L’ENBIC aderisce al progetto Banca delle visite

L’ Enbic – Ente Bilaterale Confederale istituito dalle Organizzazioni Cisal Terziario e Anpit, Cidec ed Unica – ha formalizzato la propria adesione al progetto della “Banca delle visite” volto a dare sostegno a coloro che non riescono ad accedere a visite specialistiche e prestazioni sanitarie.

Banca delle Visite è una piattaforma web, che aiuta coloro i quali non possono permettersi una visita a pagamento o non possono attendere i tempi del Sistema Sanitario Nazionale ad accedere al servizio. Grazie all’aiuto concreto di privati cittadini ed aziende, che effettuano donazioni di denaro o acquistano direttamente prestazioni sanitarie, Banca delle Visite fornirà assistenza gratuita a chi ne avrà bisogno mediante specifica richiesta. Antonello Ceci, coordinatore nazionale di Banca delle Visite, ha spiegato che “L’accesso al servizio è consentito mediante le donazioni di privati ed associazioni, che sostengono il progetto per far sì che circa 11 milioni di italiani, che non possono accedere alle visite mediche, riescano a superare i tempi della sanità pubblica eludendo anche lo scoglio dei costi dell’assistenza medica privata”.

Questo è l’impegno di ENBIC ad un problema, che a causa della crisi ha ormai assunto rilevanza nazionale, quale è il sostegno a chi non può permettersi una visita medica a pagamento, chi non può attendere i tempi del Servizio Sanitario Pubblico o chi, infine, ha bisogno di cure immediate: “Il problema della salute dei lavoratori e dei loro familiari è sempre stato un obiettivo prioritario di ENBIC”, ha dichiarato il Presidente Fulvio De Gregorio in accordo con il Presidente della Mutua MBA, Luciano Dragonetti, che ha dato pieno appoggio a questa importante iniziativa di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *