Stadio della Roma, Pallotta «Roma ne sarà fiera». Mustillo (PC): «Sì allo stadio ma no a speculazione»

Stadio della Roma, Pallotta «Roma ne sarà fiera». Mustillo (PC): «Sì allo stadio ma no a speculazione»
a3hyacskzm8rcmiedmng
L’avveniristico progetto dello Stadio della Roma

Stadio della Roma: a quanto pare ci siamo. O meglio, una nota ufficiale dell’AS Roma riporta che «I rappresentanti di Stadio della Roma ed Eurnova hanno consegnato oggi formalmente la documentazione definitiva del progetto Tor di Valle al Comune di Roma e alla Regione Lazio». I documenti, consegnati sia «in formato cartaceo sia elettronico, includono oltre 3.500 disegni progettuali e più di 50.000 pagine di relazioni specialistiche. Il dossier definitivo è frutto del lavoro congiunto e delle competenze di oltre 500 specialisti del settore, tra ingegneri, architetti e consulenti appartenenti a più di 50 studi professionali nazionali e internazionali». Jim Pallotta, ha poi aggiunto: «Questo è un giorno importante per lo Stadio della Roma e per il Progetto Tor di Valle. Il progetto apporterà un significativo impatto economico e sociale per la squadra, per i tifosi, per la Città e per il Paese. Per finalizzare la documentazione è stato fatto un lavoro incredibile, adesso aspettiamo di poter muovere il prossimo passo e costruire uno stadio di cui Roma potrà andare fiera».

LEGGI LO SPECIALE DEL NUOVO CORRIERE LAZIALE SUGLI IMPIANTI A ROMA

alessandro-mustillo-696x501
Alessandro Mustillo, candidato sindaco Roma del Partito Comunista

La reazione dei candidati sindaci di Roma, in ogni caso, non s’è fatta attendere. In particolare Alessandro Mustillo, candidato per il Partito Comunista, ha dichiarato: «Vogliamo che Roma, la Roma e i suoi tifosi abbiano un nuovo stadio, non vogliamo però che la costruzione del nuovo stadio dia vita all’ennesima speculazione edilizia, con una struttura funzionale solo al profitto di Pallotta, e lontana dalle esigenze dei tifosi già danneggiati da caro biglietti e folli scelte della questura legate alla divisione delle curve». «Siamo favorevoli a uno stadio continua Mustillo – di proprietà dell’A.S. Roma e non del presidente Pallotta, che veda la partecipazione comunale nella proprietà dell’impianto e il coinvolgimento diretto dei tifosi nella gestione. Per noi è fondamentale che al centro dello sport tornino i tifosi e non gli interessi economici. Chiediamo un ambiente il più confortevole possibile con Curva Sud standing area e nessuna barriera a dividere le curve. Non è possibile realizzare l’impianto con l’attuale progetto nel quale la cubatura destinata allo stadio sarebbe soltanto il 14% di quella totale e che andrebbe a causare incredibili problemi di viabilità al quartiere di Tor di Valle. Pensiamo piuttosto che sia possibile individuare altre zone in cui collocare il nuovo stadio senza costruire un nuovo quartiere in una città che non necessita di una nuova espansione edilizia. Altrimenti il rischio è che i veri interessi siano quelli di Pallotta e dei palazzinari, i veri beneficiari del progetto presentato dagli americani. Noi comunisti – conclude la nota – siamo pronti a discutere sulla base di un progetto che rimetta al centro le esigenze dei tifosi e dei cittadini romani: solo così potremo dare ai romani e ai romanisti lo stadio che meritano».

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.