Un’ottima Volley Team Monterotondo cade al tie break contro Dream Team

Alla fine si è arresa la Volley Team Monterotondo, in una gara al cardiopalma vinta al tie break da Dream Team Roma. Quella giocata alla palestra del liceo G. Peano è stata una grande partita: una battaglia sportiva, entusiasmante e all’insegna della correttezza per tutti e 5 i set. Recrimina però la Volley Team, rea di non aver dato il colpo di grazia al momento giusto (sopra 2-1 e con la possibilità di vincere il 4° set) ad una squadra forte, costruita per mantenersi stabilmente ai piani alti della classifica. I ragazzi di mister Guglielmi giocano comunque un’ottima partita per intensità e voglia di far bene, in un esordio casalingo in Serie C accompagnato dal grande calore del pubblico di Monterotondo.

UN SET PER PARTE – Gli ospiti sono caccia di riscatto dopo il pesante 3-0 subito contro Roma 12 nella prima giornata. E si vede fin dalle prime battute. Guglielmi conferma il sestetto che ha battuto Volley Prati all’esordio: Marcelli in palleggio, Martinoia opposto, Santi e Marsanoschiacciatori, Grippo e Orlando centrali e Pavone libero. Fino a metà del primo set c’è però equilibrio, con Martinoia e compagni che provano a scappare e il Dream Team che contiene. Sono però i romani a scavare il solco decisivo, portandosi dal 14-14 al 14-23 con una serie in battuta del centrale Pezzuto. La Volley Team non riesce a scuotersi e incassa un pesante 15-25 al primo set. La pausa sveglia però gli eretini e nel secondo set inizia un’altra partita: il giovanissimo Orlandomette in fila 6 ottime battute e permette alla squadra di Guglielmi di scappare via (6-1) già ad inizio set, poi Santi e Marsano affilano le lame e iniziano a far male in attacco alla difesa del Dream Team. I romani tornano a farsi sotto a metà periodo, poi è ancora grazie alla battuta che il parziale prende la piega decisiva: stavolta è capitan Martinoia a caricarsi la squadra sulle spalle, con 3 aces e una serie di 7 servizi che mandano in tilt gli ospiti dal 10 pari al 17-10. Nel finale qualche patema d’animo, Guglielmi cambia la diagonale (dentro Scialanca e De Gattis per Marcelli e Martinoia) e inserisce Matteo Martinoia per Marsano. Solo paura, tutto si sistema sul 25-22 e si va così sull’1-1.

LA VOLLEY TEAM SCAPPA, DREAM TEAM INSEGUE – Il terzo set diventa così decisivo. Il solito equilibrio iniziale si rompe nel momento in cui la Volley Team inizia ad esprimersi al meglio, con Marcelli bravo ad innescare gli schiacciatori Santi e Marsano con puntualità e precisione. Dream Team è però duro a mollare: De Simone ispira e Matteoni fa spesso male alla difesa amaranto, finché Santi prende per mano i suoi e li trascina fino al 25-21. Siamo sul 2-1, la paura iniziale è diventata carica agonistica e la vittoria sembra ad un passo, ma inspiegabilmente la Volley Team stacca la spina proprio sul più bello: da 8-8, nel quarto set, Monterotondo si ritrova 8-14. Guglielmi ferma il gioco e dal timeout esce fuori un’altra Volley Team, più concentrata e più concreta, ma soprattutto più bella da vedere. I padroni di casa risalgono con la forza dei nervi, punto dopo punto, anche grazie alla solidità di Grippo al centro e alla ritrovata vena offensiva di capitan Martinoia. La parità sul 17-17viene interrotta da un super Matteoni, che insieme all’altro schiacciatore De Vito inizia a recapitare missili imprendibili alla difesa della Volley Team. Non basta un sorprendente Orlando e un ispirato Matteo Martinoia, il Dream Team chiude sul 23-25 il quarto set.

LA RESA DEI CONTI – Il quinto parziale di gara è fortemente di marca Dream Team: i romani si portano avanti con decisione, mentre Monterotondo è costretta ad inseguire fin da subito. Al cambio campo è 6-8 per De Simone e compagni, la Volley Team si avvicina ma rimane sempre almeno due lunghezze dietro gli avversari. Il tie-break finisce così nella maniera più giusta: 12-15 per gli ospiti, che esultano per i primi due punti della stagione. Nonostante la sconfitta, la squadra di Guglielmi esce invece a testa alta. A sottolinearlo soprattutto gli applausi convinti del pubblico, che dopo 2 ore e 15 di ottima pallavolo conferma di essersi divertito parecchio e di essere sempre più appassionato a questa squadra.

 

Serie A, Roma poker al Palermo e secondo posto in classifica

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

 

La Roma torna a fare la Roma e batte in casa per quattro a uno il Palermo grazie alle reti di Salah, Paredes, Dzeko e El Shaarawy, riconquistando il secondo posto in classifica, assieme al Milan, e avvicinandosi alla Juventus, prima a soli due punti di vantaggio. Che fosse un turno favorevole per i giallorossi si diceva da giorni e conquistare la vittoria era fondamentale anche per cancellare l’amarezza dopo l’ultimo match di Europa League. Spalletti cambia qualcosa, con Emerson che, dopo lo spezzone contro l’Austria Vienna, viene riproposto nel ruolo di terzino di destra al posto di Florenzi, inizialmente dalla panchina, Paredes fa coppia a centrocampo assieme a De Rossi e davanti tridente obbligato con Dzeko, Salah e El Shaarawy. Risponde il Palermo di De Zerbi che si presenta allo stadio Olimpico con una formazione accorta, provando a concedere il meno possibile ai giallorossi. Ne viene così fuori una gara, fin dai primi minuti, non con un ritmo particolarmente elevato, con la Roma che fa la partita e il Palermo che si chiude bene. Con i pochi spazi a disposizione prova a prendersi la squadra sulle spalle El Shaarawy, in un momento di forma niente male, che intorno al quarto d’ora si fa vedere con un paio di conclusione verso la porta avversaria che però trovano un attento Posavec a dirgli di no. La pressione della Roma cresce col passare dei minuti e si materializza alla mezz’ora quando Dzeko controlla al limite e passa a Salah che in corsa calcia in porta, Posavec interviene ma non può evitare l’uno a zero giallorosso.
Prima dell’intervallo il Palermo ha una ghiotta occasione con Diamanti dal limite ma la sua punizione a giro di sinistro non ottiene il risultato sperato e si spenge alta sopra l’incrocio.
Gara che si mette ancor più in discesa per la Roma nel secondo tempo con Paredes che da calcio piazzato da posizione defilata calcia direttamente in porta, il pallone rimbalza davanti a Posavec ed entra in rete per il raddoppio.
Il Palermo ha un sussulto poco dopo con Diamanti che da fuori area cerca l’angolo basso con Szczesny pronto a dirgli di no e a deviare, sul corner seguente è Andelkovic a rendersi pericoloso con un colpo di testa in schiacciata con Szczesny ancora provvidenziale a bloccare sulla linea di porta.
Poco dopo il quarto d’ora si rivede anche la Roma con Florenzi che, su passaggio all’indietro di Salah, calcia a giro concludendo non di molto fuori dall’incrocio.
A metà frazione partecipa alla festa anche Dzeko che con un preciso destro da posizione centrale insacca in rete a fin di palo per il tre a zero.
Rende il finale meno amaro per il Palermo al 34’st Quaison che trova la deviazione decisiva di Manolas per battere Szczesny. Ma passano due giri di orologio e la Roma cala il poker con El Shaarawy, l’esterno su passaggio di Salah, batte ancora una volta Posavec per il quattro a uno.

 

TABELLINO

ROMA – PALERMO 4 – 1

MARCATORI 30’pt Salah (R), 6’st Paredes (R), 23’st Dzeko (R), 34’st Quaison (P), 36’st El Shaarawy (R)
ROMA Szczesny, Emerson, Manolas, Fazio, Jesus (1’st Florenzi), De Rossi (C), Paredes, Salah, Nainggolan (24’st Strootman), El Shaarawy, Dzeko (35’st Totti) PANCHINA Alisson, Lobont, De Santis, GrossI, Gerson, Iturbe, Soleri ALLENATORE Spalletti
PALERMO Posavec, Cionek, Goldaniga, Andelkovic, Morganella (14’st Rispoli), Gazzi, Bruno Henrique, Aleesami, Diamanti (C) (27’st Jajalo), Cocev (24’st Quaison), Nestorovsky PANCHINA Marson, Fulignati, Vitiello, Hiljemark, Embalo, Sallai, Bouy, Pezzella, Lo Faso ALLENATORE De Zerbi
ARBITRO Calvarese di Teramo
ASSISTENTI Posado – Carbone
QUARTO UFFICIALE Fiorito di Salerno
ARBITRO ADDIZIONALI D’AREA Pairetto – Pinzani
NOTE Ammoniti al 27’pt Manolas (R), al 34’pt Goldaniga (P), al 36’pt Jesus (R), al 39’pt Cocev (P) Angoli 3 – 5 Rec. 0’pt – 3’st.

Calcio a 5, l’Axed Group Latina perde la sua prima partita stagionale contro la Caffè Lollo Napoli

 

L’Axed Group perde la sua prima partita stagionale sul campo della Lollo Caffè Napoli con il punteggio di 6-2, che permette così ai partenopei di raggiungere i pontini a quota 6 in classifica.

PRIMO TEMPO

La Lollo Caffè Napoli schiera nel quintetto iniziale il portiere Garcia Pereira, Bocao, Manfroi, Crema e Davì, mentre i pontini rispondono con Chincio tra i pali, Corso, Battistoni, Terenzi e Maina.

La partenza è di marca partenopea, con un paio di conclusioni da fuori area che mettono i brividi ai nerazzurri.

Dopo 4’ e 14’’ la Lollo Caffè Napoli passa in vantaggio con un sinistro chirurgico sotto porta di Crema su cui Chinchio non può intervenire. Poco dopo Davì potrebbe raddoppiare, ma sul suo destro a botta sicura Chinchio risponde alla grande mettendo in angolo. I nerazzurri provano a rispondere con un bel sinistro di Bernardez, ma poi è il Napoli con Manfroi ad arrivare ad un passo dal gol, con Chinchio ancora protagonista sulla botta mancina del giocatore azzurro. I padroni di casa spingono e trovano con Manfroi il 2-0, aiutato da una deviazione su rimessa laterale (10’34’’). I ragazzi di Basile tentano di ricucire lo strappo con conclusioni dal limite dell’area, ma sparano a salve. A sei minuti dalla fine ghiotta chance per Bernardez, che si fa ipnotizzare da Garcia Pereira a due passi dalla porta, poi lo stesso estremo difensore partenopeo respinge un tiro potentissimo di Avellino da fuori area. Gli uomini di Basile crescono, pungono, ma non colpiscono. Poi, a 13 secondi dal termine, Chinchio para un tiro libero a Fornari, permettendo al Latina di rimanere a galla. Il primo tempo si chiude così sul 2-0 per i padroni di casa.

SECONDO TEMPO

Riparte forte il Napoli con un gioco di prestigio di Crema che va alla conclusione sul primo palo, trovando pronto alla risposta di piede Chinchio.  Maina potrebbe accorciare le distanze su preciso assist di Bernardez, ma Garcia Pereira si dimostra abile sul bomber argentino, sventando la minaccia. Gli ospiti attaccano e Bernardez ha un’ottima palla da sinistra per andare in gol, sulla sua strada però trova ancora una volta Garcia Pereira a dire di no. I partenopei si fanno vedere con Manfroi, che chiude una triangolazione da destra, senza trovare lo specchio della porta da buonissima posizione. Il Latina spinge e in un minuto pareggia i conti. Prima accorcia le distanze con Maina su rigore (4’40’’) conquistato abilmente da Amoedo e poi raggiunge il 2-2 con Avellino che sfrutta una disattenzione della difesa avversaria (5’15’’). Il Napoli perde Botta per espulsione e in inferiorità numerica rischia di prendere il terzo gol, se non fosse per un salvataggio sulla linea su conclusione ravvicinata di Avellino. Il Napoli non ci sta e con Manfroi (10’28’’) trova il nuovo vantaggio con uno splendido sinistro da fuori area che termina sotto l’incrocio dei pali. Black out dei ragazzi di Basile che subiscono il 4-2 sul colpo di testa di Fornari lasciato solo in area di rigore (11’37’’). Nel finale i pontini le tentano tutte con Bernardez portiere di movimento, ma la sostanza non cambia. Anzi, i partenopei trovano il quinto gol con Fornari e il sesto con Andrè chiudendo così la contesa sul 6-2. Primo ko in campionato per il Latina che venerdì prossimo affronterà in casa la Lazio.

IL TABELLINO

Caffè Lollo Napoli-Axed Group Latina 6-2

Marcatori: 4’14’’ Crema, 10’34’’ Manfroi,4’40’’st Maina rig., 5’15’’st Avellino, 10’28’’st Manfroi, 11’37’’st Fornari, 17’25’’st Bocao,17’49” st Andrè

Caffè Lollo Napoli: Garcia Pereira, Davì, Botta, Bocao, Molaro, Orvieto, Andrè, Manfroi, Crema, Milucci, Fornari, Pasculli. All. Cipolla

Axed Group Latina: Chinchio, Rosati, Terenzi, Maina, Bernardez, Battistoni, Corso, Montagna, Avellino, Amoedo, Landucci, Compagni. All. Basile

Arbitri: Greco di Cosenza e Merenda di Reggio Calabria

Cronometrista: Pagano di Torre Annunziata

Ammoniti: Battistoni, Botta, Bernardez, Avellino, Manfroi, Amoedo.

Espulso: Al 5’15’’st Botta per doppia ammonizione

Prima Categoria, colpo di mercato per lo Sporting Torbellamonaca: torna Ermes Antonelli

Il reparto avanzato dello Sporting Torbellamonaca si arricchisce di un nuovo elemento. Nuovo, però, non è il termine esatto, visto che si tratta di un ritorno: Ermes Antonelli (’82) torna a vestire la maglia arancionera. Già allo Sporting dal 2011 al dicembre del 2015, Antonelli ha contribuito con 14 reti alla vittoria del campionato di Terza Categoria 2012-2013, prima di essere a lungo indisponibile per motivi fisici e familiari. L’esperto centravanti, reduce da un periodo di inattività, si sta allenando già da qualche settimana per ritrovare il prima possibile la miglior condizione fisica.

Top Volley Latina, domani al PalaBianchini arriva l’Azimut Modena

Continua la serie con le “grandi” per la Top Volley Latina. Domani, domenica, alle 18 al PalaBianchini arrivano i campioni d’Italia, nonché vincitori della Coppa Italia e della Supercoppa: l’Azimut Modena per la quinta giornata della Superlega UnipolSai. Dopo aver vinto tutto la scorsa stagione, Modena si è presentata rinnovata in molti reparti.

Innanzitutto il nuovo sponsor Azimut da cui prende il nome. Poi la guida affidata a Roberto Piazza, che dopo essere stato a Treviso e Cuneo, ha allenato in Polonia, Grecia e Qatar per tornare in Emilia dove aveva iniziato la carriera d’atleta a Parma. Sei sono invece gli atleti in campo cambiati. Sono arrivati il palleggiatore argentino Santiago Orduna e lo schiacciatore e il centrale statunitense Brian Cook da Padova e Maxwell Holt dalla Dinamo Mosca, il centrale che può giocare anche da opposto Kevin Le Roux dall’Halkbank Ankara, Jacopo Massari dal Parigi e Swan Ngapeth fratello del più celebre Earvin a rafforzare la banda. Sono rimasti Nemanja Petric, l’ex Salvatore Rossini, Matteo Piano e Luca Vettori, mentre sono stati “promossi” dalle giovanili Nicola Salsi e Samuel Onwuelo.

Modena, dopo aver vinto la supercoppa 3-2 con Perugia, ha iniziato il campionato superando Sora 3-0, espugnando Milano (1-3) e Ravenna (2-3), superando Padova 3-0 mercoledì al PalaPanini dove ha commemorato il ventennale dalla scomparsa di Peppino Panini.

Contro Padova Roberto Piazza ha schierato Orduna al palleggio e Vettori opposto, Holt e Le Roux centrali, Ngapeth e Petric schiacciatori, il formiano Salvatore Rossini libero.

Cresce il livello di gioco del Latina gara dopo gara, domenica con Civitanova si è assistito a due ore di vero spettacolo. I pontini hanno dimostrato anche di avere ancora margini di miglioramento specialmente in alcuni elementi esordienti in superlega.

Vincenzo Nacci contro Civitanova ha cambiato ancora alcune pedine in campo. Ha schierato all’inizio in regia Daniele Sottile in coppia con Alessandro Fei, al centro Andrea Rossi e Danger Quintana (dal secondo set Carmelo Gitto), di banda Gabriele Maruotti e Rozalin Penchev utilizzando nel giro dietro Kevin Klinkenger, libero Fabio Fanuli. All’organico si aggiunge un elemento del settore giovanile classe 1998 Louis Caccioppola come secondo libero, che già da qualche settimana si allena con la prima squadra, oltre a giocare in serie C e nelle Under.

Un solo ex in campo Salvatore Rossini (2003-05 nel settore giovanile e 2012-14) in attesa di Yuki Ishikawa (2014-15)

Latina e Modena si sono affrontate 31 volte con 10 successi pontini e 21 emiliani. Nel Lazio il bilancio è di 15 gare giocate 5 vinte e 10 perse.

A CACCIA DI RECORD: In Regular Season: Nemanja Petric 1 battuta vincente alle 100.

In Campionato: Gabriele Maruotti 4 attacchi vincenti ai 1500; Luca Vettori 1 battuta vincente alle 200. In Campionato e Coppa Italia: Earvin Ngapeth 9 punti ai 2000.

 

Kevin Klinkenberg: “Giocheremo domenica con Modena che è un’ottima squadra. La nostra è una buona formazione ben assortita con giocatori di esperienza e dei giovani che si vogliono mettere in mostra. Dobbiamo ripetere la buona prestazione di domenica scorsa con Civitanova, dove abbiamo giocato bene, se vogliamo mettere in difficoltà una squadra forte come Modena”.
intervista in francese: https://youtu.be/IA_GHFZKL8U

Daniele Sottile: “Modena mette una grossa pressione in battuta e ha delle individualità importati che possono metterci in difficoltà in ogni momento della partita. Noi dobbiamo ripetere la buona prestazione con Civitanova. Dobbiamo proseguire su questa strada, c’è stato un ottimo livello di gioco contro la Lube, abbiamo tenuto testa per due ore di gioco ad una grande squadra. Dobbiamo confermare questo livello. L’importante ora è lavorare bene in palestra per poi arrivare nelle migliori condizione nelle partite dove occorre far punti. Cercheremo di garantire al pubblico grande spettacolo, quindi chiediamo ai tifosi di venire al PalaBianchini perché abbiamo bisogno di loro”.

Roberto Piazza: “Arriviamo da due settimane di lavoro duro, ma dobbiamo continuare così perché tra dieci giorni cominciano le gare con le squadre che sono in testa alla classifica. La cosa che mi è piaciuta di più è che la squadra sta girando al completo ed è la cosa più importante: mi stanno piacendo i miglioramenti a muro e dobbiamo invece fare meglio in fase di copertura. Latina è una bella squadra, pericolosa con un paio di uomini. Sottile è il secondo palleggiatore della Nazionale e non lo devo certo presentare, Fei ha iniziato in panchina per un problema fisico e ristabilito quello ha fatto due partite di grande spessore ed è un giocatore che può dare tanto. Quello di Latina è un campo ostico e servirà quindi un piglio superiore rispetto a quello messo in campo sia contro Ravenna che contro Padova per un certo momento”.

 

Ninfa Latina Scheda incontro Azimut Modena
2001-02 Primo anno in A-1 1968-69
Quattordicesima Stagioni in A-1 46ma
6° (02-03, 03-04, 14-15) Migliore posizione 1° (5 volte al termine r.s.)
Titoli vinti 12
     
46.7% Attacco 49.7%
25.0% Ricezione 30.1%
30 (2.50 a set) Muri 34 (2.27 a set)
12 (1.00 a set) Ace 35 (2.33 a set)
Gabriele Maruotti 44 Top Scorer Luca Vettori 75
Penchev, Fei, Sottile, Gitto Maruotti2 Ace Luca Vettori 11
Andrea Rossi 13 Muro Maxwell Holt 10

 

5a giornata SuperLega UnipolSai

Domenica 23 ottobre 2016, ore 18.00

Dirette sportube.it – Lega Volley Channel

Top Volley Latina – Azimut Modena (Tanasi-Frapiccini)

Kioene Padova – Exprivia Molfetta (La Micela-Satanassi)

Bunge Ravenna – Calzedonia Verona (Braico-Boris)

Biosì Indexa Sora – Gi Group Monza (Cipolla-Canessa)

Callipo Vibo Valentia – Sir Safety Perugia (Florian-Lot)

Revivre Milano – Cucine Lube Civitanova (18.10 Diretta RAI Sport 1 Cappello-Rapisarda)

Posticipo 4a giornata SuperLega UnipolSai

Giovedì 27 ottobre 2016, ore 20.30

Diatec Trentino – Top Volley Latina (Diretta RAI Sport 1 Gnani-Pol)

Posticipo 5a giornata di andata SuperLega UnipolSai

Giovedì 17 novembre 2016, ore 20.30

LPR Piacenza – Diatec Trentino Diretta RAI Sport 1

Classifica: Civitanova 12; Modena, Perugia 11; Verona 9; Trento* 8; Monza 7; Piacenza, Padova, Ravenna, Molfetta, Milano 4; Vibo Valentia 2; Latina* 1; Sora 0.

*) Trento e Latina una gara in meno.

 

BOTTEGHINO PER LATINA-MODENA

Continua la vendita dei biglietti per la gara di domenica. Il botteghino del PalaBianchini è aperto domenica mattina dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15.30 fino a inizio. Il prezzo è di 15 euro il biglietto intero e 10 euro il ridotto (10-16 anni).

I tagliandi si possono anche acquistare di persona presso i seguenti punti vendita BookingShow in provincia di Latina (con supplemento di prevendita) o online su www.bookingshow.it:
CopiCopy, Via De Gasperi, 92 – Aprilia
Fotolandia 167, Via Amburgo – Aprilia
Tabacchi Del Borgo, Via Acque Alte 70 – Borgo Podgora
Mv Service srls di Trevisan Valentina, Strada Litoranea 20 – Borgo Sabotino
Antipodi Viaggi srl, Piazza Caduti in Guerra 1 – Cisterna di Latina
Tabacchi di Giovangrossi Giacomo, Via Collina dei Pini 12 – Cisterna di Latina
Geofantasy Viaggi e Turismo, Via Roma 4 – Cori
I Viaggi di Nello di D’Andrea Anna C., C.so Italia 108 – Fondi
Tabaccheria Forte, Via Madonna delle Grazie 56 – Fondi
AS Turismo di Alessandro Salvatore, Via Giuseppe Paone 20 – Formia
I viaggi di Kilroy srl, Via Vittorio Veneto 6 – Gaeta
Edicola Brogialdi Alberto, Piazzale Prampolini snc – Latina
Blu Ticket Di Ghirotto Silvia, Viale Pier Luigi Nervi c/o Latina Fiori – Latina
La Ricevitoria di Tartari Chiara, Via Fratelli Bandiera 32 – Latina
Office Store, Largo Marcantonio Cesti 7 – Latina
Amadeus srl (riv), Via Neghelli 3 – Latina
Tabaccheria Christian, Via Romagnoli 13 – Latina
V&B Caffè di Longato Barbara, Strada Congiunte Sinistre 9 – Latina
Stregatto Caffè di Alice Lopa, Viale Vittorio Veneto 34 – Latina
Servizi Smorgon di Soncin Mario, Via Giulio Cesare 32 – Latina
Tabacchi Il Toscano, Via Della Stazione 184 – Latina Scalo
Tabaccheria Pensa di Marinucci Giampiero, Via del Corso 4 – Norma
Tabacchi Roberto Silvis, Via Duca Del Mare 2 o – Sabaudia
Ice Coffee srl c/o Sermoneta Shopping Center, Via Le Pastine snc – Sermoneta Scalo
Stella Polare viaggi e turismo, Via Roma 98/100 – Terracina

 

Calendario Superlega gare della Top Volley Latina

1° giornata       2-ott          Latina-Verona                         0-3

2° giornata       7-ott*         Ravenna-Latina                       3-2

3° giornata       16-ott         Latina-Civitanova                     1-3

5° giornata       23-ott         Latina-Modena

4° giornata      27-ott*        Trento-Latina (Rai Sport)

6° giornata       29-ott         Monza-Latina

7° giornata       1-nov**      Latina-Molfetta

8° giornata       6-nov         Piacenza-Latina

9° giornata      9-nov*         Latina-Sora (Rai Sport)

10° giornata     13-nov        Latina-Padova

11° giornata    23-nov*      Perugia-Latina

12° giornata     27-nov        Milano-Latina

13° giornata     4-dic          Latina-Vibo

14° giornata     11-dic         Verona-Latina

15° giornata     18-dic         Latina-Ravenna

16° giornata     26-dic**      Civitanova-Latina

17° giornata     29-dic*       Latina-Trento

18° giornata     8-gen         Modena-Latina

19° giornata     15-gen        Latina-Monza

20° giornata     22-gen        Molfetta-Latina

21° giornata     5-feb          Latina-Piacenza

22° giornata     8-feb*        Sora-Latina

23° giornata     12-feb        Padova-Latina

24° giornata     19-feb        Latina-Perugia

25° giornata     26-feb        Latina-Milano

26° giornata     5-mar         Vibo-Latina

*) Turni infrasettimanali **) festivi

Playoff: Quarti (8, 12, 19 marzo); Semifinali (26 marzo, 9, 19, 22, 25 aprile); Finale (4, 7, 10, 14, 16 maggio)

Coppa Italia: ottavi 14 o 15 dicembre; quarti 11 o 12 gennaio; final four 28-29 gennaio

Calendario completo su www.legavolley.it

 

Rosa della Top Volley Latina

  1. Kevin Klinkenberg Liegi BEL       4/10/90      S     197
    3. Alessandro Fei                Saronno                         (VA)      29/11/78     O     204
  2. Carmelo Gitto Barcellona pozzo di Gotto (ME) 3/7/87        C     200
  3. Daniele Sottile Milazzo (ME)      17/8/79      P      186
    8. Matteo Pistolesi              Torino                            (TO)      14/3/95      P      194
  4. Bojan Strugar Podgorica MNE      30/6/95      O     203
  5. Danger Quintana L’Avana CUB       19/5/94      C     200
  6. Andrea Rossi Bibbiena (AR)      14/2/89      C     200
  7. Yuki Ishikawa Okazaki JPN       11/12/95     S     191
    15. Gabriele Maruotti           Roma                            (RM)      25/3/88      S     194
  8. Rozalin Penchev Plovdiv BUL       11/12/94     S     197
  9. Fabio Fanuli Grottaglie (TA)      10/2/85      L      188

All. Vincenzo Nacci
V.All. Marco Franchi

 

Pro Calcio Isola Liri, weekend ricco di impegni. Pari per la Juniores col Torrice

Ricco fine settimana al Nazareth per la Pro Calcio Isolaliri. La Juniores del mister Cristiano Viscogliosi oggi (ore 15:00) ha ricevuto il Torrice con il risultato fermo al 2-2. I Bianorossi sono reduci da una sconfitta fuoricasa da parte dell’Anagni ma determinati a riscattarsi hanno mostrato in campo grinta e cuore. 

Gli allievi, di ritorno dall’effervescente trasferta di Ceccano, domenica (domani) cercano il bis contro i parietà del Torrice dalle ore 11:00 .La squadra del mister Bruno Mizzoni vuole imporsi da subito e vincere in casa per proseguire la partenza razzo.

La prima squadra, militante in terza categoria, tra le mura amiche, vuole agguantare i primi tre punti stagionali contro l’ostica avversaria Vis Sora alle ore 15:00 di domani.  La trasferta della prima giornata non è andata bene per la formazione Biancorossa che cercherà di far valere la legge del Nazareth per l’incontro derby con i bianconeri.” 

Calcio a 5, la Virtus Aniene e Medici fanno cinquina: Rocca di Papa steso

La Virtus Aniene fa cinquina: la squadra di Baldelli centra la quinta vittoria consecutiva travolgendo in trasferta il Rocca di Papa. Il team nerazzurro si conferma vera e propria macchina da gol, trascinata da un Medici autore di un pokerissimo personale.

La cronaca La gara si apre con l’immediato vantaggio della Virtus. Sanchez trova Medici che insacca l’1-0 dopo appena quattro secondi. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e al 4′ è un autogol di Sanchez, su palla tesa di Cotichini, a ristabilire la parità. Il match, però, è sempre nelle mani del team di Baldelli. Medici centra il palo, imitato sul fronte opposto da Cotichini. La Virtus continua nella sua spinta: Cotichini si salva su Sanchez, mentre Santonico non trova lo specchio dal centro dell’area. Al 12′ la Virtus si riporta in vantaggio. Botta di Leonaldi, respinta di Cotichini e tap in chirurgico di Santonico. Il vantaggio non soddisfa la Virtus, che tiene alti pressione e ritmi. Al 15′ Cotichini si salva su Immordino con l’aiuto del palo, mentre pochi secondi più tardi è la traversa a dire di no sulla bomba di Sanchez. Il gol è nell’aria e arriva al 17′ con Medici, che devia sotto porta il preciso assist di Sanchez. L’ultimo sussulto è ancora della Virtus con Sanchez, che colpisce il quarto palo neroverde. La ripresa si apre con la Virtus ancora in avanti a testa bassa in cerca del margine di sicurezza. La tattica funziona perché in meno di 4′ la doppietta di Medici ed il diagonale di Cittadini, su assist di Taloni, portano il punteggio sul 6-1, chiudendo di fatto il match. La Virtus non si accontenta e in rapida successione arrivano il quinto centro di giornata di Medici e il gol di Taloni per l’8-1. La gara non ha più nulla da dire, il Rocca di Papa, però, non vuole alzare bandiera bianca e trova la seconda rete con Carnevale e la terza con Ponzo al 13′. I padroni di casa continuano ad attaccare e approfittano di un calo di tensione della Virtus. Al 15′ i castellani trovano il quarto centro con la punizione di Flavio Cotichini ed il quinto con il contropiede di Mazzotta. Il gol della staffa è della Virtus con Taloni che chiude una rapida ripartenza neroverde per il 9-5 conclusivo. La Virtus si conferma in testa a punteggio pieno e sabato ospiterà la Forte Colleferro per il big match della sesta giornata.

IL TABELLINO

ROCCA DI PAPA – VIRTUS ANIENE 5-9

ROCCA DI PAPA Cotichini M., Ponzo, Fondi S., Carnevale, Cotichini Fl., Cotichini Fr., Buono, Mazzotta, Dzelili, Fondi G., Pizzuti ALLENATORE Gentilini

VIRTUS ANIENE Ottaviani, Sanchez, Immordino, Medici, Cittadini, Santonico, Taloni, Leonaldi, Monni, Galbiati, Sofi, Di Sabatini ALLENATORE Baldelli

MARCATORI Medici 1’pt, 17’pt, 1’st, 2’st, 5’st (V), Sanchez aut. 4’pt (R), Santonico 12’pt (V), Cittadini 4’st (V), Taloni 6’st, 18’st (V), Carnevale 7’st (R), Ponzo 13’st (R), Cotichini Fl. 15’st (R), Mazzotta 18’st (R)

ARBITRI De Gasperi di Ostia, Pulimeno di Roma 1

NOTE Ammoniti Cittadini, Cotichini Fr. Falli 3-2, 5-5

Eccellenza, per l’Aprilia c’è l’esame in trasferta a San Cesareo

Trasferta agevole solo sulla carta per l’Aprilia (13 punti), che domenica andrà a far visita al San Cesareo (6 punti), all’esordio sul nuovo campo e con il nuovo allenatore. Come ha ripetuto fin dalla prima giornata, mister Mauro Venturi guarderà la classifica solo dopo la decima gara. Prima, infatti, non è possibile capire i veri valori delle squadre avversarie: «Affronteremo questa partita con la stessa concentrazione che abbiamo messo nelle altre. La gara più difficile è sempre la prossima, non la precedente. Il San Cesareo sarà un’avversaria difficilissima, le vittorie che hanno ottenuto finora sono di tutto rispetto, mentre le sconfitte sono arrivate con uno scarto minimo. Li dovremo prendere con le molle, anche perché avranno motivazioni eccezionali dati gli ultimi risultati ed il cambio di allenatore. È il momento peggiore per affrontarli, ma noi cercheremo comunque un risultato positivo».

Reduce da cinque vittorie (Coppa Italia compresa) ed un pareggio nelle ultime sei gare giocate, l’Aprilia ha avuto un cammino opposto al San Cesareo che, dopo 6 punti nelle prime due gare, ha trovato la vittoria solo in Coppa. Mister Venturi è convinto che il cambio di marcia delle rondinelle «non abbia una sola spiegazione. Le migliori prestazioni, in realtà, le abbiamo fatte contro Racing Club e Colleferro, raccogliendo però 0 punti. Le basi per questo momento positivo sono state gettate in estate, quando i giovani si sono messi a lavorare con grande impegno e sono arrivati degli “over” di grande spessore, tecnico ed umano. In poco tempo siamo diventati una squadra, fattore determinante nel calcio. Non dobbiamo adeguarci – sottolinea il tecnico apriliano -, al primo stop rischiamo di tornare in una situazione negativa. Siamo affamati: sia noi che i nostri tifosi abbiamo voglia di far tornare grande l’Aprilia».

Dello stesso parere è Mirko Mancini. Il difensore classe ’81 ha scalato le gerarchie dello spogliatoio, guadagnandosi già il ruolo di vice capitano. Per lui le prime due gare sono servite da trampolino per il successivo periodo fortunato: «Le prime due giornate fanno storia a sé, soprattutto la seconda persa per un episodio. La squadra ha avuto la forza di reagire e questo spirito è stata la nostra arma in più. Siamo riusciti a far veder a tutti il valore, tecnico e caratteriale, di questo gruppo. È stata questa la chiave del nostro cambio di marcia».

Marcia che il San Cesareo vorrà arrestare. Ma Mancini avverte gli avversari che non avranno vita facile: «Di domenica in domenica ci troviamo ad affrontare problemi diversi. Il San Cesareo è una squadra giovane, ha voglia ed è atleticamente preparata. Ci terranno a far bene, anche perché c’è stato anche l’avvicendamento in panchina ed avranno motivazioni extra. Sarà dura per noi, a dispetto di quello che dice la classifica. Ma la cosa che più conta sarà la nostra prestazione: se noi affronteremo questa gara con lo stesso spirito messo nelle ultime partite, sono convinto che potremo uscire dal campo con un risultato positivo. Ho fiducia in questo gruppo».

A dirigere l’incontro, che inizierà alle 11 e sarà a porte chiuse, è stato designato il signor Lorenzo Ravaioli di Tivoli, che potrà contare sull’assistenza del signor Marco Giudice di Frosinone e del signor Giorgio Ermanno Minafra di Roma 2.

(fonte: Massimo Pacetti – Addetto Stampa F.C. Aprilia)

Volley Team Monterotondo, arriva la Dream Team. L’ex Martinoia: “Vogliamo confermarci, in campo per vincere”

Prima gara casalinga nel massimo campionato regionale per la Volley Team Monterotondo. La squadra allenata da mister Savino Guglielmi si troverà davanti il Dream Team Roma, sconfitto alla prima da Roma 12 per 3-0 e in cerca di riscatto. La gara si disputerà domenica 23 ottobre alle ore 16.00 nella palestra del Liceo Peano, in via Senna 1. Per presentarvela vi raccontiamo l’emozione di Matteo Martinoia, ex Dream Team, cresciuto nelle giovanili di Monterotondo e tornato in questa stagione a vestire i colori della Volley Team.

Sei tornato a Monterotondo. Cosa ti ha convinto a sposare questo progetto tecnico?

“Era già da tempo che desideravo riunirmi a questi colori, dopo diversi anni passati lontano da casa. Mi mancava il senso d’appartenenza alla maglia che invece qui ho. Sono molto emozionato di tornare a giocare al palazzetto davanti al nostro pubblico. Cercherò di crescere tanto qui, dando il mio contributo ai tanti giovanissimi che abbiamo in squadra”

Il campionato ci mette davanti il Dream Team, tua ex squadra. Che partita ci aspetta?

“E’ una squadra ben costruita che punta ai playoff. Quindi sarà già un primo esame per testare le nostre ambizioni. Sarà strano giocarci da avversario, lì ho giocato gli ultimi tre anni della mia carriera e sono cresciuto molto”

Quali impressioni hai avuto dalla prima gara? L’atteggiamento della squadra è stato determinante per la vittoria?

“Abbiamo sicuramente un gran potenziale e possiamo fare bene, ora dobbiamo continuare a dimostrarlo. Si è visto nella partita, la tenuta mentale è stata determinante per sopperire ai momenti di difficoltà. Siamo una squadra molto giovane, vogliamo vincere mostrando entusiasmo e coraggio nei momenti più importanti”

Quanto sarà importante l’appoggio del pubblico di Monterotondo? Te la senti di fare un appello?

“Il tifo è il settimo giocatore in campo e sarà anche quest’anno fondamentale. Il palazzetto pieno deve essere un nostro punto di forza e quando gli avversari entreranno in campo dovranno sentire addosso tutta la pressione di un ambiente da sempre innamorato della pallavolo”

Che rapporto pallavolistico hai con tuo fratello Manuele e quanto è stato importante nella tua crescita come giocatore?

“E’ il primo anno che ci alleniamo insieme e questo mi rende felice e al tempo stesso mi dà grande carica. L’ho sempre visto come un esempio da seguire e un traguardo da raggiungere. La mentalità e la dedizione con la quale si allena in palestra non sono da giocatore, ma da atleta vero. Come ci insegna del resto il coach…”

A proposito di mister Guglielmi, come ti stai trovando?

“Lo conoscevo già dalla sua precedente esperienza qui a Monterotondo, mi era capitato di allenarmi qualche volta con la prima squadra. E l’ho ritrovato esattamente così: è un grande allenatore e un grande motivatore. Sa spremere i suoi giocatori e ne sa tirare fuori il meglio. Spero, sotto la sua guida, di migliorare ancora tanto”

Allievi Regionali, Raffaele Perna verso la sfida della sua Aprilia contro la Samagor

Ancora imbattuti dopo tre gare, gli Allievi Regionali si apprestano ad affrontare la sfida in casa del Sa.Ma.Gor. Mister Raffaele Perna, alla vigilia del campionato, aspettava di vedere come la sua squadra avrebbe reagito sul campo alle difficoltà strutturali a cui deve far fronte. Non poteva sperare in una risposta migliore: «Non sono sorpreso da quello che i ragazzi stanno facendo, perché stanno lavorando davvero tanto e stanno facendo fronte a tutte le problematiche che abbiamo in un modo davvero esemplare. Il gruppo è unito, la voglia di far bene è tanta e l’entusiasmo cresce. Il mio compito è quello di capire cosa pensano i ragazzi e portarli nella giusta direzione. L’entusiasmo è positivo, anche se va evitato di eccedere nella sicurezza dei propri mezzi. La domenica, comunque, mi rendo conto che tutti danno il loro meglio e questo per me equivale ad un successo, indipendentemente dal risultato del campo».

Ora, però, le attenzioni sulle rondinelle classe 2000 rischiano di crescere, con gli avversari che cercheranno di studiare adeguate contromosse per fermare la marcia dell’Aprilia. Mister Perna è convinto che non sarà un’impresa facile per nessuno: «Non credo che studiare 50 schemi sia la soluzione migliore. Magari farne solo 5, ma assimilati nel migliore dei modi, può essere una tattica più vantaggiosa. È chiaro che le altre squadre inizieranno a studiarci meglio se dovessimo continuare così, ma non è un motivo sufficiente per cambiare la nostra identità. Anche perché, finora, non snaturarci è stata la nostra forza».

(fonte: Massimo Pacetti – Addetto Stampa F.C. Aprilia)

Il sito della testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.