Pagelle Liventina – Vigor Perconti: Fasolo, leader difensivo, Allides Dias decide l’incontro

Pagelle Liventina – Vigor Perconti: Fasolo, leader difensivo, Allides Dias decide l’incontro

foto di ©Roberto Proietto

di Lorenzo Petrucci

 

LIVENTINA

Dan 6.5: dimostra un buon senso di posizionamento chiudendo lo specchio a ogni pericolo che si presenti dalle sue parti.
Piasentin 6: non spinge molto sulla corsia, dando un grande contributo alla fase difensiva della sua squadra.
Zottino 6: stesso discorso fatto per Piasentin, spesso bloccati sulla linea dei difensore spingono con poca incidenza.
Vincenzotto 6: si vede contro uno dei più forti attaccante di queste Final Six, gli tiene testa e sfodera una buona prestazione.
Allides Dias 8: oltre a svolgere in difesa una partita praticamente impeccabile realizza anche il gol che decide l’incontro, è un classe 2002 con varie squadre di livello professionistico hanno messo gli occhi su di lui, un prospetto interessante.
La Montanara 6.5: schierato come mediano davanti alla difesa concede un grande contributo al risultato finale.
Zupperdoni 6: a centrocampo svolge una buona partita, spingendosi in avanti anche in varie occasioni. (26’st Tinazzi sv)
Mustafic 6.5: mescola qualità e quantità in una maniera eccelsa, svolge una partita di grande sacrificio tattico col suo allenatore che può sicuramente ritenersi soddisfatto.
Sartori 6: in zona gol svolge un ruolo importante, porta profondità alla sua squadra e pressing sui difensori avversari. (12’st Costa 6: entra nei minuti finali per dare freschezza al reparto offensivo.)
Yabre 6.5: è uno dei più pericolosi della sua squadra, una spina al fianco della difesa blaugrana. (17’st Dalla Francesca 6: nel tempo che è in campo mostra le sue qualità.)
Ntsana Manga 7: sulla fascia di competenza è un vero fulmine, è difficile da marcare e un costante pericolo per gli avversari. (34’st Feltrin sv)

ALLENATORE Denardi 7.5: bravo nello schierare una formazione accorta ma allo stesso tempo pericolosa in avanti, dispone di alcuni elementi che faranno probabilmente strada. La sua Liventina è squadra cinica che finalizza le poche occasioni e nella partita contro la Vigor Perconti ne ha dato dimostrazione.

 

VIGOR PERCONTI

Alfieri 6: non ha particolari colpe sul gol subito, dimostra una buona attenzione su ogni pericolo che si frequenti dalle sue parti.
Pietrobattista 6.5: corsa e grinta al servizio della squadra, corre per tutta la partita finché ne ha le forze. (27’st Delle Monache sv)
Altamura 6.5: tra lui e Pietrobattista la Vigor sta apposto, può contare su due elementi di assoluto spessore, bravi in entrambe le fasi. (30’st Milana sv)
Rossi 6.5: prova a dare una mana al proprio reparto arretrato, è il primo che pressa i portatori di palla biancoverdi. (22’st Valentini 6: gioca una manciata di minuti finali, entra per dare un ultimo assalto finale.)
Fasolo 8: è in assoluto il migliore in campo della Vigor quest’oggi, sfodera una prestazione da vero leader difensivo, prende per mano il reparto in varie situazioni alzando il muro agli attaccanti avversari.
Lauri 6.5: buona partita per questo difensore, dimostra sicurezza e forma assieme a Fasolo un’ottima coppia di centrali.
Piermarini 6: dopo 2’ minuti del secondo tempo sfiora un gol che avrebbe probabilmente cambiato le sorti della gara. (12’st Barba 6: gioca una buona seconda parte di gara, dimostrando di essere un elemento importante per la sua squadra.)
De Luca 6: gioca una manciata di minuti iniziali, esce per infortunio, prova positiva la sua. (25’pt Carmignani 6.5: entra praticamente a freddo in una zona del campo non facile ma non sfigura rispetto ai suoi compagni.)
Di Bari 6.5: davanti è guardato a vista dalla difesa della Liventina, non particolarmente fortunato nelle occasioni avute.
Bruno 6: prova ad accendere la partita con le sue classiche giocate palla al piede. (26’st Mazzola 6: schierato nei minuti finali porta velocità e imprevedibilità alla manovra.)
Shoti 7: è l’uomo ovunque di questa squadra, corre per quattro per un giocatore che ogni allenatore vorrebbe avere in squadra.

ALLENATORE Miccio 7: prepara la partita in modo perfetto e i suoi ragazzi quest’oggi più di così era difficile che potevano fare. La sconfitta odierna non deve di certo demoralizzare la squadra, c’è ancora una possibilità di qualificazione e Mister Miccio nel dopo gara è stato bravo a farlo capire ai suoi ragazzi.

Lorenzo Petrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.