Archivi categoria: Allievi Provinciali Fascia B

INTERVISTA a Marco Girardi (Allenatore Allievi F B Audace): “Con la forza del gruppo si vincono le partite e i campionati”

di Lorenzo Petrucci

Marco Girardi, dopo aver lavorato nel Savio, Lazio, San Cesareo e il Latina, da quest’estate è l’allenatore degli Allievi Provinciali Fascia B (classe 2002) dell’Audace con cui sta vivendo una fase iniziale di campionato a dir poco eccellente.




Continua la lettura di INTERVISTA a Marco Girardi (Allenatore Allievi F B Audace): “Con la forza del gruppo si vincono le partite e i campionati”

ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI | DLF Civitavecchia–CSL Soccer 5-1, la cronaca

di Ufficio Stampa DLF Civitavecchia

C’è chi lo chiama pokerissimo, c’è chi ama definirla manita. In qualsiasi modo vogliate chiamarla, è la quinta vittoria in altrettante partite per gli Allievi 2002 guidati da Massimo Di Pietro. Il cinque è ricorrente in questa giornata infatti è presente anche nel risultato finale. Un 5-1 rifilato alla CSL Soccer nel derby cittadino.




Continua la lettura di ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI | DLF Civitavecchia–CSL Soccer 5-1, la cronaca

ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI | Manziana Canale-DLF Civitavecchia 0-3, la cronaca

Ancora una prova maiuscola per gli Allievi 2002 guidati da Massimo Di Pietro, che continuano a mietere successi lontano dal terreno amico.




Continua la lettura di ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI | Manziana Canale-DLF Civitavecchia 0-3, la cronaca

Torre Angela (Allievi Fascia B Provinciali), Passerini: «Buon esordio, questo gruppo può fare molto bene»

Roma – Un esordio esagerato. Gli Allievi provinciali fascia B del Torre Angela hanno travolto con un netto 9-0 il Colonna nella prima gara di campionato. Le doppiette di Trifici e Cruz e i gol di Migliaccio, Pitzalis, Dedeu, Plazzo e Pancrazi hanno determinato il largo risultato: la squadra capitolina, dunque, ha assorbito immediatamente l’arrivo del neo tecnico Gabriele Passerini, approdato sulla panchina del Torre Angela nemmeno una settimana fa. «Chiaramente il livello delle due squadre era diverso, ma i ragazzi hanno interpretato la partita nel modo giusto chiudendo già il primo tempo in vantaggio per 5-0. Nella ripresa ho chiesto ai ragazzi di perfezionare alcuni movimenti e prediligere un’azione più manovrata, ma è chiaro che è difficile frenare “l’esuberanza” e la voglia di mettersi in mostra di atleti di questa età. Spiace sempre se un avversario chiude la gara con un passivo così ampio, ma la prestazione dei miei ragazzi è stata sicuramente convincente». Passerini, che l’anno scorso guidava gli Allievi regionali della Boreale e che in precedenza ha fatto i Giovanissimi regionali all’Ottavia, non considera un “passo indietro” l’approdo al Torre Angela. «Conoscevo già la società perché me ne avevano parlato alcuni amici e il primo impatto con il presidente Roberto Ciani e il direttore generale Fabrizio Ciani è stato sicuramente positivo. Loro mi avevano detto che questo gruppo poteva essere molto competitivo e già dai primi allenamenti l’impressione che ne avevo tratto era stata la medesima. Credo che questa sia una “macchina” con potenzialità di motore altissime: serve un pilota giusto e spero di dimostrarmi tale. Cercheremo di stare nelle prime posizioni fino alla fine per poi spuntarla». Nel prossimo turno il Torre Angela farà visita al Quadraro e secondo mister Passerini sarà una gara totalmente diversa da quella dell’esordio. «Affronteremo un avversario ostico e sarà battaglia, ma queste sono le gare che ci servono per capire il nostro grado di competitività in questo periodo».

Casilina calcio, Bernardi: «Un’annata emozionante, ragazzi fantastici»

di Ufficio Stampa Casilina Calcio

Cosa vuoi che sia un titolo provinciale per uno che ha saggiato anche la serie A (con la maglia del Brescia) e vissuto oltre dieci anni di professionismo da calciatore. E invece Antonio Bernardi assicura che il successo ottenuto alla guida degli Allievi provinciali fascia B del Casilina gli ha regalato grandi emozioni. «Assolutamente sì, è stata una cavalcata bellissima e la vittoria è esaltante in qualsiasi tipo di categoria – spiega l’allenatore, al primo anno da tecnico nel settore agonistico – Tra l’altro ho visto la gioia che questa vittoria ha regalato ai ragazzi, alle loro famiglie e alla società e questa è sicuramente la miglior soddisfazione». La matematica certezza del primo posto è arrivata con il successo di due sabati fa con il La Rustica (2-1 grazie al gol in extremis di Pepaj), ma nello scorso fine settimana la squadra di Bernardi si è tolta un’altra grande soddisfazione nel derby con la Borghesiana. «Abbiamo vinto 3-1 grazie alle reti di Di Giacomo, Occhianu e Monteleone e giocando un’altra bella partita, poi è scattata la festa (alla presenza tra gli altri del presidente Umberto Coratti, ndr) che il sabato precedente non avevamo potuto goderci al meglio perché in attesa dei risultati delle concorrenti» rimarca l’allenatore. Vincere un titolo con tre turni d’anticipo vuol dire avere fatto una stagione quasi perfetta. «I ragazzi hanno fatto un’annata incredibile, sono stati fantastici e costanti nell’impegno per tutto il campionato. Il merito principale di questo successo va a loro». Le fatiche ufficiali del Casilina non sono terminate. «Mancano due partite, tra l’altro di ottimo livello, sul campo del Cecchina (la seconda della classe, ndr) e in casa con la Roma Sei. Ma soprattutto dopo dovremo affrontare al massimo le finali per il titolo provinciale con le vincenti degli altri gironi». Solo dopo Bernardi e il Casilina discuteranno del futuro del tecnico. «Ora non ci penso, bisogna finire al meglio l’annata. Allenare i grandi? Al momento non mi interessa, voglio continuare nel settore giovanile».

Sul Nuovo Corriere Laziale di questa settimana, le foto in esclusiva del nostro fotografo Gian Domenico SALE e l’intervista di Lorenzo PETRUCCI ad Umberto Coratti

Schermata 2016-04-26 alle 09.44.49

Ssd Colonna, Dinari: «Cerchiamo di chiudere al meglio la stagione»

di Ufficio Stampa SSD Colonna

Cinque turni alla fine del campionato, ma gli Allievi provinciali fascia B del Colonna scenderanno in campo solo tre volte. “Colpa” dei ritiri di due squadre (l’incrocio previsto con una delle due regalerà pure punti ai castellani del presidente Giancarlo Urgolo), ma mister Andrea Dinari chiede comunque ai suoi ragazzi un finale di stagione a testa alta. «Siamo al sesto e complessivamente la stagione è da considerare già positiva anche perché a dicembre abbiamo perso qualche elemento e la squadra ne ha un po’ risentito. Siamo stati inseriti in un girone molto duro, con avversari abituati a fare categorie di livello superiore e alla fine il gruppo ha sempre espresso una sua identità. Ora mancano queste tre partite e davanti a noi ci sono l’Atletico Monteporzio (che ha quattro punti di vantaggio, ndr) e la Lupa Frascati (a +6). Cerchiamo di chiudere al meglio e poi tireremo le somme». Nell’ultimo turno gli Allievi provinciali fascia B del Colonna hanno battuto per 4-2 la Vis Roma nel match giocato sul campo amico del “Tozzi”. «Non è stata una partita semplice perché gli avversari, sebbene fossero in una posizione di bassa classifica, hanno provato a giocarsela con coraggio. Siamo andati due volte in vantaggio in un primo tempo per la verità non bello dal punto di vista della prestazione e la Vis Roma ci ha ripreso in entrambi i casi. Poi nella ripresa loro sono calati e noi abbiamo fatto valere la maggior qualità». Per il Colonna sono andati a bersaglio Fornari, Litta, Columbro e Rotariu: un buon viatico in vista del prossimo complicatissimo match. «Sabato (calcio di inizio alle ore 18, ndr) saremo ospiti del Ferentino, seconda forza del girone – ricorda Dinari – Un incontro sicuramente molto difficile, loro sono un’ottima squadra, ma cercheremo di fare la nostra partita e magari portar via qualche punto. Successivamente chiuderemo il campionato con gli importanti scontri con Sora e Vis Artena che sono le nostre più immediate inseguitrici».

Virtus Divino Amore, Viscomi: «Vengo da scuola-Mosciatti, non molleremo»

di Ufficio Stampa Virtus Divino Amore

Gli Allievi provinciali fascia B della Virtus Divino Amore stanno ricaricando le pile. La squadra di Leo Viscomi, altro “pezzo storico” del club capitolino (fu a lungo giocatore della squadra che strabiliò in Eccellenza con un certo Neno Mosciatti in panchina), è arrivata alla sosta con un leggero affanno come spiega lo stesso allenatore. «Eravamo terzi fino a un mese e mezzo fa, poi c’è stata una piccola flessione dovuta a qualche assenza di troppo, causata anche da un andamento scolastico un po’ problematico per un paio di nostri ragazzi oltre che da qualche infortunio. Ma io ho “studiato” alla scuola di Mosciatti e come lui sono uno che non si arrende facilmente: sono certo che i ragazzi si riprenderanno presto e potranno tornare a lottare per un posto sul podio virtuale a fine stagione». Gli Allievi B hanno giocato l’ultima gara ufficiale due settimane fa, vincendo con un secco 3-0 sul campo dell’Ostia Antica grazie alle reti di Binarelli, Mancini e Toppi. Nel primo impegno dopo la sosta, che arriverà sabato 27 febbraio, il gruppo di Viscomi è atteso dal Tre Fontane. «Si tratta di una compagine di bassa classifica, ma queste sono le partite peggiori da giocare perché hai tutto da perdere. Bisognerà affrontare l’avversario con rispetto e concentrazione perché dobbiamo cercare di fare bottino pieno». Al di là del calo coinciso con gli impegni del nuovo anno, Viscomi sembra complessivamente soddisfatto di quanto ha espresso finora la squadra. «I ragazzi mi seguono e quando scendono in campo esprimono sempre un gioco di buona qualità. Forse la pecca maggiore riguarda qualche limite caratteriale che non ci ha permesso di gestire al meglio determinate situazioni. La cosa che più mi preme, al di là del risultato finale, è cercare di aumentare la passione che questi ragazzi hanno verso il gioco del calcio: tutto gira intorno a quello – conclude Viscomi – e quanto facciamo durante la settimana ognuno di loro se lo porterà con sé anche in futuro: questo cerco di sottolinearlo sempre».

Allievi Fascia B Provinciali: la Pro Calcio Ferentino a valanga sulla Pro Calcio Sora

Partita intensa e con molte emozioni soprattutto nella prima parte, con un Ferentino che tenta di dettare il gioco e il Sora che con la giusta cattiveria agonistica riesce a spezzare le trame avversarie e ripartire in contropiede.

Andiamo alla cronaca. Al 6′ minuto il Ferentino si porta in vantaggio. Buona azione sulla sinistra con susseguente cross al centro; i difensori Sorani cercano di allontanare ma  il pallone va sui piedi di Salvatori che con un buon destro trova l’angolino per l’ uno a zero. Il Sora non ci sta e dopo due minuti trova il pareggio. Sbavatura difensiva dei ragazzi di Boni, e il capitano ospite insacca alle spalle di Noce. Dopo qualche minuto ancora il Sora in avanti. La difesa di casa si distrae. Due giocatori entrano in contatto e l’arbitro decreta il penalty per il Sora. Noce però neutralizza dando un sospiro di sollievo a tutti i suoi compagni. La Procalcio Ferentino riprende a macinare gioco anche se con un pochino di affanno. A cinque dal termine il vantaggio Ferentinese, ancora ad opera di Aversa con un destro perfetto che non lascia scampo al portiere bianconero.

Nel secondo tempo Boni ridisegna un quasi spento Ferentino e dopo 3 minuti Brahja, appena entrato realizza, un magistrale goal su assist di Iaboni dopo una buona azione corale. Il Sora tenta di tirare fuori la testa, ma la difesa si casa non corre più grossi rischi. Al 48’ sale in cattedra il bomber Salimei che con un destro da fuori area realizza il poker. Al 68′ ancora Salimei con una splendida azione realizza la doppietta e quattro minuti dopo la sua terza tripletta stagionale.

Continua così la marcia dei ragazzi gigliati. Da rivedere il primo tempo, con qualche errore di troppo. Decisamente meglio la ripresa con trame rapide e imprevedibili.

Procalcio Ferentino – Procalcio Sora

6                        1

8′ Salvatori

36′ Aversa

43′ Brahja

48′ Salimei

68′ Salimei

72′ Salimei

 

Formazione Pro Calcio Ferentino: Noce,D’ascenzi,Carlini,Massa,Sarra,Galante,

Salimei, Zenaj, Aversa, Iaboni, Salvatori

A disp: Viti, Brahja, Lemma, Nicoli, Paniccia, Frocione, Cantagallo.

All: Boni David

Allievi Fascia B Provinciali, tris Pro Calcio Ferentino sull’Atletico Monteporzio

Partita intensa e piena di emozioni al comunale di Ferentino tra la compagine di casa e il Monteporzio, due formazioni competitive e ben organizzate (risultato del match di andata 1 a 1). La Pro Calcio Ferentino continua la sua marcia vincendo una gara difficile. La contesa è stata bella e combattuta, nonostante l’entità del punteggio. Inizia subito forte il Ferentino. Dopo pochi minuti una combinazione Salimei- Massa combinano alla grande. Il duetto mette il primo nelle migliori condizioni per realizzare, ma l’ attaccante goleador della squadra sbaglia di poco. Il Monteporzio riparte in contropiede, ma Carlini e compagni non concedono molto. La compagine ospite si rende pericolosa su un paio di calci piazzati. In una circostanza è molto attento Noce a neutralizzare. Sulla seconda, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, palla in area e colpo di testa che sfiora la traversa. I padroni di casa riprendono a giocare dopo qualche minuto di affanno. Brahja con un Sinistro cerca la conclusione; bravo il portiere Romano a mandare in angolo. Al 23′ Carlini ruba la sfera sulla sinistra servendo salimei che gioca per Massa tra le linee. Ques’ultimo tira ma non prende lo specchio della porta. Il Monteporzio non ci sta e alza il pressing nella propria meta’ campo. La squadra di mister Boni trova la via del goal al 32′,. Buona impostazione difensiva, palla per Salimei che mette in area, Aversa con un buon movimento da attaccante realizza per l’ uno a zero. Angolo per il Monteporzio al 38’. Respinta corta della difesa, stoccata del numero 10 Romano. Bravo noce a bloccare. Il secondo tempo si apre subito a ritmi alti. Dopo due minuti ancora pericoloso il Monteporzio su angolo, ma la difesa ciociara non concede nulla. Al 50′ ottima azione di Samilei che riceve sulla sinistra, supera un avversario e calcia da fuori area realizzando un bellissimo goal per il 2 a 0.  La Pro Calcio continua a giocare, il Monteporzio accusa il colpo. Qualche istante più tardi una buona azione porta Massa in area che supera un avversario e viene messo a terra. Calcio di rigore che Carlini realizza per il 3 a 0 decisivo. Due buone squadre che si sono affrontate a viso aperto.

Pro Calcio Ferentino –  Atletico Monteporzio

                  3                         0

32′ Aversa

50′ Salimei

60′ Carlini ( rig.)

Formazione Pro Calcio Ferentino: Noce,D’ascenzi,Carlini,Arduini, Sarra,Testa,

Salimei, Osvaldi, Brahja, Massa, Aversa.

A disp: Anzellotti, Galante, Mizzoni, Zenaj, Spadorcia, Frocione, Cantagallo.

All. Boni David

Torre Angela, Brenna e gli Allievi provinciali B: «Possiamo dire la nostra nella corsa al vertice»

Il Torre Angela del presidente Roberto Ciani e di suo figlio (nonché vice) Fabrizio incrocia le dita. Questi ultimi quattro mesi di stagione determineranno l’eventuale salto di categoria tra i regionali delle squadre provinciali dell’agonistica: in corsa c’è anche il gruppo degli Allievi provinciali fascia B allenati da un tecnico di spessore come Arcangelo Brenna. «All’inizio della stagione abbiamo avuto qualche difficoltà numerica, ma poi abbiamo completato l’organico e la squadra ora risponde molto bene a tutte le sollecitazioni». Nell’ultimo turno travolta la Roma Otto Torre Maura per 4-0. «Una gara sempre gestita, anche nel primo tempo che abbiamo chiuso sull’1-0. Nella ripresa, ancora una volta, è uscita fuori la miglior condizione atletica dei nostri ragazzi, un aspetto che il campo ha già evidenziato in altre occasioni». A bersaglio sono andati Fadda (autore di una splendida tripletta) e Peris. «Sono i ragazzi che giocano davanti in coppia: il primo era un centrocampista centrale, ma l’ho spostato davanti perché ha una grande capacità realizzativa e i risultati ci stanno dando ragione visto che ha segnato tanto. Poi c’è Peris che è un altro ottimo giocatore e che si adatta molto bene alle caratteristiche del compagno». Brenna non pone limiti alla classifica dei suoi ragazzi. «Abbiamo recuperato terreno e c’è tanto entusiasmo. La squadra evidenzia una continua crescita e ora è in grado di giocarsela con tutte fino in fondo». Nel prossimo turno c’è la trasferta con il Centro Calcio Rossonero. «All’andata li battemmo 4-0, ma non credo che sarà una partita così semplice. E comunque bisogna vedere se anche loro in questo periodo sono cresciuti». L’allenatore, che recentemente è stato a Torrenova e che ha allenato in club importanti come il Savio o la Tor Tre Teste, parla del suo primo anno al Torre Angela. «Una scelta di cuore per me, visto che sono di questo quartiere e che giocai qui, con Roberto Ciani presidente. Mi trovo molto bene e penso che ci siano delle potenzialità importanti: il Torre Angela può contare su una struttura eccellente e se il prossimo anno si dovesse fare la Prima categoria e qualche campionato giovanile regionale, ci potrebbe essere davvero un ulteriore salto di qualità».


Ufficio Stampa