Archivi tag: campionato

Juniores Provinciali. Prima Porta Saxa Rubra 0-3 Petriana Calcio. Un triplo Botoc porta i gialloblu in testa alla classifica

Articolo e foto di Paride Roncaglia

Alla ricerca dei primi tre punti in casa il Prima Porta Saxa Rubra dopo la vittoria esterna contro lo Spes 1908. Dall’altra parte la Petriana tentava di confermare una volta per tutte di essere una delle candidate a vincere il girone B. Queste le due squadre che si sono trovate di fronte, nel pomeriggio di sabato, al campo Dezi.




Continua la lettura di Juniores Provinciali. Prima Porta Saxa Rubra 0-3 Petriana Calcio. Un triplo Botoc porta i gialloblu in testa alla classifica

Calcio a 5, Serie D: La Virtus San Giustino vola con la vecchia e la nuova scuola. UniPomezia battuto 2-3 a domicilio

Di Ufficio Stampa Virtus San Giustino – Stefano Francesconi

Primo impegno in trasferta per la Virtus San Giustino che, sotto il tetto del Palalevante, è ospite dell’UniPomezia, squadra reduce da una sconfitta nella prima giornata di Campionato. Mister De Cesaris schiera dal primo minuto Matera tra i pali, Vellante, Fanetti (esordio in campionato per lui ndr), Riccomi e capitan Migliaccio. I padroni di casa rispondono con Evangelisti in porta, Misischia, Grasso, Guadagnini e Cervellera.

Inizio di partita un po’ complicato per gli ospiti che devono stare attenti alle conclusioni di Misischia al minuto 2 e al 7’. Nel mezzo da segnalare due ottime azioni di Fanetti, il numero 7 però trova sempre l’opposizione di un buon Evangelisti. Superati questi sette minuti difficili, i rossoblu iniziano a macinare gioco con due conclusioni di Marcello Natale (anche per lui esordio stagionale) che prima di destro e poi di testa terminano entrambi a lato. L’unico tentativo dell’UniPomezia arriva al 23’ con una conclusione deviata in calcio d’angolo da un coraggioso Pulcini che si butta col corpo per intercettare il tiro.
Finisce così a reti bianche la prima frazione. Da segnalare l’esordio stagionale per Emiliano Mautner al 18’, buon minutaggio per lui reduce da un infortunio e arma in più per mister De Cesaris. Da evidenziare anche alcune scelte “discutibili” dell’arbitro, che non assegna un rigore clamoroso ai padroni di casa, ma neanche un’espulsione per gli stessi per un brutto fallo su Roncaglia Ettore. Queste sviste arbitrali saranno frequenti anche nel secondo tempo, episodi che incattiviranno la sfida.

Ripresa shock per gli ospiti che entrano in campo con 17 secondi di ritardo facendo segnare capitan Guadagnini. I padroni di casa vogliono chiuderla ma il palo, Matera e la scarsa precisione non glielo permettono. Ed ecco che viene fuori la Virtus col solito Del Vescovo che in due partite segna due reti di pregevole fattura, è 1-1. Nel frattempo il solito Matera è chiamato agli straordinari per mantenere il risultato fisso. Ma al minuto 23 arriva la svolta del match: sesto fallo dei padroni di casa e tiro libero. Sulla palla va capitan Migliaccio reduce dal palo della settimana precedente. Ma stavolta, subito dopo il fischio dell’arbitro, la sfera finisce in rete allontanando così gli spettri del passato, 1 – 2 Virtus.
L’allenatore di casa chiama il Time Out per poter inserire così il portiere di movimento. Nonostante l’uomo in più, però, sono gli ospiti ad avere le occasioni migliori. Con un altro tiro libero di Migliaccio, stavolta disinnescato da un ottimo Evangelisti, e con la conclusione dalla porta di Matera. Il gol è nell’aria e arriva, quasi allo scadere, sempre con Migliaccio che intercetta il pallone e tira dalla propria metà campo, 1 – 3. I giocatori impazziscono e vanno ad abbracciare i numerosi tifosi al seguito della squadra. L’Unipomezia non demorde, visti i 3 minuti di recupero concessi dall’arbitro, e trova la rete del 2 – 3, ma è troppo tardi. La Virtus vince grazie alla vecchia scuola (Migliaccio classe 1983) e alla nuova (Del Vescovo classe 1999), volando così a 6 punti in classifica, al pari punti del Colli Albani (prossimi avversari) e del DEAFSPQR.

Uno dei protagonisti di questo match, nonostante il suo nome non sia nel tabellino dei marcatori è stato il laterale Adrian Fanetti. Ecco una sua considerazione sul match: “La partita è stata molto tesa sin dall’inizio, ma siamo rimasti concentrati e lucidi, questo ci ha permesso di conquistare i tre punti, in quanto non siamo caduti nelle loro provocazioni. Siamo un gruppo di 20 elementi tutti molto validi per questo è bello leggere il proprio nome tra i 12 convocati. La mia prestazione? La panchina di settimana scorsa mi ha spronato a dare di più. Obiettivi? La strada è ancora lunga e stiamo muovendo i primi passi, da lunedì inizieremo subito a lavorare per la prossima sfida”.

TABELLINO GARA

UniPomezia C5 2-3 Virtus San Giustino

Marcatori: Guadagnini 1′ st (UP), Del Vescovo 11′ st (VSG), Migliaccio 24′ st e 31′ st (VSG), 33′ st (UP)

UniPomezia: Evangelisti, Misischia, Di Giovanni, Ficorilli, Cinquegrani, Fabbrizio, Grasso, De Mita, Guadagnini, Cervellera, Proietti, Grasso.

Virtus San Giustino: Matera, Del Vescovo, Mautner, Vellante, Natale Marcello, Fanetti, Roncaglia P., Riccomi, Di Russo, Pulcini, Roncaglia E., Migliaccio.

Arbitro: Tufano di Roma 2

Giovanili, Petriana Calcio: trasferta vincente per i 2002, Juniores da favola

Di ufficio Stampa Petriana Calcio 

Dopo aver già visto nel dettaglio la partita dei 2004 andiamo a vedere cosa è successo nel weekend delle squadre agonistiche della Petriana.

La Juniores di mister Massimo Fiumicini ha dispustato la seconda giornata di campionato in casa contro il Fidene. Il risultato finale 2-0 per i gialloblu, è stata la dimostrazione che questa squadra può fare davvero qualcosa di importante in questa stagione. Queste le parole del tecnico sulla gara:
“Calcolando le mille difficoltà ad assemblare questa squadra, non ultima la questione dei fuori quota, siamo riusciti a formare un buon gruppo e questo è un dato molto importante. Il Gruppo, su questa parola dobbiamo costruire i nostri successi.
Per quanto riguarda la partita contro, a detta di tutti, una delle favorite per la vittoria del campionato, non abbiamo mai subito e abbiamo creato molte occasioni. Basti pensare che il loro miglior giocatore è stato il portiere.
Per le marcature: molto bene il gol di Pace ed, in particolare, sono felicissimo per il gol del ragazzo del 2002, Ranieri, che era aggregato a noi. Siamo stati autori di un ottima partenza, ma ancora non abbiamo fatto niente, dobbiamo continuare così”.

Gli Allievi di Fontana hanno invece dovuto affrontare la lunga trasferta contro la compagine della Polisportiva Oriolo. Dopo la sconfitta casalinga contro il Palocco era necessario ripartire immediatamente e dare un segnale forte al campionato. Infatti così è stato: 0-2 perentorio con gol di Ruggini e Fontana, entrambi di testa.

“Molto soddisfatto abbiamo fatto una grandissima partita contro un ottimo avversario e su un campo difficilissimo. La soddisfazione maggiore è stata vedere i ragazzi giocare da squadra. Siamo stati perfetti dal punto di vista tattico, non abbiamo sbagliato nulla rischiando praticamente zero. Il primo tempo è stato più equilibrato, mentre nella ripresa dopo i primi dieci minuti giocati nella loro metà campo, su un calcio d’angolo, di cinque battuti in serie , è arrivata la rete di Ruggini di testa. Dopo il vantaggio abbiamo continuato a difenderci con molto ordine, con molta diligenza. Sul finire della gara l’abbiamo chiusa con la rete, sempre di testa, di Fontana su calcio di punizione battuto perfettamente da D’Ambrogi.
Stiamo crescendo, la squadra sta crescendo davvero molto. Ci tengo a fare un elogio particolare al gruppo perché alla seconda rete tutta la panchina è corsa in campo ad abbracciare Gabriele. Inoltre i ragazzi infortunati hanno percorso 100km per stare vicino ai compagni. Questa è la vittoria più importante per un allenatore. Adesso comunque piedi per terra, testa bassa, continuiamo a lavorare così come abbiamo fatto fino ad ora”.

Under 17 Regionale: esordio vittorioso della Petriana Calcio sul Time Sport Garbatella

Di Paride Roncaglia

Si è tornati in campo per le partite che contano nel campionato Under 17 Regionale. Al Cavalieri di Colombo di Via dei Monti di Primavalle la compagine di mister Fontana ha esordito in casa contro lo Sport Time Garbatella di mister Di Lorenzo.

La partenza sprint dei ragazzi di casa permette loro di passare in subito in vantaggio. Assist di Morsella da sinistra e gol di Colletta al 3’. Il numero undici mette in rete attaccando di cattiveria il secondo palo con un movimento ad eludere la marcatura avversaria. La Petriana gioca molto bene in avvio: baricentro alto, tanta corsa e buon giro palla. Al 21’ arriva l’occasione per il raddoppio con una mischia in area che capitan Carpineti non riesce a ribadire in rete. Al 23’ ancora Morsella ad essere pericoloso con una conclusione volante che finisce di poco a lato. Al 25’ gli ospiti si affacciano in avanti con una potente punizione calciata dal numero 8 ospite Tarchini di poco a lato. Al 30’ conclusione ancora il Garbatella che si rende pericoloso con la conclusione dalla sinistra di Falco che da buona posizione spedisce sull’esterno della rete . Al 32’ palo clamoroso di Morsella, probabilmente il migliore in campo, dopo una bella azione sulla sinistra. Nell’occasione solo il legno salva l’estremo difensore ospite dal subire gol sul suo palo.

Nella ripresa parte di nuovo forte la Petriana e di nuovo Colletti a creare problemi alla difesa di mister Di Lorenzo. Il numero undici Petriana si infila in area di rigore costringendo il terzino ospite al recupero in extremis in scivolata. Il difensore però tocca il pallone con il braccio in maniera troppo netta, tanto da indurre l’arbitro ad assegnare il penalty. Sul dischetto si presenta capitan Carpineti. La tanta responsabilità lo tradisce ed il numero 4 calcia troppo centrale e poco potente, tanto da permettere a La Rocca di bloccare la conclusione. La Petriana continua comunque a spingere per il raddoppio e al 12’ si rende pericolosa con una grande azione che si sviluppa sulla destra. Il numero 8 di casa Rullo arriva sul fondo e mette dentro per Ruggini che non arriva all’appuntamento con il pallone mancandolo a pochi metri dalla porta. Dopo alcuni minuti di stallo e di numeri cambi, al 32’, la prima vera occasione Garbatella è davvero colossale. De Gasperis si trova a pochi metri dalla porta con un pallone messo dentro da sinistra. Il 13 ospite calcia di collo al volo, ma la risposta d’istinto di Capasso é strepitosa e salva la Petriana. I ragazzi di Fontana allora accelerano i tempi per portare a casa la gara e al 36’ Rullo segna il raddoppio con un bel gol al volo dal limite. Tutto nasce ancora una volta dalla velocità di Morsella che con un’azione travolgente sulla destra semina il panico. Dopo il suo cross e un batti e ribatti in area la palla arriva al numero 8 di casa che si coordina e fulmina all’angolino l’incolpevole La Rocca, facendo esplodere la gioia della panchina e dei tifosi di casa.

Al termine della gara è Petriana 2-0 Time Sport Garbatella. Vittoria meritata per i padroni di casa. Ci si aspetta invece qualcosa in più dai ragazzi di Di Lorenzo.

TABELLINO GARA

Petriana Calcio 2-0 Time Sport Garbatella

Marcatori: Colletta 3’ pt (PC), Rullo 36’ st (PC)

Petriana Calcio: Capasso, Onori, De Marco, Carpineti, D’Ambrogi(Vescera 44′ st), De Carolis, Morsella(Fontana 37′ st), Rullo(Ambruosi 40′ st), Ruggini(Coluccia 43′ st), Giammona(Ranieri 31′ st), Colletta(Giombini 13′ st). Panchina: Migliaccio, Demurtas, Menenti.

Allenatore: Alessandro Fontana

Time Sport Garbatella: La Rocca, Zompanti(Nardone 13′ st), Bracchetti, Cristini, Cannizzaro, Di Massimo, Mancini(Jonuzi 29′ st), Tarchini, Ferraro(De Gasperis 5′ st), Del Giudice, Falco. Panchina: Angelini, Filippini, Granucci, Grim, Vendittelli.

Allenatore: Francesco Di Lorenzo

NOTE: Angoli: 5-5 Rec. 1’ pt – 5’ st Ammoniti: D’Ambrogi, Cristini, Rullo, Falco, Morsella

Eccellenza: Vigor Perconti 2-2 Audace: Pagni salva i blaugrana in extremis

Di Paride Roncaglia

Il Vigor Sporting Center di Roma, domenica mattina, è stato teatro dell’avvincente match tra la Vigor Perconti di mister Bellinati e l’Audace del tecnico Di Rocco.
Dopo la prima giornata le squadre cercavano il riscatto vista la sconfitta nella sfida d’esordio: i blaugrana erano stati battuti per 2-0 dall’Insieme Ausonia, mentre l’Audace aveva capitolato con il Grifone Gialloverde tra le mura amiche.

Partita da subito intensa. Al 12’ la prima vera occasione capita sui piedi di Fortunato dell’Audace, ed è una situazione veramente clamorosa. Il 10 ospite viene imbeccato sul secondo palo da Nanni autore di una bella discesa sulla destra. Fortunato, con un buon controllo fa fuori il diretto avversario, ma a pochi metri dalla porta non la trova, mandando incredibilmente a lato. Primi 20’ più Audace che Vigor.
Al 28’ però grandissima prima occasione anche per la Vigor con Ippoliti. Il 10 blaugrana viene lanciato a rete da Pagni. Arrivato a tu per tu con l’estremo difensore Peri tenta di batterlo con un piazzato sul secondo palo, ma lo stesso portiere Audace tocca quel tanto che basta per mandare in angolo.
Al 34’ Fortunato si rifà decisamente dall’occasione sbagliata nei primi minuti. Il fantasista dell’Audace riceve il pallone a centrocampo salta due uomini e calcia da 35 metri trovando l’incrocio dei pali della porta difesa da Trinchera che nulla può. La compagine di mister Di Rocco passa in vantaggio con un autentico eurogol.
La Vigor reagisce e crea due occasioni consecutive prima con Igliozzi e poi su punizione con Carnevali. In entrambe le occasioni attentissimo a respingere Peri. Si va così al riposo con gli ospiti in vantaggio.

La ripresa ricomincia ad alto ritmo. Al 5’ doppia occasione per la Vigor non sfruttata. Prima un due contro il portiere neutralizzato da Peri. Poi, sul seguente angolo a pochi metri dalla porta una mischia che si risolve in un tiro alto sopra la traversa. Al 12’ ancora occasione Vigor con il colpo di testa di Di Paolo su angolo di Carnevali. Palla di poco alta sopra la traversa. La Vigor spinge, ma al 13’ è l’Audace a trovare il 2-0 ancora con Fortunato. Il mattatore di giornata rimane freddo davanti a Trinchera e lo batte sul secondo palo. Nell’occasione fantastico il suggerimento di Nanni in profondità. La Vigor sembra tramortita, ma mister Bellinati non ci sta ed effettua numerosi cambi per tentare di ribaltare le sorti del match. L’Audace sembra comunque in totale controllo e vicina all’obiettivo tre punti. Al 41’, all’improvviso, accorcia le distanze la Vigor con Arduini che, sulla destra, salta il diretto avversario, entra in area e calciando di punta fa secco Peri in uscita. La partita si riaccende clamorosamente, diventa nervosa e porta all’espulsione prima di Dovidio e Pasqualini per la Vigor, con quest’ultimo dalla panchina dopo essere stato sostiuito, e poi di Battaglini per gli ospiti. L’Audace non riesce a gestire, a tenere alto il pallone e soprattutto spreca qualche contropiede di troppo. Al 48’, quando sembra comunque ormai fatta, arriva il pareggio della Vigor Perconti con Pagni. Il numero 9, sotto porta, mette dentro dopo la corta respinta della difesa. Nell’occasione ancora decisivo Arduini che con un’azione sulla destra, simile a quella del 1-2, semina il panico e permette ai suoi di acciuffare il pareggio in extremis.

Al triplice fischio del direttore di gara è 2-2, con entrambe le squadre costrette a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

TABELLINO

Vigor Perconti 2-2 Audace
Marcatori: Fortunato 34’ pt e 13’ st (A), Arduini 41’ st (VP), Pagni 48’ st (VP)

Vigor Perconti: Trinchera, Pastorelli(Bellardini 28’ st), Di Paolo, Caccia(La Posta 15’ st), Carnevali, Dovidio, Arduini, Igliozzi(Brighi 31’ st), Pagni, Ippoliti(Rante 15’ st), Pasqualini(Venutolo 8’ st). Panchina: La Rovere, Mannarelli, De Angelis, Bocchini.

Allenatore: Francesco Bellinati

Audace: Peri, Falcone, Giordano(Battaglini 34’ st), Boschi, Alongi, Benedetti, Nanni(Tagliabue 21’ st), Colaneri, Marchionni(Di Gioacchino 43’ st), Fortunato, Denni(Dioletta 36’ st). Panchina: Giuliani, Cellitti, Hoxha, Gasperini.

Allenatore: Marco Di Rocco

Arbitro: Bosco di Ostia
1°assistente: Caputo di Latina
2°assistente: Fontana di Latina

NOTE: Angoli 9-2 Rec. 0‘pt – 5‘st Ammoniti: Pasqualini, Igliozzi, Colaneri, Arduini, Pagni. Espulsi: Al 38’ st Dovidio e Pasqualini(dalla panchina), al 43’ st Battaglini.

Giovanissimi Regionali FB | Tor Sapienza 0-1 Petriana Calcio: i gialloblu conquistano salvezza aritmetica e quinto posto. Padroni di casa all’ultima spiaggia

di Paride Roncaglia

Al comunale Alberini, a quattro giornate dalla fine, si gioca uno scontro importante per la salvezza. La squadra di casa, il Tor Sapienza allenato da mister Di Marzio, in cerca di punti per sperare ancora nella rincorsa al Cynthia, prima squadra salva e distante 4 punti. La Petriana, dall’altra parte, aveva bisogno di un solo punto per la certezza matematica di mantenere la categoria e una vittoria l’avrebbe addirittura portata tra le prime 5 forze del girone.

Il match comincia a ritmi lenti per via del grande caldo. Al 8’ Fontanella si procura una punizione dal limite. Calcia a giro dai 20 metri Sciarretta che da tanto effetto ma poca potenza, così da essere facile la presa di Bevilacqua. Il Tor Sapienza prova ad attaccare, la Petriana attende e tenta di giocare in ripartenza. Al 15’ proprio la Petriana in avanti con un’azione di contropiede insistita e conclusa da sinistra con Langone. Bella botta, ma palla alta sopra la traversa. Al 31’ bellissimo lancio in profondità di Fontanella per il numero 7 Betti che tenta di raggiungere il pallone prima del diretto avversario. La conclusione però parte debole e anche se da posizione ravvicinata, diventa facile preda per Bevilacqua. Nel finale di tempo la Petriana reclama un rigore, apparso abbastanza netto, per fallo in area di rigore su Terribile. Il direttore di gara non è però dello stesso avviso.

Nella ripresa Di Tella effettua qualche cambio e prova dare un nuovo assetto ai suoi. Al 5’ ci prova Romani sempre dalla distanza per la Petriana. Blocca centralmente Aquilini. Il vantaggio degli ospiti arriva al minuto 8. Su un punizione calciata da Lauri il pallone viene respinto al limite dell’area dalla difesa. Fantastica giocata di Laureti che controlla bene il pallone e imbuca per Santoro. Il numero 8 riesce a rimanere in posizione regolare, a sistemarsi il pallone e a calciare forte sotto la traversa. Grande esultanza da parte dei giocatori gialloblu e dei numerosi genitori al seguito. Il Tor Sapienza ha un assoluto bisogno di prendere punti e così reagisce. Al 17’ una grandissima occasione con Betti. Tutto nasce da una grande azione in solitaria di Sciarretta, forse il migliore dei suoi, che dribbla due avversari e imbuca per il suo compagno. Betti si presenta davanti a Bevilacqua, pensa solo a calciare forte e mette sull’esterno della rete. Al 29’ altra occasione ai limiti del clamoroso per il Tor Sapienza prima con Betti in una super azione personale, poi con Gammaitoni, entrato nella ripresa, praticamente a botta sicura a porta vuota. Il portiere Bevilacqua, con un riflesso pazzesco, e Figliolia sulla riga salvano la porta della Petriana. I ragazzi di mister Di Marzio ci provano fino all’ultimo, ma la Petriana resiste e tiene botta conquistandosi l’ultima occasione del match: al 38’ punizione di Lauri dalla lunghissima distanza con il pallone che prende una strana traiettoria e costringe al grande intervento Aquilini, il quale toglie il pallone quasi dall’incrocio dei pali. Sul seguente angolo l’arbitro decreta la fine dei giochi: la Petriana fra i grandi, il Tor Sapienza all’ultima spiaggia con gli ultimi 240 minuti decisivi per le sorti dei gialloverdi.

TABELLINO GARA

Tor Sapienza 0-1 Petriana Calcio

Marcatori: Santoro 8’ st (PC)

Tor Sapienza: Aquilini, Nanni(Gammaitoni 30’ st), Sciarretta(Felici 18’ st), Valeri, Arzilli, Alosi, Betti, Fontanella, Gosti(Piscedda 23’ pt), Mita, Cesarei. Panchina: Giovazzi, Castellani, Tolli, De Angelis.

Allenatore: Daniele Di Marzio

Petriana Calcio: Bevilacqua(Mearini 35’ st), Terribile(Tonnicchia 24’ st), De Mutiis(Figliolia 9’ st), Romani(Ambrosio 7’ st), Lauri, Bonichini, Mastropietro, Santoro, Besanzoni(Allegrini 1’ st), Laureti, Langone(Sagripanti 1’ st).

Allenatore: Emiliano Di Tella

Arbitro: Bevilacqua di Roma 2

NOTE: Angoli 3-3 Rec. 2’ pt – 3’ st Ammoniti: Mastropietro, Santoro

Juniores Regionali FB | Neorizon Acquacetosa 2-2 Petriana Calcio: rimandato il discorso per il titolo

Di Paride Roncaglia

Sfida d’alta classifica per l’ultima giornata del campionato Juniores Regionale FB tra Neorizon Acquacetosa e Petriana Calcio. I padroni di casa con poche speranze di vittoria nel girone, ma già certi dei play-off. Per loro, oltre che conquistare i tre punti, era necessaria la sconfitta del Palocco sul campo del Nuova Milvia. La Petriana di De Baggis aveva, invece, il destino nelle sue mani perché con una vittoria avrebbe conquistato il titolo senza dover badare al risultato del Palocco.

Sono proprio gli ospiti a iniziare il match con atteggiamento aggressivo e determinato per cercare di trovare il vantaggio. Al 4’ minuto si fa pericoloso il solito Montesi, difensore centrale abilissimo negli inserimenti in area di rigore, con il marchio di fabbrica del colpo di testa. Palla alta di pochissimo che fornisce anche la sensazione della rete per i tifosi presenti. Al 17’ arriva il vantaggio dei ragazzi gialloblu con la rete di Botoc. Gentili recupera palla con un bel break a centrocampo e vedendo il movimento in verticale di Botoc lo serve con un passaggio millimetrico. Il numero 9 calcia con il destro non appena raggiunto il pallone, subito fuori dal limite dell’area di rigore, e anticipa il movimento di Pepe che non può nulla. Palla in fondo al sacco, esplosione incontenibile di gioia per squadra e tifosi. La Neorizon però non ci sta e, dopo essersi riorganizzato, tenta di prendere campo. Al 30’ occasione su una punizione laterale calciata da Losani. Il pallone tagliato finisce sulla testa di Fuscagni che indirizza bene verso lo specchio, ma trova un grande Barillaro in opposizione. Passano i minuti e sembra stabilirsi un certo equilibrio in campo, almeno fino al minuto 40. Pergolizzi gestisce un difficile pallone in mezzo al campo e con la coda dell’occhio vede l’inserimento a sinistra di Tiberi. Il pallone raggiunge il numero 8 alle spalle del terzino del Neorizon e viene controllato dallo stesso Tiberi, il quale entra in area e con un piazzato sul palo lontano fa secco Pepe. Si va al riposo con gli ospiti avanti due reti a zero.

Entrati in campo nella ripresa si nota subito un cambiamento di atteggiamento da parte delle due squadre. La Neorizon sembra molto più determinata, mentre la squadra di mister De Baggis sicura di portare a casa la vittoria. La partita si rianima al 4’. Dopo una prolungata azione la sfera arriva nei piedi di Cenciarelli che dal limite dell’area riesce a girarsi verso porta e calciare a rete. La conclusione è centrale, alta e non molto potente, ma Barillaro appare sorpreso, non arriva ed è costretto a raccogliere la palla infondo al sacco. Si riaccende così l’entusiasmo dei padroni di casa e dei loro tifosi. Gli ospiti faticano a trovare le stesse misure del primo tempo e non si rendono particolarmente pericolosi. Al 19’, infatti, è ancora la Neorizon a farsi in avanti. Losani e ne va sulla destra con classe e potenza e mette un bel pallone sul secondo palo. All’appuntamento arriva puntuale il compagno sul secondo palo che però manda incredibilmente alto sopra la traversa.
La gara si innervosisce per l’importante posta in palio e anche per via di due cambi per parte la gara comincia ad essere spezzettata e poco giocata. Con il passare dei minuti i padroni di casa sembrano non riuscire più ed essere lucidi e la Petriana trova invece il modo di difendersi senza rischiare troppo.
Ma proprio nel recupero, quando il match sembra finito, arriva il gol del pareggio. Al minuto 50, direttamente su calcio di punizione, Gabriele firma il definitivo 2-2, con un calcio a giro sul palo di Barillaro, anche questa volta non perfetto.
Al triplice fischio del signor Rainaldi è 2-2 al Salaria Sport Village, con il Neorizon Acquacetosa ai play-off, e la Petriana costretta allo spareggio con il Palocco nelle prossime settimane per la conquista del titolo.

TABELLINO GARA

Neorizon Acquacetosa 2-2 Petriana calcio

Marcatori: Botoc 17‘ pt (PC), Tiberi 40’ pt (PC), Cenciarelli 4’ st (NA), Gabriele 50’ st (NA)

Neorizon Acquacetosa: Pepe, Baldestein, Campagna(Bonolis 1’ st), Iovinella, Fuscagni, Pacelli, Andreani, Narzi, Gabriele, Losani, Cenciarelli. Panchina: Cobianchi, Baldacci, D’Alessandro.

Allenatore: Jacopo Barlone

Petriana Calcio: Barillaro, La Rosa(Procaccini 13’ st), Gastaldini, Gentile, Montesi, Carpineti, Tiberi, Maurizi, Botoc(Marchetta 10’ st), Pergolizzi, Macrì. Panchina: Foglia, Marota, Di Maio, Cordelli, Mordanini.

Allenatore: Flavio De Baggis

Arbitro: Rainaldi di Tivoli

Note: Angoli: 2-4 Rec.: 2‘ pt – 6‘ st Ammoniti: La Rosa, Barillaro, Gentile, Pergolizzi. Espulsi: Narzi per doppia ammonizione al 46’ st

Giovanissimi Regionali FB | Almas Roma – Petriana Calcio: il risultato non conta, una situazione su cui riflettere

di Paride Roncaglia

Domenica, in una giornata dal clima uggioso e triste per tutto il mondo del calcio, che tornava a giocare dopo la morte del capitano della Fiorentina Davide Astori, al campo Pionieri di San Basilio si sono sfidate Almas Roma e Petriana Calcio.

La partita, valida per la sedicesima giornata del campionato Giovanissimi Regionali Fascia B, con calcio d’inizio fissato alle ore 15:00, è terminata 1-4 per gli ospiti (risultato citato solo ad onor di cronaca).

Circa venti minuti prima dell’inizio della gara solo la Petriana era in campo per il riscaldamento. Nel frattempo l’allenatore della squadra di casa, appunto l’Almas, ha chiamato a raccolta i genitori dei ragazzi presenti nella segreteria della società. Queste le sue parole:
“Signori, per varie vicissitudini oggi i ragazzi sono solamente in nove. La gara secondo il regolamento si può comunque disputare e i ragazzi sono assolutamente d’accordo per farlo. Io vi ho spiegato la situazione, se per voi va bene noi scendiamo in campo”.
Atteggiamento esemplare da parte del mister neroverde, che nonostante le difficoltà ha deciso di portare in campo i suoi e giocare al pieno delle possibilità.

Quali le cause? È possibile fare un’ipotesi: la squadra si trova all’ultimo posto in classifica ed è ormai certa della retrocessione nella categoria provinciale. Ma non è una giustificazione plausibile per non portare più i ragazzi alle gare di campionato.
È assolutamente lecito prendersela con i genitori che non hanno accompagnato i figli al campo, adolescenti e in un età in cui, è quasi una certezza, giocherebbero anche da soli contro cento.

Tornando ai protagonisti della partita inutile dire che sono stati meravigliosi. Alle 14.50 un ragazzo dell’Almas, di un anno più piccolo, è arrivato di corsa nel centro sportivo pronto per giocare, chiamato dall’allenatore all’ultimo momento, e disponibile a dare tutto per la causa.
L’entusiasmo dei nove giocatori dell’Almas, diventati dieci, non ha bisogno di commenti e tutto questo solo per essere diventati uno in più.

Iniziata la gara l’Almas dimostra da subito di essere in partita. Stessa cosa la Petriana di mister Di Tella con importanti ambizioni di classifica e rispettosa dell’avversario mai sottovalutato. Lo 0-0 resiste 12 minuti, ma poco importa, i dieci in maglia verde risultano fantastici agli occhi di tutti.
La cosa più bella la naturalezza nell’affrontare la situazione, la tranquillità per chi è lì per divertirsi e giocare allo sport più bello del mondo.

Il primo tempo termina 2-0 per gli ospiti, ma la ripresa riserva un’emozione ancora più grande. L’Almas riesce a mettere a segno la rete per accorciare le distanze e in un attimo è come se il Pionieri di San Basilio fosse diventato la Bombonera di Buenos Aires. Per qualsiasi persona presente, magari con il giudizio lucido dato dalla sua neutralità, sono palpabili quella gioia e quei valori che solo il calcio sa trasmettere. Valori che in una giornata come quella di domenica valgono il doppio se non il triplo, valori che nel ricordo di Davide Astori vanno esaltati e presi come riferimento. Sentimenti che i bambini, perché a quattordici anni parliamo ancora di bambini, con la loro spensieratezza anche nei momenti più complicati come, in piccolo, può essere giocare 90 minuti con un uomo in meno, mettono a disposizione degli adulti.

Dal punto di vista tecnico, per chi conosce i campionati regionali, poche sono le volte in cui si sono registrati episodi del genere, con squadre a corto di elementi per disputare gare di campionato.

In conclusione: riflettete genitori, fate sacrifici, portate i ragazzi al campo perché non è il risultato quel che conta, ma il crescere sani e con dei valori. Tutte componenti essenziali per diventare uomini, ancor prima che calciatori.