Aprilia, il punto su Allievi e Giovanissimi Elite Fascia B

Il punto sugli Allievi Elite Fascia B

Il nuovo anno è appena iniziato, ma gli Allievi Regionali di Eccellenza fascia B non hanno molto tempo di festeggiare. Sabato 2 Gennaio, infatti, li attende lo scontro con l’Atletico 2000, terza forza del campionato. Per il tecnico Antonio Verardi si tratta di confermare la vittoria in casa della Romulea nell’ultimo impegno del 2015: «Il nostro percorso di crescita prevede di riuscire a raccogliere punti anche contro squadre più attrezzate di noi. Forse siamo un po’ in anticipo rispetto alla tabella di marcia che avevo in mente. Ma non va dimenticato che questi ragazzi sono stati in grado di interrompere il ciclo di vittorie consecutive del Carso, prima di arrivare al risultato contro la Romulea. Resto convinto della mia idea: se la squadra riesce ad esprimersi al massimo, se la può giocare con chiunque».

La gara arriva a ridosso delle festività, periodo che anche dal punto di vista scolastico lascia ai ragazzi maggiore libertà e maggiore spensieratezza. Ed il tecnico bianco-celeste ne è consapevole: «Ripartire dopo una settimana di stop non è semplice. La concentrazione delle ultime due gare va ritrovata al più presto, così come l’entusiasmo che ci ha spinti ad ottenere la vittoria nell’ultima giornata. Ci vuole ancora un po’ di tempo perché i ragazzi riescano ad assimilare appieno le mie idee (per Verardi quella con l’Atletico 2000 sarà solo la quarta partita alla guida dell’Aprilia). Le prestazioni, la crescita fisica e mentale di queste settimane mi lasciano comunque ben sperare. La crescita c’è stata, ora bisogna farla durare».

Il punto sui Giovanissimi Elite Fascia B

Neanche il tempo di poggiare il bicchiere di spumante che si riparte. I Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B tornano in campo sabato 2 Gennaio per la trasferta in casa della Lodigiani. I ragazzi di mister Stefano Cappiello riprendono il loro cammino verso la salvezza dopo il pareggio nello scontro diretto contro il Cinecittà, arrivato nell’ultimo turno del 2015: «Siamo andati in vantaggio ed abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla. Poi però siamo rimasti in dieci, a causa di un intervento di Albanese che poi si è rivelato decisivo per non far segnare i nostri avversari. Ci teniamo il pareggio, anche se forse avremmo meritato qualcosa in più. Ma bisogna leggere tutti gli aspetti che hanno portato a questo risultato. Nella settimana che ha portato alla sfida con noi, il Cinecittà hanno inserito 4-5 elementi che hanno dato qualità e fisicità alla squadra. Siamo stati i primi ad affrontare questo “nuovo” Cinecittà, che in questo nuovo anno farà un campionato decisamente diverso a quello che è stato finora».

Il periodo natalizio non ha fermato i ragazzi nati nel 2002. La truppa è rimasta compatta ed unita, con tanto di amichevole l’ultimo dell’anno: «Abbiamo preparato la partita con la Lodigiani al meglio, anche se sappiamo che si tratta di una delle grandi del nostro girone. Li affronteremo con lo spirito giusto e con la voglia di sorprendere. È arrivato il tempo di osare: dobbiamo iniziare a rubare punti anche alle grandi, pur sapendo che non è una cosa facile».

L’ultimo pensiero di mister Cappiello va a all’ex-tecnico della prima squadra Mauro Fattori, esonerato lo scorso 27 dicembre e per molti anni responsabile del settore giovanile delle rondinelle: «Nel settore giovanile c’è rammarico per l’allontanamento di mister Fattori. A lui faccio i complimenti per quello che ha saputo fare, anche perché i nostri orari di allenamento ci permettevano di assistere in parte alle sedute da lui dirette e so quanto lavoro c’è stato dietro l’ottima salvezza dello scorso anno e dietro le prime gare di questa nuova stagione. Ci è dispiaciuto questo esonero e ci tengo ad augurargli le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera».

Ufficio stampa

La Semprevisa si regala Incitti

E’ Raffaello “Bero” Incitti il regalo della dirigenza della Semprevisa per mister Scarfini che stapperà lo spumante, in attesa della sfida del 3 gennaio contro la V.j.s. Velletri al “Galeotti”, con un colpo da novanta messo a segno sul finire del 2015. Un centrocampista di grande esperienza che alza l’età media di una squadra giovane,un elemento fortemente voluto dal nuovo tecnico biancoverde. La società lo ha assecondato e ha trovato l’accordo con il giocatore classe ’79. Un chiaro segnale della volontà di risalire la china da parte dei dirigenti,anche ricorrendo a sforzi economici notevoli, ed abbandonare definitivamente le zone buie della classifica per riscattare un inizio di stagione deludente. Nella prima parte di campionato nel girone A di Eccellenza con il Montecellio, Incitti ha affrontato la Visa nelle due stagioni precedenti a quella corrente quando,nel girone B del massimo campionato regionale,vestiva le maglie di Pro Cisterna e Gaeta. Nella sua lunga carriera anche la D con Lupa Frascati e Ostiamare a cui si aggiungono gli anni passati tra Terracina e Fidene. Il colpo di coda chiude tutte le trattative e consegna all’ex allenatore dello Zagarolo una rosa di ottima levatura. Oltre a lui,di seguito,le operazioni delle ultime ore di mercato. Giuseppe D’Avino andrà a rimpolpare il pacchetto under a disposizione di Scarfini. Difensore centrale o terzino, D’Avino è classe ’96 con alle spalle una prima parte di stagione a Cassino in seguito alle esperienze con Boville e Ceccano maturate negli anni precedenti. A prendere il posto del portiere Fiorini invece,passato al Sezze,ci sarà Giovanni Orsini prelevato dal Bassiano in Prima Categoria. Tra i nomi in uscita anche quello di Marco Colafranceschi trasferitosi al Tecchiena nel girone D di Promozione mentre dal Palestrina arriva Valerio Neccia, attaccante classe ’95.

Ufficio Stampa

Botti vietati a Grottaferrata: l’ordinanza disposta dal Sindaco

In data 28 dicembre 2015 l’Amministrazione comunale di Grottaferrata ha emanato un’Ordinanza che dispone il divieto di accensione ed i lanci di fuochi d’artificio – tranne quelli autorizzati ai sensi dell’art. 57 del T.U.L.P.S. – lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici, sull’intero territorio comunale, nel periodo compreso tra il 31 dicembre 2015 ed il 1° gennaio 2016.
Previste sanzioni amministrative da 25,00 a 500,00 euro per i trasgressori, oltre all’eventuale sequestro degli articoli pirotecnici, se illegittimamente posseduti. Tale disposizione è stata emanata al fine di garantire la sicurezza e la quiete dei Cittadini, per evitare pericoli e danni a persone e cose, oltre a tutelare il benessere degli animali. L’Ordinanza richiama altresì la Cittadinanza sull’oggettiva pericolosità dei prodotti e sull’uso di precauzioni a tutela della propria e altrui incolumità, confidando nel senso di responsabilità di ciascuno, in modo che le occasioni di festa e divertimento collettivo non siano funestate da incidenti.
L’Ordinanza è stata disposta dal Sindaco Giampiero Fontana il 28 dicembre

Ostiamare – La Rustica, l’amichevole termina 3 a 1 per i biancoviola

Cala il sipario sul 2015 calcistico a Via Amenduni. I biancoviola, guidati da mister Chiappara, superano 3 a 1 il La Rustica di Massimo Bonanni, nel tradizionale test amichevole di questo 30 Dicembre e salutano l’anno con tre sorrisi biancoviola e un brindisi finale all’anno che verrà e che si aprirà il 2 Gennaio 2016 con gli allenamenti in preparazione della 1^ giornata di ritorno, che vedrà i lidensi di scena al Rocchi contro la Viterbese.
Prima di ascoltare le parole del capitano biancoviola, Adriano D’Astolfo, andiamo a raccontare brevemente quanto accaduto sul campo. Subito vantaggio della formazione ospite, a segno con Festa, nonostante il tentativo disperato di allontanare la palla da parte di Ramacci. La risposta dei biancoviola non tarda ad arrivare e così, prima dell’intervallo, bomber Massella fugge via verso l’area di rigore per poi battere Tanturri per l’1 a 1.

0110ostialarustica
Foto di ©Mino Ippoliti

Nella ripresa tante altre emozioni, prima delle quali il rigore calciato da Quadrini e respinto alla grande da Barrago. Dal pericolo scampato al sorpasso dell’ Ostiamare, in gol proprio con il capitano, D‘ Astolfo, di testa. Girandola di cambi, con l’ingresso dei tanti talentuosi giovani ragazzi di Ostia, e per la prima volta con i grandi di Alessio Treccarichi, difensore di talento del ’98, perno della Juniores Nazionale di mister Franci.
Il 3 a 1 arriva, però, grazie ai piedi del ’97, Davide Ferri, con un destro a giro meraviglioso. Finisce con le note dell’inno biancoviola questo 2015 calcistico dell’ Ostiamare di mister Chiappara che riprenderà gli allenamenti il 2 Gennaio p.v. Auguri a tutti di Buon Anno e appuntamento al 6 Gennaio per vivere insieme, con il nostro streaming, la sfida del Rocchi contro la Viterbese Castrense.

 Ufficio Stampa Ostiamare Lidocalcio

Botti di fine anno per il mercato del Gymnastic Studio

Si chiude alla grande il mercato del Gymnastic. Il presidente Biasillo, grazie al prezioso lavoro del DS Maurizio Bianchi, ufficializza l’acquisto di Ricardo Jorge Sarmento Pereira, noto come Titalo.
Titalo proviene dal Povoa futsal, seconda divisione portoghese. Nel corso della sua carriera  si è distinto, in particolare, tra le fila del City US Targu Mures, vincendo 1 campionato e 2 coppe e nel Pinheirense, conquistando la promozione in serie A.

Sul fronte uscite, invece, lasciano il Gymnastic Losada, Triolo, Annunziata e Cepa.

«Abbiamo condotto un ottimo mercato di rafforzamento», ha dichiarato il presidente Biasillo. «Ringrazio in primis i ragazzi in partenza per la professionalità e dedizione mostrati nel corso della loro permanenza al Gymnastic ed auguro loro di poter ottenere i migliori risultati sportivi in futuro. Nel contempo gli arrivi di Correia, Edmundo, Riso e Titalo consentiranno al mister Treglia di lavorare con un roster di ottima qualità per disputare un girone di ritorno ai vertici della classifica».

Ufficio Stampa Gymnastic Studio

Cus Cassino: trasferta francese

Il Cus Cassino in Francia per studiare. Nelle scorse settimane il presidente Carmine Calce e alcuni membri del consiglio direttivo del Centro Universitario Sportivo hanno preso parte ai campionati europei di corsa campestre, non universitari ma aperti a tutti. A Cassino, invece, il prossimo mese di marzo si terranno i campionati mondiali, ma riservati solo agli universitari. «Per noi sarebbe un sogno farli a Cassino» spiega il presidente Carmine Calce, «intanto con l’occasione in Francia abbiamo avuto l’opportunità di studiare il percorso per non farci trovare impreparati all’ appuntamento del prossimo mese di marzo con i cross country». Cassino, lo ricordiamo, si è aggiudicata i mondiali nel mese di novembre del 2013, battendo prestigiose e blasonate città che aspiravano ad ospitare l’evento. «È un progetto – spiega il comitato organizzatore – che abbiamo concepito in occasione dei Cnu e che portiamo avanti. Un lavoro di sinergia tra mondo accademico, sportivo e istituzionale che proietta l’Università sulla città e la città su di noi. La nostra vittoria – commenta il presidente del Cus Carmine Calce – è il riconoscimento del lavoro che viene da lontano, dai Cnu. Sono state premiate le nostre capacità organizzative. Sarà un’altra grande occasione per la città. Se con i Cnu – riferisce ancora il professor Calce – abbiamo realizzato la pista di atletica ora possiamo ampliare l’offerta degli impianti sportivi con la creazione di un sistema di piste ciclabile e pedonale che vanno da uno all’altro punto di sviluppo della città: il nuovo ospedale e la Folcara. Con i campionati mondiali di corsa campestre del 2016, oltre ad avere i migliori atleti universitari del mondo a Cassino, siamo certi di lasciare un segno tangibile della nostra attività sul territorio. In Francia abbiamo avuto modo di “studiare” ma siamo già pronti per affrontare la sfida».

Ufficio Stampa CUS Cassino

Aprilia, l’amichevole contro il Pomezia termina a reti bianche. Venturi: «Dobbiamo lavorare ma basi ottime»

Esordio senza reti, ma senza dubbio positivo, quello della nuova Aprilia targata Mauro Venturi. Nell’ultima amichevole del 2015 le rondinelle non passano al “Comunale” di Pomezia, ma non era il risultato che premeva al tecnico: «Abbiamo impostato la partita secondo il modo in cui affronteremo la gara del prossimo 6 Gennaio. Questo test è stato messo in programma per mettere alla prova la tenuta difensiva, indipendentemente dalla categoria dell’avversario. Non abbiamo subìto tiri in porta, e questo era proprio ciò che cercavamo. C’è ancora da lavorare, ma le basi sono ottime».

In realtà un tiro (anzi due) il Pomezia li ha fatti, ma sono stati due episodi, peraltro ben controllati da Caruso. Infatti solo nel secondo tempo le squadre si sono sbilanciate un po’ più in avanti, con i ragazzi di mister Venturi che in 5 occasioni hanno avuto sui piedi la palla del vantaggio. L’imprecisione sotto porta rimane uno dei nei di questa squadra, che però lavorerà anche l’ultimo dell’anno per migliorare da questo punto di vista (prevista per il 31 una seduta mattutina).

Il neo tecnico apriliano ha già dato la sua impronta alla squadra, che però almeno in un aspetto del suo credo deve lavorare molto: «Stiamo lavorando sulla difesa a 4, il che, dopo due anni a 3, è un cambio non da poco per i ragazzi del reparto arretrato. Qualche cosa va registrato sotto questo aspetto, ma come ho già detto questi sono ragazzi abituati a lavorare, quindi il cambiamento sarà sicuramente possibile grazie alla loro applicazione».

Un ultimo elogio, infine, mister Venturi lo dedica ai quattro ragazzi della Juniores che sono scesi in campo nella ripresa: «Sono stati bravissimi, davvero. La loro prova dà ragione alla politica della società di puntare sui giovani bravi. Quelli che oggi si sono aggregati alla prima squadra hanno giocato molto bene. Sono contento di tutti e quattro».

Ufficio Stampa F.C. Aprilia

Il Tabellino

POMEZIA 0 – APRILIA 0

POMEZIA: Giordani (1’ s.t. Mastella); Tammaro (1’ s.t. Caratelli), Peri (1’ s.t. Fagiolo), Amico (1’ s.t. Cipolletta), D’Amico (1’ s.t. Mangione), Martinelli (1’ s.t. Giulitti), Flore (1’ s.t. Pratelli), Sales (1’ s.t. Rapone), Ascenzi (20’ s.t. Muratore), Trinca (27’ s.t. Volante), D’Antimi (1’ s.t. Tovalieri). ALLENATORE: Punzi
APRILIA: Bortolameotti (1’ s.t. Caruso); Montella (1’ s.t. Frezza), Toto, Cannariato (1’ s.t. Lucidi), Di Emma (1’ s.t. Colognesi), Esposito, Cioè (15’ s.t. Baccari), Pirazzi (1’ s.t. Marchetti), Roversi (15’ s.t. Pellerani), Pagliaroli (27’ s.t. Fortunato), Zeccolella (1’ s.t. Bosi). ALLENATORE: Venturi
ARBITRO: Tomolillo di Roma 1 NOTE: Angoli: 2 – 7.

Morolo, Panaccione e Piscopo convocati in Rappresentativa Regionale

I calciatori del Morolo Marco Panaccione e Giammarco Piscopo sono stati selezionati dal Commissario Tecnico della Rappresentativa Regionale Juniores Mauro Bencivenga in vista del test amichevole contro il Montecelio programmato per martedì 5 gennaio con inizio alle ore 15. La dirigenza del Morolo Calcio esprime orgoglio e soddisfazione per questa importante convocazione. Piscopo e Panaccione, entrambi nati nel 1998 e titolari fissi nella compagine allenata da mister Emiliano Adinolfi, sono stati scoperti in tempi non sospetti con rilevante sagacia dal Direttore Sportivo Francesco Pistolesi. Osservare e ingaggiare giovani talenti è l’attività principale svolta dal sodalizio biancorosso. Basti pensare che, di recente, sono stati acquistati tre calciatori stranieri che stanno facendo le fortune della Juniores Regionale di Norberto Di Pofi. Kawashima, Shehu e Samura nelle ultime settimane sono anche stati chiamati in Prima Squadra.

Le parole del Direttore Sportivo Pistolesi

“La scelta dei giovani è il frutto di un lavoro lungo ed impegnativo. La visione delle partite, nei campi anche più impensabili, viene svolta nell’arco dell’intera stagione agonistica. Ad esempio già sto riflettendo sui ragazzi nati nel 1999 che l’anno prossimo dovranno far parte della Prima Squadra. I tre stranieri ingaggiati hanno fatto il loro esordio agli ordini di mister Adinolfi e si stanno disimpegnando alla grande nella Juniores. La storia di Samura, classe 1997, è molto significativa. Vidi il ragazzo per la prima volta in una partita di beneficenza. Lui viveva in una Casa Famiglia; oggi è uno dei migliori realizzatori del Campionato Juniores”.

Le dichiarazioni del Presidente Costantini

“La convocazione di Piscopo e Panaccione nella Rappresentativa Juniores di Bencivenga ci riempie per l’ennesima volta di orgoglio. I due ragazzi si stanno ben comportando in questa stagione. La chiamata è meritatissima. Il Morolo Calcio quasi ogni anno presta volentieri i suoi talenti alle rappresentative giovanili. Gli ultimi innesti tra le fila della Juniores Regionale, ovvero Kawashima, Shehu e Samura promettono un futuro roseo. Samura, grazie all’intuizione del DS Pistolesi, oggi è un punto di forza della formazione Juniores. Occorre però rimanere con i piedi per terra perché si tratta sempre di ragazzi che ancora devono maturare. Rivolgo infine a tutto lo staff ed alle compagini del Morolo Calcio un caloroso augurio di buone feste”.

A.I.

Gaeta, arriva l’attaccante Dario Avino

La Polisportiva Gaeta comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive dell’attaccante Dario Avino classe ’84. Il neo biancorosso ha iniziato con le giovanili di Parma, Atalanta e Perugia. Quindi a diciassette anni ha esordito nel Terzigno in serie D e l’anno dopo si è trasferito alla Sangiuseppese sempre in serie D. Poi due anni di C2 con la Carrarese ed altre due stagioni con il Bellaria ancora in C2. Dopo Avino è passato al Mantova in D, dove ha vinto il campionato. Quindi esperienze con Sorianese ed Ostiamare, prima di quella a Civitavecchia dove ha vinto il campionato di Eccellenza. E successivamente al Castellana in D. Con la casacca del Martinafranca ha vinto due campionati consecutivi, di Eccellenza e di serie D. Ricordiamo anche la sua breve esperienza, due mesi, proprio a Gaeta in serie D (stagione 2011-2012) prima del passaggio al Luco Canistro in serie D. Avino, dotato di potenza, fiuto del gol e senso tattico si è detto molto soddisfatto dell’approdo in maglia biancorossa.

Area Comunicazione Gaeta Calcio

Il sito della testata che segue lo sport giovanile e dilettantistico della regione Lazio.