Archivi categoria: Eccellenza

ECCELLENZA | Civitavecchia-Crecas Città di Palombara 1-3, la cronaca

Ufficio stampa SSD Crecas

La sconfitta di domenica scorsa è stata solo un piccolo incidente di percorso: i rossoblù tornano al successo al “Fattori”, dove in rimonta superano il Civitavecchia grazie alle reti di Calabresi, Palermo e Gallaccio, confermando la grande determinazione che da inizio stagione li contraddistingue.




Continua la lettura di ECCELLENZA | Civitavecchia-Crecas Città di Palombara 1-3, la cronaca

ECCELLENZA | Pro Calcio Tor Sapienza-Eretum Monterotondo 1-1, la cronaca

di UFFICIO STAMPA P.C. TOR SAPIENZA

Autori di un primo tempo da applausi, i gialloverdi si sono fatti sorprendere a inizio ripresa, mantenendo poi il pareggio con grande abnegazione. C’è stata sicuramente un po’ di confusione nelle idee nel secondo tempo, ma è da sottolineare la volontà con cui i ragazzi di Di Loreto si sono voluti portare a casa un punto dopo tre sconfitte consecutive.




Continua la lettura di ECCELLENZA | Pro Calcio Tor Sapienza-Eretum Monterotondo 1-1, la cronaca

ECCELLENZA | Monte Grotte Celoni-Crecas Città di Palombara 2-1, la cronaca

di Ufficio stampa Crecas

Arriva alla decima giornata la prima sconfitta del CreCas nel campionato di Eccellenza 2017/2018. I sabini, sottotono, fanno tutto da soli, sbagliando nelle occasioni dei due gol avversari e fallendo un calcio di rigore, che avrebbe cambiato le sorti della gara.




Continua la lettura di ECCELLENZA | Monte Grotte Celoni-Crecas Città di Palombara 2-1, la cronaca

ECCELLENZA | Audace Savoia – Almas Roma 3-2, la cronaca

di Maurizio Rossi

CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE B

AUDACE SAVOIA – ALMAS ROMA   3 – 2

AUDACE SAVOIA: Tassi, Maccaroni, Falcone, Fumini, Mucciarelli, Guiducci, Penge, Tataranno , Cali’ ( 39’ st Onorati ) , Greco ( 33’ st Sandu ), Marinucci ( 1’ st Bernardi ) .

A disp. : Esposito, Giammaria, Nanci, Azzawi.

All.: Greco.

ALMAS ROMA: Mennini, Marchetti (17’ st Anastasio), Petrizza, Valentini, Olivieri, Ricciardi, De Dominicis, Corti , Liotti ( 14’ st Gjena ) , Colasanti, Mascioli ( 1’ st Da Conceicao )

A disp: Mirra, Della Canfora, Cichello, Rossini.

All.: Carli.

Arbitro: Federico Forconi di Roma 2

ASSISTENTI: Mario Santostefano e Ruben Celani di Viterbo

MARCATORI: 4’ pt Liotti ( A ), 7’ pt Penge ( AS ), 33’ pt e 26’ st Cali’ (AS) , 37’ st Corti ( A ).

NOTE:

Ammoniti: Maccaroni, Marchetti

Angoli: 3 – 2 Audace Savoia

Rec.: 0’ pt – 4’ st

All’inizio della partita e’ stato osservato un minuto di riflessione e letto un brano del Diario di Anna Frank

L’Audace Savoia torna   a cimentarsi sul terreno amico dopo l’incredibile sconfitta interna contro il Casal Barriera ma anche dopo la vittoria sul manto erboso del Tiziano Righetti di Latina dove ha conquistato la vetta della classifica, anche se in settimana ha dovuto abbandonare la Coppa Italia a causa della sconfitta di Monterotondo contro l’Eretum.

Ed al termine di un incontro combattuto fino al triplice fischio, la formazione di Daniele Greco batte per 3-2 i bianco verdi romani dell’Almas e si insedia in solitario in cima alla classifica in virtu’ della sconfitta interna della Virtus Nettuno nel big match contro il Citta’ di Anagni. Usuale e classico 4-4-2 per i padroni di casa mentre gli ospiti rispondono con un offensivo 4-3-3. Subito dopo il fischio di inizio, ospiti in vantaggio al 4’ con il centravanti Liotti che sfrutta un errore di Tassi in uscita e con il portiere fuori dai pali, lo batte con un velenoso pallonetto dalla distanza. Ma il pareggio e’ raggiunto soltanto tre minuti dopo: tira Cali’ dalla distanza, Mennini respinge corto e si avventa come un falco Penge che non ha difficolta’ a ribattere a rete. Gli ospiti traggono beneficio dalla supremazia a centrocampo dove Valentini, almeno per i primi venti minuti padroneggia, poi gli azzurri iniziano a spingere ed al 25’ una prolungata azione di Penge viene sventata in angolo; tre minuti dopo perfetto cross di Greco per la testa di Maccaroni, ben appostato in area, ma il tiro si perde oltre la traversa ed al 33’ i locali passano in vantaggio: schema su punizione di Greco per Marinucci a pescare di testa Cali’ ed il capocannoniere del campionato con un violento tiro ravvicinato fulmina Mennini. All’inizio della seconda frazione di gioco, i “sabaudi “ hanno la prima possibilita’ di “chiudere” la gara: su lancio lungo, Cali’ salta con destrezza Olivieri, si presenta davanti a Mennini ma spara incredibilmente oltre la traversa. Ancora una grossa occasione al 13’: Greco assist per Tataranno che entra in area ed invece di servire due compagni smarcati, prova il tiro, debole e facile preda del portiere ospite. Al 26’ la terza rete e doppietta per il capocannoniere Aimone Cali: spettacolare azione di Greco sulla sinistra, salta tre avversari poi cross rasoterra arretrato al centro dove si avventa Cali’ per la facile rete del 3 -1 . Ma i romani non si danno per vinti ed al 37’ accorciano le distanze: punizione di Anastasio, mischia in area degli azzurri, si avventa Corti che batte Tassi, oggi inspiegabilmente molto incerto. Il finale e’ pirotecnico: al 44’ ancora Anastasio per Corti, Tassi respinge malamente, riprende Corti ma salva in angolo sulla linea bianca un immenso Mucciarelli e proprio sul triplice fischio Sandu salta tutti e si presenta solo davanti a Mennini ma spara malamente fuori. Indubbiamente l’Audace Savoia ha meritato la vittoria anche se la squadra ha denotato molte incertezze nella applicazione della fase difensiva che hanno condizionato fin qui l’andamento della formazione prenestina; nella prima mezz’ora anche il centrocampo ha sofferto la brillantezza di un ispirato Valentini cui Greco lasciavo spazio di gioco; poi la bravura del capitano degli azzurri e di uno scatenato Penge hanno capovolto le sorti dell’incontro. Con questa vittoria i “sabaudi” si insediano da soli in testa ad una classifica molto corta nelle posizioni di vertici mentre gia’ sta esprimendo i primi verdetti in coda; e’ comunque sintomatico che la prima posizione e’ detenuta da una squadra che ha maturato solo 19 punti sui ventisette fin qui disponibili. Greco e Penge per i locali; De Dominicis, Colasanti, Anastasio, Valentini e Ricciardi per gli ospiti ci sono sembrati gli eponimi di questa gara diretta con sufficienza dal sig. Forconi di Roma 2.