Archivi categoria: Giovanissimi

Sapio/Gallo: le parole dei due mister prima di Aprila-SaMaGor

Al via anche il 2016 dei Giovanissimi Provinciali. I ragazzi allenati dal duo Sapio/Gallo affronteranno nella prima domenica dell’anno il Samagor, squadra con 18 punti in classifica, gli stessi delle rondinelle. Vacanze di fine anno ridotte al minimo per i ragazzi del 2003 «ma se fosse per loro – confida mister Michele Sapio – non usciremmo mai dal campo di allenamento. A tre gare dalla fine del girone di andata devo ammettere che siamo un po’ indietro rispetto a ciò che mi aspettavo. Ma è chiaro che le responsabilità vanno equamente suddivise. Da parte dei ragazzi c’è stata inesperienza su alcune situazioni arbitrali, visto che sono alla prima stagione con un direttore di gara. Sta a noi tecnici fargli capire dove migliorare per non ricadere in errore e non perdere punti. Togliendo i tre pareggi consecutivi di novembre saremmo a lottare per le posizioni di vertice. E non va dimenticato che stiamo giocando sotto età». «Comunque stiamo crescendo – fa eco mister Alberico Gallo – anche nella lettura di alcune situazioni di gioco. Inoltre nella gara contro il Samagor, per la prima volta, avremo a disposizione tutta la rosa. Finora avevamo tre ragazzi che non avevano ancora compiuto l’età minima per partecipare al campionato, mentre ora potremo disporre di tutti i giocatori. Questo è certamente un aspetto positivo, anche se rimaniamo fortemente penalizzati dal punto di vista fisico».

Il fattore fisico è dall’inizio dell’anno il tallone di Achille delle giovani rondinelle. Un anno in più o in meno nella fascia di età compresa in questa categoria può significare molto, in termini di centimetri e chili. Un handicap a cui però i ragazzi guidati dai due tecnici stanno imparando a far fronte: «i ragazzi stanno interpretando bene la differenza che c’è tra loro e gli avversari – prosegue mister Sapio –: sanno che devono arrivare per primi sulla palla e si impegnano molto in allenamento per trovare soluzioni alternative all’uno contro uno in partita. Si tratta però di un percorso a tappe, non può essere completo a questo punto della stagione. Non è poi da trascurare l’impatto sulla fase difensiva di questa disparità di fisico. Quasi tutte le nostre avversarie hanno un attaccante già strutturato, intorno al metro e 80. Noi impostiamo il gioco prevalentemente sul possesso, agli altri basta un lancio lungo per metterci in difficoltà».

Ufficio Stampa F.C. Aprilia

Aprilia, il punto su Allievi e Giovanissimi Elite Fascia B

Il punto sugli Allievi Elite Fascia B

Il nuovo anno è appena iniziato, ma gli Allievi Regionali di Eccellenza fascia B non hanno molto tempo di festeggiare. Sabato 2 Gennaio, infatti, li attende lo scontro con l’Atletico 2000, terza forza del campionato. Per il tecnico Antonio Verardi si tratta di confermare la vittoria in casa della Romulea nell’ultimo impegno del 2015: «Il nostro percorso di crescita prevede di riuscire a raccogliere punti anche contro squadre più attrezzate di noi. Forse siamo un po’ in anticipo rispetto alla tabella di marcia che avevo in mente. Ma non va dimenticato che questi ragazzi sono stati in grado di interrompere il ciclo di vittorie consecutive del Carso, prima di arrivare al risultato contro la Romulea. Resto convinto della mia idea: se la squadra riesce ad esprimersi al massimo, se la può giocare con chiunque».

La gara arriva a ridosso delle festività, periodo che anche dal punto di vista scolastico lascia ai ragazzi maggiore libertà e maggiore spensieratezza. Ed il tecnico bianco-celeste ne è consapevole: «Ripartire dopo una settimana di stop non è semplice. La concentrazione delle ultime due gare va ritrovata al più presto, così come l’entusiasmo che ci ha spinti ad ottenere la vittoria nell’ultima giornata. Ci vuole ancora un po’ di tempo perché i ragazzi riescano ad assimilare appieno le mie idee (per Verardi quella con l’Atletico 2000 sarà solo la quarta partita alla guida dell’Aprilia). Le prestazioni, la crescita fisica e mentale di queste settimane mi lasciano comunque ben sperare. La crescita c’è stata, ora bisogna farla durare».

Il punto sui Giovanissimi Elite Fascia B

Neanche il tempo di poggiare il bicchiere di spumante che si riparte. I Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B tornano in campo sabato 2 Gennaio per la trasferta in casa della Lodigiani. I ragazzi di mister Stefano Cappiello riprendono il loro cammino verso la salvezza dopo il pareggio nello scontro diretto contro il Cinecittà, arrivato nell’ultimo turno del 2015: «Siamo andati in vantaggio ed abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla. Poi però siamo rimasti in dieci, a causa di un intervento di Albanese che poi si è rivelato decisivo per non far segnare i nostri avversari. Ci teniamo il pareggio, anche se forse avremmo meritato qualcosa in più. Ma bisogna leggere tutti gli aspetti che hanno portato a questo risultato. Nella settimana che ha portato alla sfida con noi, il Cinecittà hanno inserito 4-5 elementi che hanno dato qualità e fisicità alla squadra. Siamo stati i primi ad affrontare questo “nuovo” Cinecittà, che in questo nuovo anno farà un campionato decisamente diverso a quello che è stato finora».

Il periodo natalizio non ha fermato i ragazzi nati nel 2002. La truppa è rimasta compatta ed unita, con tanto di amichevole l’ultimo dell’anno: «Abbiamo preparato la partita con la Lodigiani al meglio, anche se sappiamo che si tratta di una delle grandi del nostro girone. Li affronteremo con lo spirito giusto e con la voglia di sorprendere. È arrivato il tempo di osare: dobbiamo iniziare a rubare punti anche alle grandi, pur sapendo che non è una cosa facile».

L’ultimo pensiero di mister Cappiello va a all’ex-tecnico della prima squadra Mauro Fattori, esonerato lo scorso 27 dicembre e per molti anni responsabile del settore giovanile delle rondinelle: «Nel settore giovanile c’è rammarico per l’allontanamento di mister Fattori. A lui faccio i complimenti per quello che ha saputo fare, anche perché i nostri orari di allenamento ci permettevano di assistere in parte alle sedute da lui dirette e so quanto lavoro c’è stato dietro l’ottima salvezza dello scorso anno e dietro le prime gare di questa nuova stagione. Ci è dispiaciuto questo esonero e ci tengo ad augurargli le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera».

Ufficio stampa

Memorial Porcelli: mercoledì le due semifinali

Conclusa è anche la 4° Giornata del IV° Memorial Porcelli, in corso di svolgimento sui campi del Grifone Monteverde. Vittoria per la Lupa Castelli Romani, per 3-0 sul Real Tor Sapienza. Tra Grifone Monteverde e Lazio è invece quest’ultima ad imporsi con un perentorio 0 – 4
Di seguito anche le classifiche finali dei due gironi.

1- S.S.Lazio 7 pti
2 – Grifone Monteverde 6
3- Lupa Castelli Romani 1
4- Real Tor Sapienza 0

GIRONE B – CLASSIFICA FINALE

1- Rapp. Cr Lazio 9pti
2- Frosinone 4
3- Fortitudo C. Roma 2
4- Viterbese 1

Questo il programma delle due semifinali:

MERCOLEDI’ 30 DICEMBRE 2015 SEMIFINALI

ORE 10,00 S.S.LAZIO – FROSINONE

ORE 11,30 C.R. LAZIO – GRIFONE MONTEVERDE

Il Gdf batte il Capena

Circolo Guardia di Finanza  – Onlus Capena Calcio  3 – 1

MARCATORI: Bartolini (GdF), Scavo (GdF), Torri (GdF), Sinibaldi (Capena)

CIRCOLO GDF: De Pascale (32’ st De Martino); Di Mario, Antonelli (28′ st Ferrini), Antonelli, Aquilino, Palmieri, Onori, Caldana (33′ st Fraschetti), Oliveri, Bartolini (33′ st D’Onofrio), Torri (26′ st Branchini), Scavo (15′ st Corbi). PANCHINA: Ferrini, D’Onofrio, Di Renzi. ALLENATORE: Esposito

ONLUS CAPENA CALCIO: Sorrenti, Pellegrini, Balan (26′ st Aglieci), Sinibaldi (28′ st Graf Von Treuberg), Radu, Adreev (30′ pt Albanese), Alessandrini. PANCHINA: Petrucci, Di Pietro, Antonelli, Abbatelli. ALLENATORE: Capobianchi.

ARBITRO: Antonio Ranalli di Roma 1

NOTE: ammoniti: Torri, Bartolini, Aquilino, Caldana (Gdg); Sinibaldi, Moschetti, Spuntarelli, Sorrenti, Di Pietro.

Bella giornata di sole al campo artiglio, piacevole cornice dell’incontro di calcio giovanile fra il Circolo della Guardia di Finanza e il Capena. Padroni di casa in vantaggio per 2 reti a zero alla fine del primo tempo, caratterizzato dal predominio territoriale dei gialloverdi, che si sono resi pericolosi in diverse occasioni, impegnando il bravo portiere avversario. Il Capena da parte sua non ha sfruttato sul finire del tempo l’unica occasione creata, con un proprio attaccante che non è riuscito a intercettare bene il pallone a poca distanza dalla linea di porta avversaria.

Nel secondo tempo partita più equilibrata, con le due squadre pronte ad affrontarsi a viso aperto senza particolari atteggiamenti prudenziali. Sul 3 a 0 per il Circolo Guardia di Finanza, rigore a favore del Capena fischiato dall’ottimo Ranalli, rigore che ha permesso al Capena di accorciare le distanze. Nervosismo in campo nel finale di partita, contenuto attraverso un’equa distribuzione di cartellini gialli.

Pari e patta tra Pro Calcio Tor Sapienza e Acquacetosa

PC TOR SAPIENZA – ACQUACETOSA 1-1
MARCATORI: Barcaiolo 25′ pt (A) e Cicchinelli 15′ st (P)
PC TOR SAPIENZA Riccio, Cazora, Esposito (3′ st Vasselli), Diana (35′ st Lombardi), Mascioli, Amoroso (20′ st Placci), Pungitore, Favetti (24′ st La Rovere), Rizzo (21′ pt Mastropietro), Cicchinelli, Madama A DISPOSIZIONE Torretta, Roselli ALLENATORE Dell’Ospedale
ACQUACETOSA Morena, Mazzitelli, Lo Prete, Sollecchia, Mosesso, Bertini, Cavallo (13′ st Bakijasi), Anzuini (26′ st Anticoli), Barcaiolo, Varrone (13′ st Ciorciolini), Orlandi A DISPOSIZIONE Ossino, La Tassa, Marinelli, Teramo ALLENATORE D’Angiò
ARBITRO Arrieti di Rm2
NOTE Ammoniti: Diana, Mascioli, Mastropietro, Sollecchia. Angoli: 2-1. Rec. 0′ pt – 3′ st.

Barcaiolo squilla e Cicchinelli risponde: finisce in parità tra Pro Calcio Tor Sapienza e Acquacetosa che si dividono così il bottino del “Castelli”. Primo acuto di marchio ospite con la formazione schierata da mister D’Angiò che impensierisce all’11’: calcio di punizione battuto da Varrone che spedisce alto, sopra la traversa. I padroni di casa rispondono con Pungitore che però non apre le danze. Dopo una fase di studio reciproco con il classico botta e risposta di centrocampo, la Pro Calcio Tor Sapienza è pericolosa al 20′ con Cazora che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpisce la traversa. Al 25′ gli ospiti si portano in vantaggio con la rete di Barcaiolo, abile a firmare il momentaneo 0-1. Durante la ripresa, la formazione gialloverde scende in campo con molta determinazione e, meritatamente, pareggia i conti. Cicchinelli serve Madama, autore di un tiro troppo alto per mettere in difficoltà Morena; subito dopo, Pungitore colpisce la traversa ospite. Il gol è nell’aria ed arriva al 15′ con una magia di Cicchinelli che confeziona il verdetto definitivo.

Il derby è del Pro Calcio Tor Sapienza

 

MARCATORI: Malerba 4′ st e Pascucci 34′ st
PRO CALCIO TOR SAPIENZA Capannari (38′ st Fiorini), Staroccia (1′ st Pezzotti), Mancini, Luka, Altomare, Daneri, Malerba, Pascucci, Morettini (34′ st Rossi), Ghioca (36′ st Lanci), Volpe (30′ st Marino) A DISPOSIZIONE Gneo, Carti ALLENATORE Cerini
TOR SAPIENZA Bizzarri, Giuliano, Cacciani (1′ st Basili), Vitoterma (5′ st Balboni), Sansoni, Loveque, Cotolano (28′ st Pittaccio), D’Orazio, Castellano (19′ st Polletta), Pacilli, Mazzuccetti A DISPOSIZIONE Tintori, Donato, Padelia ALLENATORE De Santis
ARBITRO Torlai di Albano
NOTE Ammoniti: Morettini. Angoli: 1-.1. Rec. 0′ pt – 3′ st.

Pioggia di applausi per la Pro Calcio Tor Sapienza di mister Cerini che si impone nel derby contro il Tor Sapienza con ben due reti di scarto. Nonostante il netto avvio di marchio locale, i primi a proporsi sono gli ospiti schierati dal tecnico De Santis con Pacilli che spedisce alle stelle; di nuovo Pacilli ci prova al 12′, ma Capannari non si lascia ingannare. Al “Castelli” va in scena un continuo botta e risposta. Il Tor Sapienza punge con Castellano che però non apre le danze, mentre sul fronte opposto è pericolosissimo Malerba, generoso durante le battute finali del primo tempo. Una ripresa ben giocata dai padroni di casa decide il risultato del derby: dopo il tentativo di Morettini, Malerba rompe la parità e confeziona una perla che vale il vantaggio locale. Il Tor Sapienza prova a rispondere con Pacilli che si incarica di una punizione invitante, ma Mancini è abile ad allontanare il pericolo. Al 34′ Ghioca mira la porta, Bizzarri respinge sui piedi di Pascucci che non lo perdona e sigla il raddoppio. Al triplice fischio, sorride la Pro Calcio Tor Sapienza di Cerini.

Avanti il Savio: finisce 2 a 1

SAVIO – LODIGIANI 2-1

MARCATORI: 3’ pt Rizzo (S), 5’ pt Borelli (L), 30’ st Franvesini
 (S)
SAVIO: Giori (1’st Orsillo), Polinari, Limardo (1’st Lombardoo), Facchini (1’st Camerino), Kahindo, Casertano, Pigliapoco (1’st Giampetruzzi), Franvesini, Perutti (21’ pt Di Fazio – 33’ pt Papagni), Katmou, Rizzo (1’st Giuliani)
PANCHINA: Orsillo, Camerino, Di Fazio, Lombardo, Papagni, Giuliani, Giampetruzzi
ALLENATORE: Iacovolta Maurizio
LODIGIANI: Taurino (1’st Lena) , Coruzzi (1’st Chirichella), Grazioso, Ilari, Maura, Bertocini (1’st Martelli), De Gasperis (1’st Dell’Ariccia), Martelli (1’st Di Persio), Borelli, Sacco (1’st Troiani), Saguto (1’st Cardella)
 PANCHINA: Lena, Cirichella, Martelli, Dell’Ariccia, Troiani, Cardella, Di Persio
ALLENATORE: Frasca Gabriele
NOTE – Ammonito: 36’ st Dell’Ariccia (L)

La partita del ‘Vianello’ tra Savio e Lodigiani si fa subito incandescente fin dalle prime battute: al 3’ minuto la situazione viene sbloccata da Rizzo (S) che viene imbeccato dalla destra dal numero 10 Katmou. La Lodigiani non resta ferma a guardare e da un’azione di Borelli prova a centrare immediatamente il pareggio, ma il 9 ospite guadagna solo un calcio d’angolo.
Una manciata di minuti dopo, a causa di uno svarione difensivo totale del Savio, lo stesso Borelli sopracitato mette dentro il pallone con un tocco morbido battendo, così, l’estremo difensore Giori.
Il campo è molto scivoloso e ogni giocatore delle due squadre tenta di capitalizzare al massimo un qualsiasi errore di un avversario.
La disparità tra le due compagini, nel corso della partita, si nota soltanto per una diversa capacità di azione sulle fasce laterali: i giocatori del Savio divorano porzioni intere di campo con pochi tocchi fino alla porta avversaria, quelli della Lodigiani faticano molto e sono costretti a lottare per ogni metro.
Entrambe, comunque, sono molto fallose (sebbene la Lodigiani lo sia di più) e al 21’ del primo tempo il 9 Perutti (S) uscirà zoppicante per fare posto al 14 Di Fazio il quale, a sua volta, sarà anch’egli costretto ad uscire a causa di una bruttissima entrata (29’ pt) per la quale si reclama il rigore dalla panchina del Savio.
Di Fazio partecipa al gioco per qualche altra manciata di minuti ma poi è costretto a chiedere il cambio per il dolore alla spalla al 33’.
Mentre Di Fazio esce dal rettangolo di gioco, la sua squadra tenterà il gol fotocopia del primo con la cavalcata del 10 sulla sinistra, passaggio filtrante, tiro di Facchini ma è decisamente alta.
La Lodigiani capisce che le ripartenze del Savio sono letali per il proprio precario centrocampo, che possiede molta meno stazza fisica di quello della squadra padrona di casa, e – dunque – tenterà di fermare in ogni modo le spine nel fianco dei ragazzi di mister Iacovolta.
Durante il secondo tempo, la partita si fa meno intensa e si gioca soprattutto a centrocampo, complici i numerosissimi cambi che i due tecnici apportano alle squadre tra la prima e la seconda frazione di gara.
Non accade molto, nei secondi 35’ minuti, se non che il Savio si porta in vantaggio con Franvesini al 30’ dopo aver premuto il piede sull’acceleratore, tentando di portare a casa un risultato che non fosse un magro pareggio.
Negli ultimi minuti la Lodigiani, in casacca rossa, prova a pareggiare i conti ma il secondo portiere del Savio, Orsillo, è attentissimo e non si fa cogliere sprovvisto: 2 a 1 per il Savio, dunque.