Archivi categoria: Calcio a 5

Studio fisioterapico Fisiomed, professione e competenza a disposizione degli atleti

di Lorenzo Petrucci

Segno di grande professionalità e competenza nel campo della medicina sportiva risulta essere lo studio di fisioterapia FISIOMED FKT di Paolo Ceccarelli.
Con esperienza più che decennale, dal 2003, ha la propria location a Vitinia, nella zona sud di Roma, con numerosi atleti di vari sport che negli anni hanno utilizzato e sfruttato questo studio per curarsi a dimostrazione dell’alta qualità di tutto lo staff guidato dal Dottor Ceccarelli.
Specializzato nella riabilitazione sportiva, ortopedica e neurologica, Paolo ed il suo team di collaboratori si avvalgono di tecniche manuali e di macchinari all’avanguardia, per garantire un completo ed efficiente recupero del paziente, tra cui l’ipertermia, la tecar, l’ultrasuono a freddo, le onde d’urto, il Flowave, l’EVM (energia vibro motoria), il laser ad alta potenza, il criomagneto, l’interX, e non per ultima la pedana ISOLIFT, ottimo strumento di recupero funzionale e posturale attraverso l’utilizzo di un biofeedback visivo.
Paolo Ceccarelli fisioterapista ufficiale da oltre quindici anni della Nazionale Italiana di Calcio a 5 e di molteplici società sportive,  e’ costantemente attivo  nell’aggiornamento su tecniche e metodologie fisioterapiche, collaborando a stretto contatto anche con ortopedici, osteopati, medici sportivi e preparatori atletici di nota fama.

Roma CF, sconfitta dalla sfortuna

di Mariella Quintarelli

Sfortunate le giallorosse di calcio a5 di mister Capatti che devono lasciare i tre punti allo Sporting Club Coppa D’Oro, una delle migliori squadre del campionato di competenza e attualmente seconda in classifica, malgrado l’ottima prestazione messa in campo che le vedeva sotto di un solo goal (3 a 2)  fino a pochi minuti dalla fine. L’esito finale è di 5 a 2 per le padrone di casa, ma il risultato mai come questa volta è ingiusto. Le marcature giallorosse sono state di Cioccia e Di Clavio sempre più continua nel segnare. Infortunio al ginocchio a Ciucci che si sottoporrà ad esami nei prossimi giorni per valutare l’entità del problema. Si spera di rivederla presto in campo. In bocca al lupo a lei che subisce il terzo stop stagionale. Va a fare compagnia alle infortunate Sanfilippo e Columbo, un periodo veramente nero!
”Usciamo a testa alta da un campo difficile, dirà mister Capatti alla fine, abbiamo giocato un’ottima gara, ben diversa da quella dell’andata (finì 4 a 7 per la Coppa D’Oro). Siamo stati in partita fino a pochissimo tempo dalla fine. Abbiamo trovato due volte il pari e abbiamo creato qualche buona azione da gol. Peccato per gli ultimi due minuti, ma nello sbilanciamento per trovare il pareggio abbiamo subito due gol che non rendono statisticamente giustamente a noi. Sono dispiaciuto solo per l’infortunio occorso a Ciucci, che ci ha tolto una soluzione in più. Abbiamo, comunque, avuto alcune conferme importanti sul piano difensivo. Lavoriamo ancora di più con ancora maggiore convinzione. Il nostro score è positivo e dobbiamo continuare su questa linea.”

La Virtus Ciampino si impone per 4 reti a 2

Ad un mese di distanza dall’ultima gara di campionato, datata 20 dicembre, la Virtus torna in campo per la prima giornata di ritorno, desiderosa di capovolgere la sconfitta dell’andata.
Il ritmo partita è alto fin dai primi minuti e le giallorosse passano in vantaggio grazie all’autorete di Cellupica che interviene sull’imbucata di Zeppoloni per De Luca che mette fuori causa Munoz.La squadra di casa non toglie il piede dall’acceleratore e porta a due le reti grazie alla ripartenza di De Luca, che finta il tiro ma serve Zeppoloni, che arriva prima di Munoz sul pallone di quel tanto che basta per toccarlo con la punta e depositarlo in rete. La reazione della Bellator si concretizza nella punizione di Antonucci, per fallo di Centola su Olmetti, ma D’Errigo chiude in angolo.

All’occasione di De Luna, chiusa da Munoz, risponde Papitto, che sola davanti a D’Errigo e con Carta sulla destra, decide di concludere a rete, ma spara alto, sprecando una buona occasione.
Le ciociare, a corto di idee contro l’attento muro difensivo eretto dalle ragazze di mister Calabria, con Centola e Cavariani su tutte, si affidano al loro leitmotiv, rappresentato dal lancio lungo di Lucarelli per il tocco di testa in area di Carta, che fa valere la sua prestanza fisica, ma il primo tentativo è chiuso da D’Errigo.

Al secondo rilancio, innescato direttamente da Munoz, D’Errigo respinge sui piedi di Papitto, che questa volta prende la decisione giusta servendo Capuano, che accorcia le distanze.
A due dal termine, Munoz non trattiene un tiro di Centola non irresistibile, ma è pronta a chiudere sulla successiva conclusione di De Luna che la colpisce in pieno.
E’ grazie alla seconda autorete di giornata che la Virtus porta a 3 le marcature. Zeppoloni recupera palla a centrocampo e serve Centola, che chiude un’improbabile triangolo a centro area, che finirebbe sull’out opposto se Lucarelli non si trovasse sulla traiettoria per il 3-1 giallorosso, che chiude il primo tempo.

Se i primi 20 minuti, hanno visto una Virtus attenta in difesa ma propositiva in avanti, nella ripresa la squadra giallorossa subisce di più le iniziative ciociare, che alla ricerca del pareggio, lasciano però ampi spazi per le ripartenze. In una di queste, Centola salta Munoz in uscita, ma la debole conclusione viene stoppata da Antonucci, prima che varchi la linea di porta, la stessa Antonucci che impegna D’Errigo qualche minuto dopo.

Agli attacchi delle ospiti, seguono le ripartenze delle virtussine. A giovarne è il pubblico presente al PalaTarquini, che assiste divertito e partecipe ai continui capovolgimenti di fronte. Munoz esce su Mogavero, D’Errigo respinge prima la conclusione di Papitto, poi la successiva di Capuano. Ancora D’Errigo protagonista e porta stregata per Capuano, chiusa in angolo. La numero 1 giallorossa rimedia all’errore di Zeppoloni e di fronte ad una Capuano lanciata a rete da Olmetti, ci mette il piede sinistro per l’ennesimo angolo.

Solo una deviazione beffarda di Zeppoloni su angolo di Capuano, mette fuori causa l’estremo difensore e riapre la partita. Trema il pubblico di casa sul lancio di Lucarelli per Carta, il cui tocco di testa finisce per infrangersi sulla traversa, ma tira un sospiro di sollievo per la magistrale azione che porta il risultato sul definitivo 4-2. Mogavero, serve dalla sinistra De Luca al centro, la numero 9 lascia scorrere senza intervenire per l’accorrente Pisello che come un treno scende sull’out di destra, controllo e Munoz nel mirino, ma ad un metro da lei, è d’obbligo il passaggio per De Luca, che a porta vuota realizza la più facile della occasioni. Game, set, match. Partita ed emozioni finiscono qui.

Ottimo pareggio nella seconda giornata di ritorno per la Roma CF

La Roma Calcio femminile di calcio a5 fuori le mura amiche conferma il suo trend positivo  riuscendo a conquistare un ottimo pareggio per 1 a 1 contro il New Team Tivoli, squadra fresca vincitrice della Coppa Italia Regionale.
Le giallorosse entrano in campo senza paura, a testa alta, e cominciano in pressione creando diverse occasioni da gol. Prima Columbo, poi Cioccia, poi ancora Columbo ed infine Di Clavio, dopo un’ottima serpentina, hanno tutte  la possibilità di portare la loro squadra in vantaggio, ma non riescono mai a sferrare il colpo decisivo, i loro tiri risultano deboli o fuori misura.
Il New Team Tivoli da parte sua non è brillante come ci si aspetterebbe e non crea grandi pericoli al seppur sempre pronto e accorto Ricci, portiere giallorosso di giornata.
Nel secondo tempo la musica cambia. Le ragazze di casa diventano più aggressive, creano situazioni estremamente pericolose che non portano al gol grazie anche agli straordinari di Bartolini, autrice di chiusure decisive. Il risultato finale di 1-1 matura tutto a 10 minuti dalla fine.
Alla  rete gialloblu di Vitale che con esperienza si gira e aspetta l’attimo giusto per segnare, risponde la rapidità e scaltrezza di Ciucci che beffa con un tiro in diagonale il portiere.
Gli ultimi minuti sono un assedio del Tivoli, Sias, che colpisce anche una  traversa,  va vicina due volte al raddoppio, ma le giallorosse non mollano niente,  sono caparbie, combattive e sanno sacrificarsi riuscendo a resistere fino alla fine e portando a casa un bel più che meritato pareggio.

Capatti: “Pareggio giusto, con la Roma più intraprendente nel primo tempo e la New Team Tivoli superiore nella ripresa. La prestazione della mia squadra è comunque tutta da elogiare sul piano del collettivo. Una squadra battagliera, che ha imparato la lezione dopo la brutta prestazione di sabato scorso contro il Nazareth. Ha mostrato una grinta e una convinzione che forse sono state le vere armi vincenti di questa squadra, quelle che le hanno dato qualcosa in più rispetto alla New Team. Ci metto del mio dicendo che ora è il momento di darci continuità. Servono punti anche nelle prossime gare per confermare quanto di buono è stato fatto. Non possiamo assolutamente fare in modo che queste siano solo prestazioni occasionali.”

di Mariella Quintarelli

Fustal, il nuovo anno della Roma CF inizia male

Inizia il girone di ritorno e la Roma calcio femminile di calcio a5, purtroppo, incamera la seconda sconfitta in campionato con il Nazareth. Questa volta le ragazze di Capatti mostrano di essere cresciute rispetto alla gara d’andata (che, ricordiamo, terminò con un secco tre a zero per il Nazareth) e rendono la vita difficile alle loro avversarie che devono sudarsi la vittoria. Il risultato finale sarà di 5 a 2 per le ospiti che hanno dimostrato, al momento, di essere un gradino più in alto delle giallorosse. Le reti giallorosse sono Di Clavio e capitan Cioccia (nella foto di S.Panella).
Questa l’analisi della gara di mister Capatti: «Abbiamo iniziato il girone di ritorno come abbiamo iniziato l’andata. Siamo in tabella. Il Nazareth, ad oggi, è più forte di noi. Abbiamo tenuto la gara in bilico sul 2-1 e potevamo sfruttare meglio due occasioni che ci siamo costruite per pareggiare. La nostra inesperienza non ce lo ha permesso. Dobbiamo soffrire, crescere, migliorare. In questa categoria ogni errore lo paghi caro e noi paghiamo spesso. Non possiamo abbassare la guardia. Abbiamo un ruolino con cui confrontarci (quello dell’andata) e non possiamo nasconderci. Per fortuna, dalla prossima gara tornerò in campo a supportare le mie ragazze dopo aver scontato la squalifica».

Ufficio Stampa