Archivi categoria: Eccellenza

ECCELLENZA | Roccasecca TST – Serpentara Bellegra Olevano 2-1, la cronaca

di UFFICIO STAMPA

Nel segno di Zonfrilli e Piccione. Sono loro infatti a trascinare i biancoazzurri nella vittoria in rimonta 2-1 contro ìl Serpentara di Apuzzo, nel match interno valido per la terza giornata dell’Eccellenza.  A nulla è valso il gol di Ventura nella prima frazione, bravo a spizzare di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, nell’ incertezza della nostra retroguardia.

Continua la lettura di ECCELLENZA | Roccasecca TST – Serpentara Bellegra Olevano 2-1, la cronaca

ECCELLENZA | Crecas Città di Palombara – Ladispoli 2-1, la cronaca

di UFFICIO STAMPA

Dopo la vittoria nel derby con il Real Monterotondo Scalo e il pareggio a Forano, il CreCas fa suo il big match con il Ladispoli grazie alla doppietta di bomber Gallaccio, che trascina alla vittoria la sua squadra, in dieci dal 23’ del primo tempo.

Continua la lettura di ECCELLENZA | Crecas Città di Palombara – Ladispoli 2-1, la cronaca

ECCELLENZA | Audace Savoia – Ausonia 4-0, la cronaca

di Maurizio ROSSI

E’ gia’ tempo di verifiche per la giovane formazione di Daniele Greco che dopo la “battaglia” di Ceprano, contro un indomito Arce, affronta l’Ausonia, reduce da una settimana a dir poco “difficile”: gia’ la sconfitta interna in campionato contro il Formia aveva intaccato il rapporto fiduciario tra il “vulcanico” Presidente Alessandro Anelli e lo “storico” allenatore Roberto Gioia, allenatore simbolo di Ausonia, condottiero di quel gruppo che partito dalla terza categoria è arrivato in Eccellenza.

Continua la lettura di ECCELLENZA | Audace Savoia – Ausonia 4-0, la cronaca

ECCELLENZA | Pro Calcio Tor Sapienza-Real Monterotondo Scalo 1-0, la cronaca (FOTO)

di UFFICIO STAMPA

Una vittoria da raccontare ad amici, parenti, figli e a chiunque voglia ascoltare una grande impresa di calcio.
Il Tor Sapienza batte 1 – 0 il Monterotondo Scalo, una vittoria resa ancor più eroica dall’aver giocato in 9 contro 11 per più di un’ora di gara, complici le espulsioni di Santori e Minelli.

Continua la lettura di ECCELLENZA | Pro Calcio Tor Sapienza-Real Monterotondo Scalo 1-0, la cronaca (FOTO)

Audace Savoia in campo per Telefono Rosa: la violenza non è un gioco!

Ufficio Stampa Audace Savoia

Prima del tradizionale appuntamento domenicale, gli azzurri hanno preso parte ad un’importante iniziativa di volontariato, rivolta ai figli delle donne vittime di violenza

Prima di scendere in campo, domenica al Le Rose per la partita casalinga contro l’Insieme Ausonia, l’Audace Savoia è stato impegnato nell’odierna mattinata in un’importante iniziativa di volontariato del Programma “Talento & Tenacia – Crescere nella legalità”, in relazione al “patto di responsabilità” sottoscritto dai ragazzi con L’Asilo Savoia. Tale patto prevede appunto anche l’impegno di volontariato con un pacchetto orario predeterminato con cadenza mensile. Nell’iniziativa svoltasi a Valmontone, dove era presente anche il Sindaco di Genazzano Fabio Ascenzi, ciascun ragazzo della squadra si è impegnato come volontario con i bambini delle donne vittime di violenza ospiti nella casa rifugio. La struttura è gestita per conto della Regione Lazio dal Telefono Rosa, del quale la compagine allenata da mister Greco ha scelto di sostenere la missione indossando il simbolo sulle maglie di gara. Telefono Rosa nasce nel 1988, proponendosi come una forma di servizio sociale, rivolto appunto a tutte quelle donne che intendono spezzare la catena del silenzio e del sacrificio. L’associazione ha concesso sin da subito un supporto psicologico e legale come strumento fondamentale di sostegno, impegnandosi con successo nella prevenzione e nel contrasto con tutte le forme di violenza, inculsa quella economica, che spesso si aggiunge a quella fisica e psicologica.
“Coinvolgere giovani a sostegno di iniziative contro ogni forma di violenza in questo momento rappresenta la risposta migliore ai fatti di cronaca che ci coinvolgono quotidianamente. Per questo ringrazio L’Asilo Savoia” ha dichiarato Gabriella Moscatelli, fondatrice e presidente di Telefono Rosa. “Con iniziative come queste L’Asilo Savoia – ha aggiunto Massimiliano Monnanni – concorre con successo a sensibilizzare le giovani generazioni su temi e fenomeni che spesso appaiono lontani e che invece costituiscono purtroppo una realtà ben diffusa”. “L’entusiasmo e l’orgoglio con cui i ragazzi di Audace Savoia hanno vissuto questa giornata confermano l’identità che li unisce nei valori alla base del nostro programma, Talento&Tenacia”. All’attività di oggi seguiranno altri impegni di volontariato decisi di comune accordo con i ragazzi, mentre con il Telefono Rosa è prevista un’iniziativa di grande rilievo che sarà annunciata a breve.

Matteo Santi: “Con Cangiano subito grande sintonia”

Ufficio Stampa Unipomezia 1938

Le parole del portiere rossoblu a pochi giorni dalla sfida con il team di Radi 

Uno dei veterani dello spogliatoio rossoblu, uno di quelli per cui l’Unipomezia è diventata una seconda casa. Matteo Santi è da anni uno dei leader della formazione pometina e si è sempre contraddistinto come uno dei migliori portieri del panorama calcistico laziale. Il numero 1 rossoblu ha commentato così l’inizio della stagione dell’Unipomezia: “Ciò che è stato fatto in sede di preparazione è stato importantissimo per farsi trovare pronti all’inizio della stagione. Abbiamo la consapevolezza di essere una squadra importante, che punta a fare bene. Vogliamo essere protagonisti e disputare un campionato di vertice. Per farlo dobbiamo andare sempre a 200 all’ora, pensando partita dopo partita”. L’Unipomezia non ha giocato nella seconda giornata, ricaricando un po’ le batterie in vista di un piccolo tour de force: “Ci siamo allenati bene, abbiamo provato cose nuove che hanno arricchito il bagaglio tecnico-tattico della squadra. Ci aspetta una settimana dura, con tre partite in sette giorni, sarà quindi fondamentale dosare le forze per essere sempre al top”. La prima di queste sfide porterà i rossoblu ad affrontare la Boreale Don Orione, compagine da prendere con le molle: “Della loro squadra conosco bene Petroccia, che è sicuramente un grande giocatore. Sarà fondamentale partire con la giusta mentalità, senza pensare di essere favoriti. Ho imparato con il tempo che non bisogna sottovalutare mai nessuno, soprattutto in un girone come il nostro dove non ci sono partite semplice. Oltretutto ogni squadra che ci affronta mette in campo sempre il 110 %. Dobbiamo aggredire subito, giocando come sempre fatto in questi mesi”. Con Cangiano si è creato subito un gran feeling e questo si vede: “Ci siamo trovati bene fin da subito. Il mister ha puntato fin dall’inizio sul gruppo ed infatti si è creata una rosa compatta, dove ognuno è disposto a lottare per il compagno. Inoltre il mister è una persona estremamente disponibile, uno che cura i mini dettagli. Insomma, sicuramente un grandissimo innesto per l’Unipomezia, speriamo di riuscire ad essere bravi noi a seguirlo e a dare sempre il massimo per mettere in pratica quello che ci chiede”.