Archivi tag: arce

Festa Arce: il Presidente Alessandro Marrocco compie 40 anni

Quaranta candeline per il patron dell’U.S. Arce 1932 Alessandro Marrocco.

Le foto scattate da Antonio Fraioli immortalano i festeggiamenti per il compleanno del Presidente giallo-blu insieme a tanti protagonisti del calcio ciociaro. Ricordi, emozioni e tanto divertimento con giocatori, allenatori e dirigenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Eccellenza | Arce – Morolo 1-2, il tabellino e le foto

Servizio fotografico a cura di Matteo RICCI

Arce – Morolo 

ARCE – MOROLO 1 – 2 
ARCE – Del Duca, Ferazzoli, Solitro, Zazza,
Veloccia (39’ st Pellegrini), Santarelli, Pellino, Lillo,
Spila, Lembo (16’ st D’Alessandris), Piscopo (26’ st
Courrier).
A disposizione: Cuomo, Bucciarelli, Magnani, Lleshi
Allenatore: Ciardi 

Continua la lettura di Eccellenza | Arce – Morolo 1-2, il tabellino e le foto

Audace, Aimone Calì esordio con il botto: con due reti schianta l’Arce

di Maurizio Rossi

Dopo la sconfitta interna contro la Play Eur, gli azzurri del Player-Manager Daniele Greco si recano sul terreno neutro del Comunale di Ceprano per incontrate i galloblu di Alessio Ciardi che nella partita di esordio hanno sconfitto con un 3 -1 il Formia sul terreno amico . La formazione ciociara ha riportato una discreta impressione sia di gioco, sia di potenza fisica e la giovane formazione sabauda, completamente rinnovata rispetto alla passata stagione, e’ chiamata subito ad una prova di valore per dare “ corpo” alle speranze dei numerosi tifosi che nella prima di campionato hanno riempito le tribune dello stadio ” le Rose ” di Genazzano. Esordio nelle file degli azzurri per il ventenne ” Trasteverino” Aimone Cali’ , attaccante proveniente dai Prof. del Racing Roma ed ex Carrarese , ma soprattutto con trascorsi importanti nelle file delle giovanili di Roma e Lazio ; ed allora per questa partita Greco rinuncia al suo usuale 4-3-1-2 per schierare la squadra con il classico 4 -4-2 con il ” Micio ” Tassi tra i pali , Falcone, Guiducci, Maccaroni e Giammaria a formare il pacchetto difensivo; Giammarco Fumini nella usuale posizione di centromediano metodista davanti alla difesa con l’altro esordiente Bernardi e Tataranno ai lati con Greco a ridosso delle due punte Cali’ e Mastrosanti. Alessio Ciardi risponde con uno spregiudicato 4-3-3 con Del Duca in porta , Santarelli e Zazza difensori centrali; Pellino, capitan Lillo e Veloccia nella zona nevralgica del campo per gli attaccanti Iacob, D’Alessandris e Piscopo. La partita inizia sotto la spinta di un forte vento che condizionera’ tutto l’andamento della gara. Nei primi venti minuti di gioco la palla staziona sostanzialmente a centrocampo con le difese che hanno la meglio sui contrapposti reparti avanzati. Il primo vero sussulto al 26’ quando su cross di Solitro teso dall’out sinistro, Maccaroni, nel tentativo di sventare la minaccia, sfiora un clamoroso autogol mandandola sul fondo , e sul susseguente calcio dalla bandierina, i locali reclamano la concessione di un calcio di rigore per un inesistente fallo di mano in area di Guiducci; le proteste dei locali si reiterano due minuti dopo per una caduta in area di Piscopo , anticipato nettamente in scivolata da Giammaria; al 37’ un grossolano errore difensivo di Maccaroni che nel tentativo di proteggere il pallone indirizzato verso la propria porta, se lo fa soffiare da Piscopo che supera tutti, appoggia a Iacob che mette in rete ma il direttore di gara ed il collaboratore N° 2 annullano per un ingenuo fuorigioco dell’attaccante giallo–blu’. Il finale del tempo e’ appannaggio degli ospiti: al 41’ Mastrosanti, lanciato da Greco viene anticipato da Santarelli al momento di battere a rete e tre minuti dopo l’Audace Savoia passa in vantaggio: punizione dal limite di Greco per un gran colpo di testa di Guiducci, magistrale respinta del portiere Del Duca e tap in vincente di Mastrosanti con un tiro incrociato al volo che si insacca imparabilmente alle spalle del portiere locale. All’inizio della seconda frazione di gioco, l’immediato pareggio dei locali: Bernardi cincischia e perde palla nella zona centro-destra della sua meta’ campo, ne approfitta il lesto Iacob che si libera di Guiducci, invita Tassi in uscita e lo batte con un velenoso rasoterra portando i locali al pareggio ; sulle ali dell’entusiasmo al 10’ ubriacante azione di Piscopo sulla sinistra che supera Falcone, cross al centro per la testa di Iacob che da buona posizione manda alto. Dopo un tiro di Lillo al 13’ rimpallato da Giammaria, al 14’ ospiti di nuovo in vantaggio: veloce ripartenza di Greco a lanciare Cali’ che resiste al ritorno di Santarelli, si presenta davanti a Del Duca ed infila il pallone tra palo e portiere mandando i supporters biancorossoblu’ in visibilio; al 19’ volo di Mastrosanti inseguito da tre avversari, il bomber resiste alla pressione avversaria ma il suo tiro incrociato fa la “barba” al palo della porta gialloverde; ed al 29’ il sigillo di Aimone Cali’: perfetto assist di Mastrosanti dalla destra e l’ex laziale di testa con un volo d’angelo non ha difficolta’ a realizzare la rete del 1 -3. Tra i locali si esalta il neo entrato Carlini che al 40’ salta due avversari poi porge al centro per D’Alessandris ma Tassi d’istinto sventa la minaccia; ma un minuto dopo i ragazzi di Ciardi accorciano di nuovo le distanze: tiro bomba dalla grande distanza di Piscopo deviato e ribattuto dal palo, riprende Spila ed accorcia per la rete del 2-3. Il finale e’ un assalto alla baionetta dell’Arce ma proprio sull’ultimo respiro Carlini, dopo aver saltato tre avversari, mette il pallone a fil di palo. Il triplice fischio sanzione la vittoria dei ragazzi di Monnanni e Mastropietro che cosi riprendono il discorso con la vittoria. La formazione Blues ha denotato buone sinergie dalla cintola in su con un centrocampo “ muscolare” nel trio Fumini- Bernardi – Tataranno che ha dato ampie garanzie e che ha alimentato il “ genio “ di Daniele Greco e con il tandem di attacco ben assortito Cali’ – Mastrosanti, quest’ultimo finalmente sgravato dalle responsabilita’ della “ prima punta “, mentre nel reparto arretrato e soprattutto nel tandem centrale sono emerse delle perplessita’; lo stesso discorso per i locali, spumeggianti in avanti; piu’ compassati a centrocampo soprattutto perche’ capitan Lillo e’ stato ben contenuto nella morsa dei cursori sabaudi ; anche per i locali le note dolenti sono venute dal reparto arretrato. Il risultato e’ stato sostanzialmente giusto ; i migliori protagonisti dell’incontro ci sono sembrati Iacob, Carlini e D’Alessandris per i locali; Bernardi, Mastrosanti, Cali’ e Greco per gli ospiti; Imparziale e senza sbavature la direzione di gara del sig. Lupoli di Latina ben coadiuvato dai suoi 2 assistenti.

ARCE – AUDACE SAVOIA 2 – 3

CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE B

ARCE: Del Duca 6, Ferrazzoli 6, Solitro 6, Zazza 5,5, Santarelli 5, Veloccia 6 ( 28’ st Carlini 7 ), Pellino 5,5 ( 20’ st Spila 6,5 ), Lillo 6, Iacob 7, D’Alessandris 7, Piscopo 7 A disp.: Cuomo, Bucciarelli, Courrier, Magnani, Llheshi All.: Ciardi, voto 6
AUDACE SAVOIA: Tassi 7, Falcone 6,5, Giammaria 6, Fumini 6, Maccaroni 5, Guiducci 5, Bernardi 7,5, Tataranno 7, Mastrosanti 7, Greco 7,5, Cali’ 7,5 ( 44’ st Mucciarelli sv ) A disp. : Esposito, Battaglini, Tiravia, Nenci, Sandu, Onorati All.: Greco, voto 7.
Arbitro Mattia Lupoli di Latina, voto 5
Assistenti Mattia Di Bello e Paolo Cozzuto di Formia
MARCATORI: 44’ pt Mastrosanti (AS), 5’ st Iacob ( A ), 14’ st Cali’ (AS), 29’ st Cali’ (AS), 41’ st Spila ( A )
NOTE: Ammoniti; Zazza, Veloccia, Iacob, Guiducci, Cali’. Angoli: 5 – 1 Arce Rec.: 2’ pt – 4’ st