Archivi tag: finale scudetto

U15 Dilettanti: l’Urbetevere supera l’Altopascio e si laurea campione d’Italia

Al San Marino Stadium l’Urbetevere si laurea Campione d’Italia Under 15 Dilettanti battendo per 3-0 il Tau Calcio Altopascio. Titolo messo in cassaforte già nel primo tempo con il doppio vantaggio firmato da Maccari e Gennari.




Continua la lettura di U15 Dilettanti: l’Urbetevere supera l’Altopascio e si laurea campione d’Italia

Post gara Roma – Atalanta finale scudetto Under15, Lorenzi (all. Atalanta): “gara decisa da due prodezze, felicissimo per la vittoria”

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo Petrucci

 

“E’ stata una bellissima partita, giocata su buoni ritmi, tra due squadre che si rispettavano molto, formata da elementi di qualità. Una gara decisa da un tiro dalla distanza di Traore che poi abbiamo chiuso definitivamente con Cortinovis.
Era una finale e anche gli episodi sono importanti, quello che fa piacere è comunque la prestazione dei ragazzi e del loro comportamento.
Questo scudetto è il frutto di due anni importanti, anche lo scouting e il direttore hanno lavorato molto bene, rispetto allo scorso anno sono stati inseriti diversi elementi che da subito sono stati competitivi e penso che la continuità sia stata l’arma in più per loro, con ognuno che ha dato il meglio anche negli allenamenti e poi i risultati si vedono.
Siamo contenti del dobble tricolore (dopo quello con l’Under 17) per l’Atalanta e ci godiamo questo momento, però è un inizio, adesso diventa ancora più impegnativo perché adesso bisogna riuscire a confermarsi su livelli ottimali.”

Post gara Roma – Atalanta finale scudetto Under15, D’Andrea (all. Roma): “c’è amarezza e dispiacere ma si è vista una grandissima Roma”

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

di Lorenzo Petrucci

 

“Faccio i complimenti alla mia squadra, c’è amarezza perché perdere una finale così fa male. Un triennio fantastico perché tre anni fa sognavamo di poter fare questa finale e questo sogno è diventato realtà, abbiamo lavorato, abbiamo sudato con i ragazzi che sono cresciuti in un maniera importante con questa squadra che ha dimostrato di poter competere con tutti.
A Traore dobbiamo applaudire le mani per il gol che ha fatto e poi nelle finali è sempre difficile reagire dopo aver preso gol, c’è tensione con le forze che cominciano a mancar e incontri una squadra fortissima.
C’è mancato un po’ lo spunto che solitamente troviamo però in finale c’è sempre molta tensione con i ragazzi che probabilmente erano anche stanchi e poco lucidi, però l’importante è che ce la siamo giocata. Molti davano l’Atalanta come favorita ma penso che tutti hanno visto anche una grandissima Roma.
L’anno prossimo vediamo che succede, è il terzo anno che alleno questi ragazzi, probabilmente sarà anche l’ultimo, ora mi metto a disposizione della Roma e spero di continuare a lungo con questi colori.
Questa in tre anni è la sola terza sconfitta: il primo e il secondo anno non avevamo mai perso, in questo campionato abbiamo perso all’ultima giornata contro il Frosinone e ora nelle Final six prima con Empoli e ora con l’Atalanta e sole tre sconfitte ci possono anche stare.
In questa categoria (Giovanissimi) il piano fisico pesa tantissimo e oggi contro l’Atalanta si è visto e in partite così ravvicinate come le fasi finali, loro sicuramente hanno recuperato prima, poi noi oggi avevamo due/tre assenze importanti anche se non mi va di parlarne.
L’Atalanta in questa squadra ha speso tantissimo, con Gyambuaa che dopo l’esperienza al Parma è stato anche molto vicino a noi, noi invece per quasi interamente siamo il gruppo partito tre anni fa, con una squadre che viene dal settore giovanile, che è cresciuta insieme.”