Archivi categoria: Juniores Provinciali

Fc Frascati calcio (Juniores prov.), Di Carlo: «Possiamo fare bene, ma diciamolo sottovoce»

Ufficio stampa Football Club Frascati

Sarà la “prima squadra” del Football Club Frascati, il sodalizio del presidente Stefano Lopapa e del direttore generale Claudio Laureti che dichiaratamente punta forte sul settore giovanile. La Juniores provinciale del club tusco Continua la lettura di Fc Frascati calcio (Juniores prov.), Di Carlo: «Possiamo fare bene, ma diciamolo sottovoce»

Città di Valmontone calcio (Juniores prov.), Gianfranceschi: «Vogliamo stare ai vertici»

Ufficio stampa ASD Città di Valmontone calcio

Sono la squadra maggiore delle giovanili. La Juniores del Città di Valmontone disputerà il campionato provinciale ed è pronta ad una stagione da protagonista. «Abbiamo un organico che è già competitivo e che probabilmente sarà completato nelle prossime ore, puntiamo a stare in alto» dice mister Emanuele Gianfranceschi che l’anno scorso era alla guida dei Giovanissimi regionali fascia B. «Cosa manca? Direi qualcosa in mezzo al campo e un difensore centrale in più rispetto a quelli, comunque validi, che abbiamo in organico. Comunque sono rientrati alcuni ragazzi che un paio d’anni fa erano con me qui a Valmontone quando disputammo un bel campionato nella categoria Juniores Primavera». La squadra si allena dallo scorso 21 agosto e ha già disputato tre amichevoli mettendo in luce delle buone qualità. «Ho un gruppo di ragazzi seri che si allenano con impegno, sta nascendo uno spirito di squadra positivo» spiega Gianfranceschi. Inoltre c’è un ottimo rapporto di collaborazione con il tecnico della Prima categoria Di Cori. «Pino è stato mio allenatore quando ero nelle giovanili e quindi ci conosciamo da parecchio tempo». La Juniores provinciale di Gianfranceschi tornerà in campo oggi per un’amichevole in famiglia: un ulteriore test di avvicinamento verso il campionato che inizierà il 14 ottobre.
Intanto, fuori dai discorsi di calcio giocato, il Città di Valmontone ha voluto stigmatizzare l’episodio accaduto nei giorni scorsi presso il centro sportivo di via della Pace quando ignoti hanno arrecato qualche danno alla struttura. «L’entusiasmo e la voglia di creare finalmente qualcosa di importante per i nostri figli da parte di tutti quelli che partecipano a questo progetto dalla prima squadra ai piccoli amici è più forte di qualsiasi vigliaccata» ha sentenziato il presidente Mauro Benini. «Sarebbe deleterio per la nostra città pensare a qualche sfregio con la speranza di crearci difficoltà prima dell’apertura ufficiale della stagione, considerando che tra le cose danneggiate ci sono le conduttore dell’acqua» ha commentato il vice presidente Massimiliano Bellotti. A dispetto di questi stupidi, il progetto del Città di Valmontone è appena cominciato ed è forte come non mai…

Roma VIII calcio (Juniores prov.), Polletta non si nasconde: «Vogliamo essere protagonisti»

Ufficio stampa Roma VIII calcio

Sta cercando di curare ogni singolo dettaglio e per questo ha cominciato la preparazione pre-campionato lo scorso 28 agosto. Daniele Polletta, neo tecnico della Juniores provinciale della Roma VIII, è entusiasta per la sua nuova avventura ed è fiducioso nelle potenzialità della sua squadra. «Abbiamo un gruppo numeroso e con qualità, tanto che ci sono diversi ragazzi scesi da categorie superiori. Non ci dobbiamo nascondere: vogliamo fare un campionato di vertice». L’ex tecnico del Borussia si è già ambientato perfettamente nel club di Torbellamonaca. «La società ci è molto vicina e con l’allenatore della Prima categoria Fabrizio Fraschetti c’è un’ottima collaborazione: speriamo di ripagare tutti con un bel campionato» è l’auspicio di Polletta. La sua squadra ha già disputato tre amichevoli, l’ultima delle quali contro l’Atletico Zagarolo. «Abbiamo giocato contro una pari categoria provinciale e nel complesso mi sarei aspettato di più, ma evidentemente abbiamo “caricato” molto negli ultimi giorni dal punto di vista atletico e la squadra non è stata brillante. Eravamo sotto per 2-0 quando a inizio ripresa un problema all’impianto di illuminazione ha impedito la prosecuzione del match, anche se ho visto comunque alcune cose interessanti dal punto di vista tattico. I ragazzi probabilmente erano andati meglio nel test più complicato contro la Juniores Elite dell’Atletico Torrenova, ma è chiaro che c’è tanto da lavorare e dobbiamo continuare a farlo». Nella settimana che è appena iniziata la Juniores provinciale della Roma VIII tornerà in campo altre due volte: prima mercoledì in casa (alle ore 19) contro la Libertas Centocelle, poi sabato contro il Praeneste Carchitti, mentre il 24 settembre è già in programma l’amichevole contro l’Achillea. «La cosa principale in questo periodo è cercare di assemblare il gruppo: ci sono tanti ragazzi nuovi e devono trovare al più presto i giusti meccanismi in campo» conclude Polletta.

Torre Angela calcio (Juniores prov.), Formisano: «I primi passi sono molto promettenti»

Ufficio stampa Torre Angela calcio

Il Torre Angela ha cominciato la nuova stagione con tutti i suoi gruppi dell’agonistica, in attesa dei “piccoli atleti” della Scuola calcio. Tra le selezioni che non hanno cambiato guida tecnica c’è la Juniores provinciale affidata ancora a mister Vincenzo Formisano. «I ragazzi stanno per completare la loro seconda settimana di allenamenti – specifica l’allenatore – Nella prima hanno accettato di fare una sorta di “ritiro casalingo” con doppie sedute giornaliere e il pranzo assieme all’interno del nostro splendido centro sportivo. Un’idea che avevo già lanciato l’anno scorso e che è stata accolta con entusiasmo, un modo come un altro per accelerare la conoscenza tra i ragazzi e il processo di amalgama del gruppo». Nonostante le gambe appesantite, la Juniores del Torre Angela ha esordito con un convincente 5-1 contro la Roma VIII in amichevole. «I primi passi sono molto promettenti, ma è inutile fare proclami in questo periodo. Siamo fiduciosi di avere un buon organico e cercheremo di fare un campionato da protagonisti. Finora il gruppo ha mostrato una disponibilità al lavoro importante e bisognerà continuare così il più a lungo possibile». Molto importante anche la decisione della società di fare un solo gruppo Juniores, a differenza di quanto avveniva nelle passate stagioni quando al fianco dei provinciali era stata allestita anche una formazione Primavera. «Avrò a disposizione atleti del’99 e del 2000, oltre ai fuoriquota – dice Formisano – Abbiamo abbondanza e questo non può che aumentare la concorrenza interna». Domani seconda amichevole pre-campionato sul campo del Cinecittà Bettini anche se la strada verso il campionato (che inizierà a metà ottobre) è ancora lunga da percorrere. Intanto tutto il Torre Angela e mister Formisano intendono fare le loro più sentite condoglianze al tecnico della Prima categoria Alessio Ottobrini che nelle scorse ore ha perso il papà. «Un abbraccio ideale ad Alessio con cui c’è un’ottima collaborazione e che, oltre ad essere un allenatore preparato, è anche una persona dall’importante spessore umano».

Per ricominciare: la Vjs Velletri disputerà il campionato di Juniores Provinciale, parla Massimo Canini

Ufficio stampa Vjs Velletri

Il club rossonero, nato nel 2016 con la Scuola Calcio, approda alla stagione calcistica 2017-2018 pieno di ambizioni, certezze e progetti. 
VELLETRI – Oltre all’attività di base, che avrà inizio l’11 settembre prossimo, quest’anno si formerà anche la Juniores Provinciale nell’ottica della rifondazione di un Settore Agonistico importante e che andrà a completarsi negli anni a seguire.Una squadra, quella della Juniores, fortemente voluta dal Direttore Mauro Bernardi e dal Consigliere Massimo Canini. Quest’ultimo sta lavorando sin dal mese di giugno per allestire una rosa competitiva che al primo anno faccia bene in campo. Proprio Canini ha rilasciato alcune dichiarazioni per spiegare meglio quello che il club rossonero ha in mente, sgomberando il campo dagli scetticismi: “Credo sia inutile inneggiare sempre al passato – ha detto il dirigente veliterno -. Oggi abbiamo una società nuova, sana, che grazie allo sforzo economico non indifferente del presidente Barbetta è ripartita da zero e ha onorato tutti gli impegni con tecnici e collaboratori, offrendo una Scuola Calcio che seppur gratuita non è stata da meno, qualitativamente parlando, rispetto alle altre. È chiaro che per crescere bisogna puntare al salto di qualità, e lo si sta facendo con l’inserimento di nuove figure professionali che andranno a offrire dei servizi che prima i genitori non avevano. Ma la Vjs Velletri deve pensare anche ai più grandi: fare subito la prima squadra, anche se se n’è parlato, sarebbe stato un passo molto grande. Iniziare dalla Juniores, però, significa proprio ricominciare. E lo faremo nel ricordo di Simone De Marzi, che ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi. Nei prossimi giorni ufficializzeremo il nome del nuovo allenatore, mentre si è già formato un bel gruppo di ragazzi che promette bene. Venerdì 25 agosto alle ore 17.00 faremo un raduno che precederà la preparazione, dove oltre a guardarci in faccia avremo modo di renderci conto della responsabilità che questa maglia porta con sé. Tutti sbagliano e nessuno dice niente, fa un errore la Vjs e le polemiche si sprecano: per noi è un incentivo ad essere sempre attenti, anche se errare è umano. Il ritiro inizierà il 28 agosto, ma nel raduno – per il quale abbiamo scelto un bel posto come il Parco di S. Maria dell’Orto – sarà anche l’occasione per fornire tutte le informazioni e tutti i dettagli, oltre alla Segreteria che è aperta tutti i giorni al “Maracanà”. Saranno presenti anche delle vecchie glorie della Vjs Velletri, per mettere in contatto i due mondi, quello dei ragazzi che oggi si apprestano a giocare per la maglia rossonera e quello dei tempi che furono. Proprio su questo Massimo Canini, ex calciatore degli anni d’oro e socio fondatore del nuovo club rossonero, ha voluto fare alcune riflessioni: “Non abbiamo la coda di paglia ma nemmeno dormiamo in piedi – ha detto – e sappiamo lo scetticismo che c’è intorno alla Vjs Velletri: si sono sentite tante voci, a cui non diamo peso, anche poco lusinghiere. Io dico che bisognerebbe essere onesti: se si fa un discorso di matricola, allora quella del 1955 è sparita da un pezzo, e non dallo scorso anno. La storia si lega al nome e alla città, non alla burocrazia e alle carte federali. Se le cose sono andate come sono andate negli ultimi venticinque-trenta anni la responsabilità non è di una sola persona, ma di tutti a cominciare dal fatto che prima la Vjs Velletri era sentita come un pezzo della città e oggi con i tempi moderni servono investimenti di rilievo e categorie di grido per attrarre pubblico, sponsor, interesse. Proprio per questo io ho chiesto a tutta Velletri di aiutare la Juniores perché voglio fortemente che il presidente continui a investire sulla Scuola Calcio per creare una base solida e duratura, mettendo mano agli errori commessi nello scorso anno. Ma il mio è anche un appello, l’ultimo, all’unità: le barriere non porteranno mai a far vincere o a raggiungere traguardi importanti, così come non aiutano le polemiche. La Vjs Velletri ha cambiato un sacco di matricole, decine di presidenti, direttori, giocatori, come tutte le altre società. Se ragionassimo così allora la Fiorentina non esiste più, perché è nata dalla Florentia Viola, o la Salernitana che risulta fondata nel 2013 come Salerno Calcio? Spero che si evitino frizioni, lo sport deve unire e la Vjs Velletri è aperta a tutti coloro che vogliono contribuire alla causa per questo nome storico”.

Ufficializzato lo staff tecnico e societario dello Sporting Tanas

Lo Sporting Tanas ufficializza lo staff tecnico e societario in vista della prossima stagione 2017-2018, di seguito l’organigramma completo:

Presidente: Massimiliano Ranieri
Presidente Onorario: Franco Ranieri
Direttore Sportivo: Fabio Del Monte
Direttore Tecnico: Luca Gerilli
Segretario: Franco Forti
Responsabile della comunicazione: Edoardo Anacleti
Juniores Provinciale: Fabio Del Monte – Stefano Bruno
Allievi Regionali: Fabio Ranieri
Allievi Fascia B Regionali: Giancarlo Di Curzio
Giovanissimi Regionali: Fabio Del Monte
Giovanissimi Fascia B Provinciali: Cristiano Di Giammarco
Preparatore dei portieri: Massimo Di Lorenzo

Parte la nuova stagione della Petriana: un nuovo staff e un Presidente con idee chiare e tanta determinazione

di Lorenzo Petrucci

In vista della nuova stagione 2017-18 che la Petriana si appresta ad affrontare abbiamo avuto il piacere di incontrare il Presidente della Polisportiva Maurizio Zoffoli, il suo staff e il Direttore Sportivo Pietro Natalia, i quali hanno chiaramente esposto il progetto della Petriana.
Un progetto ambizioso di persone determinate con un fine in comune: riportare la società ai traguardi più alti possibili.
Ambizione, determinazione e consapevolezza di dover lavorare ancora molto sono questi i punti fermi che tutto l’organigramma societario e tecnico della Petriana si è imposto.

Maurizio Zoffoli (Presidente Polisportiva Petriana): “La Polisportiva Petriana di cui sono il presidente ha tre sezioni: basket, nuoto e calcio. Dallo scorso anno siamo riusciti a concludere un processo di trasformazione dell’assetto societario con l’intento di diventare una vera e propria società sportiva, senza mai dimenticare le nostre origini di Oratorio di San Pietro. Mentre gli impianti di nuoto e basket sono rimasti nella storica sede di via Santa Maria Mediatrice, il calcio ha ampliato le proprie attività diversificandole su tre strutture. Oltre al campo storico del Gelsomino si sono aggiunti il campo di Pio XII in Via dei Monti di Primavalle e il campo Galeazzi di via di Villa Giulia. Tutte le strutture sono state concesse in uso alla Petriana dalla Fondazione Cavalieri di Colombo con la quale collaboriamo proficuamente nel comune intento di sostenere lo sport giovanile. Dopo un primo periodo di assestamento, stiamo ora gettando le basi per ricostruire una Petriana più forte e solida. Il nostro unico obiettivo è quello di avvicinare i ragazzi allo sport, offrendo loro un ambiente sano e stimolante.
Per ottenere tutto questo é necessario cambiare mentalità e adottare un approccio più manageriale. Personalmente la considero una sfida avvincente.
Quello che mi è dispiaciuto è che molte persone hanno creduto che la Petriana fosse scomparsa dal panorama calcistico senza considerare invece che lo scorso anno – come sempre – ha iscritto ben 6 squadre ai campionati FIGC di cui una al campionato Giovanissimi Elite. Per il futuro continuiamo a lavorare giorno per giorno per rinsaldare le fondamenta della società e per continuare a crescere.”

Stefano Settimi (Vice Presidente della sezione calcio e membro del consiglio direttivo): “La sezione calcio é sicuramente quella delle tre che ha dovuto affrontare i cambiamenti maggiori sia dal punto di vista logistico che gestionale. Siamo soddisfatti del lavoro svolto nella passata stagione e vorremmo nella prossima consolidare alcuni aspetti gestionali. Sicuramente la passione non basta. Serve anche tanta dedizione e tanta professionalità. Ci siamo resi conto che ormai anche un’attività dilettantistica come la nostra richieda una gestione manageriale. Anche se siamo soddisfatti dei risultati ottenuti, il prossimo anno vogliamo raggiungere traguardi più ambiziosi e per questo ci siamo affidati ad un tecnico esperto come il ds Pietro Natalia. Vogliamo che i ragazzi si divertano senza tuttavia tralasciare quel sano senso di competizione che é l’anima dello sport. É una bella sfida. Il consiglio direttivo e tutto lo staff della Petriana é formato da persone motivate e appassionate che sapranno sicuramente contribuire alla realizzazione di questo progetto.

 

Pietro Natalia (Direttore Sportivo): “La Petriana è una società storica e ho accettato con grande entusiasmo questo incarico che mi dà la possibilità di impostare un lavoro fin dall’inizio, di collaborare con una dirigenza molto motivata e appassionata e di mettere la mia esperienza, passione e voglia di crescere, senza mai dimenticare l’umiltà. Per quanto riguarda le rose, dopo un periodo di osservazione delle squadre ho ritenuto di intervenire in modo più incisivo e massiccio su alcune (2001-2003-2004). Per altre (2000) invece ho ritenuto di fare pochissimi innesti per colmare alcune lacune. Per i 2002, invece, ho ritenuto importante ricompattare il gruppo che nel corso della passata stagione si era disgregato, ed aggiungere ovviamente nuovi elementi. La scelta dei mister, che sono tutti molto qualificati e motivati, è stata effettuata prediligendo persone che condividono con me e con la dirigenza gli stessi valori e la stessa motivazione. L’abbinamento dei mister a ciascuna squadra è stato effettuato in considerazione dell’obiettivo che ci siamo prefissati per ciascuna categoria. Per i 2002, per esempio, ho scelto il mister La Salvia, che ha una lunga esperienza, perché si tratta di un gruppo che ha bisogno di essere guidato nel vero senso della parola, e che deve ritrovare la voglia di divertirsi, perché in fondo il calcio è gioia; per i 2000 ho preferito il mister De Baggis giovane e molto preparato e che sono certo non avrà problemi ad inserirsi in un gruppo molto coeso, cresciuto sotto la guida di un solo allenatore che li ha tenuti per quasi 10 anni. Per i 2001 c’è mister Daniele Mosca, mister molto carismatico, con già alle sue spalle moltissimi successi e piazzamenti in ambito giovanile. Per i 2003 e i 2004, abbiamo rispettivamente mister Provenzano e mister Di Tella, che per le loro caratteristiche umane e tecniche, faranno da veri maestri di calcio ai ragazzi dei giovanissimi. Abbiamo inoltre ampliato lo staff includendo nuove figure professionali come il preparatore atletico Lorenzo Gori, il nutrizionista ed il fisioterapista. Possiamo avvalerci anche di un preparatore dei portieri molto qualificato, Alessandro Fontana, conosciutissimo nel nostro ambiente, anche come ex giocatore professionista. Stiamo valutando la possibilità di inserire anche un mental coach, perché crediamo nel fatto che il giusto approccio mentale possa dare un grande contributo al raggiungimento degli obiettivi agonistici della società oltre che aiutare i ragazzi nella crescita personale. La preparazione inizierà a fine agosto quando i ragazzi partiranno per i ritiri precampionato. Gli obiettivi per la prima volta nella sua storia la Petriana iscriverà quest’anno una squadra nella categoria juniores primavera. La scelta è motivata innanzi tutto dal voler mantenere un gruppo storico di ragazzi del 2000 che sono cresciuti nella scuola calcio Petriana e che quest’anno hanno centrato in pieno l’obiettivo che la società gli aveva dato ad inizio anno, ovvero di mantenere la categoria regionale e soprattutto per dare una continuità a chi esce dalla categoria Allievi. Per tutte le categorie, comunque, l’obiettivo è quello di creare una nuova mentalità Petriana, fatta di ragazzi, che quando indossano la maglia, devono capire, percepire, che è una maglia storica, da onorare e da portare nel pieno rispetto dei compagni e degli avversari. Il sogno nel cassetto è quello di arrivare tra un paio di anni ad avere una prima squadra, magari costituita proprio da quei ragazzi del settore giovanile che indosseranno questa storica maglia.”

 

Petriana, presentato lo staff societario e il parco allenatori per la stagione 2017-18

di Lorenzo Petrucci

Tempo di annunci in casa Petriana, con la società gialloblù che comunica i ranghi dirigenziali, allenatori, direttore sportivo e tecnici della stagione 2017-18 dalla Juniores Primavera fino ai Giovanissimi 2004.

PRESIDENTE POLISPORTIVA PETRIANA: Maurizio Zoffoli
DIRETTORE SPORTIVO: Pietro Natalia
DIRIGENZA SEZIONE CALCIO: Stefano Settimi e Massimo Galdi
ALLENATORE JUNIORES PRIMAVERA: Flavio De Baggis
ALLENATORE ALLIEVI REGIONALI 2001: Daniele Mosca
ALLENATORE ALLIEVI FASCIA B 2002: Mauro La Salvia
ALLENATORE GIOVANISSIMI REGIONALI 2003: Andres Provenzano
ALLENATORE GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B 2004: Emiliano Di Tella
PREPARATORE ATLETICO E COORDINATORE MOTORIO: Dottor Lorenzo Gori
PREPARATORE PORTIERI AGONISTICA: Alessandro Fontana

Di seguito le foto dell’organigramma completo:

 

Juniores Provinciali, Città di Cerveteri, Cerveteri, D’Acrì: “La squadra si sta comportando bene”

Il Città di Cerveteri ha iniziato con il piede giusto il campionato di Juniores Provinciali. La compagine allenata da Simone D’Acrì, dopo le prime due giornate, viaggia a punteggio pieno e nell’ultimo turno ha portato a casa il derby contro il CFC Cerveteri segnando la bellezza di 9 gol. Euforia, ma anche la consapevolezza di non perdere di vista l’obiettivo nelle parole dell’allenatore: “Ci stiamo comportando bene e dopo queste vittorie c’è molto entusiasmo, ma sia io che la società sappiamo quali sono gli obiettivi principali: migliorare il piazzamento della scorsa stagione e formare più ragazzi possibile per la prima squadra. Siamo sulla strada giusta, penso che i presupposti per lavorare bene ci siano tutti”. E sul campionato il mister si esprime così: “Per esperienza so che in questo tipo di competizioni si formeranno due gruppi, strada facendo. Sarà fondamentale non perdere punti contro determinate squadre”. Sabato prossimo il Cerveteri ospiterà la Nuova Aureliana ancora ferma a zero punti. D’Acrì non si fida e avverte i suoi ragazzi sul tipo di gara da preparare: “Mi hanno messo in guardia sui prossimi avversari, la Nuova Aureliana fa della fisicità la sua arma migliore. Sarà una partita da non sottovalutare”.