Archivi categoria: Juniores Regionali

Definiti i ruoli tecnici della Compagnia Portuale Civitavecchia: calcio a 11, a 5 e scuola calcio

Ufficio stampa Compagnia Portuale Civitavecchia

Definiti in larga scala i ruoli tecnici delle squadre portuali che parteciperanno alla stagione 2017/2018. Oltre a tante  riconferme frutto inequivocabile del buon lavoro fatto, o di un progetto che non può prescindere da un’annata storta, spicca l’innesto nel palinsesto dei tecnici del giocatore Manuele Blasi, a cui saranno affidati i bambini classe 2008 della scuola calcio portuale. Nelle giovanili entrano a far parte della famiglia CPC2005 Dalozzo e Carta a cui saranno affidati gli Allievi, e Fanciulli e Michele Presutti che si occuperanno dei Giovanissimi. Per quanto concerne il calcio a 5 la notizia dell’ultima ora è che Marco Dominici sarà coadiuvato nella conduzione tecnica da Fabrizio Nunzi, tecnico la cui esperienza ventennale  aggiungerà spessore e qualità in vista della stagione da affrontare.
Di seguito l’organigramma nello specifico:

Calcio a 11

Prima squadra, impegnata nel campionato di Promozione,  affidata a Massimo Castagnari coadiuvato da  Massimiliano Di Luca

Juniores Regionale affidata a Enrico Gallina
Allievi Provinciali affidati a  Luigi Dalozzo e Tommaso Carta
Giovanissimi Provinciali affidati a Mauro Fanciulli e Michele Presutti

Scuola Calcio

Direttore sportivo Scuola calcio: Pino de Fazi e Maurizio Forlini
Direttore tecnico scuola calcio: Piero forcella
-Scuola calcio Cat. 2006 affidata a Vincenzo Fiorentino e Fulvio Fiorentino
-Scuola calcio Cat. 2007 affidata a Piero Forcella e Daniele Mecozzi  
-Scuola calcio Cat. 2008 affidata a Manuele Blasi e Sandro Granati
-Scuola calcio Cat. 2009 affidata a Francesco Brancale e Giacomo La Rosa
-Scuola calcio Cat. 2010 affidata a Cristian Galardo e Mirko Adami
-Scuola calcio Cat. 2011 affidata a Massimo Moggi e Alessandro Pagliarini
-Scuola calcio Cat. 2012 affidata a Gianfranco Lancia e Michele Carannante
-Cat. 2013* affidata a Piero Forcella e Tiziano Ricci 

Dirigenti Accompagnatori

Armenio Vittorio (Mimmino), Edoardo Lanari, Antonello Catarinacci, Paolo Montani, Fabio Vanzetti, Francesco Tiselli, Massimiliano Dell’Anno, Alberto Marri e Alessandro Braccini

Calcio a 5

Prima squadra affidata a Marco Dominici coadiuvato da Fabrizio Nunzi
Under 21 affidata a Raffaella Termini coadiuvata da Alena La Rosa e Giulia Politi

Dirigenti 

Franco Petringa, Mauro Frola e Giuseppe Di Franco.

Quarta chiamata per Franceschi della CPC in vista del Roma Caput Mundi

Continua il percorso per Alessandro Franceschi nella rappresentativa Juniores Regionale della Lega Nazionale Dilettanti
in vista del prestigioso torneo internazionale “Roma Caput Mundi“.
L’atleta dopo aver risposto alle prime tre convocazioni di mister Ippoliti si presenterà domani, mercoledì 14 Dicembre 2016, alle ore 14.15 al campo” SUPERGA“ Via SUPERGA SNC CIAMPINO ROMA per una gara amichevole contro la POL. D. CITTA’ DI CIAMPINO (SERIE D ).
E’ inutile negare la soddisfazione della società e il riconoscimento all’atleta classe ’99 in forza alla CPC2005, che nonostante il periodo non felice sul fronte dei risultati della prima squadra, sta percorrendo la sua strada anche al di fuori delle mura di via della Cooperazione. Sintomo inequivocabile che si sta lavorando nella giusta maniera, e che manchi alla fine solo un pizzico di fortuna che si speri arrivi già da domenica in occasione della sedicesima giornata d’ Eccellenza.

Juniores Regionali, Aprilia: la squadra di Verardi pronta a sfidare la Vivace Grottaferrata

Quarta giornata di campionato in arrivo per la Juniores Regionale B, che sabato affronterà il Grottaferrata. Nell’ultima gara contro lo Sporting Roma, i ragazzi di mister Antonio Verardi hanno dimostrato di saper reagire alle difficoltà, visto che hanno rimontato ben due gol di svantaggio. Anche se il tecnico avrebbe preferito non subirli affatto: «C’è da rivedere qualcosa sull’approccio alla gara – ammette l’allenatore bianco-celeste -, perché abbiamo avuto troppe disattenzioni. Era la prima volta che andavamo sotto, la reazione del secondo tempo non può che meritare il mio apprezzamento. I ragazzi hanno anche sfiorato la vittoria, quindi non è stata una prestazione negativa. Anzi, abbiamo colto nuovi spunti di crescita».

Spunti che dovranno essere messi in pratica sin dalle prime battute della sfida di sabato, in modo da non dover rincorrere un’altra volta. La concentrazione, secondo mister Verardi, sarà la chiave della sfida di sabato: «Mi aspetto che i ragazzi scendano in campo con la giusta mentalità, quella che la scorsa settimana ci è mancata nella prima fase. Inoltre vorrei rivedere la squadra del secondo tempo. Ritmo ed intensità sono stati quelli giusti, è stata la miglior frazione di gioco disputata finora. Dobbiamo ripartire da questi due aspetti per continuare sul cammino positivo intrapreso in questo inizio di stagione».

(fonte: Massimo Pacetti – Addetto Stampa F.C. Aprilia)

Trofeo Tortora, la finale sarà Tor di Quinto-Savio, San Michele e Ladispoli ko

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Sarà Tor di Quinto – Savio la finale del Trofeo Tortora 2016. Per quanto riguarda i primi, dopo la sconfitta esterna per tre a uno contro il San Michele, è arrivato il rotondo successo in casa per cinque a zero contro la formazione pontina, marcatori di giornata Baldazzi dopo appena 5′ minuti di gioco, per poi dilagare nella ripresa con le doppiette di Nicolucci e D’Andrea.
Per quando riguarda invece il Savio, dopo il successo interno di pochi giorni prima per due a uno, quest’oggi si è dovuta accontentare del pareggio per uno a uno in casa del Ladispoli, che premia i blues che approdano all’atto conclusivo di questa competizione. A sbloccare il risultato i ragazzi di Mister Pucciarelli al quarto d’ora con Falcone prima del pareggio firmato a fine primo tempo da Pellicanò.
Ora appuntamento al prossimo 7 giugno quando Tor di Quinto e Savio si troveranno contro per la terza volta in questa stagione con in palio questa volta un trofeo che i rossoblù vorranno sicuramente difendere dopo il successo dello scorso anno.

Lupa Frascati, Salzano carica la Juniores: “Siamo stati superiori a tutti, ma domani dobbiamo confermarlo”

di Ufficio Stampa

Domani a Pomezia (ore 16) lo spareggio contro l’Anzio, i ragazzi di Fioranelli vogliono coronare il sogno: “Aver raggiunto l’Elite é già un gran traguardo – chiarisce il centrocampista – ma ci sarebbe grande rammarico se non riuscissimo a portare a casa la vittoria dopo aver disputato una stagione straordinaria. Dipende da noi”

Tutto in una partita. Non basta essere arrivati in testa col migliore attacco, la migliore difesa e la migliore media inglese, non basta aver ottenuto quattro punti sui sei disponibili nello scontro diretto. Per decidere la prima classificata del girone C del campionato Juniores Regionale, la Lupa Frascati dovrà “passare” per lo spareggio con l’Anzio, che ha chiuso in cima alla classifica a braccetto con i castellani. Si gioca al comunale di Pomezia domani, alle ore 16. Una sfida che probabilmente non cambierà la stagione, visto che i ragazzi di Fioranelli hanno già conquistato l’Elite, ma vincere o perdere, domani, farà ugualmente tutta la differenza del mondo.

“Siamo stati superiori a tutti e lo abbiamo dimostrato, ma non basta – spiega Davide Salzano – dovremo confermarci anche domani. Perché aver raggiunto l’Elite é già un gran traguardo, ma penso che ci sarebbe grande rammarico se non riuscissimo a portare a casa la vittoria dopo aver disputato una stagione straordinaria. Personalmente non ho giocato molto con la Juniores – aggiunge il centrocampista “prestato” di fatto dalla prima squadra, ma subito adottato da tutto il gruppo arancioamaranto – ma ho trovato un grande affiatamento, dei ragazzi straordinari e un mister che, oltre che bravo a livello di campo, è anche un grande uomo”.

“La squadra arriva carica e pronta a combattere su ogni pallone – continua Salzano – vogliamo coronare un sogno che all’inizio sembrava impossibile. Mi aspetto un avversario tosto, che si sarà rafforzato con qualche giovane della prima squadra ma non abbiamo paura di nessuno, dipende solo da noi”.

Per il centrocampista classe ’98 una stagione più che positiva tra Promozione e Juniores. Una stagione fatta di continuità, affidabilità e anche qualche gol nella speranza di poter rimpinguare il bottino domani. “Sono molto soddisfatto – conclude -. In prima squadra ho trovato un gran gruppo, dove i veterani erano pronti ad aiutarti con parole di conforto, e questo mi ha permesso di ambientarmi al meglio e fare bene. Con la Juniores sono stato accolto come parte della famiglia sia dal mister che dai compagni e questo mi ha dato la voglia di giocare ancora e di lottare insieme a loro, fino alla fine”.

Libertas Casilina, Ruperto: «Non siamo ancora salvi, servono due vittorie»

di Ufficio Stampa Libertas Casilina

La Juniores regionale della Libertas Casilina sta preparando il difficile match interno di sabato (calcio di inizio alle ore 15 al De Fonseca) contro la Vivace Grottaferrata, terza della classe. Un avversario che gode della stima del tecnico capitolino Francesco Ruperto secondo il quale «la Vivace è una squadra che gioca bene al calcio e ha un’ossatura proveniente dal campionato Allievi Elite della passata stagione. Sarà una sfida veramente tosta, ma noi spesso con le “big” del girone abbiamo fatto molto bene». Era una delle squadre di vertice anche la Lupa Frascati, avversario dell’ultimo turno che ha sconfitto 3-0 i ragazzi di Ruperto. «Una partita approcciata non nella maniera giusta – spiega l’allenatore -, forse è mancata la giusta voglia per fare risultato, ma comunque di fronte c’era un’ottima squadra che merita l’attuale secondo posto». Il tecnico entra un po’ più nel dettaglio della precedente gara disputata dai suoi ragazzi. «Nel primo tempo, dopo il vantaggio dei padroni di casa su un nostro errore difensivo, abbiamo costruito un paio di opportunità per pareggiare senza riuscire a concretizzarle. Poi nella ripresa abbiamo commesso altre due disattenzioni e le abbiamo pagate, ma come detto non abbiamo offerto la nostra migliore prestazione: venivamo da sette gare utili e forse anche dal punto di vista mentale le abbiamo un po’ pagate». Il giudizio di Ruperto sull’annata della Juniores regionale della Libertas Casilina non è totalmente roseo. «E’ vero che questo è un gruppo nuovo, ma a mio modo di vedere i ragazzi hanno potenzialità importanti e avrebbero potuto fare di più in questo campionato. In ogni caso, bisogna finire al meglio la stagione anche perché ci mancano due vittorie per dirci salvi: in special modo i ragazzi del ’97 e del ’98 devono dimostrare di meritare l’eventuale permanenza in prima squadra anche se è ancora presto per capire cosa accadrà il prossimo anno. Alcuni di questi elementi già sono entrati nel giro del gruppo della Promozione di mister Damiano Casarola, ma occorre dare sempre segnali sulla crescita sia individuale che collettiva».

Calcio Sezze, momento d’oro per la Juniores. Sabato scorso cerimonia in memoria di Daniele Morichini

Tra le formazioni impegnate nei campionati del settore giovanile rossoblu è sicuramente quella che sta regalando più soddisfazioni. Parliamo della Juniores allenata da Andrea Carconi, reduce da una serie di risultati positivi (il pareggio a Morolo contro una diretta concorrente per le zone alte della classifica e la vittoria schiacciante sabato scorso alle Fontanelle contro il Pontinia) e pronta ad affrontare sabato prossimo al Comunale di Borgo San Michele la capolista del girone D. I 13 punti di distanza tra i borghigiani e i rossoblu non illudono, ma Sezze ha tutte le intenzioni di far bene, come spiega il tecnico Andrea Carconi: “Siamo consapevoli di andare ad affrontare una squadra molto forte, soprattutto da un punto di vista mentale. Non si facciamo illusioni qualsiasi sia il risultato alla fine, ma noi abbiamo il dovere di andarcela a giocare perché il secondo posto è alla nostra portata e non vogliamo lasciarcelo sfuggire”. Una posizione che alla vigilia non era affatto preventivabile: “In effetti – spiega il tecnico della Juniores Regionale – credo di aver “spremuto” quanto più possibile i ragazzi. Ma sono soddisfatto perché le loro risposte sono state spesso molto positive. Abbiamo avuto dei momenti complicati, ma all’interno di una campionato possono starci”. Il lavoro del mister del Sezze si è incentrato soprattutto sull’aspetto caratteriale degli elementi che ha avuto a disposizione: “Sabato contro il Pontinia – sostiene Carconi – ne ho avuto la conferma. A prescindere dal fatto di essere consapevoli di affrontare una squadra più debole della nostra, i ragazzi hanno approcciato la gara con lo spirito giusto, lottando su ogni pallone e facendo un bagno di umiltà. Questo aspetto – conclude il tecnico rossoblu – mi fa molto piacere e credo che ognuno di noi sappia quanto sia importante arrivare almeno secondi nel girone e faremo di tutto per riuscirci”. Proprio prima della gara contro il Pontinia si è tenuta la commemorazione di Daniele Morichini, a quattro anni dalla sua tragica scomparsa. Un momento intenso e commovente per ricordare il grande amico della società scomparso nel 2012 a 43 anni mentre era impegnato in lavori nell’area portuale di Ravenna. Alla presenza del presidente Marco Gaeta, di diversi dirigenti societari e di amministratori locali (il sindaco Andrea Campoli, l’assessore Enzo Eramo e il consigliere Giovanbattista Giorgi) le squadre sono entrate in campo e si è tenuto uno scambio di targhe e di fiori, fino al lancio dei palloncini per ricordarlo nel migliore dei modi.

Juniores Regionali, successo di misura per la Vjs Velletri

 

di Arianna ESPOSITO

Vittoria in casa rossonera nel primo pomeriggio di sabato 20 febbraio presso lo stadio comunale di Velletri, che ha visto scendere in campo i ragazzi di mister Canini contro la formazione della Nuova Aureliana che incassa l’unico goal della giornata, che determina, d’altronde, il sorpasso definitivo. Un inizio che sembra essere totalmente a favore per la squadra avversaria che si avvicina con vantaggio alla difesa veliterna, entrando nella zona d’attacco e tentando invano di calciare il pallone lungo la rete. Situazione totalmente ribaltata nel corso dei primi dieci minuti di gioco, in cui i rossoneri pongono rimedio a questa corsa contro il tempo attraverso un calcio avvincente di De Marzi che centra egregiamente la rete. I rossoneri si avvicinano nuovamente alla porta per poter realizzare nuovi attacchi e tentare di raggiungere l’ennesimo punto che potrebbe costare il sorpasso definitivo sulla compagine romana, sebbene la difesa avversaria tenti portare il pallone nuovamente in gioco, allontanandola dalla zona altamente pericolosa. Giunti a metà del match il gioco si rende lentamente monotono, mancante di azioni concrete che possano ribaltare il punteggio a cui si è giunti fino adesso. I ragazzi della Nuova Aureliana non si arrendono, si avvicinano nuovamente lungo la rete, sebbene sia tutto vano, poiché la difesa veliterna porta nuovamente il pallone in gioco, a centro campo. Al 39’, giunti agli sgoccioli di questo primo tempo la formazione romana ottiene calcio di punizione e sfiora il goal del pareggio con un pallone che prende palo. Proprio nel corso degli ultimissimi minuti Piacentini tenta nuovamente un attacco, che purtroppo si rivela fallimentare, poiché sfiora lateralmente la rete. Un secondo tempo attende le due compagini, che ricaricano il proprio spirito nella seconda parte di questi secondi 45’, tentando a tutti i costi di realizzare il goal del sorpasso e del cambiamento di questo match. La Nuova Aureliana parte nuovamente all’attacco, al 14’ di gioco, con un ennesimo calcio fallimentare, che purtroppo sorvola la rete. Altra occasione per la formazione ospite attraverso calcio di punizione battuto da Pevarello che prende nuovamente il palo, sfiorando nuovamente il goal. Il gioco continua, ed entrambe le compagini tentano di porre rimedio a questa continua lotta per ottenere il risultato definitivo, tentando di ribaltare il gioco, affinché non ci sia una sconfitta definitiva; per tale motivo entrambe le formazioni si avvicinano lungo le rispettive reti tentando di realizzare il maggior numero d’attacchi. Con un netto sorpasso ed una vittoria definitiva dei rossoneri si conclude questa giornata di campionato, alquanto monotona.

IL TABELLINO

JUNIORES REGIONALI

VJS VELLETRI – NUOVA AURELIANA 1- 0

MARCATORI De Marzi 13’pt (V)

VJS VELLETRI Florio, Amato, Massaccesi, Hassini Iannicello, Salvoni, Erpini, Giorgi (42’st Falascina), Sorrentino (32’st Bergantini), De Marzi, Gentili (18’st Ruta) PANCHINA Silvestri, Castagna ALLENATORE Canini

NUOVA AURELIANA Di Carmine, Piacentini, Bottan, Cervellini, Bernardo, Egidi, Trimboli, Romano (32’st Schirru), Francoti (17’st Lordani), Pevarello, Martini  PANCHINA Ceran, Ceran, Serbini, Mazzani ALLENATORE Cuttiga.

ARBITRO Geca di Frosinone

NOTE Ammoniti Bottan. Angoli 5 – 2.

Morolo Calcio: il programma del fine settimana dalla Prima Squadra al Settore Giovanile

Le compagini del Morolo Calcio tornano in campo nel prossimo weekend. La Prima Squadra, dopo il rinvio della gara con il Roccasecca domenica scorsa per impraticabilità, farà visita al Minturnomarina. I ragazzi di mister Emiliano Adinolfi cercano tre punti per continuare la striscia di risultati positivi. Al ‘Caracciolo Carafa’ dirigerà Federico Pontone di Cassino, coadiuvato dagli assistenti Sara Canale e Alessandro De Lorenzo. La Juniores guidata da mister Norberto Di Pofi ospiterà il Sezze al ‘Nando Marocco’. Impegno casalingo anche per gli Allievi Provinciali di mister Giulio D’Alessandris al cospetto del Pileum. I Giovanissimi Provinciali di Giorgio Santarelli, infine, affronteranno l’Alatri.

Riepilogo partite del fine settimana:

– Minturnomarina – Morolo (Eccellenza Girone B);

– Morolo – Sezze (Juniores Regionali Girone D);

– Morolo – Pileum (Allievi Provinciali Girone A);

– Morolo – Alatri (Giovanissimi Provinciali Girone A)

Lupa Frascati, la Juniores Regionale cerca il pokerissimo sul campo della Vjs Velletri

Poker al Passo Corese, poker di partite vinte consecutivamente, mettendo dentro anche il successo a tavolino sul Palestrina. Se non è una completa ripresa, quella della Juniores Regionale, chiamiamola almeno convalescenza. Perché i ragazzi di Fioranelli, dopo aver passato tre settimane da incubo tra novembre e dicembre, adesso si sono rimessi in carreggiata tornando a far sentire il fiato sul collo alle battistrada. Troppo lontano l’Anzio, che ha messo a segno una piccola fuga sul resto del gruppo. Ma le altre sono tutte lì, in quei quattro punti che separano la seconda dalla sesta in graduatoria. E la Lupa vuole provare ad emergere, a fare ciò di cui è capace ma il destino, come si suol dire, è proprio nelle mani di Cesaroni e compagni.

“In queste ultime partite abbiamo fatto quello che dovevamo fare, il minimo indispensabile – dichiara il capitano -. Abbiamo battuto le ultime tre in classifica e non abbiamo giocato contro il Palestrina, ritiratosi dal campionato. Sicuramente abbiamo ritrovato la fiducia nel gruppo e in noi stessi, ma andiamo avanti un passo alla volta. La classifica abbiamo smesso di guardarla dopo la sconfitta con l’Agora, per ora pensiamo solo a fare bene e a dare il massimo ogni partita, il nostro obiettivo è questo. Le somme, poi, le tireremo alla fine”.

Sarà ma il piccolo rammarico, al momento, è vedere ai primi tre posti formazioni contro cui la Lupa ha ottenuto ben sette punti, segnando sette reti e subendone solo una. Dati che evidenziano come la differenza, spesso, la facciano mentalità e atteggiamento.

“Probabilmente è una questione di testa – continua Cesaroni – ma è anche vero che in questo campionato, in questo girone in particolare, si può vincere o perdere con chiunque. Basta vedere i risultati dell’ultima giornata, col Lariano in zona play out che è andato a battere 3-1 il De Rossi che ha i nostri stessi punti. Non ci sono partite scontate, non ci sono pronostici sicuri: bisogna scendere in campo e giocare ogni sabato come fosse una finale, a prescindere dall’avversario”.

E quello di domani, sul campo della Vjs Velletri, sarà un altro esame per capire se i frascatani possono davvero ambire al definitivo salto di qualità. “Una sfida fondamentale – conclude Cesaroni – che dobbiamo sfruttare per chiudere nel migliore dei modi il girone di andata, trovare continuità e acquisire la carica giusta per le tre partite successive, importanti e complicatissime (Grottaferrata, Anzio e De Rossi, ndr). Affronteremo la gara con lo stesso spirito di sempre, con la voglia di vincere e di fare bene”. E dovrebbe essere (il condizionale è d’obbligo) una Lupa Frascati al completo. Fattore anche questo fondamentale visto che spesso, in questa prima metà di campionato, cartellini, squalifiche e infortuni hanno finito per condizionare il rendimento dell’undici di Fioranelli.

Ufficio Stampa