Archivi tag: Accademia calcio Roma

ALLIEVI ELITE | Accademia calcio Roma – Guidonia 6-1, la cronaca

di Andrea CELESTI

Nella bella cornice dell’’Academy Sport Center’ si affrontano nella prima giornata di campionato l’Accademia Roma Calcio e il Guidonia. Partono forte i padroni di casa, che al 5’ sbloccano il punteggio con un tiro da fuori area di Russo che si infila all’angolo destro del portiere. Neanche il tempo di festeggiare che due minuti più tardi arriva il raddoppio dell’Accademia con Mariani, che dalla fascia destra si accentra e fa partire un bolide che si infila all’incrocio dei pali. I padroni di casa sono molto aggressivi e mostrano una manovra più fluida, al contrario degli avversari che non riescono a costruire gioco. Al 14’ i neroazzurri ci riprovano ancora con una punizione di Ndoj che esce di poco alla destra del portiere. Al 19’ arriva il primo tentativo degli ospiti con Minniti, ma il suo tiro non crea grossi problemi al portiere avversario. Al 25’ l’Accademia torna a farsi pericoloso con Bologna, che in posizione defilata ci prova ma una deviazione di un difensore fa finire la palla sulla traversa . Un minuto dopo il Guidonia accorcia con Minniti che, servito in area da De Angelis, insacca la palla all’angolo destro dell’estremo difensore. Al 36’, dopo l’ennesimo tentativo, arriva il terzo gol dell’Accademia grazie a Mariani, che servito con un bel cross dalla sinistra di Carello, solo davanti al portiere non sbaglia. C’è solo una squadra in campo e un minuto più tardi i neroazzurri conquistano un rigore per un fallo su Germani: dal dischetto si presenta lo stesso centrocampista che trasforma con una botta sotto la traversa. Il secondo tempo continua sulla falsariga del primo, con l’Accademia padrone del campo e il Guidonia che subisce passivo. Al 3’ arriva il primo tentativo del nuovo entrato Lafia, che calcia la palla sul fondo al termine di una bella azione sulla fascia destra. Al 14’ il Guidonia ha l’occasione di riaprire la gara, ma Corbo si fa ipnotizzare davanti al portiere. Al 20’ arriva la cinquina dell’Accademia, con una punizione magistrale di Ndoj che finisce all’incrocio dei pali. Il Guidonia non c’è più e al 27’ da un calcio d’angolo arriva la rete di Bellagamba, che di testa trafigge il portiere avversario. Al 32’ ennesimo tentativo dei padroni di casa, con Frasca che ci prova dal limite ma il tiro non impensierisce per nulla il portiere. Quattro minuti più tardi i neroazzurri ci riprovano con il nuovo entrato Sansone, che dalla fascia destra si accentra ma il portiere esce bene.

Tabellino:

Accademia Calcio Roma-Guidonia 6-1

Marcatori: 5’pt Russo (AC), 7’pt, 36’pt Mariani(AC), 26’pt Minniti(GU), 37’pt Germani(AC), 20’st Ndoj (AC), 27’st Bellagamba (AC)

Accademia Calcio Roma: D’Amato Y., (Andrei F.),Buonasorte M.(Ricconi S.), Salerno E.(Giarratana A), Russo A.(Silvi B.), Rinaldi S., Bellagamba A., Carello F.(Sansone F.), Germani G., Bologna C.(Lafia G.), Mariani L.(Frasca M.), Ndoj P.
All. Papoito F.
Guidonia: Sbordoni A., Frattici C.(Pasquali F.), Fiorillo A.(Esposito D.), Barboni E.(Tocci V.), Michesi M., Cappelli A., De Angelis F.(Bonelli N.), Tozzetti F., Minniti M., Cecchinelli D., Opre S.(Corno F.)
All. Palumbo A.
Arbitro: Ponzo Tiziano di Ciampino
Assistenti: Cappelli A., Migliori M.
Ammoniti: Tozzetti F. (GU), Lafia G. (AC)

Andrea Russo, il principino ex Vigor Perconti passa alla corte dell’Accademia

di Lorenzo Petrucci
L’ Accademia calcio Roma si rafforza con uno dei centrocampisti classe 2001 più qualitativi che la categoria può offrire, col tesseramento di Andrea Russo dalla Vigor Perconti.
Il ragazzo, che può giocare sia da centrocampista centrale che da trequartista, è reduce da un buon campionato con la maglia blaugrana ora passa alla corte di Ortenzi dove farà parte della categoria Allievi Elite allenata da Mister Papotto.

Juniores elite, Finali Regionali 1° Turno, Accademia senza sconti piegato 2-1 il Falasche

di Lorenzo Petrucci

Si spenge il sogno del Dilettanti Falasche che, dopo aver conquistato l’approdo alle fasi finali perde al primo turno contro l’Accademia calcio Roma per due a uno. Decisivi i gol per i biancoscudati di Antenucci e De Marco, entrambi nel primo tempo, per una gara ottimamente condotta dai ragazzi di Mister Grande nel primo tempo per poi nella ripresa tenere a bada i tentativi avversari.
Falasche che, sotto di due gol in pochi minuti e in inferiorità numerica, non si è lasciata scoraggiare e nel secondo tempo ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo accorciando le distanze con De Marco e costringendo i padroni di casa a difendere fino al triplice fischio il due a uno.
Gara che sembra mettersi subito in discesa per l’Accademia che parte aggressiva attaccando l’avversario con un bel gioco in velocità.
Vantaggio che non tarda ad arrivare, al 12′ Liburdi lancia magistralmente in avanti il compagno di squadra Antenucci che dalla destra si accentra e con un delicato colpo insacca il pallone in rete.
L’Accademia non è sazia perché pochi minuti più tardi, al quarto d’ora esatto, arriva il raddoppio. De Marco, leggermente defilato sul vertice sinistro, entra in area e in scivolata incrocia il tiro all’angolo opposto.
Il due a zero piega le gambe al Falasche che stenta a reagire, l’Accademia allora prova ad approfittarne mettendo in cassaforte con un ulteriore rete il passaggio del turno.
Tre a zero che potrebbe materializzarsi in un paio di occasioni intorno alla mezz’ora. Prima con un tiro al volo di sinistro da pochi passi di Romani che costringe Sciarra a compiere un non facile intervento per deviare il pericolo in angolo e poi con Morini che schiaccia da pochi passi un cross dalla sinistra di Meli, tentativo che però termina alto sopra la traversa.
Si va a riposo sul 2-0 per l’Accademia ma il Falasche, anche con un uomo in meno, non vuole dare già la partita per persa giocandosi tutte le carte in proprio possesso. Squadra di Mister Cesarini che quindi torna in campo col giusto piglio e dopo pochi minuti accorcia il punteggio con Di Marco che, su un passaggio filtrante di Catanzaro, con un tiro dall’area piccola riapre il discorso.
Si assiste ora a una partita ancor più accesa della prima frazione, col Falasche che ci crede sfiorando anche il pareggio in più di un’occasione e l’Accademia che risponde colpo su colpo provando a pungere in ripartenza.
Al 20′ Catanzaro, sempre in versione uomo assist, pesca in profondità Della Santa Matt. che da pochi passi calcia di un soffio fuori.
Ospiti pericolosi alla mezz’ora ancora una volta con Della Santa Matt., ben entrato in partita, che sfiora il gol direttamente da calcio d’angolo scheggiando la parte alta della traversa.
Accademia che si rivede poco prima della mezz’ora con Gerardo che dalla sinistra cerca a giro l’incrocio dei pali senza ottenere però particolare fortuna.
A differenza delle numerose occasioni per parte, il punteggio però non cambia per un due a uno finale che premia l’Accademia che approda alla semifinale regionale in programma sabato contro il Tor di Quinto.

JUNIORES ELITE – 1° TURNO FINALI REGIONALI

ACCADEMIA CALCIO ROMA – DILETTANTI FALASCHE 2 – 1

MARCATORI 12’pt Antenucci  (A), 15’pt De Marco  (A), 7’st Di Marco  (DF)
ACCADEMIA CALCIO ROMA Buttari, Manni, Meli (45+4’st Porzio), Di Rocco, Morini, La Posta, Guida (24’st Gerardo), Liburdi, De Marco (43’st Alaimo), Antenucci (15’st Retrosi), Romani (31’st Borrelli) PANCHINA Assi, Guido ALLENATORE Grande
DILETTANTI FALASCHE Sciarra, Severa, Di Mario (30’st Della Santa Man.), Del Prete (37’st Frati), Spognardi, Bellotta (28’st Giacinti), De Marco, Pallocca, Catanzaro, Di Marco (41’st Tonguino), Grillo (6’st Della Santa Mat.) PANCHINA Nasoni, D’Angelo ALLENATORE Cesarini
ARBITRO Vasile Fusle di Civitavecchia
NOTE Espulso al 19’pt Severa (DF) Ammoniti De Marco (DF) Angoli 4 – 6 Rec. 1’pt – 5’st

LE PAGELLE, Accademia calcio Roma-Libertas Centocelle, Giovanissimi elite, Svidercoschi spina nel fianco, Campagnucci ci crede fino alla fine

di Marco Rufini

ACCADEMIA CALCIO ROMA

MIGNUCCI 6: Sicuro e attento per tutto l’arco della partita, non si sporca neanche una volta i guantoni.

CANAZI 6: Parte bene facendo begli anticipi, inoltre spinge molto sulla fascia di competenza.

COMPATANGELO 6: Bravo nella fase di spinta e in quella di ripiego, nel complesso una buona prestazione.

(dal 38’ s.t. PISTILLO 6: Buon ingresso il suo in campo, non facendo rimpiangere il compagno sostituito)

QUAGLIA 6: Bravo nella fase di copertura, svetta di testa in più d’una occasione in difesa.

(dal 50’ s.t. CECCARELLI 6: Sostituisce il compagno in modo degno, partecipando in modo diligente alla vittoria dei suoi)

BIANCO 6.5: Buona prestazione la sua nella fase difensiva, sa quando accorciare e quando intervenire sul pallone. 

ANTONINI 6.5: Bravo ad impostare da dietro, inoltre si concede anche qualche azioni in attacco.

CARBONE 6.5: Prova molte incursioni sulla fascia, spingendo come un martello per tutto l’arco del match.

DI FRANCESCO 6.5: Svolge un grande compito a centrocampo, smistando molti palloni per i compagni.

(dal 61’ s.t. DE IOANNON S.V.)

IL MIGLIORE IN CAMPO: SVIDERCOSCHI 8: Impreziosisce la sua gara con il gol che sblocca le marcature e che spiana la vittoria alla sua squadra. Inoltre con la sua velocità e i suoi tempi negli inserimenti in attacco si rende una vera spina nel fianco per la difesa avversaria.

(dal 48’ s.t. STAGLIANO 6: Cambio azzeccato da parte del tecnico, ci mette impegno nelle cose che fa)

PERSEO 6.5: Fa buon possesso palla a centrocampo, smistando palloni in tutte le direzioni.

DU NUNZIO 7: Con le sue giocate e la pressione che mette in attacco si rende pericoloso costantemente, inoltre sigla l’importante rete del 2 a 0.

(dal 56 s.t. MANNI 7: Entra in campo motivato e lo si vede, chiudendo i giochi per i suoi con la rete del 3 a 0)

L’ALLENATORE MARINI 6.5: La sua squadra mostra un ottimo gioco corale, fatto principalmente di possesso palla e verticalizzazioni improvvise. I suoi ragazzi schiacciano di fatto per tutta la gara la squadra avversaria e il risultato ne testimonia l’efficacia sotto porta.

 

LIBERTAS CENTOCELLE

BOLDRWI 6: Salva spesso il risultato con i suoi interventi precisi, è incolpevole sui gol presi.

(dal 67’ s.t. BERTI S.V.)

ZAMPETTI 5: Prestazione nervosa la sua, costringe l’allenatore al cambio per un giallo che si becca per aver creato una baruffa con un giocatore avversario.

(dal 35’ s.t. FRISARDI 5: Prova ad entrare in campo per sostituire il compagno nervoso, ma non riesce a contenere gli attaccanti avversari)

DELFINO 5: Non si distingue per grandi giocate, inoltre ci mette poca attenzione nella fase difensiva.

FERRI 5: Prova ad impostare la palla dalla difesa, ma perde troppi palloni nella fase di costruzione.

(dal 50’ s.t. TOUMI 5: Non una grande sostituzione, di fatto continua la gara discontinua del compagno sostituito)

ZERBONI 5: Va molto in difficoltà quando gli attaccanti avversari lo puntano in velocità.

D’ONOFRIO 5: E’ nervoso e lo si denota dal fatto che prende un giallo evitabilissimo per proteste.

ZITO 5: Pochi palloni giocabili per lui, ma molto spesso si nasconde dietro i difensori avversari.

(dal 50’ s.t. SACUTO 5: Il suo ingresso in campo non sortisce l’effetto sperato dal tecnico)

BACCI 5: Qualche sbavatura in campo ma nulla più, però non riesce a far salire al meglio la squadra.

(dal 38’ s.t. PRESUTTI 6: Cambio azzeccato il suo, risistema un po’ la situazione a centrocampo)

IL MIGLIORE IN CAMPO: CAMPAGNUCCI 6.5: Molto bravo ad allargarsi sulla fascia, con le sue incursioni in avanti si rende pericolo più d’una volta. Inoltre l’unico giocatore a rendersi per davvero pericoloso per la sua squadra, con due punizioni che meritavano forse più gloria.

CIOCERINI 5: Aiuta poco i compagni ed inoltre si fa vedere poco in attacco, potrebbe dare senz’altro di più.

(dal 50’ s.t. FARWA 5: Entra in campo e tenta di ravvivare la partita, ma non è seguito da i compagni)

CONSALVI 5.5: Tenta qualche sortita in fase offensiva, ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso.

(dal 61’ s.t. VERDOLINI S.V.)

L’ALLENATORE PAPOTTO 5: La sua squadra mostra troppa arrendevolezza in mezzo al campo pensando più a difendere che ad attaccare, inoltre sparisce praticamente dal campo già dall’1 a 0 incassato, non mostrando nessun accenno di reazione. Infine i suoi ragazzi provano ad innervosire gli avversari, ma non riescono nella tattica, facendosi addirittura ammonire.

Il Tor di Quinto piazza il colpo, preso dall’Accademia calcio Roma Simone Muscuso

Foto © Roberto Proietto

di Lorenzo Petrucci

Dopo gli arrivi di Iacobucci e Gallani, il Tor di Quinto mette a segno un altro colpo importante per la Juniores, si tratta dell’attaccante classe 1999 Simone Muscuso.
Il ragazzo proveniente da un’ottima stagione con la maglia dell’Accademia calcio Roma condita da quindici reti approda a Via del Baiardo e andrà ad arricchire il reparto offensivo a disposizione di Mister Vergari per l’assalto al titolo regionale di categoria.