Archivi categoria: Altri Sport

Volley, serie D Maschile: Cus Cassino BPC annichilisce il Latina Scalo

Undicesima giornata del campionato di Serie D Maschile Girone B e primo impegno del 2016 per i ragazzi del CUS Cassino BPC. La classifica faceva ipotizzare un match non troppo complicato per un Cassino quarta forza del girone, opposta alla vice cenerentola della classifica Latina Scalo. Durante la settimana mister Giovanni Torraca si è prodigato comunque affinché i suoi ragazzi ponessero prudenza e massima attenzione alla gara, perché, sebbene all’apparenza la gara poteva sembrare dall’esito scontato, in realtà le gare dopo la sosta natalizia storicamente hanno riservato sempre molte sorprese. I cussini si recano così a far visita ai pontini determinati e concentrati, decisi più che mai a riprendere il cammino intrapreso prima della sosta, fatto di svariate vittorie consecutive e interrotto soltanto dal tie break perso in casa contro Olevano, complice una direzione di gara non particolarmente brillante. Tra le fila universitarie torna in campo il capitano Alessandro Pittiglio, fermo da oltre due mesi per una brutta frattura alla mano. Altra novità è il cambio di ruolo tra Izzo, da libero a martello, e Gianmarco Risi, che fa invece il percorso contrario, a conferma del fatto che la rosa degli universitari è non solo molto competitiva, ma anche versatile. Al fischio d’avvio del primo set i padroni di casa partono con l’acceleratore premuto al massimo, e cercano di dare subito uno scossone alla partita, provando a indirizzarla verso i propri lidi. I cassinati però tengono botta, e rispondono colo su colpo alle iniziative dei locali, mantenendo il punteggio in parità per tutta la prima parte del set. Quando lo score vede le due formazioni appaiate sul 9-9, per gli universitari va in battuta l’alzatore Di Mambro. Il regista cussino piazza una lunga sfilza di servizi che mettono in estrema difficoltà la ricezione pontina, e favorisce al massimo il compito della sua squadra, che sull’onda dell’entusiasmo piazza un break impressionante e doppia gli avversari, portandosi sul 18-9. Il Latina non riesce a opporsi alla mole di gioco creata dagli ospiti, e tira i remi in barca, lasciando che ad aggiudicarsi il primo parziale si proprio il CUS Cassino BPC: 1-0 con lo score di 25-17. Dopo il cambio di campo, in avvio di secondo set è ancora una volta la formazione padrona di casa a partire meglio, mettendo in mostra tutta la cattiveria sportiva a disposizione e costringendo il Cassino a viaggiare con le marce basse inserite. I cussini incappano in diversi errori sia in fase difensiva che offensiva e il Latina Scalo guadagna un vantaggio di 4/5 punti che mantiene per gran parte del game. Gli universitari però non so mai domi, e hanno il grande merito di mantenere lucidità e calma in una situazione che poteva iniziare a scottare. Forte e compagni si rimboccano le maniche e riprendono in mano il pallino del gioco. Un punto dopo l’altro rosicchiano e annullano il vantaggio dei locali, portandosi in parità sul 20-20. Dopo aver fatto la parte della lepre per tutto la frazione di gioco, i pontini accusano il colpo e, una volta subito l’aggancio, iniziano a commettere qualche errore, dando ancora una volta via libera alle scorribande dei cassinati. Con Izzo e Forte ispiratissimi, i cassinati vanno in vantaggio, e chiudono anche il secondo tempo di gioco a loro favore, fermando il tabellone sul punteggio di 25-21 e conquistando il 2-0 nel conto set. La terza frazione di gioco vede gli ospiti partire concentrati e meno rilassati rispetto al secondo set, e la differenza si vede eccome. Stefano Imperato e Alessandro Risi a centro rete dettano legge, diventano imprendibili, e favoriscono l’iniziale vantaggio del CUS Cassino BPC. Latina Scalo prova a resistere, ma i cassinati mantengono comunque un paio di lunghezze di vantaggio. Dopo un paio di errori in attacco da parte della formazione ospite, i padroni di casa riescono anche a pervenire al pareggio sul 12-12, ma la riscossa pontina è solo una mera illusione, perché, quando Izzo si porta al servizio, dalla linea dei nove metri del campo del Cassino partono una serie di battute insidiose, precise e velenose più che mai, grazie alle quali il caos diventa ancora il padrone assoluto della metà campo pontina e i cussini prendono nuovamente, e stavolta definitivamente, il largo. Quando lo scaltro attaccante cassinate Izzo si allontana dalla zona di battuta lo score vede gli ospiti avanti per 21-12: la vittoria è ormai questione di minuti. In men che non si dica infatti i giochi si chiudono, e gli azzurri conquistano il terzo punto di giornata con un perentorio 25-14 che manda in archivio la partita e regala tre punti alla formazione allenata da Giovanni Torraca che si impone con un rotondo 3-0 sui locali del Latina Scalo. Buona la gestione della gara da parte dei cassinati, buona la ripresa dopo la sosta. Da incorniciare la direzione e la gestione di gara da parte del giovane fischietto incaricato per il match. Con i tre punti di Domenica, i ragazzi del CUS Cassino BPC mantengono la quarta posizione in classifica, appaiati al Ripi Volley con 20 punti, con il terzo posto della Ninfa Latina distante solo un punto, e il secondo posto del Roma Otto Team ad appena due lunghezze. Più distante solo la capolista Afro Giro Volley, che si attesta a quota 30 punti dopo aver sconfitto proprio la diretta inseguitrice Roma Otto con un 3-1 in trasferta. Prossimo impegno per la formazione cussina sarà la gara casalinga di Domenica 17 Gennaio alle ore 18.00 presso il PalaIaquaniello di Sant’Elia Fiumerapido contro il Ripi Volley, gara che si annuncia come un vero e proprio spareggio per la conquista della quarta posizione della classifica e che promette tante emozioni. Il Ripi è una formazione tenace e combattiva, determinata e mai arrendevole, coriacea e ostinata, che ha dato filo da torcere a tutte le squadre incontrate. Il CUS Cassino BPC sta però preparando al meglio la sfida contro i ciociari e farà di tutto per aggiudicarsi il match e guadagnare posizioni in classifica.

Skating Frascati, Lucaroni punta sempre più in alto: «Vorrei centrare l’accoppiata mondiale»

Il suo 2015 è stato semplicemente da urlo. Ma come tutti i grandi campioni la voglia di vincere non si è affatto spenta. Luca Lucaroni, perugino doc che da quattro anni si è spostato a Roma ed è tesserato per lo Skating Frascati, ha vinto quasi tutto quello che c’era da vincere nell’anno appena messo alle spalle: un titolo italiano nel singolo e uno nella coppia artistico assieme alla bolognese Rebecca Tarlazzi, con la quale ha conquistato pure l’oro mondiale e poi, sempre nella stessa competizione, è riuscito a conquistare anche un fantastico argento iridato nel singolo. «Ripartiamo da questi ottimi risultati con la voglia di migliorare sempre e di trasmettere passione ed emozione ogni volta che pattino – dice Lucaroni – Il mio sogno è quello di riuscire a centrare un’accoppiata mondiale nel singolo e nella coppia artistico che l’anno scorso ho solo sfiorato». Il suo allenatore è Gabriele Quirini, uno che di grandissimi talenti se ne intende. «Per me lui è il top al mondo tra i tecnici, mi stimola continuamente a crescere». Ventuno anni il prossimo 19 marzo, Lucaroni ha di fatto raccolto l’eredità di un grande campione perugino come Dario Betti che è stato protagonista con lo Skating Frascati appena qualche anno fa. «Lo conosco essendo di Perugia come lui e ho avuto anche la fortuna di allenarmi con lui: sicuramente è stato un esempio da seguire per me» dice con grande umiltà Lucaroni che in questo periodo lontano dalle gare si sta dedicando al lavoro di potenziamento in palestra e alle esibizioni, su invito delle società che ne richiedono la prestigiosa presenza in giro per l’Italia. «Tornerò in pista da fine aprile con una gara di coppia e poi a maggio con il campionato regionale. Ma gli eventi principali, anche nel 2016, saranno i campionati italiani di luglio e quelli mondiali, che tra l’altro quest’anno si terranno a Novara, a settembre».
Ma lo Skating Frascati continua ad essere un costante punto di riferimento per gli atleti del territorio e non solo: è di queste ore la decisione di due grandi campioni come Lorenzo Neri e sua sorella Francesca, rispettivamente oro e argento agli ultimi Europei disputatisi a Ponte di Legno, di tornare ad allenarsi nella società tuscolana, dove peraltro hanno iniziato da piccolissimi la loro avventura nel pattinaggio artistico. Altro ritorno, ma da un periodo di riflessione, della splendida Valentina Calicchio Valentina, che non riuscendo a rimanere lontana dalle piste di pattinaggio, ha ricominciato da dove aveva smesso l’attività più di un anno fa per saziare lo spirito agonistico che l’ha sempre contraddistinta. A completare il gruppo dei top dello Skating Frascati ci sono Costanza Barbante, Alessio Coltella e Carlotta Andracchio, tutti e tre atleti della Nazionale italiana nel pieno della preparazione in vista dei prossimi appuntamenti a livello nazionale ed internazionale che li attendono nei prossimi mesi e nei quali dovranno confermare il loro alto di livello di preparazione e conquistare ancora podi internazionali come nell’anno appena conclusosi. Tutti questi ragazzi sono allenati da Gabriele Quirini con la collaborazione di Anna Iannucci e Cristina Trani.

Ufficio Stampa

Ssd Colonna, Olivetti: «Buon inizio d’anno per l’Under 16, ma bisogna crescere tanto»

Un 2016 che sembra essere nato sotto una buona stella. Il settore volley della Ssd Colonna del presidente Giancarlo Urgolo si gode la sua Under 16 femminile. Le ragazze di coach Emidio (per tutti Mimmo) Olivetti hanno fatto una buona figura nel torneo di Zagarolo giocato nel primo fine settimana del nuovo anno e poi si sono confermate anche sabato scorso nel match casalingo di campionato contro il Colleferro. «Le ragazze stanno cercando di assimilare il lavoro fatto durante gli allenamenti – spiega Olivetti – e le cose stanno andando abbastanza bene. Nel torneo di Zagarolo abbiamo ottenuto un discreto quarto posto facendo giocare praticamente tutte le componenti della nostra rosa: si poteva fare anche qualcosa in più, ma possiamo dirci soddisfatti. Sabato scorso il match col Colleferro praticamente non ha avuto storia e il 3-0 conclusivo lo dimostra: anche stavolta hanno giocato tutti gli effettivi a nostra disposizione e nel terzo set le ragazze si sono rese protagonista di una bella rimonta partendo dall’11-3 a favore della squadra ospite. Insomma la squadra gioca una buona pallavolo, ma chiaramente deve fare tanta esperienza e continuare a fare partite: solo così si può crescere. Tra l’altro – conclude il concetto Olivetti – bisogna migliorare a livello di mentalità e cominciare a capire l’importanza di alcune sfumature comportamentali, ma siamo sulla buona strada». Nel prossimo turno l’Under 16 rosa del Colonna tornerà a giocare tra le mura amiche del pallone polivalente per sfidare il Monteporzio. «All’andata vincemmo 3-0 e sicuramente il campo dimostrò che c’era una certa differenza tra le due squadre. Ma se scendiamo in campo con l’atteggiamento sbagliato, rischiamo di fare brutte figure». Finora la squadra ha perso una partita sola, contro il Labico. «Il livello del campionato non è altissimo e non bisogna illudersi – dice Olivetti -, ma il gruppo sta comunque evidenziando una buona crescita complessiva».

Ufficio Stampa

Frascati Scherma, le sciabolatrici Crovari e Lucarini sul podio in Coppa del Mondo Under 20

Sul podio. E’ una delle ultime arrivate in casa Frascati Scherma, Chiara Crovari, a regalare al team tuscolano uno splendido podio nella prova di Coppa del Mondo Under 20 di sciabola femminile tenutasi nello scorso week-end a Segovia, in Spagna. Sul podio, tra l’altro, si è piazzata anche Lucia Lucarini, altra atleta umbra dell’Accademia di Terni che ha stretto una forte partnership proprio col club del presidente Paolo Molinari. Le due azzurre hanno sfoderato un’ottima prestazione ma in semifinale hanno incontrato due avversarie in grande forma: la Crovari (nella foto di Augusto Bizzi) ha battagliato un po’ di più, ma alla fine ha dovuto cedere per 15-7 al cospetto della connazionale Battiston (poi piazzatasi al secondo posto), mentre la Lucarini non ha potuto nulla contro la messicana Arrayales che si è aggiudicata la prova.
Positive prove in Coppa del Mondo Under 20 anche per i fiorettisti: a Moedling, in Austria, da segnalare l’ottimo sesto posto di Arianna Pappone fermata all’ingresso delle semifinali dalla connazionale Cipressa col punteggio di 12-15. A Londra, stesso piazzamento per Guillaume Bianchi che ha avuto la sfortuna di incrociare nei quarti di finale lo scatenato Ingargiola (poi vincitore della tappa) che lo ha sconfitto per 15-9. Buon settimo posto anche per Alessandro Gridelli che colleziona un altro risultato di rilievo fermato anche lui ai quarti dall’olandese Giacon col punteggio di 15-12.
Sempre a Londra si è tenuta una gara satellite per la categoria Assoluti in cui era presente Francesco Trani, autore di una prestazione di tutto rispetto in una competizione di alto livello: il quinto posto finale testimonia che il fiorettista tuscolano c’è, eccome.
Tornando in Italia, si è mosso “l’esercito” dei piccoli tesserati del Frascati Scherma: a Roma si è tenuta la seconda prova interregionale Gpg (Under 14) di sciabola e fioretto. Nella prima arma straordinari risultati con due primi posti (Furfaro nelle Bambine e Ottaviani negli Allievi), tre secondi posti (Nobiloni tra le Giovanissime, Lucarini tra gli Allievi e Simeone tra i Maschietti) e tre terzi posti (Mastrosanti tra le Allieve, Giammarioli tra le Bambine e Pucci tra gli Allievi), ma anche diversi buoni piazzamenti (Oggiano e Chignoli quinta e settima tra le Bambine, Giovannelli ottava tra le Giovanissime e Vinci ottavo tra i Giovanissimi). Meno piazzati, ma notizie comunque positive dal fioretto dove la Conti ha fatto terza tra le Giovanissime e poi sono arrivati i buoni risultati di De Belardini e Gridelli (sesti rispettivamente tra le Bambine e i Giovanissimi) e di Cappiello e Donato (ottave rispettivamente nelle Giovanissime e nelle Allieve).
Tutto questo nella settimana in cui un lutto ha colpito la società: nei giorni scorsi, infatti, si è spenta in modo decisamente prematuro l’ex fiorettista tuscolana Francesca Rocchetti alla cui famiglia il Frascati Scherma si è idealmente stretto nel momento di grande sconforto.

Ufficio Stampa

Lido di Ostia Futsal, Corsetti: «Campionato e Coppa, che inizio di 2016!»

Non che il 2015 sia andato male (storica promozione in B e poi ottima prima parte di stagione con qualificazione alla Coppa Italia). Ma il 2016 del Lido di Ostia è iniziato davvero col botto: sabato scorso il netto 4-0 sull’Alma Salerno che ha riportato la squadra dei presidenti Gastaldi e Mastrorosato al terzo posto in classifica (a pari merito con l’Eboli), ieri la qualificazione agli ottavi di finali di Coppa Italia grazie al 4-3 nella gara unica sul campo del Grosseto e dunque la Final Eight davvero a un passo. «Contro i campani – spiega il portiere classe 1991 Alessandro Corsetti – abbiamo fatto una buona gara, ruotando tutto l’organico a disposizione e mettendo in mostra ancora una volta i nostri giovani, che stanno veramente “dando il fritto” durante questa stagione. In questo modo abbiamo potuto dosare anche le energie in vista della gara di Coppa». E i “calcoli” di mister Matranga e del suo staff sono stati premiati dal campo: nella gara col Grosseto le reti di De Santis, Bonanno, Alvarito e Fred hanno consentito alla squadra lidense di togliersi l’ennesima soddisfazione. «Nonostante abbiamo avuto un po’ di sfortuna in occasione delle reti subite – spiega Corsetti -, la squadra è stata sempre reattiva e propositiva. Dopo essere andati sotto inizialmente, siamo andati in vantaggio prima per 2-1, poi per 3-2 e dopo il pareggio toscano siamo riusciti a siglare la stoccata decisiva nella parte finale». Campionato e Coppa: il Lido di Ostia non smette di sorprendere. «In serie B eravamo partiti per una tranquilla salvezza, ma ora siamo terzi e sicuramente ci proveremo fino all’ultimo. Per quanto riguarda la Coppa, è una competizione affascinante a cui teniamo, abbiamo dimostrato di poter fare bene». L’estremo difensore, al primo anno di Lido, si proietta al prossimo impegno. «Giocheremo a Campobasso contro una squadra che già all’andata fece una buona impressione. Sono un gruppo giovane, ma competitivo: se il Lido di Ostia gioca al massimo, però, non deve avere paura di nessuno». Un’altra trasferta che potrebbe riproporre una tradizione nata in questa stagione. «L’idea è di Fred – sorride Corsetti – Ha chiesto alla società di pagarci le birre al rientro di ogni trasferta vinta. Finora è andata abbastanza bene…».

Ufficio Stampa

Pallamano, Gaeta Sporting Club tra passato e futuro

Un anno è appena terminato, un altro appena iniziato. E se il 2015 ha portato con sé moltissime emozioni e soddisfazioni, una su tutte la vittoria del titolo italiano Under 20, il Gaeta Sporting Club spera, in questo 2016, di poterne vivere ancora, magari di più belle.
Le buone notizie, e il buongiorno si vede dal mattino, sono iniziate ad arrivare nei primi giorni di gennaio, quando il biancorosso Milos Filic, attuale capocannoniere del campionato con 112 reti all’attivo, è salito sul terzo gradino del podio nella categoria “Miglior giocatore straniero del 2015” nella 3° edizione dei FIGH Awards, iniziativa alla quale hanno preso parte i tecnici delle massime categorie nazionali, 20 nel maschile e 8 nel femminile, che hanno espresso le proprie preferenze nelle categorie “Miglior giocatore italiano”, “Miglior portiere”, “Miglior giocatore straniero” e “Miglior giovane”. Le ottime qualità del terzino serbo al primo anno in Italia, immediatamente riconosciute dall’occhio clinico del ds Pierpaolo Matarazzo, sono state dunque notate anche dagli allenatori di tutta Italia, motivo in più per festeggiare il rinnovo del contratto tra Filic e la società gaetana.
Un’altra simpatica iniziativa, nata nel 2015 ma concretizzatasi in questi primi giorni del 2016, è stata la partecipazione all’ Album delle figurine delle società sportive di Gaeta, che sta riscuotendo un grande successo tra piccoli e meno piccoli.       Incoraggianti segnali provengono anche dal punto di vista della comunicazione, attraverso l’analisi dei dati nel periodo compreso tra settembre e dicembre 2015 del sito www.sportingclubgaeta.net, della pagina Facebook “Sporting Club Gaeta 1970”, dei profili Twitter “@SCGaeta” e Instagram “scgaeta” e del neonato canale YouTube “SC Gaeta 1970”. Oltre al numero di sessioni, utenti e visualizzazioni di pagina, cresciuto in maniera esponenziale, il sito web detiene una percentuale di nuovi visitatori pari al 63,15%, con almeno 10 paesi raggiunti in tutto il mondo. Seguitissima è la pagina Facebook, con ben 244 likes in più rispetto al mese di agosto, una copertura di post pari a 66.047, circa 30 paesi raggiunti in tutto il mondo, un lunghissimo elenco di città italiane e 17 diverse lingue parlate dai visitatori. In netta crescita sono anche i profili Twitter e Instagram, così come il canale YouTube, online dal 14 ottobre 2015 e già visitato da utenti di ben 44 diversi paesi, soprattutto grazie ad una delle più importanti novità di questa stagione: la seguitissima diretta streaming delle gare interne disputate dalla Lupo Rocco S.p.A. Gaeta. In occasione del derby tra la compagine del Golfo e Hc Fondi, ripreso dalle telecamere di Pallamano.tv, la webTV della FederPallamano, gli accessi alla diretta streaming sono stati ben 4.800.
Numeri che consentono al Gaeta Sporting Club di guardare al futuro con il sorriso, e che stimolano l’intero sodalizio guidato da patron Francesco Antetomaso a fare sempre di più e sempre meglio.

 

Ufficio Stampa

Basket Frascati, Manzotti: «Ok col Vigna Pia, ora proviamo a battere le Stelle Marine»

E’ stato il regalo di Natale del presidente Fernando Monetti ai tifosi del Basket Frascati che seguono le vicende della serie C silver. Il ritorno di Francesco Manzotti, ala grande classe 1989, ha sicuramente arricchito il roster a disposizione di coach Cristiano Mocci. Il neo acquisto, tra l’altro, ha dovuto affrettare i tempi del suo esordio, avvenuto ufficialmente nel derby contro il Grottaferrata (in cui Manzotti ha sfoderato un’ottima prestazione anche se la squadra è uscita sconfitta), per via dell’infortunio di Bruno Spizzichini. «Ma anche io vengo da un problema all’occhio che praticamente mi ha tenuto ai box da agosto – dice l’ala grande – Per questo sono ancora in ritardo e mi rendo conto di non andare alla stessa velocità del resto della squadra. Ma sto lavorando tanto per mettermi in linea coi miei compagni». Intanto il Basket Frascati ha vinto la prima gara disputata nel 2016: è accaduto in casa contro Vigna Pia, match nel quale i tuscolani hanno avuto la meglio per 60-49. «Non proprio una prestazione brillante da parte nostra – spiega Manzotti – e infatti coach Mocci dalla panchina ha spesso sottolineato come la nostra azione fosse macchinosa e non fluida. Comunque abbiamo difeso bene e soprattutto abbiamo conquistato due punti nel primo match dopo la sosta che è sempre un’incognita». I ragazzi di Mocci, però, non potranno rifiatare: già domani sera, ancora una volta presso il palazzetto amico di Vermicino, il Frascati tornerà in campo e lo farà per un grande appuntamento. «Ce la vedremo contro Stelle Marine che in questo momento hanno due punti in più di noi e sarà una gara da vincere – dice Manzotti – Tra l’altro io sono di Ostia e conosco bene quel team, guidato da un allenatore esperto e composto da diversi giocatori di valore tra cui Pappalardo. Quel territorio è sempre un buon bacino a livello cestistico, sarà una sfida complicata». Chiusura sulla sua scelta di tornare a Frascati. «Essendo già stato qui, ho mantenuto i rapporti con il club e in particolare col presidente Monetti. A fine novembre c’è stato un contatto, poi ci siamo incontrati e le nostre volontà sono collimate. Avevo alcune proposte, ma qui sapevo di poter giocare un campionato di vertice: quello è stato uno degli aspetti decisivi» conclude Manzotti.

Ufficio Stampa

3T Frascati Sporting Village, la D maschile comincia con una larga vittoria

Buona la prima. La serie D maschile di coach Massimiliano D’Antoni, che è anche il responsabile tecnico del settore pallanuoto del 3T Frascati Sporting Village presieduto da Massimiliano Pavia, ha cominciato il suo campionato con una convincente vittoria a Frosinone, nella piscina dello Sport 2000 Colleferro. Il 10-1 finale racconta abbastanza bene la differenza di valori tecnici che sin da subito si è palesata tra le due squadre in acqua. «Era un test importante soprattutto per una sorta di rodaggio del nostro team – dice D’Antoni – I ragazzi hanno risposto abbastanza bene, ma bisognerà evitare cali di concentrazione durante la stagione se vogliamo tenere fede agli ambiziosi pronostici di inizio campionato». Come a dire che se si vuole fare il salto di categoria, bisognerà limitare al massimo gli errori. «Nel match di Frosinone abbiamo avuto un inizio poco convinto, poi nel secondo tempo abbiamo realizzato un parziale di 6-0 e di fatto lì si è concluso l’incontro. Ma anche successivamente avremmo dovuto essere più determinati in alcune occasioni: il punteggio conclusivo poteva essere pure più ampio, ma siamo alla prima di campionato e sappiamo che c’è da lavorare». Nel prossimo turno il 3T Frascati sfiderà (domenica alle ore 20) il Tuscolano, società nella quale D’Antoni ha lavorato per sei anni. «Sono un club con buona tradizione pallanuotistica e sicuramente avremo di fronte una squadra attrezzata. Lì ho lasciato diversi amici che incontrerò con piacere, ma la cosa più importante sarà il risultato che arriverà dalla piscina».
Molto bene anche l’Under 13 maschile affidata a Rino Fabiano: i giovanissimi ragazzi del 3T Frascati hanno vinto lo scontro diretto contro la Pn Roma per 8-6 al termine di una gara tiratissima che li proietta in testa alla classifica grazie al quarto successo consecutivo.
Infine ha cominciato il suo campionato anche l’Under 15 femminile, sempre allenata da Fabiano: un gruppo di ragazze interamente proveniente dalla scuola nuoto del 3T Frascati e quindi alla primissima esperienza in un campionato federale. Le tuscolane hanno perso col Racing, ma hanno tutto il tempo di crescere e migliorare.

Hockey Indoor, inizia domenica 10 gennaio per la Roma De Sisti la stagione indoor. Si giocherà nel pallone tendostatico di Genazzano

I giallorossi dovrebbero presentarsi al completo, anche se con l’incognita di non aver disputato nessuna amichevole pre- campionato «Abbiamo organizzato una serie di allenamenti» dice il Presidente Enzo Corso «tecnici ed atletici per tenere viva la squadra dopo la fine della prima fase del prato. La pausa delle feste ha rovinato un po’ il ritmo e non ci ha consentito di giocare qualche utile incontro amichevole. Come spesso succede nell’indoor,  a causa dei tempi ristretti di preparazione , cercheremo di crescere durante gli incontri» 

Sei squadre si giocheranno l’accesso alla Final Eight  di Pisa. La formula prevede un girone all’italiana , con le prime due che il 24 sera si affronteranno nella finale per accedere alla Final Eight. «Un girone complicato con noi e le titolate San Vito e  Butterfly favorite , ma nell’indoor i valori dell’hockey all’aperto vengono spesso stravolti, anche se la nostra tradizione nell’indoor con i nostri 7 scudetti ed il terzo posto dello scorso anno in campionato e Coppa Campioni  ci impongono il massimo impegno per conquistare l’accesso alla finale di Pisa» conclude il Presidente Corso.

Ufficio Stampa

Torneo della Befana, gli Allievi del Fiumicino Calcio a 5 al primo e al secondo posto

Lazio, Virtus Ostia e Villa York messe dietro. Il Fiumicino si porta via primo e secondo posto al Torneo della Befana futsal. Tutta casalinga la finalissima per il primo e secondo posto della categoria Allievi di calcio a 5. Alla fine ad alzare la Coppa è stato capitan Munaretto. “Abbiamo deciso di mettere in campo due squadre molto omogenee – sorride il diesse rossoblù Germano Genovesi -. L’idea era quella di confrontarci con società e squadre molto forti. Il risultato è stato davvero stupefacente. I ragazzi hanno giocato tutte le partite come fossero una finale. Stiamo lavorando duro e questi risultati premiano questo percorso che abbiamo iniziato da quest’anno. L’anno prossimo sicuramente c’avventureremo nel campionato Juniores. Vediamo intanto come va quest’anno. La classifica in campionato è buona ma non bisogna abbassare la guardia”. Terza classificata la Virtus Ostia, quarta la Lazio e quinta il Villa York. Per la categoria Giovanissimi ad alzare la Coppa è stata invece la Carlisport Cogianco che ha battuto in finale la Pescatori Ostia. Terza la Lazio Calcio a 5, quarto il Fiumicino.