Archivi categoria: Primavera

Frosinone Primavera, ecco i primi tre punti: 3-2 sul campo di Avellino

di Andrea Pontone
(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Non solo la prima squadra: anche il Frosinone Primavera spicca il volo e vive un sabato pomeriggio da sogno.
Ad Avellino contro i padroni di casa la squadra di D’Antoni s’impone con un emozionante 3-2. In vantaggio con le reti di Simonelli e Mastrantonio, i giallazzurri sono stati in seguito rimontati dagli irpini fino al parziale di 2-2.
A siglare il risultato definitivo ci ha pensato il giovane Errico, che con grande personalità ha trasformato dagli undici metri un calcio di rigore alquanto significativo.
Vittoria che regala i primi tre punti ai giovani canarini, reduci dalla sfortunata sconfitta casalinga contro il Cagliari.
Appuntamento alla prossima sfida, a Ferentino, con l’Ascoli.

PRIMAVERA 2

AVELLINO – FROSINONE 2 – 3 

MARCATORI 12′pt Simonelli (F), 25′pt Mastrantonio (F), 30’pt Mentana (A), 17′st rig. Errico (F), 30′st Evangelista (A)
AVELLINO Pozzi, Barzaghi, Carbonelli, Buonocore, Granata, Karas, Tascone (Paolella), Miranda (Caronte), Mentana (Dari), Evangelista, Solazzo PANCHINA Pizzella, Marciano, Alvaro, Aviani, Sabatino, Chianese, Frattolillo, Siciliano, Girasole ALLENATORE Iandolo
FROSINONE Palombo, Cococcia, Esposito, Tarasco, Mastrantonio, Centra, Obleac (Verde), Gori (Capogna), Mastromattei, Errico, Simonelli (Persichini) PANCHINA Marciano, Cerroni, Alfonsetti, Mancini ALLENATORE D’antoni
ARBITRO Garofalo di Torre del Greco
NOTE Ammoniti Mastromattei (F), Karas (A)

 

Primavera 1, Roma bene ma non benissimo, col Sassuolo finisce in pareggio

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Poteva essere la seconda vittoria di fila in campionato per la Roma Primavera passata in vantaggio grazie al gol di Corlu ad inizio ripresa ma il pari di Rizzi a 5’ minuti dal termina divide la posta in palio col punteggio finale di 1 a 1.
Risultato giusto tutto sommato, per due squadre che hanno giocato alla pari rischiando poco e principalmente annullandosi a vicenda con la Roma che ai punti forse avrebbe meritato qualcosa di più per le occasioni create rispetto al Sassuolo.

FORMAZIONI: Nella Roma il Tecnico De Rossi, dopo le fatiche di coppa in Youth League contro l’Atletico Madrid, adotta un ampio turnover con Greco che trova spazio tra i pali, il romeno Trusescu che sull’out mancino vince il ballottaggio su Semerato e la prima da titolare per Riccardi.
Sassuolo invece fa a meno di due ex giallorossi come Frattesi e Scamacca affidando tutto il peso offensivo a Raspadori a favorire gli inserimenti dei centrocampisti.

 

PRIMO TEMPO Inizia la partita e la sorte non sorride subito alla Roma, costretta a fare a meno dopo nemmeno un minuto di Ganea uscito per infortunio.
In avvio i ritmi non sono alti, con una fase di stallo nel gioco segno, bisogna infatti attendere il 20’ per assistere alla prima azione della giornata, Corlu dal vertice destro area di rigore avversaria calcia a giro di poco a lato del palo più lontano.
La Roma cresce col passare dei minuti ma alla mezz’ora non si registra ancora il primo tiro in porta.
Il Sassuolo non vuole essere da meno e si vede due giri di lancette più tardi con una conclusione di Pierini che dal lato sinistro si accentra e tira in porta con Greco che respinge con i pugni.
Pierini sembra avere il piedi calco e ci prova nuovamente al 37’, questa volta su calcio di punizione dai venti metri, questa volta però la conclusione è imprecisa terminando ampiamente alta sopra la traversa
Prima dell’intervallo bell’uno due Masangu-Marcucci, col primo che entrato in area lancia a tu per tu con Satalino il compagno di squadra che però non trova il tempo di calciare in rete complice anche l’uscita tempestiva del portiere del Sassuolo.

SECONDO TEMPO: Pronti via secondo tempo e subito occasione d’oro per il Sassuolo di passare in vantaggio, Pierini in area spalle alla porta controlla si gira e calcia in porta all’altezza del dischetto Greco è battuto ma Ciavattini salva la porta con un intervento sulla linea.
Sembra essere partito meglio il Sassuolo, ma a passare in vantaggio è la Roma che al 5’st sblocca il punteggio con Marcucci che sull’out mancino lancia Corlu che incrocia e manda la palla all’angolo basso opposto per l’uno a zero.
Due minuti più tardi Roma avrebbe anche l’occasione di mettere la partita su binari ancora più favorevoli con Corlu che appoggia per Celar ma Satalino evita il raddoppio giallorosso con un intervento reattivo.
Attutito il colpo, il Sassuolo riorganizza le idee e prova ad uscire con Pierini, uno dei migliori e più propositivi, che al 10’ ci prova direttamente da calcio di punizione dai venti metri, il tiro centra lo specchio della porta ma centrale è facile presa di Greco.
Il tecnico del Sassuolo, Tufano, al quarto d’ora ridisegna la squadra con l’inserimento di Aurelio, l’ex Tor di Quinto si schiera sulla fascia destra col chiaro intento di arricchire il peso d’attacco.
La partite dice però ancora Roma che al 25’ si fa vedere con un tiro a giro dalla destra di Valeau che sfila di un soffio a lato del palo alla destra di Satalino.
Il Sassuolo, ridisegnato in campo, trova nuova linfa e crea con maggiore facilità azioni offensive. Al 28’ dal limite è ancora Pierini a scaldare i guantoni a Greco.
L’azione precedente è un campanello d’allarme rispetto a quello che accade al 39’ quando il Sassuolo trova il pari con Pierini che su cross da calcio d’angolo di Rizzi, svetta più in alto di tutti e pareggia i conti.
La Roma ci prova fino alla fine a riportarsi in vantaggio ma i tentativi di Kastrati e di Meadows, entrambi salvati da Satalino, conservano il punteggio finale di 1 a 1.

 

PRIMAVERA 1 

ROMA – SASSUOLO 1 – 1

MARCATORI 6’st Corlu (R), 39’st Rizzi (S)
ROMA Greco, Kastrati, Ciavattini (C), Cargnelutti, Truşescu, Masangu (20’st Valeau), Marcucci, Riccardi, Corlu (35’st Meadows), Ganea (3’pt Celar), Antonucci PANCHINA Zamarion, Ciofi, Bouah, Semeraro, Cappa, Keba Coly, Besuijen, Sdaigui, Pezzella ALLENATORE De Rossi
SASSUOLO Satalino, Kwabena (15’st Aurelio), Pilati, Piacentini, Celia, Cipolla, Ghion, Viero (41’st Ahmetaj), Kolaj (30’st Rizzi), Raspadori, Pierini (C) PANCHINA Fasolino, Ferraresi, Diaw, Amadio, Pisciscelli, Mattezzoli, Vlas, Porrini ALLENATORE Tufano
ARBITRO Feliciani di Teramo
ASSISTENTI Ruggieri di Pescara e Sante Marinenza di L’Aquila
NOTE AmmonitiCelia (S), Ciavattini (R) Angoli 11 – 4 Rec. 3’pt – 0’st.

Doppio colpo della Viterbese, in arrivo Di Meo e Garofalo per la Berretti

di Lorenzo Petrucci

Doppio colpo per il settore giovanile della Viterbese Castrense, col Direttore Generale Alessio Accetta che a ridosso dell’inizio della prima giornata del campionato Berretti piazza due acquisti per il tecnico Ciancolini tesserando Giuseppe Di Meo e Alessio Garofalo.
Il primo classe 2000 centrocampista moderno bravo a mescolare qualità e quantità in mezzo al campo e dotato anche di un buon fisico proviene dalla Salernitana.
Il secondo, anche lui classe 2000, è invece un esterno (basso o alto) ambidestro ex Under 17 del Trapani che nella scorsa stagione ha avuto anche alcune apparizioni da sotto età con la formazione Primavera.
Due nuovi acquisti di qualità che potranno dare un’importante mano alla Berretti fin dalla prima giornata di campionato contro la Reggiana.

Esordio amaro per la Roma Primavera in Youth League, l’Atletico Madrid vince 2-1

di Lorenzo Petrucci
(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Esordio amaro per la Roma Primavera nella Youth League che perde per due a uno in casa al “Tre Fontane” contro l’Atletico Madrid. Giallorossi che, nonostante la sconfitta, escono a testa alta perché contro un avversario temibile come i Colchoneros hanno giocato un buon calcio.
Da cancellare solo la parte centrale del secondo tempo, tra il 18’ e il 25’, quando l’Atletico Madrid ha colpito e trovato in pochi minuti due gol. Inutile il gol segnato da Masangu poco oltre la mezz’ora che ha riaperto la partita e portato la Roma a sfiorare il pari nel finire di gara ma che non ha permesso ai giallorossi di agguantare il due a due.
Tanto rammarico perché Roma e Atletico Madrid hanno davvero giocato alla pari ma gli spagnoli si sono dimostrati più cinici a materializzare in gol le poche se non sole occasioni avute.
La partita è stata subito accesa fin dai primi istanti, con le due squadre a rispondersi colpo su colpo.
Al 20’ la chance è molto ghiotta perché Cragnelutti dalla trequarti prende la mira e calcia direttamente in porta che non centra per pochi centimetri l’incrocio dei pali.
L’Atletico però non è da meno e poco prima della mezz’ora si fa vedere con Juan Aguero, uno dei giocatori più pericolosi nella formazione spagnola, che dal limite si libera della marcatura di destro calcia di poco alto sopra la traversa. L’attaccante biancorosso ha il piede caldo e nel finale di primo tempo sfiora di nuovo il gol su calcio d’angolo.
Con il rientro delle squadre nel secondo tempo il primo tentativo è della Roma con Antonucci che prova a sorprendere il portiere dell’Atletico che però è attento e non si lascia battere.
I due allenatori si rendono conto che per spezzare l’equilibrio servono forze dalla panchina ed proprio un neo entrato a regalare all’Atletico il vantaggio al 18’, dopo pochi istanti dal suo ingresso, Salido di destro dal limite insacca in rete per l’uno a zero per gli spagnoli.
Piove sul bagnato per la Roma perché al 25′, nemmeno il tempo di riordinare le idee, su azione di calcio d’angolo, Navarro in azione confusionaria in area giallorossa realizza il raddoppio.
La Roma però non si butta giù, anzi riordinare le idee e al 32’ Masangu riapre il discorso capitalizzando in rete di testa un cross di Marcucci da calcio d’angolo.
La Roma attacca cercando il pari che sfiora a più riprese come con Riccardi che in diagonale sfiora davvero di un nulla il centro.
L’ultima occasione e al 42’ quando Besujien tenta la sforbiciata con Dos Santos che compie un vero e proprio miracolo e salva il risultato che favorisce l’Atletico Madrid che vince per due a uno.

YOUTH LEAGUE

ROMA – ATLETICO MADRID 1 – 2

MARCATORI 18’st Salido (A), 25’st Navarro (A), 32’stMasangu  (R)
ROMA Romagnoli, Bouah, Semeraro (24’st Riccardi), Cargnelutti, Ciavattini, Marcucci, Meadows (10’st Masangu), Valeu, Celar, Antonucci, Cappa (9’st Besuijen) PANCHINA Pagliarini, Kastrati, Trusescu, Ganea ALLENATORE De Rossi
ATLETICOMADRID Dos Santos, Isaac, Montero, Punal, Aliaga, Carro, Aguero (18’st Salido), Moya, Navarro (30’st Garcia), Clemente, Ferni (13’st Munoz) PANCHINA Paredes, Campuzano, Andy, Riquelme ALLENATORE Cano
ARBITRO Obrenovic (Slovenia)
ASSISTENTI Kordez e Pospeh (Slovenia)
NOTE Ammoniti Aliaga, Montero, Moya Angoli 3 – 5 Rec. 1’pt – 4’st.

Lo Studio Ricca rende ufficiale la firma dell’ex Tor Tre Teste Matteo Melucci al Bisceglie

di Lorenzo Petrucci

Non si ferma il mercato del Bisceglie calcio che arricchisce ulteriormente il pacchetto offensivo della propria selezione Berretti tesserando dalla Tor Tre Teste  il classe 2000 Matteo Melucci.
Attaccante moderno seconda punta bravo nel sapersi muovere su tutto il fronte d’attacco, giocatore rapido sotto porta tanto da essere  stato spesso convocato nello scorso campionato da sotto età con la Juniores elite di Mister Damiano Buffa con la quale ha raggiunto i play off, oltre a giocare la finale regionale con la propria categoria, gli Allievi elite di Mister Emiliano Corsi.
Assistito dallo Studio Legale Ricca di Brescia, nel corso dell’estate è stato ambito da diverse squadre di livello professionistico sbarcando alla fine a Bisceglie dove farà parte della formazione Berretti allenata dal tecnico Moncelli felice di accogliere un giocatore di qualità in avanti.

Il Frosinone Primavera fallisce l’esordio: il Cagliari passa 2-0 a Ferentino

di Andrea Pontone
(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Il debutto in campionato del Frosinone Primavera si tramuta in una sconfitta: il Cagliari passa alla “Città dello Sport”, vincendo per 2-0 grazie alle reti dei giovani Gagliano (13′) e Dervishi (88′).
I sardi partono subito all’attacco, trovando il gol del vantaggio dopo neanche un quarto d’ora dal fischio d’inizio.
Il Frosinone ha la chance di pareggiare con Natalucci, che vede le streghe al 34′ sprecando un’invitante palla-gol. Gli ospiti impostano il gioco sul possesso palla, prima di firmare la rete del k.o. ciociaro a pochi minuti dalla fine dell’incontro.

IL TABELLINO:

FROSINONE (4-3-3): Palombo; Cococcia, Verde, Centra, Capogna; Gori (34′ st Alfonsetti), Mastrantonio, Errico; Natalucci (1′ st Obleac), Mastromattei (19′ st Mancini), Origlia. A disposizione: Marcianò, Cerroni, Moretti, Persichini. Allenatore: D’Antoni. CAGLIARI (4-3-3): Daga, Kouadio Christ, Pitzalis, Molberg, Tetteh, Sanna, Colarieti (10′ st Ladinetti), Porcheddu, Gagliano (44′ st Camba), Mastromarino (28′ st Dervishi), Doratiotto R.. A disposizione: Cabras, Porru, Cadili, Doratiotto F. Allenatore: Canzi. Arbitro: sig. Davide Moriconi di Roma 2;
Assistenti Francesca Di Monte di Chieti e Giulio Basile di Chieti. Marcatore: 12′ pt Gagliano, 44′ st Dervishi.
Note: spettatori 200 circa; in tribuna Massimo Piscedda, selezionatore della B Italia e della Nazionale Universitaria; angoli: 6-5 per il Cagliari; ammoniti: 20′ pt Origlia; recuperi: 1′ pt; 3′ st.

Primavera 1, buona la prima per la Roma, piegata in trasferta l’Hellas Verona per 2-1

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Buona la prima per la Roma Primavera. Meglio non si potrebbe dire per la formazione di Mister De Rossi alla quindicesima stagione alla guida dell’U19 giallorossa e alla vigilia del personale compleanno.
Non che non sia stata una vittoria sofferta per la Roma quella ottenuta nell’anticipo della prima giornata di campionato in trasferta contro l’Hellas Verona, con i padroni di casa bravi a più riprese a tenere in scacco la difesa giallorossa con una partita in bilico fino agli ultimi istanti.

FORMAZIONI Hellas Verona si schiera “ad albero di Natale” con Dentale pericoloso sulla trequarti pronto a pungere tra le linee. Roma che invece, per gran parte nuova, si schiera con un 4-3-3 con Keba e Kastrati indisponibili così a trovare posto c’è nel ruolo di terzino destro il classe 2001 Bouah.

PRIMO TEMPO Subito pressing alto dell’Hellas che parte forte dimostrandosi pericolosa col tridente offensivo, Roma che invece inizialmente lascia il pallino del gioco ai gialloblù.
Gara che si accende in particolare sulle corsie laterali del campo, con le vie centrali molto intasate.
Roma che sblocca il punteggio al 25’. Cross dalla trequarti sinistra di Antonucci per Celar che da rapace d’area in area anticipa di testa il portiere avversario e la piazza in rete per l’uno a zero.
Primo gol ufficiale in maglia giallorossa per Celar e primo gol in assoluto del campionato Primavera.
Reazione del Verona alla mezz’ora con Tupta che dai venti metri controlla, si gira e calcia in porta con Romagnoli che blocca centralmente.
Raddoppio della Roma arriva al 39’. Punizione di Marcucci sempre dalla trequarti mancina, leggera deviazione di un giocatore gialloblù che favorisce Cragnelutti che sotto porta schiaccia in rete di testa per il due a zero.
Un gol importante per Cragnelutti reduce dal prestito dello scorso anno a Torino ma da un infortunio che l’ha tenuto ai box per quasi tutta la passata stagione.

SECONDO TEMPO Subito doppio cambio per l’Hellas, escono Cherubin e Aloisi per Saveljevs e Amayah.
E’ proprio uno dei cambi, Amayah a segnare al 9’ il gol del due a uno che riapre il discorso. Su un cross basso da calcio d’angolo il giocatore del Verona è il più lesto di tutti su un duplice tentativo prima colpisce la traversa e poi insacca in rete.
L’Hellas spinge e un minuto più tardi con Dentale ha una ghiotta chance concludendo però ampiamente alto sopra la traversa.
Il Verona continua ad attaccare e crede nel pareggio, ma la Roma non è da meno e al 23’ sfiora il tris con Nigretti che rischia l’autogol su un retropassaggio di testa al proprio portiere costretto a un non facile intervento.
Poco prima della mezz’ora punizione insidiosa del Verona battuta dai venti metri da Danzi che sorvola la barriera con Romagnoli che blocca in due tempi.
Roma che quindi espugna il campo dell’Hellas Verona vincendo per due a uno in attesa di un altro debutto stagionale in Youth League contro l’Atletico Madrid martedì in casa al Tre Fontane.

 

 

HELLAS VERONA – ROMA 1 – 2 

MARCATORI 25’pt Celar (R), 39’pt Cargnelutti (R), 9’st Amayah (H)

HELLAS VERONA Bianchi, Nigretti, Baniya, Kumbulla, Corradini, Dentale (38’st Fiumicetti), Danzi (C), Cherubin (1’st Saveljevs), Stefanec, Aloisi (1’st Amayah), Tupta PANCHINA Borghetto, Galazzini, Tedesco, Righetti, Perazzolo, Peretti, Ansah ALLENATORE Porta
ROMA Romagnoli, Bouah (20’st Masangu), Ciavattini (C), Cargnelutti, Truseşcu, Meadows, Marcucci, Valeau, Corlu (28’st Ganea), Celar, Antonucci (42’st Riccardi) PANCHINA Greco, Ciofi, Diallo Ba, Semeraro, Pezzella, Petrungaro, Cappa ALLENATORE De Rossi
ARBITRO Marini di Trieste
ASSISTENTI Tribelli di Castelfranco Veneto e Elkhayr di Conegliano
NOTE Ammoniti Corradini (H), Marcucci (R), Aloisi (H), Kumbulla (H), Baniya (H) Angoli 9 – 5 Rec. 0’pt – 3’st.