Archivi tag: casilina calcio

Casilina calcio (I cat.), il presidente Coratti: «Squadra rinnovata, prime sensazioni positive»

Ufficio stampa Casilina calcio

La Prima categoria del Casilina ha giocato la sua amichevole stagionale. O meglio, l’ha cominciata e non l’ha finita vista la “bomba d’acqua” caduta su Roma che ha interrotto la partita del “De Fonseca” contro la Roma Est a inizio secondo tempo. I ragazzi di mister Tiberio Baroni, comunque, hanno lasciato sensazioni positive nel test giocato sotto gli occhi del presidente Umberto Coratti, del direttore generale Simone Coratti e del direttore sportivo del settore giovanile Luigi Di Stante. Lo stesso presidente Coratti, dopo aver fatto visita alle squadre del settore giovanile (impegnate nel ritiro in terra abruzzese a Colledimezzo) nella giornata di sabato, è rientrato a Roma per vedere i primi passi stagionali della Prima categoria. «Ho visto delle cose interessanti, anche se ovviamente è la prima amichevole e la squadra è ancora pesante. Forse ci manca qualcosina nel reparto difensivo, vedremo se sarà il caso di integrare l’organico. Comunque sono rimasti pochi elementi del vecchio gruppo e ci sono tanti volti nuovi, quindi ci vorrà un po’ di tempo». La Prima categoria del Casilina tornerà in campo giovedì per un’amichevole in famiglia con la Juniores regionale, uno dei gruppi di qualità di un settore giovanile che rende orgoglioso Coratti. «Abbiamo quattro squadre tra i regionali e una, i Giovanissimi fascia A, che dovrà provare a vincere il campionato regionale. Ma anche tra le quattro regionali ci sono squadre come la Juniores o gli Allievi fascia A che sono estremamente competitive, mentre gli Allievi B forse hanno bisogno di qualche rinforzo in più e i Giovanissimi fascia B sono molto rinnovati, ma pronti per una buona stagione». Tornando a parlare di Prima categoria, Coratti parla del girone e fa un accenno all’esordio. «Il raggruppamento non è molto diverso da quello dello scorso anno, anche se ci hanno abbinato a qualche squadra ciociara in più come Piglio e Paliano. Poi all’esordio giocheremo subito il derby sul campo della Borghesiana e vogliamo farci trovare pronti».

Casilina calcio, giovanili in ritiro in Abruzzo. De Giglio: «Gettiamo le basi per una bella annata»

Ufficio stampa Casilina calcio

Il Casilina si è spostato nella Valle del Sangro, esattamente a Colledimezzo (località in provincia di Chieti). Lì il club del presidentissimo Umberto Coratti è riuscito a spedire l’intero settore giovanile agonistico, dalla Juniores fino ai Giovanissimi 2004. Uno sforzo organizzativo notevole per una società che, dopo la ristrutturazione dell’organigramma, sta mettendo in cantiere (e in atto) diverse interessanti iniziative. Al seguito dei ragazzi in terra d’Abruzzo c’è il responsabile economico Francesco De Giglio che collabora a stretto contatto con il neo direttore generale Simone Coratti per la parte organizzativa e che a livello tecnico è supportato dal direttore sportivo delle giovanili Luigi Di Stante e dal direttore tecnico Cesare Caselli. «Il Casilina da tre anni porta le sue giovanili a Colledimezzo, ma quest’anno lo fa per la prima volta al gran completo (includendo anche la Juniores, ndr). Tutte le squadre si stanno allenando con doppia seduta: i circa cento atleti hanno a disposizione dieci allenatori e tre preparatori atletici per far sentire ognuno di loro come dei professionisti». Per ciò che concerne le prospettive stagionali, De Giglio traccia un quadro abbastanza definito. «La Juniores di Del Monaco ha inserito in un gruppo consolidato tre elementi di spessore e può fare un bel campionato. Ancor più rinnovato il gruppo degli Allievi 2001 di Bernardi che hanno visto l’inserimento di sette nuovi arrivi e la conferma dei migliori elementi della scorsa stagione. Il gruppo degli Allievi 2002 di De Pompeis va rinforzato, ma può sicuramente dire la sua. Infine per ciò che concerne i Giovanissimi 2003 di mister Ricci, al momento l’unica squadra provinciale anche se siamo in attesa di una richiesta di ripescaggio, vengono dalla vittoria del campionato dello scorso anno e possono far bene, mentre i Giovanissimi 2004 di De Santis affrontano il loro primo torneo agonistico con l’obiettivo di una tranquilla salvezza». Lunedì prossimo, poi, al De Fonseca ci sarà la grande festa di apertura della stagione della Scuola calcio con rinfresco per i ragazzi alla fine dell’evento. «Vorrei rimarcare che per i nostri piccoli atleti ci sarà un nuovo kit griffato Givova comprensivo di zaino con borraccia e pallone personalizzato – sottolinea De Giglio -. Infine ci tengo a ricordare che tra il 25 e il 30 settembre saremo on line con il nuovo sito web e lanceremo l’applicazione “Casilina calcio” scaricabile su ios e Android».

Casilina calcio (I cat.), la convinzione di Coratti e Baroni: «Possiamo fare un buon campionato»

Ufficio stampa Casilina calcio

Inizierà il prossimo 4 settembre la preparazione pre-campionato della prima squadra del Casilina che anche quest’anno militerà in Prima categoria. Il club si è separato da mister Damiano Casarola (accasatosi al Castelverde) e ha affidato la guida tecnica a un nuovo allenatore, quel Tiberio Baroni che nelle ultime due stagioni è stato sulla panchina del Pibe de Oro e che ha avuto esperienze importanti alla Borghesiana dove ha fatto molto bene in Prima categoria. «L’impatto con la persona è stato molto positivo – dice il presidente del Casilina Umberto Coratti -, sulle qualità del tecnico ci sono pochi dubbi visto quanto ha fatto in passato. Non vogliamo fare proclami, ma sta nascendo una squadra in grado di fare un buon campionato anche se manca ancora qualche tassello per completare l’organico». Molto voglioso di cominciare la nuova avventura anche mister Baroni. «Il presidente è molto genuino e schietto, speriamo di fare bene assieme. Obiettivi? Sono un ambizioso per natura e credo che il Casilina possa stare nelle zone di vertice del campionato. Conosco bene la Prima categoria e so quali insidie può presentare, ma sono convinto che riusciremo a toglierci delle soddisfazioni». Per quanto riguarda la squadra, c’è stato qualche cambiamento rispetto al gruppo dello scorso anno com’è normale che accada quando si verifica un cambio di allenatore. Tra i confermati ci sono comunque ragazzi di valore come D’Addio, Giorgi e Iacorossi, poi ci sarà anche qualche ritorno gradito come quello di Taglienti (che tra l’altro è stato a Borghesiana con mister Baroni) e di Mattia. In queste ore, inoltre, dovrebbe essere definito anche il rientro a via Mandanici dell’ex Cocciano e Colle di Fuori Bono, mentre è ufficiale l’arrivo del forte attaccante Lionel Bancouly dal Futbolclub. Insomma sta nascendo un Casilina molto intrigante: sta ora a mister Baroni cercare di farlo diventare qualcosa di ancor più concreto…

Casilina calcio (Allievi Provinciali), Bernardi: «Questa squadra ha ancora fame» mercoledì 9 novembre 2016 – 09:03

Roma – Nella passata stagione hanno regalato un titolo regionale Allievi fascia B al Casilina. E quest’anno sono partiti con la medesima serissima intenzione anche nella categoria Allievi fascia A. Il gruppo affidato anche quest’anno a mister Antonio Bernardi ha iniziato la stagione con quattro vittorie in altrettante partite. L’ultima è stato il netto 4-0 imposto sul campo del La Rustica grazie alle doppiette di Ochianu e Monteleone. «Abbiamo iniziato la gara con grande aggressività – racconta Bernardi -, tanto che dopo una mezzora eravamo già in vantaggio di tre reti. Poi la squadra ha gestito e arrotondato il punteggio nella ripresa, anche se i padroni di casa hanno provato a fare qualcosa in più e nel finale il nostro Mino ha parato loro un calcio di rigore». Bernardi commenta con soddisfazione l’avvio di campionato dei suoi Allievi. «Non dico di essere sorpreso, perché comunque conosco bene il valore di questa squadra. Ma i ragazzi hanno ancora fame di vittorie e questo era il dubbio maggiore che poteva riguardarli: stanno facendo un ottimo lavoro assieme al preparatore atletico Andrea Di Stante e in campo riescono a mettere in pratica quanto fatto durante la settimana. Per quanto riguarda il campionato non sarà un torneo semplice: ci sono due squadre al momento a pari punti con noi, vale a dire l’Atletico Lariano e l’Atletico Zagarolo. Oltre a queste, ci possono essere delle outsider come Subiaco, Artena e anche il Frascati che abbiamo battuto un paio di settimane fa, ma che mi è parsa una buona squadra». Nel prossimo turno gli Allievi provinciali di Bernardi avranno un test molto significativo. «Giocheremo proprio sul campo dell’Atletico Lariano e sarà una partita che ci dirà se potremo continuare a sognare o meno».
Intanto la Prima categoria ha colto un pareggio prezioso sul campo dell’Alberone (0-0): ora i ragazzi di Damiano Casarola dovranno obbligatoriamente centrare la prima vittoria interna stagionale domenica contro l’Atletico Torbellamonaca Breda.

Libertas Casilina, Talevi: «Con l’Unipomezia grande impresa, ma piedi per terra»

E’ stato indubbiamente il risultato più rumoroso dell’ultimo turno di campionato, nel girone C di Promozione. Trascorsi tre giorni, non si è ancora spento l’eco e la soddisfazione nell’ambiente della Libertas Casilina per la splendida e chiara vittoria contro la schiacciasassi Unipomezia. I gol del solito Caramanica (giunto a quota nove in campionato) e dell’altro centrocampista Alessio Talevi hanno regalato una grande gioia al presidente Umberto Coratti (come al solito presente in tribuna) e a mister Damiano Casarola. «Sorpreso? Non proprio – dice Talevi – perché sapevo che la squadra voleva riscattare il brutto k.o. della gara d’andata (0-5, ndr) e quello della settimana precedente col Borgo Podgora. Abbiamo avuto un perfetto approccio alla partita e quello ha fatto la differenza: ora dobbiamo ripeterci anche con le squadre di livello inferiore contro cui abbiamo avuto più difficoltà». Per il centrocampista centrale classe 1992, che l’anno scorso si è diviso tra Lepanto Marino e Giov. Hel. (dove si è fatto apprezzare dall’allora mister Casarola) si è trattato del primo gol stagionale. «L’ho tenuto per un’occasione importante – sorride Talevi – e vorrei dedicarlo a mio papà Marco che mi ha sempre seguito fin da ragazzino, alla mia ragazza Francesca che mi ha dato tanta tranquillità nell’ultimo periodo e ovviamente a tutti i compagni di squadra». La Libertas Casilina ha fatto tre importanti passi verso la salvezza. «Ma sappiamo che la strada è ancora lunga e che dovremo arrivare almeno a 41-42 punti prima di poterci considerare al sicuro. Aver battuto la capolista non ci fa perdere di vista la realtà, rimarremo coi piedi per terra». Nel prossimo turno, per esempio, servirà un Casilina da battaglia per affrontare la dura trasferta con la Vivace Grottaferrata. «Una gara tosta perché loro hanno qualche punto in meno e sono in corsa per evitare i play out. Purtroppo salterò la gara perché ero in diffida e sono stato ammonito domenica scorsa, ma sarò certamente in tribuna per dimostrare la mia vicinanza al gruppo».

Ufficio Stampa