Tutti gli articoli di Redazione

Il sito del settimanale 'Nuovo Corriere Laziale' testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.

Nuova Virtus, Sciamanna: «La mia doppietta è per Roberto Ielasi»

La Nuova Virtus si è riscattata. La rumorosa e inattesa sconfitta interna con la Nuova Castelli Romani è stata immediatamente cancellata grazie ad un perentorio 4-1 sul campo dell’Airone Ardea firmato dalla doppietta di Simone Sciamanna e dalle reti di Massullo e Marrocco su rigore. «Una partita non semplice come potrebbe dire il risultato – dice proprio il maggiore dei fratelli Sciamanna – perché pur conducendo sempre noi le danze, i padroni di casa avevano trovato il pareggio a inizio ripresa. Ma la squadra ha avuto la forza di riportarsi avanti e di chiudere il match con l’uno-due che ci ha portato sul 3-1 e che poi è stato arrotondato nel finale». L’attaccante classe 1991 è stato schierato ancora da “falso nueve”. «Sono una seconda punta, ma in passato ho già giocato in quel ruolo e sicuramente non mi dispiace farlo – spiega Sciamanna -. Con questa doppietta sono tre i miei gol con la maglia della Nuova Virtus da quando sono arrivato poco più di un mese fa e gli ultimi due vorrei dedicarli a Roberto Ielasi: lo scorso 10 gennaio è stata commemorata la sua tragica scomparsa, avvenuta sei anni fa. Avrei voluto dedicarglieli prima, ma la domenica precedente sono rimasto a secco». Una vittoria che ci voleva perché rasserena un po’ l’ambiente. «La sconfitta interna con la Nuova Castelli Romani ci ha bruciato parecchio e mercoledì scorso ci siamo parlati per un chiarimento di spogliatoio: la squadra ha giocato con una testa diversa domenica scorsa e sono convinto che, con questo spirito, una compagine forte come la nostra può dire ancora la sua per le posizioni di vertice della classifica anche se ora bisogna solo pensare a pedalare». Lui e il fratello minore Alessio hanno fatto una scelta importante a metà stagione lasciando la Promozione e il Sant’Angelo Romano. «Dopo qualche anno di tanti chilometri percorsi per giocare a pallone, abbiamo voluto privilegiare una soluzione vicino a Ciampino, dove abitiamo. Tra l’altro qui ho ritrovato Paolo Buzi che è un fratello maggiore per me e che ci ha chiesto di unirci a questo gruppo: non potevo dirgli di no». Nel prossimo turno la Nuova Virtus sarà ancora impegnata in trasferta. «Giocheremo con la Virtus Poli: non conosco l’avversario, ma anche se la loro classifica è un po’ bassa, non possiamo permetterci di sottovalutarli. La lezione della Nuova Castelli Romani ci deve aver insegnato qualcosa» conclude Sciamanna.

Ufficio Stampa

3T Frascati Sporting Village, tre Esordienti B in finale al “Peppe Sant” e tre esordi assoluti

E’ attivissimo il settore nuoto del 3T Frascati Sporting Village. I tanti atleti guidati dal responsabile di settore Udo Paolantoni si stanno distinguendo per i buoni risultati nei tanti appuntamenti di questo intenso mese di gennaio. Nella prima gara dell’anno, per esempio, sono scesi in vasca gli Esordienti B che hanno preso parte al primo trofeo “Peppe Sant” nel concentramento tenutosi all’Acquaniene. «Il nostro gruppo di giovani atleti – commenta Paolantoni – si è davvero molto ben comportato. In tre hanno conquistato la finale: su tutti è spiccata la prova di Ludovica Racioppi, classe 2006, che ha vinto per distacco la prova dei 50 delfino ottenendo il secondo tempo dell’intera manifestazione, vale a dire considerando tutti i concentramenti disputati. Molto bene anche Emma Di Monopoli, atleta classe 2007 che ha nuotato nei 100 rana, e Sara Baldari, una 2006 che ha disputato la gara sui 200 dorso. Ma a parte loro, tutti i ragazzi presenti a Roma si sono distinti per le buone prestazioni». La gara dell’Acquaniene rimarrà probabilmente nella memoria di tre giovani atleti, alla loro “prima” competizione federale in assoluto. «Mattia Trotto e Matteo Nistoroiu, allievi di Rossana Sadolfo, e Marika Onofri, allenata da Walter Valloni, hanno fatto il loro esordio comportandosi tra l’altro in maniera molto spigliata» rimarca Paolantoni. Nello scorso fine settimana è stata la volta della prima prova regionale invernale, tenutasi a Civitavecchia. In questo caso per il 3T Frascati Sporting Village ha nuotato il solo Loreto Ferri, allievo di Antonio Fantozzi, che si è disimpegnato con buoni risultati nei 50, 100 e 200 stile oltre che nei 50 delfino della categoria Ragazzi. Nel prossimo fine settimana, invece, sarà la volta delle ragazze che dovranno affrontare allo stesso modo la prima prova regionale invernale, mentre c’è curiosità per la prima uscita delle sei atlete del gruppo Salvamento, novità assoluta al 3T Frascati: le ragazze, seguite dallo stesso Paolantoni, saranno di scena a Lavinio. Infine il 31 gennaio gli Esordienti A avranno la prima prova del “Peppe Sant”, vale a dire la medesima manifestazione che ha visto protagonisti gli Esordienti A ad inizio mese.

Ufficio Stampa

Goleada tra Vis Roma e Nuova San Bartolomeo, il commento di Mister Croce

Grinta e convinzione regalano la vittoria alla Vis, finisce 3 a 2 contro la Nuova San Bartolomeo

Il girone di ritorno parte con il piede giusto per la Vis che riesce a piazzare la vittoria casalinga contro la Nuova San Bartolomeo ribaltando il risultato di inizio stagione.

Tre punti che arrivano al termine di una gara dai due volti, la Vis parte forte ma cede il passo con il passare dei minuti per poi riuscire a recuperare nella ripresa per mettere a segno il sorpasso. Nell’11 titolare Mister Croce si affida a Guidobaldi, Francisci, Sereni, Saccoman, Campanelli, Marziale, Colli, Celi, Losito, Mattioli e Conti.

Il match si apre subito con la Vis protagonista, Mattioli non impiega molto a sfruttare un calcio da fermo e al 3’ le padrone di casa sono già avanti di una rete. Il vantaggio rasserena le bianco nero oro ma il S. Bartolomeo sorprende Guidobaldi con un gran tiro da fuori che vale l’1 pari. La Vis accusa il colpo e perde la bussola e poco dopo le ospiti ribaltano il risultato con un gol fotocopia del primo. Il doppio scossone fa vibrare la squadra di casa che prova a reagire spingendo sull’acceleratore. Il S. Bartolomeo si chiude nella propria metà campo e i tentativi di Mattioli prima e Colli poi finiscono per infrangersi tra le braccia del portiere.

Al 46’ Martini rileva Colli e la Vis continua a proporsi in avanti, Mattioli, Celi e Saccoman provano a mettere nel sacco il pari ma i tentativi si perdono contro i pugni del portiere. All’81’ arriva la svolta: su calcio d’angolo Campanelli trova lo spazio per piazzare il destro e sigla il 2 a 2. La Vis ci crede e carica a testa bassa, due minuti prima del fischio finale la grinta viene premiata, Mattioli pesca Martini che salta l’avversario e serve Conti che prima si fa respingere il tiro ma prontamente riesce a ribattere per spedire la palla nel sacco.

A fine gara Mister Croce dichiara: “Dopo un ottimo inizio abbiamo rischiato di buttare tutto al vento. Brave le ragazze a crederci fino alla fine e a rimettere in sesto una partita che si era messa male. Ora testa sulla prossima gara per non sbagliare.”

Ufficio stampa 

La Giò Volley Aprilia conquista tre punti preziosi ad Ostia

La Giò Volley Aprilia vince 1-3, ma soffre più del previsto per risolvere il confronto con l’Evoluzione Ostia ritenuto forse più agevole e diventato invece subito difficile dopo aver ceduto un primo set con troppe disattenzioni e cali di attenzione (28-26). Approccio diverso delle pontine nel secondo tempo che sembrano cambiare marcia mettendo subito in difficoltà le lidensi(4-8). Manca però continuità all’azione dell’Aprilia che si infoltisce ancora una volta di pause ed esitazioni, lasciando alle avversarie la possibilità prima dell’aggancio (15-16) e poi del sorpasso (21-19). Lo spettro del 2-0 è reale, la Giò Volley si scuote e dai nove metri infila due ace con la specialista Borelli che tiene sotto pressione la ricezione nemica fino al (21-24) lasciando poi nelle mani di Caterina Gioia il compito di chiudere il set(22-25) e tornare in parità 1-1.

Il pronto riscatto fa bene al morale della Giò Volley (5-8) che nel terzo parziale, nonostante il ritmo non elevato della gara, riesce a tenere costantemente l’iniziativa e un margine di vantaggio rassicurante(11-16). Sale e di molto in questa fase il muro di Caponi e Antonaci, le fiondate di Gioia(17-21) e di Annalisa David a chiudere il set (21-25). L’avvio del quarto è caratterizzato da un sostanziale equilibrio(7-8) e da un testa a testa che vede la Giò Volley e l’Ostia a braccetto fino al (12-13). La Giò Volley non si distrae e tenta la spallata finale con l’indomita efficacia di Borelli (13-18) la potenza esplosiva di Gioia (16-21) e la classe del capitano David che con una tripletta chiude a modo suo la gara, fissando sul (19-25) il punteggio del set e condannando l’Ostia alla decima sconfitta consecutiva. Le pontine cercavano continuità e la trovano anche al Pala Assobalneari, giocando un match non entusiasmante ma intascando, questa volta, l’intera posta in palio.

Ufficio Stampa 
EVOLUZIONE OSTIA – 6 ALESSANDRINI – 10 ARCIERI – 12 BUSOLINI – 16 CANNAVACCIOLO – 15 CAPPELLI – 3 DE CARPIO – 9 IZWORSKA – 8 (C) PERATA -11 PILLEPICH – 2 RICCI – 14 RRENA – 13 SGMERZA – 1(L) ORO – 1° ALL GRECHI – 2° ALL GUZZO – D.A.CAMPANELLA.

GIÒ VOLLEY APRILIA – 1 MUCCIOLA – 2 KRANNER – 3 ANTONACI – 7 CAPONI – 8 (C)DAVID – 10 GATTO– 11 BORELLI – 14 MAZZONI – 17(L) LANZI – 18 GIOIA – 1° ALL. FEDERICI – 2° ALL. LACASELLA – D.A. AVERSA- FT MORGANTE.

ARBITRI: NOCE ALESSANDRO (FR) – ARCIERI ANTONELLA (RM)
INIZIO GARA ORE: 17:45
FINE GARA ORE: 19:45
DURATA PARTITA – 120 MINUTI

Vigili Urbani, Bene gli Allievi, due pareggi per i Giovanissimi

ALLIEVI

Verticchio e Borracino, autore di una doppietta, trascinano i ’99 alla rotonda vittoria contro la Vis Aurelia. Gara messa in cassaforte già nel primo tempo. Giallorossi che consolidano la loro quinta posizione e si preparano alla sfida di domenica prossima sul difficile campo del Ladispoli, terzo in classifica in uno scontro diretto che può rilanciare la ambizioni dei ragazzi di Basoccu. Doppietta vincente anche per i 2000, che con Napoleoni e Ranaglia mettono al tappeto il Fiano Romano. Tre punti pesanti per la formazione del Lungotevere Dante, che sale a quota 17 e può prepararsi al meglio ad un altro scontro diretto contro l’Accademia Calcio Roma, che può vantare un punto di vantaggio

GIOVANISSIMI

Buon punto per i Giovanissimi di mister Franco, che impattano per 1-1 contro l’Atletico 2000. Un successo sfumato nel finale, dopo che Pancaldi aveva portato in vantaggio i giallorossi in avvio di ripresa. Nel prossimo turno sarà il Pro Roma il prossimo avversario di Franco e co. che, quindi, tenteranno il sorpasso in classifica. Pareggio pirotecnico per i 2002, che chiudono 3-3 sul campo del Massimina. Un punto positivo, anche perché i ragazzi di Izzi sono stati bravi nel recuperare per tre volte il vantaggio dei padroni di casa. Nel prossimo turno di campionato i giallorossi saranno impegnati sul campo della Fortitudo Calcio Roma per una sfida difficile, ma alla portata dell’undici di Izzi.

Ufficio Stampa

Città di Ciampino, Vichi promuove i giovani: «Bilancio d’andata positivo, serve continuità»

La fine del girone d’andata serve a costruire proiezioni e fare il punto della situazione anche in casa Città di Ciampino. Il responsabile del settore giovanile agonistico Roberto Vichi spende qualche parola per i sei gruppi che rientrano sotto il suo raggio di osservazione iniziando con gli Allievi regionali di Colantuoni (e inizialmente di Cristiani) che nell’ultimo turno hanno perso 4-3 sul campo del De Rossi. «Se pensiamo che questa squadra l’anno scorso retrocesse e che ora è a due punti dal secondo posto, si capisce quale crescita ci sia stata. Se vogliamo restare nelle prime tre bisogna avere maggiore equilibrio a livello mentale, insomma lavorare sulla testa per non restare nell’anonimato. Certo è che siamo oltre le più rosee previsioni iniziali». Gli Allievi regionali B di mister Di Carlo hanno pareggiato 2-2 con il G. Castello. «Questa squadra l’abbiamo dovuta ricostruire in estate per la scelta di alcuni ragazzi che hanno preferito andare a lottare per non retrocedere in qualche squadra d’Elite. Grazie al lavoro del mister, all’arrivo dei nuovi e alla crescita di chi è rimasto, è uscita una squadra molto valida che gioca bene e ha una buona classifica». Poi l’ampio capitolo dei gruppi Giovanissimi. «Gli Elite A di Tibuzzi, che venivano da un buonissimo campionato con mister Simone Santoni, stanno facendo altrettanto bene quest’anno e hanno attualmente un ottimo piazzamento. Devono trovare continuità, ma ne aspettiamo la maturazione senza pressione. Loro hanno vinto 3-2 col Pro Roma nell’ultimo match, mentre i Giovanissimi B Elite di Olivetti hanno ceduto per 5-0 contro la Lazio, tenendo per un tempo. Per quanto riguarda loro, sapevamo che avrebbero avuto difficoltà a livello fisico, ma stanno mettendo in mostra tutte le qualità tecniche che hanno e sono la prima delle squadre “normali” del girone, tra l’altro offrendo sempre un buon calcio. Per i gruppi sperimentali 2002 di De Carolis e 2003 di Landolina il riferimento di classifica non è importante, quello che ci conforta è la crescita di questi ragazzini che sono prodotti praticamente “completi” della nostra Scuola calcio. A differenza di quello che avviene in molte altre società anche non “di grido”, tra cui alcune che prendono addirittura ragazzini da fuori il Lazio, il Città di Ciampino costruisce le sue squadre Giovanissimi con almeno l’80% di bambini cresciuti al Superga, visto l’ottimo lavoro che si fa sul settore di base. E questo è un aspetto a cui teniamo tantissimo»

Ufficio Stampa

Albalonga, Traditi: «Peccato il pari col Budoni, dobbiamo credere ai play off»

L’Albalonga si deve accontentare di un punto nel secondo match casalingo consecutivo: dopo la sconfitta contro la Viterbese, per i ragazzi di mister Cristiano Gagliarducci è arrivato “solo” un pareggio col Budoni al termine di una partita abbastanza particolare che l’autore del gol castellano Loris Traditi, centrocampista centrale classe 1993, analizza così: «Siamo partiti abbastanza bene, facendo quello che avevamo preparato in settimana e andando presto in vantaggio. Poi, dopo una bella parata di Leacche, abbiamo avuto l’opportunità del raddoppio con un calcio di rigore che il portiere avversario ha parato a Cruz: è chiaro che quello è stato un momento importante della gara perché se fossimo andati sul 2-0, avremmo potuto gestire meglio l’incontro. Ma Wilson è stato decisivo spessissimo quest’anno e un errore dal dischetto capita anche ai giocatori più forti. Il problema vero è che nel secondo tempo praticamente non siamo entrati in campo e sinceramente non riesco a spiegarmi il motivo: forse abbiamo pensato di poter gestire tranquillamente il vantaggio, poi il Budoni ha trovato il pareggio su un’azione abbastanza casuale e a quel punto non siamo più riusciti a tornare in vantaggio. Avremmo voluto subito rifarci dopo la brutta sconfitta con la Viterbese e invece ci siamo dovuti accontentare del pareggio». Da segnalare l’esordio assoluto in serie D per il classe 1997 Simone Pacielli, subentrato nella parte finale. Per Traditi, al secondo gol stagionale dopo quello realizzato a Lanusei, l’Albalonga deve fare di tutto per non vivere un finale di stagione “anonimo”. «Visto che siamo abbastanza lontani dalla zona pericolosa, servono punti per alimentare il sogno dei play off – dice il centrocampista – perché sarebbe davvero dura essere in una posizione di metà classifica verso la fine della stagione e allenarsi senza un obiettivo concreto. E’ chiaro che le cinque sconfitte consecutive del mese di novembre e dicembre ci hanno penalizzato parecchio, inoltre quelle davanti hanno cominciato a correre: ma non dobbiamo mollare». Nel prossimo turno i castellani sono attesi dal match sul campo dell’Ostia Mare. «All’andata vinsero 1-0 segnando subito e poi difendendosi dai nostri assalti. L’Ostia è sicuramente un’ottima squadra – conclude Traditi -, ma cercheremo di realizzare un colpo esterno che sarebbe importante per la nostra classifica».

Ufficio Stampa

Lido di Ostia Futsal, Fred: «Iniziano i dieci giorni più importanti della stagione»

ris calato. Il Lido di Ostia inanella un’altra rotonda vittoria dopo i successi di inizio anno tra Alma Salerno in campionato e a Grosseto in Coppa. Netto il 7-0 rifilato ai danni del malcapitato Campobasso fanalino di coda, un match giocato comunque con la dovuta determinazione dai ragazzi di mister Roberto Matranga andati a bersaglio con Ruzzier, Barra e Alvarito (quest’ultimo autore di una doppietta) oltre che con Joao Frederico Avila Faria de Andrade, per tutti Fred, che grazie al personale tris sale sempre più in alto nella speciale classifica dei marcatori. «La cosa più importante è l’obiettivo di squadra – dice l’universale classe 1989 –, ma se sarò nelle zone di vertice anche verso la fine della stagione ci farò un pensierino». Sulla gara di Campobasso, l’analisi è abbastanza semplice. «Abbiamo impostato il primo tempo sui nostri ritmi e siamo andati al riposo in vantaggio di cinque reti, poi il mister ha giustamente dato spazio ai nostri giovani che ancora una volta hanno fatto molto bene. D’altronde venivamo da una settimana molto dispendiosa a livello fisico e quindi qualcuno doveva un po’ tirare il fiato». Qualche ora di pausa, poi si comincerà a pensare ad un doppio confronto davvero di fuoco. «Iniziano i dieci giorni più importanti della nostra stagione – rimarca senza mezze misure Fred – Affronteremo due volte la Capitolina, prima in casa per il terzo turno del girone di ritorno e poi fuori per il quarto di finale di Coppa (in gara unica, ndr). Non cambieremo il nostro tipo di atteggiamento, anche se loro adottano un sistema difensivo particolare e dovremo cercare di metterli in difficoltà». All’andata la Capitolina inflisse una pesante sconfitta al Lido di Ostia… «Il risultato fu meritatissimo, ma forse un po’ troppo severo per noi – ricorda Fred – E’ chiaro che a nessuno piace prendere sette reti, ma al di là della voglia di riscatto conterà vincere per cercare di riaprire il discorso per il primo posto visto che abbiamo otto punti di ritardo e in questo senso sarà un’ultima spiaggia». Anche se la stagione del Lido rimane davvero di alto livello finora. «Siamo contenti di quello che abbiamo fatto, ma non appagati» conclude Fred. La Capitolina è avvisata.

Ufficio stampa

Ottimo pareggio nella seconda giornata di ritorno per la Roma CF

La Roma Calcio femminile di calcio a5 fuori le mura amiche conferma il suo trend positivo  riuscendo a conquistare un ottimo pareggio per 1 a 1 contro il New Team Tivoli, squadra fresca vincitrice della Coppa Italia Regionale.
Le giallorosse entrano in campo senza paura, a testa alta, e cominciano in pressione creando diverse occasioni da gol. Prima Columbo, poi Cioccia, poi ancora Columbo ed infine Di Clavio, dopo un’ottima serpentina, hanno tutte  la possibilità di portare la loro squadra in vantaggio, ma non riescono mai a sferrare il colpo decisivo, i loro tiri risultano deboli o fuori misura.
Il New Team Tivoli da parte sua non è brillante come ci si aspetterebbe e non crea grandi pericoli al seppur sempre pronto e accorto Ricci, portiere giallorosso di giornata.
Nel secondo tempo la musica cambia. Le ragazze di casa diventano più aggressive, creano situazioni estremamente pericolose che non portano al gol grazie anche agli straordinari di Bartolini, autrice di chiusure decisive. Il risultato finale di 1-1 matura tutto a 10 minuti dalla fine.
Alla  rete gialloblu di Vitale che con esperienza si gira e aspetta l’attimo giusto per segnare, risponde la rapidità e scaltrezza di Ciucci che beffa con un tiro in diagonale il portiere.
Gli ultimi minuti sono un assedio del Tivoli, Sias, che colpisce anche una  traversa,  va vicina due volte al raddoppio, ma le giallorosse non mollano niente,  sono caparbie, combattive e sanno sacrificarsi riuscendo a resistere fino alla fine e portando a casa un bel più che meritato pareggio.

Capatti: “Pareggio giusto, con la Roma più intraprendente nel primo tempo e la New Team Tivoli superiore nella ripresa. La prestazione della mia squadra è comunque tutta da elogiare sul piano del collettivo. Una squadra battagliera, che ha imparato la lezione dopo la brutta prestazione di sabato scorso contro il Nazareth. Ha mostrato una grinta e una convinzione che forse sono state le vere armi vincenti di questa squadra, quelle che le hanno dato qualcosa in più rispetto alla New Team. Ci metto del mio dicendo che ora è il momento di darci continuità. Servono punti anche nelle prossime gare per confermare quanto di buono è stato fatto. Non possiamo assolutamente fare in modo che queste siano solo prestazioni occasionali.”

di Mariella Quintarelli