Archivi tag: Audace Savoia

ECCELLENZA | Audace Savoia – Almas Roma 3-2, la cronaca

di Maurizio Rossi

CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE B

AUDACE SAVOIA – ALMAS ROMA   3 – 2

AUDACE SAVOIA: Tassi, Maccaroni, Falcone, Fumini, Mucciarelli, Guiducci, Penge, Tataranno , Cali’ ( 39’ st Onorati ) , Greco ( 33’ st Sandu ), Marinucci ( 1’ st Bernardi ) .

A disp. : Esposito, Giammaria, Nanci, Azzawi.

All.: Greco.

ALMAS ROMA: Mennini, Marchetti (17’ st Anastasio), Petrizza, Valentini, Olivieri, Ricciardi, De Dominicis, Corti , Liotti ( 14’ st Gjena ) , Colasanti, Mascioli ( 1’ st Da Conceicao )

A disp: Mirra, Della Canfora, Cichello, Rossini.

All.: Carli.

Arbitro: Federico Forconi di Roma 2

ASSISTENTI: Mario Santostefano e Ruben Celani di Viterbo

MARCATORI: 4’ pt Liotti ( A ), 7’ pt Penge ( AS ), 33’ pt e 26’ st Cali’ (AS) , 37’ st Corti ( A ).

NOTE:

Ammoniti: Maccaroni, Marchetti

Angoli: 3 – 2 Audace Savoia

Rec.: 0’ pt – 4’ st

All’inizio della partita e’ stato osservato un minuto di riflessione e letto un brano del Diario di Anna Frank

L’Audace Savoia torna   a cimentarsi sul terreno amico dopo l’incredibile sconfitta interna contro il Casal Barriera ma anche dopo la vittoria sul manto erboso del Tiziano Righetti di Latina dove ha conquistato la vetta della classifica, anche se in settimana ha dovuto abbandonare la Coppa Italia a causa della sconfitta di Monterotondo contro l’Eretum.

Ed al termine di un incontro combattuto fino al triplice fischio, la formazione di Daniele Greco batte per 3-2 i bianco verdi romani dell’Almas e si insedia in solitario in cima alla classifica in virtu’ della sconfitta interna della Virtus Nettuno nel big match contro il Citta’ di Anagni. Usuale e classico 4-4-2 per i padroni di casa mentre gli ospiti rispondono con un offensivo 4-3-3. Subito dopo il fischio di inizio, ospiti in vantaggio al 4’ con il centravanti Liotti che sfrutta un errore di Tassi in uscita e con il portiere fuori dai pali, lo batte con un velenoso pallonetto dalla distanza. Ma il pareggio e’ raggiunto soltanto tre minuti dopo: tira Cali’ dalla distanza, Mennini respinge corto e si avventa come un falco Penge che non ha difficolta’ a ribattere a rete. Gli ospiti traggono beneficio dalla supremazia a centrocampo dove Valentini, almeno per i primi venti minuti padroneggia, poi gli azzurri iniziano a spingere ed al 25’ una prolungata azione di Penge viene sventata in angolo; tre minuti dopo perfetto cross di Greco per la testa di Maccaroni, ben appostato in area, ma il tiro si perde oltre la traversa ed al 33’ i locali passano in vantaggio: schema su punizione di Greco per Marinucci a pescare di testa Cali’ ed il capocannoniere del campionato con un violento tiro ravvicinato fulmina Mennini. All’inizio della seconda frazione di gioco, i “sabaudi “ hanno la prima possibilita’ di “chiudere” la gara: su lancio lungo, Cali’ salta con destrezza Olivieri, si presenta davanti a Mennini ma spara incredibilmente oltre la traversa. Ancora una grossa occasione al 13’: Greco assist per Tataranno che entra in area ed invece di servire due compagni smarcati, prova il tiro, debole e facile preda del portiere ospite. Al 26’ la terza rete e doppietta per il capocannoniere Aimone Cali: spettacolare azione di Greco sulla sinistra, salta tre avversari poi cross rasoterra arretrato al centro dove si avventa Cali’ per la facile rete del 3 -1 . Ma i romani non si danno per vinti ed al 37’ accorciano le distanze: punizione di Anastasio, mischia in area degli azzurri, si avventa Corti che batte Tassi, oggi inspiegabilmente molto incerto. Il finale e’ pirotecnico: al 44’ ancora Anastasio per Corti, Tassi respinge malamente, riprende Corti ma salva in angolo sulla linea bianca un immenso Mucciarelli e proprio sul triplice fischio Sandu salta tutti e si presenta solo davanti a Mennini ma spara malamente fuori. Indubbiamente l’Audace Savoia ha meritato la vittoria anche se la squadra ha denotato molte incertezze nella applicazione della fase difensiva che hanno condizionato fin qui l’andamento della formazione prenestina; nella prima mezz’ora anche il centrocampo ha sofferto la brillantezza di un ispirato Valentini cui Greco lasciavo spazio di gioco; poi la bravura del capitano degli azzurri e di uno scatenato Penge hanno capovolto le sorti dell’incontro. Con questa vittoria i “sabaudi” si insediano da soli in testa ad una classifica molto corta nelle posizioni di vertici mentre gia’ sta esprimendo i primi verdetti in coda; e’ comunque sintomatico che la prima posizione e’ detenuta da una squadra che ha maturato solo 19 punti sui ventisette fin qui disponibili. Greco e Penge per i locali; De Dominicis, Colasanti, Anastasio, Valentini e Ricciardi per gli ospiti ci sono sembrati gli eponimi di questa gara diretta con sufficienza dal sig. Forconi di Roma 2.

Eccellenza | Città di Anagni Calcio – Audace Savoia 0-4

di Maurizio ROSSI

Per la quarta giornata di campionato va in scena sul neutro dello stadio P. Tintisona di Paliano il primo scontro al vertice della nuova stagione agonistica tra la sorprendente capolista Citta’ di Anagni e l’Audace Savoia.

Continua la lettura di Eccellenza | Città di Anagni Calcio – Audace Savoia 0-4

Daniele Greco carica l’Audace: “Cavalchiamo l’onda Calì”

Ufficio Stampa Audace Savoia

Il tecnico della compagine di Genazzano si proietta al big match di Paliano, chiedendo ai suoi continuità

Sulle ali dell’entusiasmo, dopo le ultime due bellissime vittorie in campionato, l’Audace Savoia di Daniele Greco si appresta ad affrontare la complicata trasferta di Paliano, dove contro il Città di Anagni di Fabio Gerli sarà già big match. Le due formazioni arrivano alla sfida divise da una sola lunghezza, i ciociari comandano la graduatoria insieme a Virtus Nettuno Lido e Team Nuova Florida, appena dietro la compagine di Genazzano, a quota 6 punti. A parlare a due giorni dalla gara è il player manager dell’Audace, nonché capitano, Daniele Greco. “La partita che andremo ad affrontare spero sia spettacolare anche sul campo e non soltanto sulla carta. L’Anagni è una squadra solida e molto fisica, ma anche noi, nonostante prediligiamo un gioco veloce e con elementi brevilinei, non manchiamo ugualmente di sostanza. Mi auguro anche di vedere una bella cornice di pubblico e tanti nostri tifosi che possano aiutarci con il loro sostegno. Dopo le ultime due prestazioni cercheremo di dare continuità e di cavalcare l’onda di Calì, nella partita inaugurale sostanzialmente ci è mancato un finalizzatore ed ora che lo abbiamo trovato penseremo ad aiutarlo per far sì che continui a segnare più gol possibili in questo avvio di stagione”.

Continua la lettura di Daniele Greco carica l’Audace: “Cavalchiamo l’onda Calì”

ECCELLENZA | Audace Savoia – Ausonia 4-0, la cronaca

di Maurizio ROSSI

E’ gia’ tempo di verifiche per la giovane formazione di Daniele Greco che dopo la “battaglia” di Ceprano, contro un indomito Arce, affronta l’Ausonia, reduce da una settimana a dir poco “difficile”: gia’ la sconfitta interna in campionato contro il Formia aveva intaccato il rapporto fiduciario tra il “vulcanico” Presidente Alessandro Anelli e lo “storico” allenatore Roberto Gioia, allenatore simbolo di Ausonia, condottiero di quel gruppo che partito dalla terza categoria è arrivato in Eccellenza.

Continua la lettura di ECCELLENZA | Audace Savoia – Ausonia 4-0, la cronaca

Audace: ritorno alle origini per Aimone Cali

Ufficio Stampa Audace Savoia

L’attaccante romano entra in “Talento&Tenacia” con “Audace Savoia”

Un gradito ritorno. E’ quello del romano Aimone Cali, ventenne attaccante già nella Primavera di Roma e Lazio e reduce da una esperienza in Lega Pro con la Carrarese e Racing Roma, che da oggi entra a far parte a pieno titolo del Programma “Talento & Tenacia” varato dall’Asilo Savoia. Rinforzo prezioso per l’attacco del tecnico Greco che potrà ora contare sull’esperienza e sul fisico di una prima punta in grado di fare reparto praticamente da solo.

Grazie a “Talento&Tenacia” Aimone, così chiamato in ricordo di Aimone di Savoia, Duca di Spoleto e Ammiraglio della Marina Italiana per ascendenze familiari, che aveva interrotto gli studi proprio a causa degli impegni sportivi, verrà inserito nel programma di formazione e di inserimento professionale che costituisce parte integrante di “Audace Savoia”.

“Sono felice di unire la mia storia familiare e sportiva all’Asilo Savoia e ad “Audace Savoia” – ha dichiarato Cali –  il nome che porto per volontà di mia nonna evoca la storia della dinastia Sabauda e quella personale di Aimone di Savoia, che ha fatto della tenacia e dell’impresa sportiva (fu anche autore del tentativo di scalata al K2 insieme ad Ardito Desio) una ragione di vita. Valori che ispirano anche la mia condotta dentro e fuori il campo”.

 

L’Audace Savoia si presenta ufficialmente per una nuova stagione da protagonista

Ufficio Stampa Audace Savoia

Domenica si torna in campo, primo match della stagione contro la neopromossa Play Eur a Genazzano, ma il calcio d’inizio della nuova stagione in casa Audace non significa solamente gioco, punti, vittorie e sconfitte. Il club si è presentato venerdì ed insieme alla nuova, giovanissima, rosa a disposizione del player manager Daniele Greco, ha delineato i risultati del progetto Talento e Tenacia, annunciandone i passi successivi che caratterizzeranno la prossima stagione. Il progetto, nato ed ormai consolidato con l’IPAB Asilo Savoia, è la più alta concezione di sport all’interno del contesto popolare in cui l’Audace si trova ad operare. Abbattimento di barriere sociali e culturali, indirizzamento dei giovani verso lavoro, studio e volontariato. Un concetto che sembra semplice, ma che in realtà per essere applicato ha bisogno di dedizione ed impegno costante. In questo l’Asilo Savoia non si è mai tirato indietro. Anzi. Un lavoro così efficace tanto da meritare il pieno apprezzamento della Regione Lazio, presente al Castello Colonna con Rodolfo Lena, presidente della Commissione Politiche Sociali e Salute. “Il calcio diventa strumento per la promozione e la costruzione di percorsi di educazione alla cittadinanza, alla responsabilità e alla inclusione sociale. Uno splendido esempio di politiche sociali attive. Voi rappresentate ciò che è gestito dalla legge 328 (riforma del Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio) senza essere un organo di governo. Complimenti, davvero”. Parola poi a Massimiliano Monnanni, presidente dell’Asilo Savoia, che ha elencato tutti i risultati raggiunti con i ragazzi nella passata stagione: dalle borse di studio all’ingresso nel mondo del lavoro, fino all’evento culminante della consegna del premio Talento e Tenacia a Samuele Maurizi, esempio di virtù sul campo e fuori (ora gioca alla Fermana in prestito dal Carpi). I progetti dell’Asilo Savoia proseguiranno poi con la creazione di un altro centro di aggregazione ad Ostia, con la nascita di una palestra (si attende solo il via “burocratico” per dare inizio ai lavori) oltre all’estendersi della sua attività in altri municipi capitolini, andando a collaborare con nuove società come la Nuova Milvia. E poi, spazio al campo. Presenti i due presidenti delle realtà Audace (Giovanni Mastropietro per la prima squadra e Amedeo Testa per il mondo del settore giovanile) che hanno confermato le volontà di crescita sportiva del club. Un club che riuscirà ad avere tra le fila delle sue giovanili circa 300 iscritti nella prossima stagione, con ragazzi che faranno parte di tanti diversi comuni della zona, andando ad indicare l’Audace sempre più come un centro di aggregazione e non soltanto una “mera” squadra di calcio. La prima squadra è stata l’ultima a mostrarsi nella serata, con il dg Marco Guidi che ha elencato ad uno ad uno tutti i protagonisti. Media età bassissima (al di sotto dei 18 anni) con Mucciarelli a fare da chioccia e ad esordire con uno “Scusate per l’età” ridendo, nel momento della sua presentazione. Un azzardo quello dei biancorossi che hanno sovvertito le regole degli Under. Non 4-5 giovani da schierare in campo per dovere, ma un’ossatura di talento e belle speranze per provare a coronare un sogno sportivo cui corrisponderà comunque risultati concreti a livello scolastico, universitario e di inserimento professionale.