Bolletta-Energia: Ecco come risparmiare sulla bolletta della luce

Comunicato stampa

Risparmiare sulla bolletta della luce è spesso ritenuta una pratica difficile da attuare. Ecco 5 consigli utili per consumare meno energia in casa!

 

A volte può capitare di ricevere bollette della luce care, soprattutto quando si utilizzano molti elettrodomestici energivori in casa. La prima cosa da fare, in questo caso, è controllare che tipo di contratto abbiamo sottoscritto con il nostro fornitore di energia. Oltre alla tariffa luce, però, anche il nostro comportamento dentro casa è molto importante per risparmiare. Noi, infatti, possiamo fare la nostra parte, attraverso dei piccoli accorgimenti da seguire quotidianamente. Ecco 5 consigli utili per ridurre i consumi energetici nel vostro appartamento:

 

  1. Evitare lo stand by degli elettrodomestici;

  2. Non sottovalutare una lampadina accesa;

  3. Fare attenzione al computer fisso;

  4. Occhio alla temperatura del frigorifero;

  5. Regolare lo scaldabagno elettrico.

 

1. Quante volte vi sarà capitato di addormentarvi con la televisione accesa o con le prese di corrente in modalità “on”? Sembra banale ma questo è un passo fondamentale per la riduzione dei consumi elettrici. Basti pensare che le sole spie degli elettrodomestici, seppur in stand-by, come nel caso dell’appena citata tv, consumano energia. Servirsi di una pratica ciabatta con un comodo bottoncino, che permette l’accensione e lo spegnimento della presa di corrente, può essere un’ottima soluzione per iniziare a risparmiare.

 

2.Una semplice lampadina (sono sempre preferibili quelle a risparmio energetico o a LED) può essere una delle cause principali della bolletta salata a fine mese. Il consiglio è quello di evitare assolutamente di lasciare luci accese di proposito. Se poi capita frequentemente di dimenticarla accesa è preferibile servirsi di impianti dotati di timer che dopo poco spengono la luce automaticamente.

 

3.Il computer, si sa, è uno degli strumenti elettronici più usati al mondo. Nonostante molti di questi siano ormai all’avanguardia in fatto di risparmio energetico, è sempre bene essere accorti a piccoli gesti che possono permettere di ottimizzare i costi e, di conseguenza, le spese. Il consiglio utile è quello di abolire il salvaschermo nonostante sia decisamente più bello da vedere rispetto a un monitor completamente nero, e di attivare lo spegnimento automatico dello schermo dopo pochi minuti in caso di non utilizzo dell’apparecchio. Infine, più in generale, un pc portatile risparmia più energia rispetto a un fisso.

 

4.La temperatura e le dimensioni del proprio frigo sono sicuramente due cose da non sottovalutare o trascurare. La grandezza, ad esempio, sempre in base alle proprie esigenze, è meglio che sia nella media. Un frigorifero molto grande, seppur di ultima generazione, consuma decisamente di più rispetto a uno di dimensioni medie o ridotte. Lo stesso vale per la temperatura. Più alta sarà la temperatura del vostro frigo più alti saranno i consumi e dunque gli sprechi di energia elettrica. Il consiglio è quello di adoperare temperature di raffreddamento moderate.

 

5.Coloro i quali sono in possesso di uno scaldabagno elettrico si ritrovano a dover fare spesso i conti con delle bollette della luce maggiorate. I motivi possono essere diversi, alcuni anche difficilmente pensabili. Questo è, ad esempio, il caso del “dove installare lo scaldabagno elettrico”. Un posto soggetto a maggiore umidità e freddo può causare dei rallentamenti nelle prestazioni dell’elettrodomestico. Perciò è consigliabile installarlo in un posto asciutto e con una temperatura stabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *