Archivi tag: coppa italia

Coppa Italia | Dove si giocherà Frosinone-Sudtirol? Il comunicato di protesta degli altoatesini

Dove si giocherà Frosinone-Sudtirol? Il comunicato di protesta degli altoatesini in merito alla scelta della sede della sfida del terzo turno di Coppa Italia, che i ciociari dovranno affrontare a porte chiuse dopo le sanzioni successive alla finale play off contro il Palermo nello scorso campionato di Serie B:




Continua la lettura di Coppa Italia | Dove si giocherà Frosinone-Sudtirol? Il comunicato di protesta degli altoatesini

Tim Cup | Sorteggiato il tabellone 2018/19, ecco il cammino delle cinque laziali

E’ stato sorteggiato il tabellone della Lazio per la Tim Cup 2018/19. La corsa dei biancazzurri inizierà a partire dagli ottavi di finale, previsti per il weekend del 13 gennaio, durante la sosta invernale della Serie A.




Continua la lettura di Tim Cup | Sorteggiato il tabellone 2018/19, ecco il cammino delle cinque laziali

Finale Coppa Italia: Juventus-Milan 4-0, poker bianconero e quarto trionfo di fila

di Fabio BELLI (foto © Gian Domenico SALE)

Nel segno del 4: quattro finali vinte consecutivamente in Coppa Italia, quattro gol al Milan che pure aveva evocato il poker nella scenografia dei suoi tifosi. E’ stata finale vera allo Stadio Olimpico, segnata da una Juventus cannibale e da un Milan penalizzato anche dai clamorosi errori di Gigio Donnarumma.




Continua la lettura di Finale Coppa Italia: Juventus-Milan 4-0, poker bianconero e quarto trionfo di fila

Tim Cup | Lazio-Milan 4-5 dcr, biancocelesti ko ai rigori dopo 120′ d’equilibrio

di Fabio BELLI (foto © Gian Domenico SALE)

E’ il Milan a raggiungere la Juventus in finale di Coppa Italia. Gattuso vince la partita a scacchi con Inzaghi: match agonisticamente vibrante, occasioni da una parte e dall’altra, ma la Lazio non ha stavolta afferrato gli assist del destino. La palla match fallita da Kalinic nel finale e i due errori dal dischetto di Rodriguez e Montolivo avevano spianato una strada che il destino ha voluto chiusa e impraticabile. Ma è una Lazio che ha lottato fino alla fine, uscendo dal campo con tutti gli onori.

Continua la lettura di Tim Cup | Lazio-Milan 4-5 dcr, biancocelesti ko ai rigori dopo 120′ d’equilibrio

LA CRONACA | Lazio-Fiorentina 1-0: lampo di Lulic dopo 5′ ed è semifinale!

di Fabio BELLI (foto © Gian Domenico SALE)

Basta un poco di Lulic e la Fiorentina va giù. Pillola dolcissima per Inzaghi, che si conferma implacabile in Coppa, amara per Pioli, anche se la Lazio per conquistare la semifinale di Coppa Italia ha dovuto gestire, compito non sempre nelle sue corde. Ma stavolta non ci sono state sorprese, solo applausi di un Olimpico festante a Santo Stefano.

FORMAZIONI – Un attacco influenzale ferma Immobile, presente in panchina assieme a Luis Alberto, ma Inzaghi dà spazio a Caicedo al fianco di Felipe Anderson. Centrocampo titolare per i biancazzurri, in difesa tornano Radu e Bastos. Più turn over per Pioli che oltre a Dragowski in porta schiera Milenkovic, Vitor Hugo e Bruno Gaspar rivoluzionando la difesa. A centrocampo e in attacco meno seconde linee, anche se c’è Saponara al posto di Giovanni Simeone.

A LULIC BASTANO 5′, TEGOLA CAICEDO – Alla Lazio bastano 5′ per trovare il vantaggio: Lucas Leiva vince un prezioso contrasto a centrocampo, Milinkovic-Savic si impossessa del pallone e avanza scaricando sulla sinistra per Lulic. Il bosniaco rientra disorientando Bruno Gaspar e con una rasoiata piazza il pallone all’angolino dove Dragowski non può arrivare. Allo scoccare dell’8′ la reazione della Fiorentina arriva con una conclusione dello stesso Bruno Gaspar, che finisce non di molto a lato. Al 13′ Lazio vicina al raddoppio: Felipe Anderson innesca Caicedo che si allarga sulla destra e supera Dragowski, trovando però il salvataggio sulla linea di Bruno Gaspar, ancora lui. A metà primo tempo tegola però per Simone Inzaghi: Caicedo si accascia a terra e non è in grado di proseguire la partita, il tecnico laziale deve giocarsi suo malgrado la carta Immobile.

OCCASIONI SPRECATE – Con Immobile comunque la Lazio non è che perda in efficacia offensiva, anzi. Alla mezz’ora ottima ripartenza con Felipe Anderson che serve il centravanti, la conclusione è potente ma sorvola di poco la traversa. Al 39′ la chance è ancora più ghiotta: Felipe Anderson recupera un buon pallone su Sanchez, avanza palla al piede e serve Immobile sulla destra, che a sua volta pesca Lulic a centro area. La conclusione del Capitano laziale si rivela però un assist per Dragowski. Al 45′, break a centrocampo di Milinkovic-Savic che serve Felipe Anderson: il serbo chiede il pallone di ritorno, ma il brasiliano tenta un colpo da biliardo un po’ improbabile, che si spegne sul fondo. Dopo 1′ di recupero, si va al riposo con la Lazio in vantaggio di misura, risultato stretto per la squadra di Simone Inzaghi alla luce di quanto visto nel primo tempo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

STRAKOSHA, CHE INTERVENTO! – Sicuramente la Fiorentina ha fatto troppo poco nel primo tempo e Pioli ne prende atto, operando un doppio cambio prima della ripresa del secondo tempo: dentro Eysseric e Simeone, fuori Benassi e Saponara. Al 3′ ci prova Veretout con una frustata dalla lunga distanza bloccata a terra da Strakosha. Al 14′ è invece il momento di Jordan Lukaku al posto di Felipe Anderson. Al 20′ è la Fiorentina ad avere però la sua prima grande chance della partita, con una conclusione a girare di Federico Chiesa che Strakosha toglie letteralmente dall’angolino basso alla sua sinistra. Nel “terzo quarto” di gara è comunque una Lazio abbastanza chiusa nella propria metà campo, senza la brillantezza della prima frazione di gioco.

CHIUSURA TRANQUILLA – La Lazio prova a uscire dal suo guscio e al 26′ una strepitosa accelerazione di Immobile viene fermata proprio a un passo dalla conclusione a rete. 2′ dopo Pioli si gioca l’ultimo cambio con Gil Dias inserito al posto di Bruno Gaspar. Al 36′ grande percussione di Lulic che si accentra bene ma tira di nuovo addosso a Dragowski. Al 42′ l’ultima sostituzione laziale è Luis Alberto inserito in luogo di Milinkovic-Savic. Ma la Lazio non soffre e dopo 3′ di recupero Inzaghi e i suoi possono festeggiare la qualificazione.

IL TABELLINO

LAZIO-FIORENTINA 1-0

Marcatori: 6′ Lulic (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Milinkovic (87′ Luis Alberto), Lulic; Felipe Anderson (59′ Lukaku), Caicedo (26′ Immobile). A disp. Vargic, Guerrieri, Wallace, Patric, Luiz Felipe, Marusic, Murgia, Nani, Palombi.  All. Simone Inzaghi

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Astori, Vitor Hugo; Gaspar (74′ Gil Dias), Benassi (46′ Eysseric), Sanchez, Veretout, Chiesa; Saponara (46′ Simeone); Babacar. A disp. Sportiello, Cerofolini, Laurini, Olivera, Biraghi, Badelj, Cristoforo, Thereau. All. Stefano Pioli

ARBITRO: Damato (sez. Barletta).

Ass: Carbone-La Rocca. IV: Sacchi. VAR: Maresca. AVAR: Di Vuoto

NOTE. Ammoniti: 35′ Gaspar (F), 79′ Strakosha (L), 83′ Veretout (F) Recupero: 1′ pt; 3′ st.

LA CRONACA | Lazio-Cittadella 4-1: che risposta di Immobile! Wallace e Felipe, prime gioie

di Fabio BELLI (foto © Gian Domenico SALE)

Dopo il caos di Lazio-Torino, ottima risposta della Lazio che, con quasi tutti i titolari in campo, cala il poker contro il Cittadella e si guadagna i quarti di finale di Coppa Italia, da giocare in casa all’Olimpico contro la Fiorentina il giorno di Santo Stefano, il prossimo 26 dicembre. Solo note liete per i biancazzurri dopo giornate burrascose, col recupero di Wallace e Felipe Anderson e il ritorno al gol su azione (doppio) di Immobile fiori all’occhiello.

Continua la lettura di LA CRONACA | Lazio-Cittadella 4-1: che risposta di Immobile! Wallace e Felipe, prime gioie

Le parole del presidente Curci e di mister Parlato dopo la vittoria del Rieti in Coppa Italia

Ufficio Stampa FC Rieti

Al termine della gara, le parole del presidente Riccardo Curci e del tecnico Carmine Parlato.

CURCI: “Evidentemente ci sono ancora alcuni giocatori che non sono in condizione e che in questo periodo hanno lavorato molto – dice il presidente – ma in questi primi 90’ ufficiali ho visto tanta voglia di fare, tanta voglia di sacrificarsi l’un per l’altro. Debbo complimentarmi con tutti perché anche in nove contro undici non abbiamo rischiato nulla. Ora pensiamo a domenica, alla sfida con il Latina sperando che si possa assistere a una gara meno nervosa e più divertente di quella odierna”.

PARLATO: “Innanzitutto era importante ottenere il passaggio del turno – esordisce in sala stampa il tecnico campano – Poi sotto l’aspetto tecnico e tattico ci sono state delle cose che mi sono piaciute, altre meno, ma voglio comunque congratularmi con tutta la squadra perché in nove contro undici, con una condizione atmosferica quasi proibitiva non era assolutamente facile tenere il campo. Abbiamo affrontato un avversario che per sette undicesimi era totalmente diverso da quello visto in campo domenica scorsa, ma noi siamo stati bravi ad affrontarli col piglio giusto e trovare il gol del vantaggio che ci ha permesso di gestire alcune situazioni. Poi nella ripresa, subito in dieci, poi addirittura in nove – prosegue Parlato – la partita cambia e anche le dinamiche tattiche sono state riviste. Ripeto: abbiamo ancora molto da lavorare, ma sono contento per la vittoria anche per i nostri tifosi, ci tenevamo a regalargli subito una gioia e ci siamo riusciti”.