Memorial Varani, il punto sulla prima giornata: impresa Sampdoria, dilagano Barcellona e Juventus

Memorial Varani, il punto sulla prima giornata: impresa Sampdoria, dilagano Barcellona e Juventus

61 reti e grande spettacolo nella prima giornata di gare della seconda edizione del Memorial Cristina Varani. L’evento ardeatino, organizzato dal Racing Club, ha fatto registrare le prove di forza di Barcellona, Juventus, Panathinaikos, Roma e Valencia a spese delle malcapitate Renato Curi, Perugia, Aprilia, Pescara e Sudtirol, ma la vera notizia risiede nella sconfitta dei campioni in carica dell’Inter, regolati pesantemente da una Sampdoria in stato di grazia e che, trascinata dalle doppiette di Donato e Zuccon, ha lanciato la sua candidatura per una qualificazione che rappresenterebbe un traguardo storico per la compagine ligure dopo le eliminazioni patite al primo turno nelle tre precedenti apparizioni. In serata L’Aquila si è involata al comando del girone D piegando la resistenza dei bulgari del Botev Plovdiv mentre Lazio ed Empoli hanno messo a referto l’unico pareggio, sublimato dalla spettacolare acrobazia dell’azzurro Morelli.

Domani andrà in scena la seconda giornata, con Perugia-Urbetevere e Inter- Südtirol in calendario alle ore 9.30 ad aprire il programma fornendo ai ragazzi di Bellinzaghi la chance per riscattare la battuta d’arresto.
Aggiornamenti continui verranno forniti attraverso il sito ufficiale della kermesse
www.memorialcristinavarani.com che accompagnerà gli utenti durante le giornate di gara parallelamente alla pagina Facebook e ai profili Twitter e Instagram dedicati all’evento, proponendo le cronache e le sintesi video di tutte le partite. E’ inoltre attivo il canale YouTube dedicato alla rassegna, sul quale sono presenti già da giorni il promo e il servizio introduttivo della seconda edizione.

Risultati e classifiche
Risultati 1^ Giornata – 30 agosto: Renato Curi-Barcellona 0-13 (gir. A); Juventus-Perugia 6-1 (A); Aprilia-Panathinaikos 1-7 (B); Roma-Pescara 10-1 (B); Südtirol-Valencia 0-8 (C); Inter-Sampdoria 2-5 (C); L’Aquila-Botev Plovdiv 4-1 (D); Lazio-Empoli 1-1 (D)

Classifica girone A: Barcellona, Juventus 3; Urbetevere, Perugia, Renato Curi Pescara 0

Classifica girone B: Roma, Panathinaikos 3; Savio, Aprilia, Pescara 0

Classifica girone C: Valencia, Sampdoria 3; Lodigiani, Inter, Südtirol 0

Classifica girone D: L’Aquila 3; Empoli, Lazio 1; Racing Club, Botev Plovdiv 0

Il calendario completo del torneo
2^ Giornata – 31 agosto: Perugia-Urbetevere (A, 9.30); Inter-Südtirol (C, 9.30); Pescara-Savio (B, 11.30); Sampdoria-Lodigiani (C, 11.30); Juventus-Renato Curi (A, 17); Lazio-L’Aquila (D, 17); Roma-Aprilia (B, 19); Empoli-Racing Club (D, 19)

3^ Giornata – 1 settembre: Valencia-Sampdoria (C, 9.30); Urbetevere-Juventus (A, 9.30); Barcellona-Perugia (A, 11.30); Panathinaikos-Pescara (B, 11.30); Lodigiani-Inter (C, 17); Botev Plovdiv-Empoli (D, 17); Racing Club-Lazio (D, 19); Savio-Roma (B, 19)

4^ Giornata – 2 settembre: Südtirol-Lodigiani (C, 9.30); Renato Curi-Urbetevere (A, 9.30); Aprilia-Savio (B, 11.30); L’Aquila-Racing Club (D, 11.30); Valencia-Inter (C, 17), Panathinaikos-Roma (B, 17); Botev Plovdiv-Lazio (D, 19); Barcellona-Juventus (A, 19)

5^ Giornata – 3 settembre: Pescara-Aprilia (B, 9.30); Empoli-L’Aquila (D, 9.30); Savio-Panathinaikos (B, 11.30); Sampdoria- Südtirol (C, 11.30); Perugia-Renato Curi (A, 17); Urbetevere-Barcellona (A, 17); Racing Club-Botev Plovdiv (D, 19); Lodigiani-Valencia (C, 19)

Semifinali – 4 settembre: 1^ Gir. A – 1^. Gir. C (9.30); 1^ Gir. B – 1^ Gir. D (11.30)

Finali – 4 settembre: 3° – 4° posto (17.30); 1° – 2° posto (19.30)

Classifica marcatori

4 reti: Lopez, Martínez (FC Barcelona)
3 reti: Bonetti (Juventus FC),
2 reti: Alastuey (FC Barcelona), Natrella (L’Aquila Calcio 1927),
Tzavidas (Panathinaikos FC), Giocci, Mancini, Modugno (AS Roma), Donato, Zuccon (UC Sampdoria), Catala (Valencia CF)

1 rete: Orlandi (FC Aprilia Calcio), Ginard, Navarro, Saidou (FC Barcelona), Boev (PFK Botev Plovdiv), Morelli (Empoli FC), De Toffol, Infuso, Pisapia (Juventus FC), Chierichetti, Demilato (FC Internazionale), Petrucci (L’Aquila Calcio 1927), Santilli (SS Lazio), Dimitrakopomlos, Dimostreniadis, Grammenos, Panydis, Torra (Panathinaikos FC), Papa (AC Perugia), Peschetola (Delfino Pescara 1936), Cantarelli, Ferrante, Palazzino, Rosa (AS Roma), Agnello (UC Sampdoria), Chanfreut, Garcia D., Garcia S., Lindres, Martinez, Vazquez (Valencia CF)

ASD RENATO CURI PESCARA-FC BARCELONA 0-13

ASD RENATO CURI PESCARA (4-4-2): Puddu (36’ Petricca); Ciccotosto (36’ Liberati), Di Federico, Di Tanna (51’ Leone), Cavaliere M.; Lupo, Troscia, Cavaliere S. (36’ Cilli), Onyeka (51’ Miseri); Sciamanda (C), Cesta (39’ Cozzi). A disp.: Marcotullio. All.: Masciovecchio

FC BARCELONA (4-3-3): Pau Sánchez (36’ Raúl Garcia); Miquel Juanula, Eric Cañete (36’ Arnan Olle), David Navarro, Eric Vega (36’ Pau Servat); Arnan Solà (15’ Jorge Alastuey), Xavi Simons (C), Alejandro Ginard (36’ Marc Casado); Victor Muñoz (36’ Mamadou Saidou), Leonardo Dosreis (36’ Roger Martínez), Fermin Lopez. All.: Martínez

ARBITRO: Trani di Aprilia

MARCATORI: 12’ Alejandro Ginard (FC Barcelona), 24’ David Navarro (FC Barcelona), 39’ Fermin Lopez (FC Barcelona), 40’ Roger Martínez (FC Barcelona), 42’ Fermin Lopez (FC Barcelona), 44’ Jorge Alastuey (FC Barcelona), 50’ Jorge Alastuey (FC Barcelona), 57’ Roger Martínez (FC Barcelona), 59’ Fermin Lopez (FC Barcelona), 62’ Mamadou Saidou (FC Barcelona), 65’ Fermin Lopez (FC Barcelona), 67’ Roger Martínez (FC Barcelona), 68’ Roger Martínez (FC Barcelona)

NOTE: Espulso 64’ Arnan Olle (FC Barcelona). Angoli: 0-8. Recupero: 2’st.

Il Barcellona inaugura il suo percorso completando un’ideale “schedina” e lanciando una seria candidatura in ottica vittoria finale. Troppo forti i catalani di Martinez per i volenterosi dilettanti abruzzesi del Renato Curi, che pure avevano resistito e destato buona impressione per una frazione subendo “solo” due reti. Nella ripresa lo show azulgrana non ha lasciato scampo agli avversari, con Fermin Lopez e Roger Martinez che si sono spartiti la fetta più grande della torta realizzando quattro gol ciascuno. A completare il tabellino Ginard, Navarro, Saidou e Alastuey, quest’ultimo autore di una doppietta. Iberici già al comando del girone in virtù della migliore differenza reti nei confronti della Juventus.

JUVENTUS FC-AC PERUGIA 6-1

JUVENTUS FC (4-3-1-2): Oliveto (55’ Cordaro), Savona, Giorcelli (36’ Saio), Liberti (36’ Antolini), Mauro; Pisapia, Andretta, Salducco (36’ Petronelli); Miretti (57’ Infuso); Bonetti (C) (57’ Palazzo), De Toffol (47’ Ferraris). A disp.: -. All.: Valenti

AC PERUGIA (4-2-3-1): Raschielli (51’ Rosi); Farinelli (36’ Barbarossa), Ruscini, Leonardi, Senigaglia (47’ Chabat); Tiny (C) (51’ Brunetti), Guadini; Marino (39’ Lentini), Mattioli, Papa (51’ Papi); Lunghi (39’ Proia). All.: Giovannelli

ARBITRO: Carpinelli di Aprilia

MARCATORI: 7’ De Toffol rig. (Juventus FC), 38’ Bonetti (Juventus FC), 46’ Papa (AC Perugia), 49’ Bonetti (Juventus FC), 51’ Bonetti (Juventus FC), 60’ Pisapia (Juventus FC), 70’ Infuso (Juventus FC)

NOTE: Ammoniti: Bonetti (Juventus FC), Tiny (AC Perugia). Angoli: 4-4.

La Juventus di Valenti gioca a tennis con il malcapitato Perugia nella riedizione della finalina della prima edizione. I bianconeri si impongono per 6 reti a 1, grazie alla tripletta di Bonetti e alle reti di Pisapia e Infuso. Il vantaggio della Juventus si realizza al minuto 7 del primo tempo, con De Toffol dal dischetto. Raddoppio che arriva ad inizio ripresa con Bonetti. Il Perugia accorcia poi le distanze con Papa al 46’. Bonetti che replica prima al 49’ e poi anche due minuti dopo per la rete del 4-1. Quinta rete bianconera realizzata da Pisapia su calcio di punizione, mentre chiude il match Infuso.

FC SÜDTIROL-VALENCIA CF 0-8
FC SÜDTIROL (4-5-1): Uberegger; Bussi (44’ Lohoff), Rattin, Salaris (57’ Riselli), Sinno; Bazzanella (36’ Vinciguerra), Gennari (57’ Bedin) Ongaro, Sartori (57’ Margoni), Heinz © (44’ Flumeri); Toci.

A disp.: Pasquazzo. All.: Leotta

VALENCIA CF (4-3-3): Chanza (36’ Alemany); Mellado, Domenech © (36’ Sanchez), S. Garcia, Vazquez; Escobar (36’ Santafosta), D. Garcia, Amaro (36’ Corella); Valera (41’ Salas), Lindres (18’ Chanfreut), Martinez (36’ Catala). A disp.: Sanchez, Catala, Alemany, Santafosta, Chanfreut, Corella, Salas. All.: Fernandez.

ARBITRO: Briozzo di Aprilia.

MARCATORI: 8’ Martinez (Valencia CF), 10’ Lindres (Valencia CF), 16’ D. Garcia (Valencia CF), 49’ Catala (Valencia CF), 51’ Chanfreut (Valencia CF), 64’ S. Garcia (Valencia CF), 69’ Vazquez (Valencia CF), 70’+3’ Catala (Valencia CF)

NOTE: Angoli: 0-5. Recupero: 3’pt.

Gara a senso unico e vittoria netta degli iberici, di ritorno sui campi della Pineta dei Liberti dopo aver conquistato la finale nel 2014. Ad aprire le marcature è stato Martinez, il quale dopo aver riconquistato palla serve il suo compagno di squadra Lindres, che viene anticipato da un difensore avversario, palla che però finisce ancora sui piedi di Martinez che di destro batte Uberegger. Raddoppio che arriva 2 minuti più tardi con Lindres, il suo sinistro sul primo palo è potente. Tris valenciano che porta la marcatura di Arnau Garcia. Nella ripresa dopo un inizio in cui non vi sono state molte occasioni, al 49’ Catala servito in profondità non sbaglia davanti al portiere avversario, concludendo di destro sul secondo palo. Due minuti più tardi è Chanfreut a trovare la rete del pokerissimo destreggiandosi bene in area di rigore e a concludere a rete con il destro da pochi passi dalla porta. Al minuto 63’ Sergi Garcia realizza il 6-0 sugli sviluppi del corner, prima del timbro di Vazquez, il migliore in campo di questa partita, e della doppietta di Catala nei secondi finali dei 3 minuti di recupero.

FC INTERNAZIONALE-UC SAMPDORIA 2-5
FC INTERNAZIONALE (4-4-2): Gerardi; Chierichetti, Lonati, Zalli (C), Donarini; Pucci (45’ Oppizzi), Ballabio (33’ Butti), Demilato, Bortolini (22’ Latorre); Gnonto, Poku (44’ Fusto). A disp.: Fasolini, Minotti, Bergantin. All.: Bellinzaghi.

UC SAMPDORIA(4-4-2): Rossi; Sanguineti, Campaner, Mata, Migliardi (65’ Ravera); Alesso (36’ Donato), Dolcini (C), Canovi (49’ Kacellari), Zuccon (65’ Giovanardi); Pedicillo (60’ Macca), Agnello (42’ Chiodi). A disp.: Colleoni. All.: Augusto

ARBITRO: Sig. Giordani di Aprilia.

MARCATORI: 6’ Zuccon (UC Sampdoria), 31’ Zuccon (UC Sampdoria), 32’ Demilato (FC Internazionale), 41’ Agnello (UC Sampdoria), 45’ Donato (UC Sampdoria), 55’ rig. Chierichetti (FC Internazionale), 62’ Donato (UC Sampdoria).

NOTE: Al 22′ Poku (FC Internazionale) ha sbagliato un calcio di rigore. Ammoniti: Macca (UC Sampdoria). Angoli: 1-6. Recupero: 3’st.

Grande sorpresa nella prima gara del girone C. I campioni in carica dell’Inter si arrendono a una sontuosa Sampdoria, a caccia di una storica qualificazione alle semifinali mai ottenuta prima d’ora e capace di calare il pokerissimo a spese dei nerazzurri. I blucerchiati, dopo essere passati in vantaggio con la doppietta del loro numero 10 Federico Zuccon, hanno visto gli avversari riavvicinarsi grazie a Demilato sul finire di primo tempo. Nella ripresa è salita nuovamente in cattedra la compagine ligure che, prima con Agnello poi la doppietta di Donato – intervallata dalla marcatura interista su calcio di rigore di Chierichetti a prendersi una meritata vittoria.

L’AQUILA CALCIO 1927-PFK BOTEV PLOVDIV 4-1
L’AQUILA CALCIO 1927 (4-3-3): Scassa; Lunadei, Colangelo, Di Francesco ©, Cavalcante (62’ Maschiocchi); Perinetti (54’ Paolucci), Antonacci (62’ Recciuti), Ianni (49’ Taffo); Pietraforte (40’ Mariani), Petrucci (56’ Spezziale) Natrella. A disp.: Consorte. All.: Ianni.

PFK BOTEV PLOVDIV (4-3-3): Karasyoykov (58’ Botevek); Velichkov, Koteterov, Vasilev, Boev (54’ Mlekanov); Stoichkov, Stamenov, Aramazov; Stambolov, Nikolov, Dimitrov (36’ Naydenov). A disp.: Botevek, Hristov, Filipov, Georgiev, Bulvanski. All.: Datchev.

ARBITRO: Sig. Rivera di Aprilia.

MARCATORI: 2’ Natrella (L’Aquila Calcio 1927), 11’ aut. Vasilev (L’Aquila Calcio 1927), 17’ Boev rig. (PFK Botev Plovdiv), 34’ Petrucci (L’Aquila Calcio 1927), 67’ Natrella (L’Aquila Calcio 1927)

NOTE: Angoli: 1-6. Recupero: 2’st.

Termina con la vittoria per 4-1 la gara d’esordio dell’Aquila che batte i bulgari del Botev Plovdiv. Gli abruzzesi passano in vantaggio già al 2’ del primo tempo, con la rete di Natrella che da dentro l’area di rigore calcia sul primo palo. All’11’ arriva il raddoppio, Natrella dalla sinistra effettua un cross al centro, dove trova la sfortunata autorete di Vasilev. Al minuto 17 Boev dal dischetto accorcia le distanze. Sul finire della prima frazione di gioco Petrucci realizza il gol del 3-1, ancora su un assist di Natrella. Quest’ultimo, man of the match, al minuto 67 percorre 50 metri palla al piede e conclude al meglio un’azione splendida con un diagonale di destro che finisce in fondo al sacco.

Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.