Archivi categoria: Allievi Elite

Tor di Quinto, due importanti colpi per gli Allievi, presi Pelliccioni e Danella

foto © di Roberto Proietto

di Lorenzo Petrucci

Due rinforzi di qualità per la categoria Allievi elite del Tor di Quinto, tesserando per la prossima stagione Filippo Pelliccioni dal Racing Club e Marco Danella dalla Lazio.
Pelliccioni, attaccante di livello assoluto, bravo nel sapersi destreggiare in tutto il fronte arricchisce nettamente il reparto offensivo, Danella invece difensore di livello e con delle qualità da tenere sotto osservazione.
Due elementi importanti che si metteranno a disposizione di Mister Basili che potrà contare anche quest’anno su una rosa di assoluto spessore.

Tor di Quinto, altra soddisfazione, Gnignera passa all’Unicusano Fondi

foto © di Roberto Proietto

di Lorenzo Petrucci

Altro passaggio nel professionismo per un prodotto del settore giovanile del Tor di Quinto, questa volta è il turno di Riccardo Gnignera che passa infatti all’Unicusano Fondi.
Per il giovane esterno classe ’99, dotato di una buona corsa, bravo in entrambe le fasi e resosi protagonista nella passata stagione di prestazione importanti alternandosi tra la categoria degli Allievi Elite e la Juniores si è più che meritato questo salto nel professionismo.

Il Tor di Quinto non si ferma più, preso il talento Ripa dal Pontecorvo

di Lorenzo Petrucci

Altro nuovo rinforzo per il Tor di Quinto, questa volta si parla di Simone Ripa. Il ragazzo ex Pontecorvo andrà a rinforzare la categoria dei classe 2000 della prossima stagione. Centrocampista a tutto campo dotato di una qualità di gioco sopraffina e anche di una buon fiuto del gol è un ottimo colpo per il Tor di Quinto che sbaraglia la forte concorrenza che c’era sul ragazzo e potenzia nettamente la rosa dei prossimi allievi Elite allenata per la seconda stagione consecutiva da Mister Lorenzo Basili.

Vigor Perconti, mette al segno il colpo Timperi dal Tor di Quinto

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo Petrucci

Colpo di mercato di quelli importanti per la Vigor Perconti che si accaparra le prestazione del giocatore classe 2000 Andrea Timperi dal Tor di Quinto.
L’ex attaccante rossoblù e autore di una passata stagione di livello passa alla società di Via Federigo Verdinois andando a rafforzare la rosa degli Allievi elite il prossimo anno allenata da Luigi Miccio.

Tris di acquisti per il Tor di Quinto, tesserati: Ferreti, Ferrari e Di Santo

di Lorenzo Petrucci

Tris di acquisti per il Tor di Quinto che, dopo le già citate cessioni nel mondo del professionismo, tessera tre giocatori interessanti. Si tratta di Ferretti Tommaso (classe 2000) proveniente dall’Atletico 2000 e del duo in arrivo dalla Lupa Roma formato dal difensore classe 2001 Ferrari Fabrizio e del centrocampista, sempre 2001, Di Santo Valerio.
Tre ragazzi che andranno sicuramente a rafforzare le squadre di appartenenza con una nuova stagione sportiva che si preannuncia importante e di assoluto livello a Tor di Quinto.

Daniele Peguiron dal Tor di Quinto all’Under 17 della Lazio

foto © Gian Domenico Sale

Altro colpo importante in uscita per il Tor di Quinto che piazza Daniele Peguiron alla Lazio. Il ragazzo, classe 2000, è stato nel passato campionato uno degli elementi più importanti della categoria Allievi fascia b elite, giocando anche con una certa frequenza sotto età con gli Allievi elite. Centrocampista offensivo con spiccate doti di dribbling e nel creare superiorità numerica, può giocare in tutti i ruoli sulla trequarti avversaria, si esalta nell’uno contro uno. Se ne parlava già da tempo e ora è arrivata l’ufficialità, dal prossimo anno Peguiron farà parte degli Under 17 della Lazio, un passo importante per un ragazzo dotato di qualità e che saprà metterle in mostra anche in un campionato professionistico nazionale.

Serata di festa a Tor di Quinto, protagoniste le cinque categorie agonistiche

di Lorenzo Petrucci

Serata di festeggiamenti in casa Tor di Quinto lo scorso mercoledì 8 giugno, con il centro sportivo di Via del Baiardo vestito a festa per una cena riservata all’attività agonistica della società rossoblù.
Tor di Quinto che nella stagione appena conclusa ha avuto il merito di riuscire a portare tutte e cinque le categorie (Juniores elite, Allievi elite, Allievi fascia b elite, Giovanissimi elite, Giovanissimi fascia b elite) alle fasi finali.
Un record storico quanto lodevole per la società del Presidente Massimo Testa che ha dato il via alla serata con un discorso in cui ha espresso parole di complimenti per l’ottimo lavoro svolto da tutti i ragazzi e gli allenatori in questa stagione con l’obiettivo di non fermarsi proprio ora volendo sferrare dal prossimo anno l’attacco decisivo ai vari titoli regionali.
Presidente Testa che ha posto infatti già gli obiettivi della prossima stagione, in particolare focalizzando l’attenzione sulla categoria Juniores, con l’obbligo di portare a casa il titolo regionale sfumato quest’anno solo in finale. A conclusione del discorso il Presidente ha voluto anche annunciare il passaggio di uno dei suoi più interessanti prospetti, il classe ’99 Giordano Tonanzi che il prossimo anno giocherà per il Frosinone.
A contribuire sicuramente in questa fase del Tor di Quinto un grande ritorno nell’organigramma societario, quello del Direttore Sportivo Giampiero Guarracino che non molti anni fa è stato uno dei principali artefici dei numerosi successi regionali e nazionali della squadra rossoblù.
Presenti alla cena anche i ragazzi della Juniores elite freschi vincitori del Trofeo Tortora per il secondo anno consecutivo.
Con gli ultimi tornei stagionali ancora da concludere, il prossimo anno per il Tor di Quinto si appresta ad essere a tutti gli effetti l’anno della conquista ai vari titoli.

Le reazioni di Albalonga e Pro Calcio Tor Sapienza sugli incresciosi fatti di Pavona

LE DICHIARAZIONI DELLA SSD ALBALONGA 

La Ssd Albalonga, in merito al clamore mediatico dopo i fatti avvenuti alla fine del match salvezza della categoria Allievi Elite contro il Tor Sapienza, intende deplorare con fermezza gli avvenimenti accaduti. Un episodio che non appartiene al bagaglio culturale e sportivo della nostra organizzazione, tanto che mai nella ultratrentennale storia calcistica della Ssd Albalonga si era verificato un episodio di tale gravità. Pur condannando e deplorando gli eventi verificatisi, la società non può esimersi dal ripercorrere il corso degli avvenimenti i quali, tra l’altro, sono documentati in un video che contribuisce in maniera inequivocabile a delineare e definire il reale andamento degli stessi. E’ indiscutibile che al termine della gara i nostri atleti, disinteressandosi totalmente dell’avversario, si sono recati nelle vicinanze dei nostri sostenitori per condividere la gioia di un prezioso traguardo conquistato meritatamente sul campo. In questo frangente, nonostante il meritorio impegno dei dirigenti del Tor Sapienza, gli atleti avversari invece di rientrare negli spogliatoi hanno cercato in ogni modo lo scontro anche fisico e l’aggressione ai nostri atleti ancora intenti a festeggiare.  L’impegno e la solidarietà tra i vari dirigenti non riusciva placare l’impeto dei giovani atleti del Tor Sapienza, i quali dopo vari tentativi riuscivano ad eludere le attenzioni dei dirigenti e giungevano a contatto con i nostri ragazzi, alcuni dei quali sono stati fatti oggetto di ripetute percosse. Solo in conseguenza di questa situazione, come si evince dal filmato, un nostro tesserato è intervenuto in favore di un compagno caduto a terra e aggredito da più persone e ha colpito con un calcio uno degli aggressori subendo a sua volta un colpo al capo da un adulto. La Ssd Albalonga rimarca la circostanza che i suoi ragazzi avevano vinto la partita e non avevano alcun interesse a creare una situazione del genere. Tra l’altro questo stesso gruppo, nella scorsa stagione, ha vinto la Coppa Disciplina nella categoria Allievi fascia B e non si può certo tacciare di essere un gruppo violento. L’onda mediatica ha messo in un inverecondo calderone le posizioni dei nostri ragazzi e di quelli del Tor Sapienza, mentre urge per amore di verità dare ad ognuno il peso delle proprie responsabilità. Inoltre, nello stesso fine settimana, la nostra prima squadra impegnata nel match di Arzachena ha visto sfumare la possibilità di fare i play off di serie D, la nostra Juniores nazionale ha ceduto nel play off contro l’Ostia e i Giovanissimi fascia B hanno perso un’importante partita sul campo del Bettini: in tutti i casi i nostri tesserati sono usciti dal campo prendendo atto del risultato maturato sul terreno di gioco. I fatti avvenuti dopo il match della categoria Allievi Elite necessitano di una profonda riflessione da parte di tutti: la Ssd Albalonga non intende stigmatizzare i fatti accaduti, ma ricondurre tutti alla realtà degli episodi avvenuti definendo le giuste responsabilità. Il club ha sempre condannato, e lo farà anche in futuro, ogni forma di violenza sia essa proveniente dai propri tesserati o da quelli avversari.

LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE ARMENI (PRO CALCIO TOR SAPIENZA)

La società Pro Calcio Tor Sapienza, in relazione ai fatti accaduti nel post partita del play-out Albalonga – Pro Calcio Tor Sapienza, categoria Allievi Regionali d’Elite, rilascia la seguente dichiarazione tramite il suo Presidente, Massimo Armeni. «Dopo i terribili fatti del play out Albalonga – Pro Calcio Tor Sapienza, durante la quale alcuni dei nostri giocatori si sono resi protagonisti di insani gesti di violenza, ho scelto di restare in silenzio due giorni per smaltire questa terribile delusione, la più grande che mi sia capitata in oltre trent’anni spesi al servizio del calcio dilettante laziale. Sono rimasto sconcertato e sbigottito per il deplorevole spettacolo a cui abbiamo assistito al termine della partita; durante la gara, giocata con correttezza da entrambe le parti, nulla ci aveva lasciato presagire  un epilogo così deprecabile. Il senso di frustrazione che ho provato, e che provo tutt’ora, è immenso, e sono convinto che di tale sensazione sia partecipe anche il Presidente dell’Albalonga. Non esiste alcuna provocazione, di nessun genere, che possa giustificare quanto è successo a Pavona. Per quanto mi riguarda, non posso fare altro che porgere le mie scuse a tutto il movimento calcistico, a nome della società che rappresento. Attendo serenamente le decisioni degli organi federali, fermo restando che ho già provveduto ad allontanare i calciatori che, con il loro comportamento inqualificabile, hanno danneggiato l’immagine della mia società e del movimento calcistico».

Romulea, ritorno al futuro: gli Allievi Elite in finale, Savio inchiodato sul pari

Di Jean Ayyoub DURAND (foto www.ssromulea.it)

Il campo Roma di via Farsalo, un catino incandescente, è stato teatro di una della gare piu emozionanti dell’anno, una vera e propria battaglia, aspra e cruenta lunga 100 minuti che alla fine ha premiato i padroni di casa che domenica affronteranno a Ciampino la Tor Tre Teste. Onore ad uno stoico Savio che viene estromesso con un beffardo pareggio, dopo aver disputato una grande gara. Romulea contratta in avvio, la manovra armoniosa e fluida, suo marchio di fabbrica, viene strozzata dal belluino pressing degli ospiti, al 6’ triangolo De Falco Panaioli in area, libera la difesa, la Romulea fa la gara ma manca di lucidità, al 10’ grande occasione per i giallorossi con Belli, giustiziere del Savio a febbraio, il numero 9 dalla sinistra cerca il secondo palo, palla fuori di poco. Savio guardingo ma letale in contropiede, al 14’Cococcia dalla destra centra in area, palla allontanata che finisce sui piedi di Persichini che trova l’angolino con un gran destro di prima intenzione. La reazione dei Giallorossi è nervosa ma prevedibile, al 20’stacco di Minelli su palla da fermo, palla fuori. I ragazzi di via Norma beneficiano di una grande condizione psico-fisica e trascinati da un maestoso Errico trovano il raddoppio con Mancini al 25’, rapace ad avventarsi su di una corta respinta di Giannini dopo una punizione di Persichini. La Romulea, vincitrice del girone, dopo aver toccato il fondo reagisce da grande squadra quale è e riapre la gara al 35’, guizzo di Belli sulla destra e cross in area, grande torsione aerea di Sarmiento che supera Galantini, 1-2. Nel secondo tempo, la Romulea entra in campo trasformata, Panaioli supera Cimei e centra in area, corner, da questi Belli pesca Valentini che non ci arriva, i giallorossi ampliano la manovra spingendo molto sugli esterni, decisivo l’ingresso di D’Aprile. Al 18’cross dalla destra del numero 14 che trova l’ottimo taglio di Renzi che anticipa Cimei e supera Galantini con la punta del piede, 2-2. Il Savio con questo parziale sarebbe eliminato e torna ad attaccare, al 20’punizione a due in area, Errico, punizione a rientrare, esalta i riflessi di Giannini. La Romulea gioca di rimessa, Renzi verticalizza per Tucci che a solo davanti a Galantini manda al lato, 29’. Al 33’fallo sullo scatenato D’Aprile sulla destra, Belli trova in area Mastrantonio, il tacco del capitano termina al lato. Il finale di gara è caratterizzato da un crescente nervosismo, ne fa spese Bolic, gara spezzetata. I due tempi supplementari sono giocati solo sui nervi, la Romulea resiste e si regala la finale. Applausi al Savio.

S.S ROMULEA 2

ASD SAVIO 2

Marcatori: Persichini (ASD Savio) 14’1t; Mancini (ASD Savio) 25’1t; Sarmiento (S.S Romulea) 36’1t; Renzi (S.S Romulea) 18’2t.

S.S Romulea: Giannini, Marra, Caggegi (3’2t Frangella), Minelli, Mastrantonio ©, Valentini (20’2t Salvati), Renzi (5’2t Supplementare Leonardi), De Falco (10’2t D’Aprile), Belli (33’2t Bamba), Panaioli, Sarmiento (1’2t Tucci). Panchina: Zomparelli. All: Belardo Roberto.

ASD Savio: Galantini, Cococcia (6’2t Viselli), Falcone, Cimei, Martino ©, Lanzeri, Kalaj (40’2t Petroni), Errico, Gelpi (12’2t Landolfi), Persichini, Mancini (36’2t Simonelli). Panchina: Allegrezza, Santiamantini, D’Angeli. All: Bolic Alessandro.

Arbitro: De Giovanni di Latina. Assistenti: Almanza e Fratello di Latina.

Ammoniti: Caggegi, Minelli, Sarmiento, Leonardi e Tucci (S.S Romulea); Lanzeri, Kalaj e Landolfi (ASD Savio). Espulsi: Bolic Alessandro (ASD Savio) al 42’2t. Rec: 1’1t; 4’2t; 2’1t supplementare; 3’2t supplementare. Corner: 8-5.

LE PAGELLE di Jean Ayyoub DURAND

S.S Romulea:

D’Aprile (il migliore) 8: il suo ingresso nel secondo tempo ha giovato alla manovra giallorossa, il numero 14 ha messo a ferro e fuoco la fascia destra, ecomiabile. Nel finale impegna Galantini con un potente destro da fuori.

Giannini: Sicuro ed affidabile, disinnesca una bella punizione di Errico e trasmette tranquillità ai suoi. Glaciale. 7

Marra: Nel primo tempo patisce la mancanza di ampiezza della manovra giallorossa, si rifà giocando un grande secondo tempo. 7

Caggegi: Grande impegno ma anche confusione, spinge bene ma paga il primo tempo sottotono dei suoi. 6

Minelli: Grande prova del numero 4, un filtro essenziale davanti alla difesa, sfiora il goal nel primo tempo , finisce con i crampi. 7

Mastrantonio: Il capitano e miglior regista del torneo non gioca la sua miglior partita, sbaglia alcune idee, ma lotta. 6.5

Valentini: Buona prova di uno dei migliori centrali del girone, sfiora la rete nel secondo tempo. 6.5 dal 20’2t Salvati: Buon ingresso del numero 16 che partecipa al grintoso finale dei suoi. 6

Renzi: prova in crescendo per l’ala, realizza il decisivo 2-2 e prima innesca magistralmente Tucci in area. 7.5

Dal 5’2t supplementare Leonardi : Entra negli ultimi 5 minuti, partecipa alla festa. 6

De Falco: Non la miglior versione del numero 8, che in passato aveva mostrato ottime doti, paga la brutta prima parte dei suoi. 6

Belli: Sempre nel vivo del gioco, scodella l’assist per Sarmiento, trova Mastrantonio in area nel finale. Uomo assist. 7.5 Dal 33’2t Bamba: corre, lotta pressa, gara di sacrificio, mostra spirito di abnegazione. 6.5

Panaioli: elegante, oggi ricama meno del solito, ma il suo secondo tempo è super. 7.5

Sarmiento: Realizza il goal che ridà linfa ai suoi con una torsione aerea notevole. 7. Dal 1’2t Tucci: Sfiora la rete mandando a lato, ma gioca un’ottima gara. 6.5

All: Belardo : I suoi dopo un avvio turbolento ritrovano le qualità offuscate nel primo tempo, il suo Romulea è davvero un bellissimo marchingegno. Un calcio totale, non speculativo. Un piacere da vedere. 8

ASD Savio:

Errico (il migliore) 8: Gara sontuosa del numero 8, dopo l’assist decisivo nei quarti con l’Urbe sfodera una prova magistrale, impreziosita da numeri d’alta scuola, in assoluto il migliore in campo.

Galantini: Sicuro, concentrato legge in anticipo le situazioni , è il miglior portiere del girone e lo dimostra anche oggi, nei dettagli. 7

Cococcia: Il numero 2 sta giocando davvero su ottimi livelli, disputa una grande gara e propizia la prima rete di Persichini. 7. Dal 6’2t Viselli: Gara ordinata, compatto, ben inserito. 6

Falcone: Generoso come al solito, cala nella ripresa e si innervosisce un po’. Positivo. 6.5

Cimei: Buona prova del numero 4, beffato da Renzi in occasione del pareggio, errore che non macchia una buona prova. 6.5

Martino: Il capitano quest’oggi è monumentale nel primo tempo, soffre la velocità ed il gioco in verticale del Romulea nella ripresa. 6.5

Lanzeri: stesso discorso che per Martino, la velocità di Tucci e Renzi lo fa soffrire. 6

Kalaj : Gara grintosa, tenace unita ad un’eleganza e visione di gioco ottima. 6.5. Dal 40’2t Petroni: Paga la mancanza di occasioni in avanti, si sacrifica in ripieghi difensivi. 6

Gelpi: Gara da apripista, al servizio della squadra. Generoso. 6.5

Persichini: realizza la rete del vantaggio, 17 rete complessiva, seconda in due partite. Decisivo. 7.5

Mancini: Il suo goal avrebbe potuto regalare ai suoi la finale, sempre concentrato. 6.5 Dal 36’2t Simonelli: Buona gara, cerca di dare geometrie ai suoi nel finale convulso. 6

Bolic: Onore al suo Savio, estromesso pur non perdendo, la sua squadra è un inno al pragmatismo, si vede uno spirito d’unione, d’intenti. Squadra fisica ma con elementi di prim’ordine. Non meritava di uscire cosi. 8

Allievi Elite, impresa NTTT e finale conquistata: Tor di Quinto ko ai supplementari

di Lorenzo PETRUCCI (foto © Roberto PROIETTO)

NTTT da sogno. La squadra di Mister Buffa supera in rimonta nella semifinale Allievi elite col risultato di uno a due, dopo i tempi supplementari, il Tor di Quinto e accede alla finale regionale in programma il prossimo 8 maggio contro la Romulea.
Per il cammino stagionale delle due squadre, può essere tranquillamente considerata una finale anticipata, ma a vincere e a potersi giocare il titolo sarà solo una delle formazioni quest’oggi contro.
Fin dai primi minuti vengono rispettate le attese della vigilia, con un ritmo di gioco subito acceso e vivace e azioni frequenti che preannunciano un incontro avvincente e d’alto livello.
E’ il Tor di Quinto a spingersi per primo in avanti con Caporali che coglie di sorpresa la difesa ospite e mette al centro un ghiotto pallone per il compagno Acanfora, quest’ultimo calcia in porta da pochi passi ma trova la deviazione miracolosa di Esposito in angolo.
La NTTT non resta a guardare e pochi minuti più tardi si vede con Grimaldi che sfiora il gol in azione di contropiede col portiere rivale, Serafini, che attento respinge la conclusione.
A metà tempo arriva l’azione che sblocca il risultato. Consalvi recupera un interessante pallone nella trequarti avversaria, lancia in profondità Ventolini che in diagonale insacca la palla all’angolo opposto.
Prima dell’intervallo gli ospiti provano a pareggiare il risultato con Sperandio che sfiora di un nulla la porta.
Nella ripresa la NTTT torna in campo un altro piglio, volenterosa di ristabilire quanto prima la parità ma i numerosi tentativi dei ragazzi di Mister Buffa non trovano particolare fortuna.
Poco prima del quarto d’ora Serafini provvidenziale su un paio di interventi, salvando la porta su due tiri ravvicinati, prima di Trincia e nel proseguo di azione di Lommi.
Il Tor di Quinto, a sua volta, vedendo l’aggressività degli avversari in questa seconda parte di gara prova a tenere solida la linea difensiva e a non subire particolari pericoli.
Col passare dei minuti però le azioni per la NTTT crescono e al 37’st arriva il gol del pareggio. Fiasca, libero da compiti di copertura, lascia partire dai venti metri una conclusione che non lascia scampo a Serafini che non può far altro che vedere la palla entrare in rete.
Si va ai supplementari e la partita regala uguali emozioni, le squadre stanche dopo due tempi molto dispendiosi di energie lasciano ampi spazi con gli attacchi che provano ad approfittarne e a siglare il gol decisivo.
Le numerose occasioni da una parte e dall’altra portano il Tor di Quinto vicino al nuovo vantaggio nel primo extratime con Acanfora che in azione di contropiede serve Timperi che calcia in porta ma un super Basile salva provvidenzialmente deviando la palla in angolo. E’ però nel secondo tempo supplementare che arriva il momento che decide l’incontro, quando sembra che ormai la partita abbia poco da dire, allo scadere la NTTT si getta in avanti con tutti gli effettivi e trova su azione di calcio d’angolo con Melucci una rete che regala il passaggio del turno e l’approdo in finale.
Per il numero diciassette questa è probabilmente una delle reti più importanti della sua giovane carriera, con la NTTT che di certo non vuole fermarsi proprio ora, con un solo ultimo ostacolo al titolo regionale.
Dall’altra parte onore al Tor di Quinto per una stagione quasi impeccabile, con Basili e i suoi ragazzi che vorranno di certo rifarsi il prossimo anno.

                                                                                             TABELLINO

TOR DI QUINTO – NTTT  1 – 2 (dts)

MARCATORI 20’pt Ventolini (TdQ), 37’st Fiasca, 10’sts Melucci (NTTT)

TOR DI QUINTO Serafini, Amente, Grignera, Valeri (22’pt Francioni), Papa, Gallozzo, Ventolini (19’st Timperi), Consalvi (10’sts Ksouri), Tonanzi (30’st Pieri), Acanfora, Caporali (37’st Peguiron) PANCHINA Natali, Datti ALLENATORE Basili
NTTT Basile, Lommi (28’st Casoli), Rasi (40+4’st Federico), Fiasca, Amirante (1’pts Aglietti), Esposito, Sperandio (15’st Melucci), Angeli (1’st Chergia), Trincia, Grimaldi, Imperiali (34’st Khalidi) PANCHINA Miozzi ALLENATORE Buffa
ARBITRO Segatori di Viterbo
NOTE Ammoniti
Acanfora, Pieri (TdQ), Angeli, Casoli, Khalidi (NTTT) Angoli 6 – 9 Rec. 2’pt – 4’st, 1’pts – 2’sts.