Serie A | Lazio-Atalanta 1-3: Parolo illude, poi il disastro. Champions addio (FOTOGALLERY)

di Fabio BELLI (foto © Gian Domenico SALE)

Ci sarebbe troppo da spiegare, con una formazione scelta da Inzaghi nella maniera peggiore e gli interpreti in campo che non hanno fatto nulla per ripagare la sua fiducia. Sulla Lazio piovono all’anglosassone i proverbiali cani e gatti e non solo metaforicamente, considerando il diluvio che si scatena nella ripresa all’Olimpico proprio mentre l’Atalanta dilaga. Addio Champions, Europa League a grande rischio e la finale di Coppa Italia affianca al suo status di notte piena di fascino quello di ultima spiaggia: non doveva succedere.

FORMAZIONI – Inzaghi conferma la difesa di Genova con Wallace e Bastos al fianco di Acerbi, a centrocampo torna Luis Alberto mentre Romulo è l’esterno di destra con Marusic dirottato a sinistra, in mancanza dello squalificato Lulic. In attacco Caicedo fa coppia con Immobile. L’Atalanta risponde con Djimsiti, Palomino e Masiello in difesa e il tridente pesante con Ilicic, Gomez e Zapata.

PARTENZA A CENTO ALL’ORA – Partenza a razzo della Lazio che dopo appena 3′ trova il vantaggio: Caicedo addomestica con maestria un pallone in area e lo mette nella disponibilità di Parolo, che piazza il pallone sul secondo palo dove Gollini non può arrivare. L’Atalanta prova a reagire ed arriva con una certa felicità ai 16 metri, ma la prima conclusione dei bergamaschi arriva solo all’11’ con Gomez e si spegne sul fondo. Subito dopo splendido lancio di Wallace che manda in porta Immobile, ma il centravanti sbaglia malamente lo stop. Immobile è pericoloso al 14′, con una gran botta sventata da Gollini. Il match è vivacissimo e al 18′ Castagne pesca Zapata a centro area che da ottima posizione spara però alle stelle.

COLPISCE ZAPATA – L’Atalanta però quando affonda sa far male e al 22′ trova il pareggio, anche con un pizzico di fortuna: Wallace batte a rete ma la conclusione si trasforma in un fortuito assist a Duvan Zapata, che da due passi non può sbagliare. Al 26′ viene ammonito Bastos per un duro intervento su Ilicic. Al 29′ proprio Ilicic ha una grande chance: lo sloveno si infila come un coltello nel burro nella difesa laziale servito da un filtrante di Castagne, ma sbaglia il diagonale a tu per tu con Strakosha. Al 36′ viene ammonito Masiello per un fallo di mano, ne consegue un calcio di punizione interessante che Luis Alberto alza però sopra la traversa. E’ di fatto l’episodio che chiude il primo tempo.

RIPRESA DA INCUBO – L’Atalanta comincia il secondo tempo con un cambio, con Mancini in campo al posto di Palomino. Dopo 35 secondi Ilicic salta di slancio Bastos e conclude, strepitoso Strakosha nella risposta. Il match non decolla per la Lazio e al 10′ Inzaghi inserisce Correa per Caicedo. Ma al colpire è l’Atalanta al 13′: suicidio di Wallace che serve il pallone in uscita a Gomez che si incunea in area e serve Castagne, che può appoggiare a porta vuota il gol dell’1-2. Si scatena nel frattempo una vera bomba d’acqua sullo stadio Olimpico, simbolicamente l’acqua travolge il campo come l’Atalanta che su cross da calcio d’angolo, ala mezz’ora sigla l’1-3 con un colpo di testa di Djimsiti che sovrasta il frastornato Wallace. E la Coppa Italia diventa così l’ultima chiave per l’Europa, ma giocarla come oggi che speranze può dare?

IL TABELLINO

LAZIO-ATALANTA 1-3

Marcatore: 3′ Parolo (L), 22′ Zapata (A), 58′ Castagne (A), 76′ Djimsiti (A).

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos (78′ Neto); Romulo, Parolo, Leiva (78′ Badelj), Luis Alberto, Marusic; Caicedo (55’Correa), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Alia, Luiz Felipe, Kalaj, Durmisi, Zitelli, Cataldi, Jordao. All.: Simone Inzaghi.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Palomino (46′ Mancini), Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler (83′ Pessina), Castagne; Ilicic (65’Pasalic), Gomez; Zapata. A disp.: Berisha, Rossi, Ibanez, Gosens, Reca, Colpani, Del Prato, Piccoli. All.: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)

Assistenti: Carbone e Peretti

IV uomo: Manganiello. V.A.R.: Massa. A.V.A.R.: Di Liberatore

NOTE – Ammoniti: 26′ Bastos (L), 36′ Masiello (A), 40′ Caicedo (L), 54′ Gomez (A), 60′ Leiva (L), 83′ Mancini (A), 87′ Correa (L). Recupero: 2′ pt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *