Archivi categoria: Eccellenza

Morolo Calcio: programma del weekend e dichiarazioni del Presidente Costantini

 

Le compagini del Morolo Calcio si apprestano a vivere un nuovo weekend calcistico. Intanto il Presidente Angelo Costantini si sofferma sul momento propizio attraversato dalla Prima Squadra. I ragazzi di mister Emiliano Adinolfi, infatti, nel girone di ritorno hanno inanellato una serie invidiabile di risultati positivi. La truppa si attesta ora al decimo posto del gruppo B di Eccellenza con 35 punti all’attivo.

Ecco le dichiarazioni del Presidente Costantini:

“La Prima Squadra ha trovato l’equilibrio che latitava nei mesi scorsi. Cercavamo proprio la continuità nel gioco e nei risultati. La classifica ci consente ora di vivere il resto del campionato con maggiore serenità. La rosa sta rispettando i programmi fissati in estate. Mister Adinolfi sta facendo un buon lavoro, condiviso e avallato dalla dirigenza. La valorizzazione dei giovani talenti, come detto già in altre occasioni, sarà l’elemento cardine anche in vista della prossima stagione. Bisogna portare avanti con estrema convinzione il nostro progetto in chiave futura. Il suddetto percorso programmatico coinvolge il nostro allenatore che gode della piena fiducia”.

Riepilogo partite del fine settimana:

– Morolo – Gaeta (Eccellenza Girone B);

– Casalvieri – Morolo (Juniores Regionali Girone D);

– Morolo – Castelliri (Allievi Provinciali Girone A);

– Football Colli – Morolo (Giovanissimi Provinciali Girone A)

 

Città di Ciampino: Tornatore «Dovremo stare sul pezzo fino alla fine. Capocannoniere? E’ merito di tutti»

Ufficio Stampa

Diego Tornatore è intervenuto ai microfoni di ‘KeepRadio’ all’interno della trasmissione ‘Keep Sport’: “Ringrazio la squadra, la Società e l’ambiente che mi consentono di esprimermi al meglio e di segnare così tanto da raggiungere la vetta della classifica marcatori – ha esordito l’attaccante del Città di Ciampino -. Siamo un club neopromosso, partito con l’idea di disputare un campionato dignitoso: fortunatamente per noi Cassino, Gaeta e le altre squadre accreditate per la vittoria finale non sono riuscite a trovare continuità e siamo stati bravi a sfruttare l’occasione”. Gli aeroportuali guidano il girone B del campionato di Eccellenza, ma nell’arco di una stagione c’è sempre un momento più complicato degli altri: “Abbiamo pagato molto l’eliminazione dalla Coppa Italia in semifinale contro il Cassino. Nelle settimane successive sono arrivati sette pareggi consecutivi frutto, però, di eventi, squalifiche e infortuni vari. Nonostante questo, le inseguitrici non hanno sfruttato quello che abbiamo lasciato per strada e abbiamo trascorso indenni questo periodo complicato. È l’Anzio l’avversario diretto? La classifica dice questo, ma sinceramente non credevo che l’Artena avrebbe perso ieri a Colleferro nonostante fosse un derby molto sentito e che conosco bene, avendo giocato in rossonero. Considero la formazione di Granieri una squadra di altissimo livello”. Prosegue poi Tornatore: “Non è importante che i gol siano belli, ma che servano a raggiungere l’obiettivo che ci siamo fissati. Non mi aspettavo un’annata così prolifica, ora però non mi pongo limiti: ho superato quota 25, tutti i gol che arriveranno saranno in più. Quanti punti mancano per festeggiare? Il calendario non è obiettivamente sfavorevole ma avremo ancora sette gare da disputare. Non stiamo nella situazione della Nuova Monterosi nel girone A: quattro punti sono pochi, dovremo stare sul pezzo fino alla fine. Domenica al ‘Superga’ ospiteremo il Monte San Giovanni Campano, che sicuramente verrà qui per fare bene”.

Monterotondo, esonerato il tecnico Liberati

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato con cui il Monterotondo Calcio comunica «di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il Sig. Manolo Liberati» proprio ad un pugno di giorni dalla difficilissima sfida casalinga contro la capolista Nuova Monterosi, che sembra sempre più proiettata verso la Serie D. «Al tecnico Liberati vanno i ringraziamenti per l’importante lavoro svolto – prosegue il comunicato – sulla panchina del Monterotondo Calcio ed i migliori auguri per il proseguo della sua carriera. L’ufficialità del nuovo incaricato a sedere sulla panchina gialloblu verrà resa nota attraverso un successivo comunicato».

Morolo Calcio: il programma del fine settimana dalla Prima Squadra al Settore Giovanile

Le compagini del Morolo Calcio tornano in campo nel prossimo weekend. La Prima Squadra, dopo il pirotecnico pareggio nel derby con il Roccasecca, viaggerà in quel di Nettuno. Al ‘Celestino Masin’ dirigerà Alessandro Colelli di Ostia Lido, coadiuvato dagli assistenti Andrea Boccacini di Ciampino e Alessandro D’albore di Roma 2. La Juniores guidata da mister Norberto Di Pofi ospiterà l’Aurora Vodice al ‘Nando Marocco’. Trasferta in quel di Boville contro l’Atletico per gli Allievi Provinciali di mister D’Alessandris. I Giovanissimi Provinciali di Giorgio Santarelli, infine, affronteranno il Vallemartina.

Riepilogo partite del fine settimana:

– Morolo – Nettuno (Eccellenza Girone B);

– Morolo – Aurora Vodice (Juniores Regionali Girone D);

– Atletico Boville – Morolo (Allievi Provinciali Girone A);

– Morolo – Vallemartina (Giovanissimi Provinciali Girone A)

Valentini, CreCas: «Progettiamo un’unica realtà sportiva rappresentativa del territorio»

Ufficio Stampa CreCas Palombara 

Una stagione che molti desideravano e per cui la dirigenza ha lavorato duramente quella che sta vivendo la prima squadra del CreCas Città di Palombara, oggi seconda in classifica nel girone A. Una stagione in cui anche la Scuola Calcio sta dando i suoi frutti e in cui il settore giovanile, completamente ricostruito, sta muovendo piccoli passi, seppur importanti: risultati sportivi a parte, ci si dedica ai giovani del territorio, coinvolti nel progetto della società. A parlare è il patron Fabrizio Valentini, che, insieme al suo staff, sta gettando le basi per il futuro. «Stiamo procedendo verso l’obiettivo che ci eravamo prefissati, ovvero costruire un’unica realtà sportiva a Palombara, che rappresenterà tutto il comune di Palombara Sabina e sia rappresentativa anche della Sabina romana. Specifico che il CreCas Città di Palombara non farà fusioni con altre società: si tratta di un impegno preso con il Comune di portare a termine la stagione e poi fare un unico settore giovanile. La volontà, poi, è di acquisire una Prima Categoria in cui è giusto che trovino spazio i giovani di Palombara. Noi, come CreCas Città di Palombara, speriamo con tutto il cuore di arrivare in Serie D, per dare maggior valenza a questo progetto. C’è un po’ di rammarico per i punti persi con i quali avremmo potuto competere con la Nuova Monterosi, a +10 da noi, ma sono stati commessi alcuni errori di valutazione, motivo che ci spinge ancora di più a migliorare. Resto dell’idea che questa squadra non è seconda a nessuno, anzi potrebbe, con degli innesti, ben figurare in Serie D».  Presente e futuro nelle parole del patron, che da tempo sogna una realtà sportiva che possa essere punto di riferimento nel territorio.

«Il progetto – continua –  si deve concentrare anche sul settore giovanile: abbiamo il problema imminente di salvare la Juniores Regionale e continuare ad allestire le giovanili anche con i Giovanissimi. Vogliamo portare a Palombara i regionali, non l’Elite, perché un proverbio dice ‘meglio essere i primi degli ultimi, che gli ultimi dei primi’ e sappiamo bene che, per un fattore esclusivamente territoriale, sarebbe difficile fare l’Elite». Niente illusioni, perché, per considerazioni sulla densità di popolazione, trovare talenti che si esibiscono invece nelle più note società della Capitale non è semplice: il calcio giovanile di provincia deve dedicarsi soprattutto al sociale.

«Per fare tutto questo avremo bisogno del supporto dei Palombaresi e degli spazi. Per questo probabilmente si rimetterà in moto il campo di Cretone. Credo anche che i fatti mi stiano dando ragione e se il nostro progetto fosse iniziato due anni fa, probabilmente oggi avremmo avuto una squadra in Serie D, un impianto già completo, le giovanili nei regionali. I ragazzi di Palombara meritano di essere rappresentati da una società seria. Ci tengo a ringraziare il Comune – conclude –  che quest’anno ci ha dato gli spazi e i mezzi per poter sistemare l’impianto sportivo, anche in previsione dell’Interregionale. Spero che la città si pronta ad un eventuale salto di categoria. Sarà importante coinvolgere giocatori del territorio: ad oggi ci sono ragazzi di Palombara, ma anche di Moricone e Mentana. Noi, dalla nostra parte, crediamo di essere pronti per una nuova avventura: in tre anni abbiamo già fatto passi da gigante».

Eccellenza, pari spettacolo nel recupero, è 2-2 tra Morolo e Roccasecca

 

di Alessandro IACOBELLI (foto © Matteo RICCI)

Morolo e Roccasecca impattano sul 2-2 nel recupero della sesta giornata di ritorno del girone B. Al ‘Nando Marocco’ si è materializzato un match vibrante in cui i 22 in campo non si sono certo risparmiati affrontadosi a viso aperto. Dal punto di vista tattico le contendenti optano entrambe per un classico 4-4-2. Nel Morolo l’assenza di Marco Panaccione, convocato dalla Rappresentativa Juniores del Cr Lazio per il torneo ‘Roma Caput Mundi’, viene sopperita dall’innesto di Colò come terzino. La linea arretrata si completa con Lisi, Santarelli e Cantagallo dinanzi a Fiorini. Pellino e Piscopo fanno tandem in mediana. Sugli esterni agiscono Shehu e Movila. In attacco solita coppia formata da Carlini e Perrotti. Quadrata e propositiva anche la squadra disegnata da mister Mancone. Teoli tra i pali. Ricci, Cozzolino, Gemmiti e Zonfrilli G. in trincea. Caggiano e Giustini comandano in zona nevralgica. Lombardi e Bracaglia macinano chilometri sulle corsie. L’esperto e navigato Caligiuri sostiene la vivace punta Zonfrilli M. In avvio la formazione ospite bussa minacciosamente. Zonfrilli M. stimola il rimorchio di qualche suo compagno. Santarelli interviene e sventa il pericolo. Risponde subito la truppa biancorossa con una stoccata di Perrotti dal limite. Di poco sul fondo. I padroni di casa capitalizzano al meglio il momento positivo ed al 9’pt passano in vantaggio. Teoli chiude la saracinesca a Carlini ma, sulla stessa azione, non può far nulla sul destro ravvicinato di Movila. Lo scossone apre scenari pirotecnici; il derby ciociaro si accende. Gli ospiti siglano il pareggio allo scoccare del quarto d’ora. Zonfrilli M. serve l’accorrente Ricci. Il numero 2 crossa al centro. Lombardi di rapina insacca. Al 21’pt Perrotti, su servizio di Carlini, prova la conclusione a giro. Teoli blocca. I ragazzi di mister Emilano Adinolfi alzano l’asticella. Poco dopo Perrotti e Carlini fraseggiano sullo stretto. Il capitano locale non crea però grattacapi al portiere ospite. Al 27’pt il Morolo raddoppia. Perrotti lavora splendidamente sul versante sinistro. Il successivo traversone è un invito a nozze. Colò irrompe e di testa infila l’incolpevole Teoli. Il Roccasecca rimane sempre in partita ed al 37’pt rimonta nuovamente. Angolo di Caligiuri. Bracaglia approfitta dell’indolenza dei difensori morolani firmando il 2-2. Il primo tempo va così in archivio. Nel corso della ripresa i ritmi si abbassano rispetto alla prima frazione. L’equilibrio rimane in piedi. All’8’st Carlini, su assist di Perrotti, carica il mancino. Teoli smanaccia. Passa un minuto e Giustini impreca contro la sfortuna per una doppia occasione sciupata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 14’st Bracaglia esalta i riflessi di Fiorini. Verso la mezz’ora Movila verticalizza al bacio per Carlini. Il numero 11 sfodera un sinistro al volo che lambisce il palo. Al 22’st l’arbitro estrae il cartellino rosso nei confronti di Pellino per un fallo su Caligiuri lanciato verso la porta. Allo scadere delle ostilità Fiorini salva il risultato opponendosi al tiro a botta sicura del neo entrato Di Nardi.

IL TABELLINO

ECCELLENZA – GIRONE B

MOROLO CALCIO – ROCCASECCA 2-2

MARCATORI: Movila (M) 9’pt, Lombardi (R) 15’pt, Colò (M) 27’pt, Bracaglia (R) 37’pt

MOROLO CALCIO: Fiorini, Cantagallo, Colò (18’st Verrelli), Piscopo, Lisi, Santarelli, Pellino, Shehu, Perrotti (14’st Sanna), Movila, Carlini (C) (44’st Leccese). PANCHINA: Minnucci, Paris F., Cipriani, Mata. ALLENATORE: Adinolfi.

ROCCASECCA: Teoli, Ricci (C), Zonfrilli G., Giustini, Cozzolino, Gemmiti, Lombardi (39’st Grossi), Caggiano, Zonfrilli M., Caligiuri, Bracaglia (36’st Di Nardi). PANCHINA: Carlino, Viola, Rotondo, Moisa, Cancanelli. ALLENATORE: Mancone.

ARBITRO: Fantozzi di Civitavecchia

ASSISTENTI: Rienzi e Di Giacomo di Tivoli.

NOTE: Espulso al 22’st Pellino (M) (rosso diretto) per gioco scorretto. Ammoniti: Santarelli, Piscopo, Pellino, Sanna, Cantagallo, Giustini, Caggiano. Angoli: 9-9. Rec: 2’pt – 4’st.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La bellezza dei campi di terra (e di sabbia)

Corsivo apparso sull’edizione di questa settimana del Nuovo Corriere Laziale

«Buongiorno dalla sabbia di Arce», così recita un post scritto sulla pagina del Cedial Lido dei Pini prima della partita di ieri mattina giocata al ‘Lino de Santis’. La partita in questione, o la pietra dello scandalo, è Arce – Cedial Lido dei Pini, campionato d’Eccellenza, Girone B. Quante volte, infatti, s’è sentito pronunciare espressioni contro gli ‘obsoleti’ campi di terra? Sui campi in cui disputano le proprie partite le squadre giovanili, poi, è tutto un continuo tecnicismo sulle proprietà taumaturgiche del sintex rispetto al gioco dei propri pargoli che, a dir di costoro, sarebbe naturalmente foriero di giochi più spettacolari e partite decisamente più equilibrate. Ma questo è un altro discorso, seppur affine. Se ne deduce, dunque, che ogni partita dovrebbe essere livellata su dei criteri e normata sul sintex, verrebbe da dire ironizzando. In questo caso, la polemica è tutta d’un botta e risposta tra Cedial e Arce sul popolare social network: Facebook. Al post dei litoranei «Buongiorno dalla sabbia di Arce», con relativi commenti sprezzanti riguardanti palette e secchiello da portare sul campo in sabbione dei gialloblù ciociari, gli fa eco quello della pagina dell’USD Arce «Secchielli e palette lasciati a voi per riportare a casa le due reti subite». Il campo in sabbione dell’Arce, in realtà, racchiude in sé una dimensione quasi mistica che supera di molto i campi di terra, a cui l’occhio è spesso già abituato. Se un tale dovesse andare ad Arce, infatti, e si dovesse attardare nella piazza centrale con tanto di panorama sulla vallata sottostante, si accorgerà di un rettangolo giallastro: il ‘Lino de Santis’. Campo in sabbione e foto che immortalano i granelli  schizzati da una parte e dall’altra quando il pallone si infrange sul terreno di gioco. I campi come quello di Arce vanno necessariamente preservati dalle insidie del tempo. Così come quelli di terra. Ultimi retaggi d’un calcio che si vuole dimenticare troppo in fretta.

[marco piccinelli]

Morolo: il giovane Marco Panaccione approda al Latina

Un gioiello del Morolo Calcio passa nel mondo professionistico. Marco Panaccione, terzino sinistro classe 1998, è infatti un nuovo giocatore del Latina. A partire dal primo luglio, infatti, il giovane fluidificante ciociaro si aggregherà al gruppo della Primavera nerazzurra agli ordini di mister Marco Ghirotto. La scalata di Panaccione inizia nel vivaio della Pro Calcio Ferentino. In tempi non sospetti l’attuale Direttore Sportivo morolano Francesco Pistolesi apre il suo taccuino, prende appunti e riesce ad assicurarsi le prestazioni del talento in erba. La proficua collaborazione posta in essere con il sodalizio ferentinate trova quindi l’ennesima splendida conferma. Parte del merito, ovviamente, va riconosciuto anche al tecnico biancorosso Emiliano Adinolfi che ha subito creduto nelle potenzialità del ragazzo. Altri giovani promettenti, in ottica futura, faranno di certo ingolosire le principali società professionistiche del panorama italiano.

Il DS Francesco Pistolesi
Il Direttore Sportivo Francesco Pistolesi

In tal senso abbiamo raccolto alcune dichiarazioni rilasciate dal Presidente del Morolo Angelo Costantini

«La notizia del passaggio di Marco Panaccione al Latina riempie tutta la società di orgoglio. Questa operazione è stata pienamente avvallata dall’intero staff dirigenziale. Già da qualche mese si parlava del trasferimento. Rivolgo quindi al ragazzo i miei sinceri complimenti. Adesso lui dovrà dimostrare le potenzialità enormi di cui dispone. Si tratta di un giovane con la testa sulle spalle; potrebbe davvero fare bene. Il lavoro della società sta ripagando con il  passare del tempo. Ci sono anche altri quattro o cinque talenti, tra Prima Squadra e Settore Giovanile, che hanno qualità rilevanti. Stiamo operando in maniera egregia da più dieci anni».

Morolo Calcio: il programma del fine settimana dalla Prima Squadra al Settore Giovanile

Le compagini del Morolo Calcio tornano in campo nel prossimo weekend. La Prima Squadra, dopo il rinvio della gara con il Roccasecca domenica scorsa per impraticabilità, farà visita al Minturnomarina. I ragazzi di mister Emiliano Adinolfi cercano tre punti per continuare la striscia di risultati positivi. Al ‘Caracciolo Carafa’ dirigerà Federico Pontone di Cassino, coadiuvato dagli assistenti Sara Canale e Alessandro De Lorenzo. La Juniores guidata da mister Norberto Di Pofi ospiterà il Sezze al ‘Nando Marocco’. Impegno casalingo anche per gli Allievi Provinciali di mister Giulio D’Alessandris al cospetto del Pileum. I Giovanissimi Provinciali di Giorgio Santarelli, infine, affronteranno l’Alatri.

Riepilogo partite del fine settimana:

– Minturnomarina – Morolo (Eccellenza Girone B);

– Morolo – Sezze (Juniores Regionali Girone D);

– Morolo – Pileum (Allievi Provinciali Girone A);

– Morolo – Alatri (Giovanissimi Provinciali Girone A)

ASD Morolo Calcio 1966: parlano due storici dirigenti biancorossi

di Alessandro IACOBELLI

La storia del Morolo Calcio si collega direttamente al contributo offerto, con passione e serietà, dai vari dirigenti. Le vicende biancorosse si intrecciano, ormai da anni, con figure storiche come Enzo Schiavi e Guido Costantini. Il primo è una colonna vera e propria al seguito delle squadre. Il secondo ricopre il ruolo di Vice Presidente con estrema dedizione e spirito d’iniziativa.

Ecco le dichiarazioni dei due dirigenti

Enzo Schiavi

“Ho iniziato la mia esperienza nell’organigramma del Morolo Calcio circa trent’anni or sono. Sono tantissimi gli aneddoti che ricordo con grande piacere. Basti pensare a tutte le promozioni ottenute sul campo. L’ultima gioia, in ordine di tempo, fu il salto in Serie D dopo la vittoria nello spareggio contro il Terracina allo stadio ‘Flaminio’ di Roma. Quel giorno Francesco Pistolesi, attuale Direttore Sportivo, lottava sul terreno di gioco. Nel corso del tempo il calcio, nazionale e regionale, ha subito molti cambiamenti. Ad esempio una volta ci si allenava due volte a settimana; oggi invece si programmano quattro o cinque sedute. Le differenze maggiori le noto dal punto di vista atletico. Il Morolo, in ottica futura, ha le potenzialità per mirare traguardi importanti. Il Settore Giovanile, con l’eventuale ampliamento delle strutture, avrebbe l’opportunità di crescere ancora di più”.

Guido Costantini

“La Prima Squadra sta rispettando i programmi stilati in estate. Con due o tre vittorie ci assesteremo nelle zone medio-alte della graduatoria. I risultati ottenuti fino ad ora dal Settore Giovanile costituiscono la ciliegina sulla torta per il nostro sodalizio. Siamo riusciti a comporre il gruppo dei Giovanissimi con mister Santarelli al timone. Gli Allievi, se tutto andrà per il verso giusto, conquisteranno la categoria regionale. Ottima pure la stagione della Juniores, seconda in classifica, guidata da mister Norberto Di Pofi. Da sottolineare il fatto che le rose delle suddette compagini sono ampie, permettendo quindi ai vari allenatori di scegliere con serenità. Il lavoro intrapreso lo scorso anno sta dando i suoi frutti. In ottica futura, ancora è presto per fissare obiettivi. Ne riparleremo tra qualche mese. Sicuramente puntiamo al miglioramento ulteriore del nostro vivaio al fine di ringiovanire sempre di più la Prima Squadra”.