Archivi categoria: Scuola Calcio

Liberi di giocare: un successo l’evento “La genitorialità nello sport” organizzato dal Passo Corese

Di Ufficio Stampa S.S. Passo Corese

Si è svolto Venerdì 15 Febbraio l’evento La Genitorialità nello sport presso l’Aula Magna dell’Istituto Aldo Moro di Passo Corese, davanti a numerosi partecipanti che hanno potuto ascoltare gli interventi dei relatori Aldo Grauso, Psicologo dello sport e Claudio Ferri, Responsabile del Settore Giovanile e Scolastico FIGC.

Al centro una tematica molto importante e strettamente attuale come il rapporto tra istruttore, bambini e famiglie. Obiettivo dell’incontro era sensibilizzare, informare e confrontarsi su un aspetto che spesso si trasforma in problematica e che ricade, purtroppo, sui giovanissimi atleti.

L’apertura dei lavori è stata affidata ai “padroni di casa” e organizzatori dell’evento Fabrizio Vollera, Presidente della Società Sportiva Passo Corese e Riccardo Menichini (Responsabile Comunicazione), alla presenza del DT Sabino Fioravanti, uno dei promotori dell’incontro.

Ha esordito così il Presidente Vollera: “Grazie a tutti per la partecipazione. Ci fa molto piacere come Società perché tenevamo a questo evento. L’obiettivo è fare informazione per provare tutti insieme a cambiare la mentalità e soprattutto migliorarci come persone e come Società”.

Si è entrati nel vivo con l’intervento del Prof. Aldo Grauso, docente presso l’Università Niccolò Cusano, Membro della Commissione medico-scientifica della Lega B e psicologo sportivo della Commissione medico-sanitaria della LND. Diversi i temi toccati: L’influenza del genitore sulla formazione del proprio figlio, il ruolo di educatore dell’allenatore di calcio, la visione e il ruolo della famiglia e della Società Sportiva, le ambizioni dei genitori e quella dei loro figli, le esperienze positive e negative, la capacità di educare alla sconfitta e alla vittoria. I comportamenti, gli atteggiamenti e gli insegnamenti. Tutti temi affrontati ed esplicitati per arrivare ad una unica importante conclusione: è necessario lasciar liberi di crescere, imparare, sbagliare e divertirsi i nostri bambini. Tutto fa parte del loro personale e soggettivo percorso di crescita.

Queste le parole del Dott. Grauso: “Spesso assistiamo ad una eccessiva presenza dei genitori che porta di conseguenza ad una particolare pressione dei genitori. Spesso si sottovalutano i danni che le famiglie possono fare senza volerlo e per troppa attenzione verso i loro figlio. Da un punto di vista psicologico e relazionale i genitori possono essere funzionali e/o disfunzionali rispetto i figli nel contesto sportivo. In particolare la categoria più a rischio è quella degli Esordienti, ovvero il passaggio da Scuola Calcio ad Agonistica. È necessario trovare il giusto equilibrio. Non servono chissà quali strumenti, bisogna sperimentare, apprendere e raggiungere un punto di incontro. “Disinteressarsi” il più possibile dal punto di
vista tecnico – sportivo del proprio figlio paradossalmente è la cosa migliore”.

Un confronto che poi è proseguito con l’intervento del Responsabile SGS FIGC Ferri: “Partiamo dai numeri: 6.500 circa sono gli incontri di attività di base a settimana nel Lazio, pensate quindi che movimento in termini di famiglie, atleti, società e addetti ai lavori. Dobbiamo prendere coscienza della dimensione e dei numeri e della pressione di cui parlava il Dott. Grauso che spesso può scatenare violenza in campo e sulle tribune. Il ruolo del genitore è essenziale. È necessario, quasi un obbligo, che il papà, la mamma o il nonno che siede in tribuna abbia il giusto coinvolgimento emotivo, che sia selettivo e razionale nei commenti e nel vivere la partita o ancor di più le aspettative, ambizioni e sogni dei figli. Pensate che un ragazzo su 50.000 diviene calciatore professionista, quindi lasciamoli in pace e liberi di divertirsi. Riponiamo nel cassetto le nostre ambizioni e le aspettative. Lavoriamo a stretto contatto per far crescere ed educare i ragazzi attraverso lo sport. Basta con l’esasperazione del risultato, colpe, sconfitte che producono effetti negativi sulla serenità di che scende in campo e quindi del gioco del calcio. È inutile che noi come genitori sbraitiamo dalla tribuna, non è la soluzione sicuramente migliore. Le indicazioni date fuori dal campo mentre si gioca vi assicuro che non arrivano, quindi motivo in più per lasciarli giocare. Dobbiamo essere più realistici e a fine gara dobbiamo chiudere “Ti sei divertito?”. Questo è ciò che conta e nulla più. Dobbiamo pedalare tutti dalla stessa parte. Il genitore consapevole è uno strumento di formazione ideale della personalità”.

Queste sono solo alcune considerazioni estrapolate dal convegno ma sicuramente le più importanti, dirette e chiare. Informare, sensibilizzare e responsabilizzare, questo era l’obiettivo del Passo Corese per inviare ancora una volta il messaggio alle famiglie: Cari genitori, lasciateci giocare!

La genitorialità nello sport: il Passo Corese cerca un’alleanza educativa tra istruttore, bambino e genitori

Di Ufficio Stampa S.S. Passo Corese

“Una Società ben strutturata e solida deve poter contare su un particolare equilibro fra le parti o meglio fra i diversi ruoli. Ognuno deve conoscere le proprie responsabilità, la propria importanza e deve “giocare” la sua parte senza interferire in quella degli altri protagonisti. È bene creare una alleanza educativa fra Società, genitori, istruttori e bambino. Su questa premessa abbiamo voluto organizzare questo evento per noi importante, essenziale al quale spero possano partecipare numerose persone.”

Questa la premessa di Sabino Fioravanti, Direttore Tecnico del Passo Corese che anticipa l’evento che si svolgerà domani presso l’Aula Magna dell’Istituto Aldo Moro di Passo Corese (Fara in Sabina) a partire dalle ore 17.30.

Due i relatori che si alterneranno sul palco. Il Dott. Aldo Grauso, Psicologo dello Sport, docente presso l’Università Niccolò Cusano, Membro della Commissione medico-scientifica della Lega B e psicologo sportivo della Commissione medico-sanitaria della LND, e Claudio Ferri, Responsabile attività scolastica FIGC SGS Lazio. L’apertura dei lavori e i saluti saranno affidati al Presidente S.S. Passo Corese Fabrizio Vollera e al Direttore Tecnico del club coresino Sabino Fioravanti.

Un evento completamente gratuito di rilevanza non solo sportiva, ma educativa e sociale.

Ufficiale l’accordo: la Virtus Bracciano diventa polo tecnico della S.S. Lazio

A partire dalla stagione sportiva 2018/2019 la Virtus Bracciano sarà un polo tecnico della S.S. Lazio. Il contratto firmato dai due Presidenti rappresenta un passaggio storico per la società lacustre, che guarda al futuro dando nuovo slancio al percorso di crescita del proprio settore giovanile.




Continua la lettura di Ufficiale l’accordo: la Virtus Bracciano diventa polo tecnico della S.S. Lazio

Petriana: l’intervista al responsabile della Scuola Calcio, Antonio Martino

Di Paride Roncaglia

Di seguito l’intervista ad Antonio Martino nuovo responsabile della scuola Calcio Petriana. Martino è allenatore UEFA B, porta con sé anni di esperienza come mister e come coordinatore di scuola calcio.




Continua la lettura di Petriana: l’intervista al responsabile della Scuola Calcio, Antonio Martino

Città di Zagarolo, Minelli nuovo responsabile della Scuola Calcio

Un volto già noto per dirigere il settore scolastico: la dirigenza zagarolese ha presentato lunedì Giordano Minelli, responsabile della scuola calcio del Città di Zagarolo per la stagione 2018/2019.




Continua la lettura di Città di Zagarolo, Minelli nuovo responsabile della Scuola Calcio