Memorial Cristina Varani, al via la nuova edizione

di Emanuele RUSSO

Si rinnova l’appuntamento con la seconda edizione del trofeo Memorial Cristina Varani in ricordo della madre del tesserato del Racing club ossia la squadra organizzatrice del torneo, in cui scenderanno in campo i Giovanissimi Fascia B Ellitè e si affronteranno 20 formazioni tra le quali 4 formazioni straniere tra le quali Barcellona, i balcanici del Polvdiv e la formazione greca del Panathinaikos, per quanto riguarda le squadre italiane ci saranno invece Roma, Lazio, Empoli, Juventus, Perugia, Virtus Lanciano, Urbetevere,L’Aquila, Aprilia e Inter e la Nuova Tor Tre Teste.

Le gare si svolgeranno a partire dal 30 Agosto al 4 Settembre, questo torneo oltre a dare spazio al campo darà spazio anche alla beneficenza,la manifestazione si occupa di raccolta fondi da poter poi utilizzare per poter pagare dei campus per ragazzi meno fortunati.

Il Morolo rimonta e stende il Tecchiena di Maurizio Promutico

Il Morolo cala il tris nella terza uscita in gara amichevole al cospetto del Tecchiena Techna al ‘Nando Marocco’.

I ragazzi di mister Stefano Campolo ribaltano l’iniziale svantaggio con una doppietta di De Angelis ed il sigillo di Bignani. D’altro canto occorre sottolineare la prestazione assolutamente dignitosa della compagine guidata da mister Maurizio Promutico che parteciperà al torneo di Promozione.

Il caldo afoso rende i ritmi della contesa abbastanza compassati fin dal principio. Ci prova subito la compagine locale con un rasoterra di Sanna. Blocca Fiormonte. Al 25’pt Movila si scatena in uno slalom che però culmina con una conclusione imprecisa. Al 42’pt giunge il gol del vantaggio ospite. La firma è di Rinaldi che trafigge Fiorini con un capolavoro balistico dai venti metri.

Nella ripresa la formazione biancorossa aumenta i giri e stravolge il risultato. Pronti via ed il neo entrato De Angelis trasforma un penalty per il pareggio. Al 30’st, sugli sviluppi di un corner, ancora De Angelis di testa gonfia la rete. Il definitivo 3-1 arriva al 38’st con lo stampo di Bignani dal limite.

Casalese e soci affronteranno giovedì 18 alle ore 16 l’Anagni sempre al ‘Nando Marocco’.

20160812_165831

AMICHEVOLE

MOROLO – TECCHIENA 3-1

MARCATORI: Rinaldi (T) al 42’pt, De Angelis (M) 7’st rig. e 30’st, Bignani (M) 38’st

MOROLO: Fiorini, Cantagallo, De Santis, Casalese, Colò, Sterbini, Pazienza, Sanna, Sbaraglia, Movila, Pellino. A DISPOSIZIONE: Boni, Arabito, Bignani, D’Alessandris, Noce, Lemma, De Angelis, Yuki Kawashima, Cocco, Buono. ALLENATORE: Campolo.

TECCHIENA: Fiormonte, Buonanni, Fanella, Imperiali, Manni, Iacovissi, Rinaldi, Sacchi, Venditti, Colafranceschi, D’Arpino. A DISPOSIZIONE: Casertano, Pagliei, Ferraro, Marcoccia, Cervini, Pica. ALLENATORE: Promutico.

ARBITRO: Cervini di Frosinone.

 

Roma Est, una stagione per ripartire

di Marco PICCINELLI

La società prenestina è pronta a ripartire con obiettivi rinnovati, lasciatasi alle spalle la tetra stagione appena trascorsa. «L’otto maggio abbiamo deciso di ripartire da zero, assegnando degli incarichi ben precisi all’interno della società – dichiara Cristiano Ciarambino, direttore tecnico del Roma Est – cercando di ‘lavorare oggi per costruire domani’: puntiamo a crescere e, in futuro, strutturare un settore giovanile». Per quel che riguarda la prima squadra, invece «abbiamo avuto ottime risposte nei due stages di ricerca dei giocatori, in cui si sono presentati 35 elementi, una buona base di partenza per poter strutturare una rosa competitiva per la Seconda Categoria».

«Ci tengo a dire anche una cosa – prosegue Ciarambino -: siamo in contatto con dei centri d’accoglienza qui vicino e abbiamo messo a disposizione il nostro campo (Colle del Sole nda) per eventuali partite per loro o per allenamenti. Tra l’altro, anche quando abbiamo fatto gli stage per i giocatori, abbiamo invitato i migranti ospitati nel centro e ci hanno ringraziato molto».

Il centro d’accoglienza di Via della Riserva Nuova a Villaggio Prenestino, infatti, è uno dei più grandi di Roma: «siamo intenzionati  – continua il direttore tecnico – ad instaurare un rapporto che ci possa far tesserare anche alcuni giocatori del centro, qualora ci fosse la possibilità».
Alessandro Bianchi, l’allenatore, fa eco a Ciarambino: «Questa società è nata tra varie difficoltà e l’anno scorso abbiamo avuto una brutta delusione, la retrocessione, a causa di una squadra molto giovane e poco pronta per affrontare un campionato di Seconda Categoria. Nonostante tutto abbiamo sempre fatto il nostro, nei limiti delle possibilità e sia il Direttore Tecnico che il Presidente mi hanno coinvolto nella nuova stagione».

«In queste categorie non c’è solo la vittoria, in ogni caso – conclude l’allenatore – si deve anche crescere di giorno in giorno e progredire come squadra: abbiamo rinnovato il parco giocatori per l’80% e le prospettive ci sono. C’è da lavorare, insomma».

Roma poker all’Unicusano Fondi nell’amichevole di Trigoria, Dzeko assoluto mattatore

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo Petrucci

 

Poker della Roma che supera per quattro a zero in amichevole l’Unicusano Fondi, con Dzeko assoluto mattatore di giornata e autore di tutte le reti dell’incontro.
A nemmeno ventiquattro ore di distanza dall’amichevole contro il Latina, l’allenatore giallorosso schiera in campo chi non è stato della partita del “Francioni” o chi ne ha partecipato solo nei minuti finali. Dentro quindi oltre al già citato Dzeko, anche Strootman, El Shaarawy e De Rossi al centro della difesa a fare coppia con Manolas.
Unicusano Fondi di Mister Pochesci, pronto ad affrontare il campionato di Lega Pro, si presenta invece al “campo Testaccio” di Trigoria con la volontà di non sfigurare contro un avversario di spessore come la Roma.
Sono proprio i giallorossi a portarsi in vantaggio dopo appena tre giri di orologio dal fischio iniziale, Ricci appoggia al limite a Dzeko che ad incrociare insacca la palla all’angolo destro.
La Roma continua ad attaccare e sempre nella fase iniziale di gara passa più volte vicina il raddoppio. Un minuto più tardi il gol del vantaggio è sempre l’attaccante bosniaco a sfiorare il gol, ma Baiocco gli dice di no deviando in angolo.
Raddoppio che però è nell’aria, al quarto d’ora Dzeko, servito magistralmente di pallonetto da El Shaarawy, supera il numero uno ospite con un preciso e delicato colpo sotto.
Poco dopo il vantaggio romanista però l’Unicusano Fondi ha l’occasione di accorciare le distanze su calcio di rigore ma dal dischetto Tiscione calcia centrale con Szczesny che d’istinto allontana.
Primo tempo che si conclude sul tre a zero, poco dopo la mezz’ora infatti sempre Dzeko realizza dagli undici metri un calcio di rigore da lui stesso procurato.
Nei minuti conclusivi prima dell’intervallo l’Unicusano prova a farsi vedere in avanti con alcuni tentativi, è prima Bombagi a non approfittare di una ghiotta occasione sparando tra le braccia di Szczesny in un’azione di contropiede e poco dopo anche Galasso ha la sua chance da posizione defilata col numero uno polacco della Roma che non si lascia sorprendere e si rifugia in corner.
Nella ripresa, dopo pochi minuti, subito altro gol per la Roma con Dzeko che segna il personale poker di giornata mandando in rete un tapin da pochi passi su passaggio di Salah all’interno dell’area di rigore dell’Unicusano Fondi.
Nel secondo tempo, dopo il quarto gol giallorosso, i ritmi calano vistosamente, con le due squadre che cambiano molti effettivi rispetto all’undici iniziale, portando forze fresche in campo e facendo rifiatare i giocatori più affaticati.
Nella parte finale di gara si vede solo Strootman con un tiro di sinistro dai venti metri che non ottiene però l’effetto sperato terminando largo. Risultato finale quindi di quattro a zero per la Roma a pochi giorni ormai dal debutto della nuova stagione.

 

TABELLINO

ROMA – UNICUSANO FONDI 4 – 0

MARCATORI  3’pt, 15’pt, 33’pt rig., 3’st Dzeko (R)

ROMA Szczesny, Torosidis, Manolas, De Rossi (1’st De Santis), Emerson Palmieri, Vainqueur, Strootman (20’st Di Livio), Salah (35’st Cedric), Ricci (1’st D’Urso), El Shaarawy, Dzeko (35’st Soleri) PANCHINA Alisson, Anocic ALLENATORE Spalletti
UNICUSANO FONDI  Baiocco (1’st Calandra), Galasso, Zaffagnini, Mucciante, Squillace, Varone, De Martino, Bombagi, D’Agostino, Tiscione, Albadoro PANCHINA Bertolo, Tomaselli, Pompili, D’Angelo, Kamcheski, Indaresta, Ginestra, Capuano, Guadalupi, Avallone ALLENATORE Pochesci
ARBITRO Ubaldi di Roma 1
ASSISTENTI Zazzi, Arena
NOTE Angoli 7 – 2 Rec. 0’pt – 0’st.

E’ online Aquile, il Magazine digitale di Cuore di Lazio

E’ online il primo numero di AQUILE, magazine digitale gratuito in formato pdf sfogliabile, che sarà spedito in esclusiva a tutti gli iscritti alla newsletter di Cuore di Lazio, attraverso la mail da lasciare nell’apposito spazio sulla home page del sito www.cuoredilazio.it.

Una nuova voce sulla formazione biancazzurra: in questo numero focus su tutti i nuovi acquisti e sul tecnico Simone Inzaghi. Inoltre, spazio ai nuovi innesti societari: Angelo Peruzzi e Arturo Diaconale.

copertina magazine agosto 2016

Roma Femminile, con la conferma di Valentina Casaroli la porta è blindata

di Ufficio STAMPA

Era il 19 dicembre del 2009 quando una giovanissima, appena sedicenne,  Valentina Casaroli si sistemava tra i pali per difendere la porta giallorossa in serie A contro il Fiammamonza. La partita finì con la vittoria della Roma, ma soprattutto fu la Roma che vinse su Valentina. A lei, che non tifa per la Roma maschile, quel giorno la Roma femminile entrò nel sangue diventando quasi una  sua seconda pelle. Solo un brevissimo intervallo a Napoli e poi subito il ritorno. Bravissima tra i pali ha ovviamente molte richieste, ma lei non le considera. Si è integrata perfettamente nella società giallorossa che per lei non significa solo giocare, vuol dire partecipare alla realizzazione di attività, vuol dire soprattutto partecipare alla crescita di piccole lupacchiotte, cosa che fa con amore, passione, professionalità e soprattutto grande competenza. L’anno scorso ha infatti preso il patentino Uefa C oltre al precedente Coni FIGC allenatore di base. Una come lei la società non poteva non confermarla!

“Pronta per iniziare la mia settima stagione alla Roma! – Dichiara con entusiamo. – La scorsa stagione è stata dura da mandare giù, ma il calcio è anche questo… e arrendersi non fa per me, per questo ho iniziato da tempo il countdown per l’inizio della preparazione: per continuare a sognare e a crederci!”

Fonte Nuova, via Guerrieri, dentro Candido

di Lina MANCO

Leandro Guerrieri lascia la guida del  Fonte Nuova nelle mani di Marco Candido e, tra i suoi lasciti, quello che senz’altro lo riempie più d’orgoglio è il riconoscimento della Scuola Calcio d’Elite per la stagione sportiva 2015/2016, una qualifica di grande prestigio. Il nuovo presidente intende proseguire questo lavoro e prevede l’avvio di un percorso di crescita e sviluppo del calcio giovanile; il primo passo fatto dalla nuova presidenza è stata l’affiliazione con il Perugia Calcio, che supporterà il Fonte Nuova, tra le altre cose, anche sulle metodologie di allenamento , oltre a permettere ai ragazzi in rossoblu di vivere importanti esperienze. Per la nuova presidenza il progetto scuola calcio è fondamentale e il Direttore Generale Luigi Coni, assicura la professionalità degli allenatori che seguiranno la crescita, calcistica e non, dei ragazzi: l’obiettivo è quello di avere una scuola calcio di livello, in grado di supportare al meglio i bambini in tutte le fasi di crescita.  Ciò che conta non è il risultato, ma far crescere il bambino nel miglior modo possibile, a partire dall’aspetto educativo e formativo, e solo in un secondo tempo tecnico; a tal proposito l’intenzione è quella di far ruotare i giocatori, per dare spazio a tutti, a tutti i livelli, per mantenere la gioia di giocare a calcio anche dopo l’adolescenza.

Il Fonte Nuova vuole investire nel settore giovanile garantendo ai ragazzi ed ai genitori supporto e ascolto e il presidente Marco Candido intende collaborare con le scuole, in modo da poter realmente seguire i suoi giocatori: Ai ragazzi cercheremo di trasmettere un processo educativo, vorremmo insegnar loro a crescere divertendosi. […] Il calcio è divertimento, la vita è altro, e la scuola calcio può essere una scuola di vita.”

Uno dei progetti incantiere per il prossimo anno è anche, iscrizioni permettendo, l’avvio di una scuola calcio femminile.

Amichevole Latina-Roma 0-1, ai giallorossi basta il neo acquisto Fazio

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo Petrucci

 

Si conclude uno a zero per la Roma l’amichevole contro il Latina, a decidere l’incontro del “Francioni” è il neo acquisto Fazio da pochi giorni con la maglia giallorossa ma già in gol con un bel colpo di testa su calcio d’angolo nel primo tempo.
Mister Spalletti che, oltre al centrale argentino, schiera anche un altro neo arrivato, l’ex Barcellona Vermaelen a far coppia con Fazio al centro della difesa. Davanti invece nel ruolo di prima punta Totti abile nel liberare gli esterni Iturbe e Perotti. Risponde il Latina del neo tecnico Vivarini con un accorto 3-5-2 pronto ad arginare la manovra romanista e affidandosi alle giocate del duo d’attacco Paponi-Corvia.
La partita inizia con un buon ritmo, con i neroazzurri che non lasciano libertà alla Roma e adottano un asfissiante pressing a tutto campo.
Nonostante però la buona manovra di gioco del Latina, la Roma riesce a passare in vantaggio al 10′, angolo battuto dalla destra da Totti, il capitano mette in mezzo per Fazio che stacca più in alto di tutti e insacca in rete.
Non passa molto e al quarto d’ora i giallorossi sfiorano anche il secondo gol, Nainggolan ruba un ottimo pallone a centrocampo a Mariga, il belga scatta in avanti e dai venti metri calcia in porta con Pinsoglio che blocca in due tempi.
Portiere ex Juventus che dimostra una certa reattività pochi minuti più tardi, quando a metà tempo Totti serve in profondità Perotti che da pochi passi calcia in porta ma il numero uno neroazzurro respinge di pugni.
Poco prima della mezz’ora ha una ghiotta occasione anche Totti ma in diagonale non inquadra lo specchio della porta e spara fuori.
Prima dell’intervallo si vede anche il Latina con Corvia, che tenta la conclusione dalla distanza ma Vermaelen dimostra un buon senso di posizione e devia in angolo il pericolo.
Nel secondo tempo la squadra pontina cambia sei elementi sulla formazione iniziale, Roma che invece passa ancora vicina al secondo gol al quarto d’ora, con una punizione di Totti che crea non pochi problemi alla difesa pontina che allontana.
Poco dopo esce Gerson per Emerson Palmieri per la Roma col passaggio al 3-5-2, modulo con l’interessante difesa a tre.
Risulta essere pericolosa da calcio piazzato anche il Latina, Scaglia calcia in porta con Alisson che non si lascia sorprendere e fa sua la presa.
Nel finire di gara i ritmi calano, con le due squadre che adottano numerosi cambia per far rifiatare i giocatori e portare forze fresche in campo, tra i migliori nei minuti finale è l’attaccante neroazzurro Paponi che si batte contro tutta la difesa giallorossa per provare a pareggiare il risultato senza però risultato.
Termina così uno a zero per la Roma quest’ultimo test match contro il Latina in vista dell’ormai prossimo Preliminare di Champions League contro il Porto.

 

TABELLINO

 

MARCATORE 10’pt Fazio (R)
LATINAPinsoglio (1’st Tonti), Brosco (1’st Maciucca), Dellafiore, Tena (1’st Esposito), Bruscagin (1’st Regoli), De Vitis (1’st Rolando), Moretti (1’st Criscuolo), Mariga (27’st Shahinas), Scaglia, Paponi, Corvia (1’st Regolanti) PANCHINA Mazzoleni, Barry, Celli ALLENATORE Vivarini
ROMA Alisson, Florenzi (28’st El Shaarawy), Vermaelen (28’st Strootman), Fazio, Jesus (35’st Gyomber), Nainggolan, Paredes (28’st De Rossi), Gerson (12’st Emerson), Iturbe, Totti (28’st Salah), Perotti (28’st Manolas) PANCHINA Szczesny, Crisanto, Vainqueur ALLENATORE Spalletti
ARBITRO Abbattista di Molfetta
ASSISTENTI Prenna e Soricaro

Boxe, i campioni che verranno: a tu per tu con Giacomo Micheli

I campioni che verranno. Quest’oggi il Nuovo Corriere Laziale ha contattato una giovane promessa della boxe, vincitore del Torneo Nazionale Esordienti Junior 2015 nonché fresca medaglia d’argento ai Campionati Europei Schoolboys 2016 tenutisi a Zagabria. Il suo nome è Giacomo Micheli, segnamocelo perché ne sentiremo parlare.

Giacomo, partiamo subito dalla tua ultima impresa: medaglia d’argento agli Europei. Com’è stato?

“È stata una bella esperienza, sono molto contento. Lì sul momento un po’ mi è dispiaciuto perché in finale sarei voluto arrivare fino in fondo. Non posso però rimproverarmi nulla perché, essendo stata la mia prima apparizione, è stata una grande esperienza che mi ha portato a conquistare la medaglia d’argento, difficile da ottenere per chiunque”.
Prima di cominciare ti saresti aspettato di poter lottare per il titolo?
“Guarda, sinceramente arrivato in semifinale non mi sentivo così sicuro di riuscire a proseguire perché sapevo che il mio avversario (l’irlandese Jason Irwan n.d.r.) sarebbe stato piuttosto ostico da battere. Alla fine però ci sono riuscito e poi sappiamo tutti come è andata a finire. Sono comunque molto soddisfatto del risultato”.
Com’è stata la preparazione per affrontare questa competizione?IMG-20160808-WA0003

“Inizialmente mi sono allenato, con sedute di lavoro personalizzate, con il mio maestro Silvano Setaro. Successivamente ho ricevuto la convocazione da parte della Nazionale e in quel frangente ho lavorato dal 7 al 23 luglio insieme a loro mattina e pomeriggio”.
Quando hai iniziato a praticare la boxe?
“Avevo 11 anni quando mio padre mi portò in palestra. Mi è subito piaciuto anche se non pensavo che l’avrei presa così seriamente. Iniziai così per gioco, come iniziano tutti, per divertimento”.
Prossimi obiettivi?
“Verso fine settembre ci sarà un torneo in Germania e lì bisognerà puntare all’oro per migliorarmi (ride n.d.a.)”.
Dato che siamo in tema: ci pensi mai alla possibilità di partecipare un domani alle Olimpiadi?
“È una bella domanda. Sinceramente non mi sono prefissato nulla in particolare. È meglio pensare a una cosa alla volta e mantenere un profilo basso”.
Quest’anno è stato, ad ogni modo, un anno pieno di successi in cui hai vinto anche i Campionati Italiani, anch’essi un traguardo non da poco. C’è qualcuno a cui vuoi dedicare questi successi?

“Ringrazio in primis il mio maestro perché senza di lui non sarei arrivato fin qui. Un grazie lo meritano anche tutti i miei amici che mi hanno seguito e soprattutto la mia famiglia che mi ha supportato fino all’ultimo”.

Volley Team Monterotondo promossa in Serie C. Il presidente: “Orgogliosi di rappresentare la nostra città”

di Ufficio STAMPA

La Asd Volley Team Monterotondo è felice di comunicare ai propri iscritti, alle loro famiglie e a tutti i fan, il ripescaggio in Serie C per la stagione agonistica 2016-17. La Federazione, attraverso il comitato regionale Fipav Lazio, ha ufficialmente ammesso la società eretina nel massimo campionato regionale, il 4° per importanza della pallavolo italiana dopo la riforma che ha accorpato la Serie B1 e la B2 in un unica categoria. Una grande gioia per tutta la famiglia gialloblu, che vede assegnarsi un meritato premio dopo la splendida stagione conclusa a giugno con la sconfitta in finale playoff di Serie D, arrivata solamente al tie break contro Civita Castellana. Alla Volley Team Monterotondo viene attribuita una categoria che la società ha dimostrato di meritare sul campo, con un campionato sempre condotto al vertice, preclusa da una sconfitta proprio nell’atto conclusivo della stagione.

“Rappresentare la nostra città in questo modo ci rende davvero orgogliosi – ha dichiarato il presidente Giancarlo Alberto Bianchini – Siamo una realtà consolidata di questa città, la società con la categoria più alta di tutti gli sport di squadra e cresciamo di giorno in giorno. Questo è solo un altro passo verso un progetto che continuerà a puntare molto sul settore giovanile e sarà un’occasione per i nostri ragazzi di confronto ad un livello ancora più alto. Ci attende una stagione difficile ed impegnativa, ma la onoreremo sul campo dimostrando che la Volley Team Monterotondo non giocherà la Serie C per puro caso”

Questo invece il commento del direttore sportivo Mauro Ebano: “Una vittoria morale che ci ripaga dei tanti sforzi fatti nella scorsa stagione. Non ce l’abbiamo fatta sul campo, è vero, ma siamo stati sempre in testa al campionato e non abbiamo centrato la promozione soprattutto a causa di troppi infortuni che ci hanno penalizzato nel momento decisivo. Senza nulla togliere a chi ci ha battuto sul campo, anzi rinnovo i miei complimenti a Civita Castellana, a detta di tutti i nostri avversari ci saremmo meritati comunque la Serie C. Quindi accettiamo con grande entusiasmo il ripescaggio, consapevoli che la Volley Team Monterotondo porterà avanti una storia pallavolistica di tradizione e successi. Stiamo tornando, con il lavoro quotidiano e tanta passione, ai livelli che da sempre ci appartengono. E anche quest’anno ci faremo trovare pronti, con una squadra forte e competitiva”.

Questo il gruppo B che vede presente la Volley Team Monterotondo

As Volley Team Pomezia
Roma 12
Pol. Casal Bertone Roma
Gsdp Zagarolo
Asd Dream Team Roma
Pol. Roma 7 Volley
SS Lazio Pallavolo
Usd Sales
Volley Fiumicino
Asd Civita Volley Club
Asd Volley Team Monterotondo
Serapo Volley Gaeta
Top Volley Latina
As Volley Prati

Il sito della testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.