Tutti gli articoli di Paride Roncaglia

Petriana: l’intervista al responsabile della Scuola Calcio, Antonio Martino

Di Paride Roncaglia

Di seguito l’intervista ad Antonio Martino nuovo responsabile della scuola Calcio Petriana. Martino è allenatore UEFA B, porta con sé anni di esperienza come mister e come coordinatore di scuola calcio.




Continua la lettura di Petriana: l’intervista al responsabile della Scuola Calcio, Antonio Martino

Portieri all’attacco: la scuola portieri di mister Silvio Mariani

Di Paride Roncaglia

Portieri all’attacco nasce nel 2011 da un’idea di Silvio Mariani dopo vari eventi organizzati e volti ad insegnare ai ragazzi la bellezza e l’importanza del ruolo del portiere. Insieme a Silvio uno staff preparato e appassionato composto da: Daniele Nori, Sandro Giovannoni, Andrea Potestà, Matteo Bucciarelli e Alessio Del Mastro.

L’obiettivo di Portieri all’attacco è quello di cercare di dare qualità e tecnica ai giovani portieri nei vari stage che vengono organizzati durante l’anno.

La sede principale dove vengono organizzati i meeting è il campo dell’Accademia Calcio Roma, struttura ospitante che lo stesso mister Mariani ringrazia. L’ultimo, lo scorso weekend, si è invece svolto a Cesano (sabato intera giornata e domenica in mattinata) e ha visto scendere in campo più di 40 portieri dalla categoria 2000 fino ad arrivare ai piccoli grandi campioni del 2010.
Con i due ultimi stage più di 100 ragazzi sono stati protagonisti con Portieri all’Attacco, a dimostrazione del fatto che l’attività sta crescendo. E’ previsto un altro grande evento di una giornata, per l’8 dicembre, presso Accademia calcio roma.

L’idea nasce da un allenatore qualificato con patentino UEFA B, che con l’Artena, nell’ultima stagione, è approdato serie D e allo stesso tempo è responsabile dei portieri dell’Accademia Calcio Roma.

I valori
Mister Mariani ha un obiettivo in mente: valorizzare il ruolo del portiere che spesso è oggetto di critica e che viene poco considerato quando fa bene.
Secondo lui nel calcio di oggi lo stesso portiere è sempre più parte integrante del gioco dell’intera squadra.

Tornando a le sue parole “I ragazzi devono capire che lo sbaglio che potrebbero commettere fa parte del gioco. Io odio sentire il termine papera, al massimo si può parlare di errore tecnico e quello può sempre capitare. In genere il portiere è un ruolo particolare, bisogna lavorare sulla testa dei ragazzi”.

Come si partecipa?
La famiglia di Portieri all’attacco si sta allargando sempre di più. Tutti i ragazzi dal 2000 al 2010 possono entrare a farne parte, basterà contattare mister Silvio Mariani sulla pagina Facebook.

Le prime parole di Andrea Moscatello da DS della Petriana: “La Petriana un pezzo della mia vita. Lavoriamo per la crescita dei nostri giocatori”

Di Paride Roncaglia

La Petriana Calcio pianifica la stagione che verrà e come prima cosa ha deciso di cambiare per quanto riguarda la figura del Direttore Sportivo. Qualche settimana fa il comunicato di cessazione dei rapporti con Natalia, protagonista nella bella annata appena conclusa.
Il sostituto direttamente in casa. Infatti la scelta è ricaduta su Andrea Moscatello, ex mister proprio alla Petriana. Di seguito le sue parole in una piccola intervista al Corriere Laziale.

Andrea cosa ci dici delle tue esperienze prima di essere chiamato a ricoprire il ruolo da DS? Ho allenato in Petriana per 9 anni, fino a quando la società si è trasferita a Primavalle. Poi per varie vicissitudini, cose che succedono in uno sport come il calcio, sono andato via.
Nell’ultima stagione ho all’allenato alla Tevere Roma i Giovanissimi e contemporaneamente ho ricoperto un ruolo nello staff dirigenziale.
Io nasco allenatore e sono alla prima esperienza come Direttore Sportivo, ma sto cercando di calarmi nella parte e soprattutto di mettercela tutta per dare un qualcosa in più a questa società.

Quando e come è arrivata la proposta? Sono stato contattato circa un mese fa dai vertici della società e sono subito rimasto contento della proposta. La Petriana è un pezzo della mia vita e per me è stata una gioia immensa ricevere questo incarico. So di poter avere a che fare con gente in gamba, che rema dalla stessa parte e che conosco da molti anni. Sono solo 20 giorni che ricopro questo ruolo, ma sono veramente contento di quanto stiamo facendo per costruire la stagione che verrà.

Da direttore hai a che fare con genitori e squadre vicine… Sono andato a parlare con le società intorno con le quali abbiamo scelto la strada della collaborazione per aiutare i ragazzi a crescere. Se i ragazzi stessi vogliono andare via per giocare, ad esempio, un campionato Élite, noi non abbiamo problemi.
Detto questo voglia invertire la tendenza: al giorno d’oggi non si lavora più sul ragazzo, si pensa solamente al campionato élite o alle vittorie. Noi siamo e dobbiamo essere esattamente il contrario.
Dobbiamo lavorare mettendo la crescita dei nostri giocatori al primo posto.

Tanti cambiamenti nel parco allenatori…
Abbiamo tenuto Alessandro Fontana e Emiliano Di Tella che, sopratutto il secondo, il quale ha portato i 2004 al 4° posto, hanno fatto bene nella scorsa stagione. Abbiamo per il resto preso tutti allenatori ambiziosi.
Partendo da chi allenerà i 2005, Fabio Scanu. Un ragazzo giovane, laureato, appassionato di calcio. Arriva dalla Boreale, dove ha vinto con la Juniores Primavera. Dovrà partire con un gruppo completamente nuovo, dovrà lavorare sodo, ma sta già creando empatia con i ragazzi, li ha anche portati a cena.
Passo poi per Cristian Bini che allenerà gli allievi 2003. Qui c’è un po’ di incertezza rispetto alla categoria che si andrà ad affrontare, infatti c’è una possibilità che la squadra possa di nuovo partecipare al regionale. Anche Cristian è un ragazzo molto giovane, cresciuto come allenatore in Petriana con la scuola calcio. Nell’ultima stagione è arrivato terzo con i Giovanissimi 2004 della Boreale. L’abbiamo scelto perché crea empatia con il gruppo, ma anche perché è valido sotto il punto di vista tecnico/tattico.
Dulcis in fundo Massimo Fiumicini il quale allenerà la Juniores 2000-2001. Lui è un allenatore navigato, mi sento di dire specializzato con i ragazzi più grandi d’età. I giocatori lo hanno già conosciuto e sembrano molto contenti della scelta. Ha dei valori importanti e può fare davvero bene.

Cosa ti aspetti da questa stagione ed eventuali obiettivi? Dobbiamo divertirci. Mantenere le categorie agonistiche e lavorare per migliorare la scuola calcio che rimane fondamentale per la crescita della società.
Se riuscissimo ad avere 5 categorie nei regionali a fine prossima stagione sarebbe il massimo. Per ora questa deve essere la nostra dimensione.

Tor di Quinto beffato ai rigori. Ai toscani della Lastrigiana il titolo di Campioni d’Italia Juniores dopo il 2-2 nei regolametari

Di Paride Roncaglia

Allo stadio comunale Gino Bozzi di Firenze va in scena l’atto conclusivo del campionato Juniores categoria Regionale. Di fronte i romani del Tor di Quinto e toscani della Lastrigiana con la partita in diretta anche sulla pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti a testimonianza dell’importanza e del prestigio di questa sfida.




Continua la lettura di Tor di Quinto beffato ai rigori. Ai toscani della Lastrigiana il titolo di Campioni d’Italia Juniores dopo il 2-2 nei regolametari

Giovanissimi Regionali FB | Tor Sapienza 0-1 Petriana Calcio: i gialloblu conquistano salvezza aritmetica e quinto posto. Padroni di casa all’ultima spiaggia

di Paride Roncaglia

Al comunale Alberini, a quattro giornate dalla fine, si gioca uno scontro importante per la salvezza. La squadra di casa, il Tor Sapienza allenato da mister Di Marzio, in cerca di punti per sperare ancora nella rincorsa al Cynthia, prima squadra salva e distante 4 punti. La Petriana, dall’altra parte, aveva bisogno di un solo punto per la certezza matematica di mantenere la categoria e una vittoria l’avrebbe addirittura portata tra le prime 5 forze del girone.

Il match comincia a ritmi lenti per via del grande caldo. Al 8’ Fontanella si procura una punizione dal limite. Calcia a giro dai 20 metri Sciarretta che da tanto effetto ma poca potenza, così da essere facile la presa di Bevilacqua. Il Tor Sapienza prova ad attaccare, la Petriana attende e tenta di giocare in ripartenza. Al 15’ proprio la Petriana in avanti con un’azione di contropiede insistita e conclusa da sinistra con Langone. Bella botta, ma palla alta sopra la traversa. Al 31’ bellissimo lancio in profondità di Fontanella per il numero 7 Betti che tenta di raggiungere il pallone prima del diretto avversario. La conclusione però parte debole e anche se da posizione ravvicinata, diventa facile preda per Bevilacqua. Nel finale di tempo la Petriana reclama un rigore, apparso abbastanza netto, per fallo in area di rigore su Terribile. Il direttore di gara non è però dello stesso avviso.

Nella ripresa Di Tella effettua qualche cambio e prova dare un nuovo assetto ai suoi. Al 5’ ci prova Romani sempre dalla distanza per la Petriana. Blocca centralmente Aquilini. Il vantaggio degli ospiti arriva al minuto 8. Su un punizione calciata da Lauri il pallone viene respinto al limite dell’area dalla difesa. Fantastica giocata di Laureti che controlla bene il pallone e imbuca per Santoro. Il numero 8 riesce a rimanere in posizione regolare, a sistemarsi il pallone e a calciare forte sotto la traversa. Grande esultanza da parte dei giocatori gialloblu e dei numerosi genitori al seguito. Il Tor Sapienza ha un assoluto bisogno di prendere punti e così reagisce. Al 17’ una grandissima occasione con Betti. Tutto nasce da una grande azione in solitaria di Sciarretta, forse il migliore dei suoi, che dribbla due avversari e imbuca per il suo compagno. Betti si presenta davanti a Bevilacqua, pensa solo a calciare forte e mette sull’esterno della rete. Al 29’ altra occasione ai limiti del clamoroso per il Tor Sapienza prima con Betti in una super azione personale, poi con Gammaitoni, entrato nella ripresa, praticamente a botta sicura a porta vuota. Il portiere Bevilacqua, con un riflesso pazzesco, e Figliolia sulla riga salvano la porta della Petriana. I ragazzi di mister Di Marzio ci provano fino all’ultimo, ma la Petriana resiste e tiene botta conquistandosi l’ultima occasione del match: al 38’ punizione di Lauri dalla lunghissima distanza con il pallone che prende una strana traiettoria e costringe al grande intervento Aquilini, il quale toglie il pallone quasi dall’incrocio dei pali. Sul seguente angolo l’arbitro decreta la fine dei giochi: la Petriana fra i grandi, il Tor Sapienza all’ultima spiaggia con gli ultimi 240 minuti decisivi per le sorti dei gialloverdi.

TABELLINO GARA

Tor Sapienza 0-1 Petriana Calcio

Marcatori: Santoro 8’ st (PC)

Tor Sapienza: Aquilini, Nanni(Gammaitoni 30’ st), Sciarretta(Felici 18’ st), Valeri, Arzilli, Alosi, Betti, Fontanella, Gosti(Piscedda 23’ pt), Mita, Cesarei. Panchina: Giovazzi, Castellani, Tolli, De Angelis.

Allenatore: Daniele Di Marzio

Petriana Calcio: Bevilacqua(Mearini 35’ st), Terribile(Tonnicchia 24’ st), De Mutiis(Figliolia 9’ st), Romani(Ambrosio 7’ st), Lauri, Bonichini, Mastropietro, Santoro, Besanzoni(Allegrini 1’ st), Laureti, Langone(Sagripanti 1’ st).

Allenatore: Emiliano Di Tella

Arbitro: Bevilacqua di Roma 2

NOTE: Angoli 3-3 Rec. 2’ pt – 3’ st Ammoniti: Mastropietro, Santoro

Giovanissimi Regionali | Gol e spettacolo al Pio XII: è 3-3 tra Petriana Calcio e G. Castello

Di Paride Roncaglia

Al Pio XII domenica si sono affrontate Petriana Calcio e G. Castello per la nona giornata di ritorno del campionato Giovanissimi regionali. Le due squadre, divise da soli quattro punti in classifica, erano in cerca di punti salvezza per arrivare con anticipo all’obiettivo stagionale. Visto il risultato, la voglia messa in campo da entrambe le compagini è stata superiore alle aspettative.

La prima occasione della gara arriva al 3’ ed è per gli ospiti. De Lorenzo si allunga troppo il pallone e permette a Boi di uscire alla disperata rimediando ad una disattenzione difensiva. Risponde un minuto dopo Morgantini con un bell’esterno in corsa su cross di Macchioni che termina di poco alto. Al 13’ grande occasione Petriana con una bella azione palla a terra. Bordi arriva in zona tiro dentro l’area di rigore, ma tarda l’esecuzione e viene rimontato da dietro da un difensore di mister Baccianella. Al 15’ il G. Castello trova il vantaggio sugli sviluppi di un calcio angolo. Su cross da destra Trogu trova il pallone sul secondo palo, sfruttando un uscita non perfetta di Boi e insacca l’1-0. Non tarda ad arrivare il pareggio immediato della Petriana con Bordi. Il numero undici, servito in area di rigore da destra, questa volta non sbaglia la misura del tiro e mette dentro con grande freddezza. La partita si infiamma e al 18’ torna in vantaggio il G. castello con un incredibile autorete di Mancinelli. Il numero due tenta di testa il retro passaggio per il suo portiere Boi. Nel frattempo l’estremo difensore stava uscendo dalla porta per raggiungere la sfera che invece lo scavalca e termina in rete. Passano alcuni minuti a ritmi molto alti, con altrettanti errori, e al 28’ il pareggio della Petriana. Bella azione sulla sinistra di Vitelli che arrivato sul fondo mette dentro forte e teso. Sul cross arriva ancora Bordi che di testa insacca da due passi. Nel finale di tempo, esattamente al 32’ i ragazzi di Provenzano trovano addirittura il vantaggio con Vitelli che sfrutta un imbucata di Terzaroli e, evitando la trappola del fuorigioco, si presenta davanti a Sica battendolo per la terza volta.

La ripresa presenta la stessa intensità della prima frazione di gioco, ma meno occasioni da gol. In avvio di secondo tempo grande occasione per la Petriana con Macchioni che su cross da destra si fa trovare puntuale sul secondo palo, ma non inquadra la porta con il piattone. Al 22’ assolo di Bordi che riesce ad arrivare alla conclusione dal limite. Bravo Sica a bloccare a terra. Al 29’ Bordi ancora vicino alla rete per chiudere alla gara e alla tripletta personale. Dopo una fuga sulla sinistra riesce ad entrare in area e con un scavetto tenta di scavalcare Sica in uscita disperata. Salva sulla riga il difensore con la palla troppo lenta. La Petriana spreca molto sotto porta e non chiude la gara. Quando i ragazzi di Baccianella sembrano ormai rassegnati, vista anche l’inferiorità numerica dalla metà del secondo tempo per la discussa espulsione di De Lorenzo, arriva il pareggio. È il 35’ quando su un calcio di punizione dalla sinistra calciato forte e teso da Griffiths, arriva come un treno Toso che di testa colpisce perfettamente e mette alle spalle di Boi. Nel recupero non succede nulla di così importante e al triplice fischio del direttore di gara è 3-3: la questione salvezza è ancora in bilico.

TABELLINO GARA

Petriana Calcio 3-3 G. Castello

Marcatori: Trogu 15’ pt (GC), Bordi 16’ pt e 28’ pt (PC), aut. Mancinelli 18’ pt (GC), Vitelli 32’ pt (PC), Toso 35’ st (GC)

Petriana Calcio: Boi, Mancinelli, Iaria, Lutero, Grechi, Ratini, Terzaroli, Morgantini, Macchioni, Vitelli, Bordi. Panchina: Bevilacqua, Galimi, Tubani, Bretti, Talocci, Moundounga, Campagna.

Allenatore: Andres Provenzano

G. Castello: Sica, Berardi, Ghebre, Griffiths, Trogu, Toso, Cossu, Galmazzi, De Lorenzo, Dantinelli, Tomassini. Panchina: Porfiri, Vocaturo, Loddo, Coppetta, Pichi, Pispola.

Allenatore: Matteo Baccianella

NOTE: Angoli 3-3. Rec. 0’ pt – 4’ st. Espulsi: De Lorenzo per proteste

Arbitro: Toccacieli di Roma 1

Juniores Regionali Pure C | Palocco ai Regionali. Meritato 3-1 sulla Petriana Calcio nella finale del Francesca Gianni

Di Paride Roncaglia

Al campo Francesca Gianni ieri si decidevano le sorti di Palocco e Petriana, impegnate nello spareggio per aggiudicarsi la promozione nel campionato regionale per quanto riguarda la prossima stagione.
L’undici di mister Buzzi si è presentato in campo con un 3-5-2, dall’altra parte i gialloblu della Petriana hanno optato per un più offensivo 4-3-3.

La partita inizia nel modo più assurdo. Dopo appena 22 secondi la Petriana passa in vantaggio grazie all’autogol di Fortunato. Il numero 8 sbaglia l’appoggio all’indietro verso il suo portiere che non riesce a recuperare la sfera se non quando quest’ultima ha varcato la linea di porta.I ragazzi di De Baggis tentano di sfruttare l’inizio shock degli avversari e al 2’ colpiscono una clamorosa traversa con Marchetta dal limite autore di un bellissimo tiro a giro.
Dominio quasi totale della Petriana per i primi 15’ minuti, poi quasi un black out mentale.
Prima occasione per il Palocco al 17’ con la girata in area di rigore di Refi. Parata a terra in due tempi di Foglia. Al 29’ occasione ancora Palocco in avanti con azione sulla destra conclusa da Gazzellone. Blocca Foglia, ma l’attaccante avrebbe potuto far meglio da posizione favorevole.
Al 37’ il ragazzi di Buzzi trovano il meritato e altrettanto fortunato pareggio con Di Loreto. Il numero 3 mette un tiro-cross forte e teso che prende una strana traiettoria verso la porta. Nell’occasione incertezza di Foglia che valuta male la traiettoria e vede il pallone insaccarsi in rete.
Al 43’ Ciraulo ruba un bel pallone sulla trequarti e si invola verso la porta. Ai 20 metri tenta con la soluzione da fuori, pezzo forte della casa, ma la sfera termina larga di alcuni metri.
Un minuto dopo risponde la Petriana con Porzia che con una finta si libera bene al limite e calcia sul secondo palo. Palla che termina di pochissimo sopra la traversa. Finisce in parità un primo tempo equilibrato, giocato a basso ritmo e con molti errori tecnici da entrambe le parti.

Nella ripresa i ragazzi di Buzzi entrano in campo più determinati rispetto agli avversari. Al 7’ trovano il vantaggio con Gazzellone che sfrutta una rimessa laterale profonda di un compagno e la disattenzione della linea difensiva della Petriana. Il numero dieci anticipa con un preciso tocco Foglia, in uscita disperata, e fa esplodere panchina e tifosi al seguito della squadra.
La Petriana di De Baggis accusa il colpo e non riesce ad organizzare una degna controffensiva.
Al 28’ Bovo, appena entrato, ha una buona occasione su punizione, ma la sua conclusione risulta telefonata per Pompei che blocca senza problemi.
La Petriana si sbilancia sempre di più, senza riuscire ad impensierire la difesa arancioblu, mentre offre il fianco ai contropiedi micidiali del Palocco. Al 30’ bella azione in solitaria di Migliorini che salta un paio di avversari e arrivato al limite ci prova. Palla molto alta, ma da apprezzare la preparazione. Al 32’ altro grande contropiede del Palocco con Ciraulo e Gazzellone. Quest’ultimo viene servito bene sul filo del fuorigioco, ma arrivato davanti a Foglia si fa ipnotizzare dallo stesso portiere.
Nonostante i cambi mister i gialloblu proprio non riescono ad essere pericolosi e continuano a commettere tanti errori tecnici, soprattutto in impostazione.
Ed ecco che al 43’ chiude la partita in contropiede il Palocco. Altra rimessa laterale veloce di Ciraulo che serve tutto solo Scalfaro. Il numero 18 si dimostra freddo sotto porta e con uno splendido pallonetto batte Foglia in uscita.
Esultanza incontenibile, forse anche eccessiva vista la mini rissa che subito dopo la rete si accende vicino la panchina della Petriana. Ma la posta in palio è molto alta e si fatica a tenere dentro le emozioni.
Intanto vengono mandati sotto la doccia La Rosa, che lascia in dieci la formazione di De Baggis, e ancora Porzia e Gazzellone, espulsi invece quando già sostituiti.
Nel recupero non succede praticamente più niente e al triplice fischio del signor Agostino di Roma 1 è trionfo Palocco e disfatta Petriana.

IL TABELLINO DELLA GARA

Palocco Calcio 3-1 Petriana Calcio

Marcatori: Fortunato aut. 1’ pt (Petriana), Di Loreto 37’ pt (Palocco), Gazzellone 7’ st (Palocco), Scalfaro 43’ st (Palocco)

Palocco Calcio: Pompei, Brustolon, Di Loreto(Giulii Capponi 20’ st), Ciraulo, Cilione, Casucci, Capurro, Fortunato, Migliorini(Martire 48’ st), Gazzellone(Scalfaro 37’ st), Refi(Ceccacci 27’ st). Panchina: Discepoli, Saracini, Schiavone.

Allenatore: Fabrizio Buzzi

Petriana Calcio: Foglia, La Rosa, Castaldini(Mordanini 29’ st), Di Maio(Procaccini 1’ st), Montesi, Carpineti, Tiberi, Maurizi, Marchetta(Botoc 11’ st), Porzia(Macrì 35’ st), Pergolizzi(Bovo 15’ st). Panchina: Ciacelli, Bottino.

Allenatore: Flavio De Baggis

Arbitro: Agostino di Roma 1
1°assistente: Passeri di Roma 1
2°assistente: Pancani di Roma 1

NOTE: Angoli 1-4 Rec. 2’ pt – 5’ st Ammoniti: Di Maio, Capurro, Porzia, Casucci, Giulii Capponi Espulsi: al 44’ st La Rosa(Petriana), Porzia(Petriana) e Gazzellone(Palocco) dalla panchina

Spareggio Juniores Regionali Pure C | Petriana Calcio, De Baggis: “Per noi 4 titolari assenti, ma ce la metteremo tutta per vincere. Loro squadra tosta”

Di Paride Roncaglia

Mercoledì 4 aprile 2018 alle ore 16.00 Petriana Calcio e Palocco si giocheranno il loro futuro nello spareggio sul campo neutro del Francesca Gianni di Via del Casale di San Basilio per la conquista della categoria Regionale. Per l’occasione è stato intervistato Flavio De Baggis, allenatore dei gialloblu di Via dei Monti di Primavalle. Di seguito le sue parole.

Ti aspettavi ad inizio stagione di arrivare a questo risultato? “C’era l’obiettivo della zona play-off, ed è stato rispettato, ma arrivare in prima posizione e andare a giocare lo spareggio diventa ancora di più un traguardo fantastico”.

Come arrivano mentalmente i ragazzi alla gara di mercoledì? “Loro sono molto soddisfatti per l’andamento di tutta la stagione, ma anche rammaricati per quanto accaduto nella gara di sabato con la Neorizon. Vincevamo 2-0 e ci siamo fatti rimontare, sciupando un importante vantaggio e sprecando la possibilità che ci eravamo creati di vincere direttamente il titolo”.

Uno sguardo dettagliato alla partita. L’aspetto tattico… “Noi dovremmo un po’ ricostruire la squadra perché abbiamo 4 importantissime defezioni. Mancheranno 4 calciatori titolari perché impegnati in un viaggio con la scuola da cui non possono tirarsi indietro. È un peccato non poter giocare giocare al massimo della forza dell’organico. Per quanto riguarda loro, ormai li conosciamo molto bene. Sono una squadra che difende ordinata e riparte in velocità, che gioca un buon calcio e che ci ha sconfitto già due volte durante questa stagione. Sono tosti”.

Il match si giocherà in campo neutro al Francesca Gianni. Questo porterà qualche vantaggio o svantaggio? “A mio avviso non cambia nulla. Il campo di mercoledì è in erba e, nè noi che giochiamo sul sintetico, nè loro che giocano su terra saremo avvantaggiati da quel punto di vista. Non so quanta gente ci sarà a sostenerci, ma per noi giocare in campo neutro non fa nessuna differenza, conta vincere”.

Cosa dirai ai tuoi ragazzi per motivarli in vista della gara di mercoledì? “Comunque sia è una partita a sé, rispetto a quelle perse in campionato. Dirò loro che è la nostra finale e che dobbiamo cercare di giocare fino alla fine per evitare altre rimonte o sorprese. I ragazzi sono già motivati per quanto seminato durante l’anno. Sono certo che faremo una gran bella figura e che ce la metteremo tutta per portare a casa il risultato”.