Euro 2016, il colore… degli altri!

Euro 2016, il colore… degli altri!

di Gian Luca MIGNOGNA

Il Campionato Europeo di calcio si è appena concluso ed ha visto finalmente trionfare Cristiano Ronaldo con la maglia del Portogallo, nazione che ha conquistato la prima vittoria importante della sua gloriosa storia. I lusitani sono diventati Campioni d’Europa con pieno merito, riscuotendo simpatia in ogni latitudine continentale e beffando le altre compagini in sordina, con umiltà ed incredibile determinazione. Il trionfo portoghese ha beffato in finale proprio i padroni di casa della Francia, che quando oramai si sentivano i vincitori in pectore, ahiloro, sono stati costretti a dover premiare… Il colore degli altri! Altra grande delusa del campionato continentale è stata senz’altro l’Inghilterra, patria e fondatrice del football moderno, che ancora una volta non è riuscita a scrivere il proprio nome sull’albo d’oro europeo, è rimasta di nuovo all’asciutto del titolo ed anch’essa si è dovuta accontentare di non veder trionfare le proprie rivali storiche… Il colore degli altri! Nel momento in cui il tabellone del torneo ha visto riempirsi tutte le caselle vuote e formarsi gli accoppiamenti degli ottavi di finale, all’unisono tutti i grandi esperti pallonari si sono sbilanciati a pronosticare una vincente della parte destra, dove albergavano le favorite Spagna, Francia, Germania, Italia ed Inghilterra. Invece a spuntarla sono stati CR7 ed i suoi fratelli che alloggiavano esattamente sulla parte sinistra dello scacchiere… Il colore degli altri! Quanto agli azzurri, poi, in ogni dove si è enfatizzato una presunta rinvigorita passione degli italiani per la propria nazionale, ma le immagini televisive non hanno fatto altro che mostrare orde di francesi, tedeschi, spagnoli, gallesi, polacchi, irlandesi e persino islandesi, il cui numero di abitanti corrisponde esattamente a quelli del solo quartiere Appio-Tuscolano a Roma. Tutti orgogliosamente compatti, sorprendentemente calorosi e rigorosamente vestiti con le proprie divise nazionali. Nonostante i reiterati appelli di Antonio Conte & C., invece, i tifosi azzurri sono stati in evidente minoranza in ogni match, si sono sparigliati per i vari settori degli stadi che hanno ospitato l’Italia ed in pochi hanno deciso di indossare a festa l’azzurro nazionale… Il colore degli altri!

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.