori per condividere la gioia di un prezioso traguardo conquistato meritatamente sul campo. In questo frangente, nonostante il meritorio impegno dei dirigenti del Tor Sapienza, gli atleti avversari invece di rientrare negli spogliatoi hanno cercato in ogni modo lo scontro anche fisico e l’aggressione ai nostri atleti ancora intenti a festeggiare.  L’impegno e la solidarietà tra i vari dirigenti non riusciva placare l’impeto dei giovani atleti del Tor Sapienza, i quali dopo vari tentativi riuscivano ad eludere le attenzioni dei dirigenti e giungevano a contatto con i nostri ragazzi, alcuni dei quali sono stati fatti oggetto di ripetute percosse. Solo in conseguenza di questa situazione, come si evince dal filmato, un nostro tesserato è intervenuto in favore di un compagno caduto a terra e aggredito da più persone e ha colpito con un calcio uno degli aggressori subendo a sua volta un colpo al capo da un adulto. La Ssd Albalonga rimarca la circostanza che i suoi ragazzi avevano vinto la partita e non avevano alcun interesse a creare una situazione del genere. Tra l’altro questo stesso gruppo, nella scorsa stagione, ha vinto la Coppa Disciplina nella categoria Allievi fascia B e non si può certo tacciare di essere un gruppo violento. L’onda mediatica ha messo in un inverecondo calderone le posizioni dei nostri ragazzi e di quelli del Tor Sapienza, mentre urge per amore di verità dare ad ognuno il peso delle proprie responsabilità. Inoltre, nello stesso fine settimana, la nostra prima squadra impegnata nel match di Arzachena ha visto sfumare la possibilità di fare i play off di serie D, la nostra Juniores nazionale ha ceduto nel play off contro l’Ostia e i Giovanissimi fascia B hanno perso un’importante partita sul campo del Bettini: in tutti i casi i nostri tesserati sono usciti dal campo prendendo atto del risultato maturato sul terreno di gioco. I fatti avvenuti dopo il match della categoria Allievi Elite necessitano di una profonda riflessione da parte di tutti: la Ssd Albalonga non intende stigmatizzare i fatti accaduti, ma ricondurre tutti alla realtà degli episodi avvenuti definendo le giuste responsabilità. Il club ha sempre condannato, e lo farà anche in futuro, ogni forma di violenza sia essa proveniente dai propri tesserati o da quelli avversari.

LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE ARMENI (PRO CALCIO TOR SAPIENZA)

La società Pro Calcio Tor Sapienza, in relazione ai fatti accaduti nel post partita del play-out Albalonga – Pro Calcio Tor Sapienza, categoria Allievi Regionali d’Elite, rilascia la seguente dichiarazione tramite il suo Presidente, Massimo Armeni. «Dopo i terribili fatti del play out Albalonga – Pro Calcio Tor Sapienza, durante la quale alcuni dei nostri giocatori si sono resi protagonisti di insani gesti di violenza, ho scelto di restare in silenzio due giorni per smaltire questa terribile delusione, la più grande che mi sia capitata in oltre trent’anni spesi al servizio del calcio dilettante laziale. Sono rimasto sconcertato e sbigottito per il deplorevole spettacolo a cui abbiamo assistito al termine della partita; durante la gara, giocata con correttezza da entrambe le parti, nulla ci aveva lasciato presagire  un epilogo così deprecabile. Il senso di frustrazione che ho provato, e che provo tutt’ora, è immenso, e sono convinto che di tale sensazione sia partecipe anche il Presidente dell’Albalonga. Non esiste alcuna provocazione, di nessun genere, che possa giustificare quanto è successo a Pavona. Per quanto mi riguarda, non posso fare altro che porgere le mie scuse a tutto il movimento calcistico, a nome della società che rappresento. Attendo serenamente le decisioni degli organi federali, fermo restando che ho già provveduto ad allontanare i calciatori che, con il loro comportamento inqualificabile, hanno danneggiato l’immagine della mia società e del movimento calcistico».

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Un pensiero su “Le reazioni di Albalonga e Pro Calcio Tor Sapienza sugli incresciosi fatti di Pavona

  1. è inutile che ora chiedete scusa,l’errore sta da entrambe le parti,se i mister e i dirigenti invece di pensare solo a vincere, insegnassero agli atleti anche la cultura del non vincere e che puoi sempre trovare un’avversario più forte sarebbe un bene per tutto il clacio….mio figlio è stato 5 anni all’albalonga e ha avuto mister pessimi che pensavano solo alla vittoria senza insegnare la vera cultura del clacio e questo purtroppo lo sto notando anche in altre società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.