Archivi tag: giovanissimi

Giovanissimi Regionali | Gol e spettacolo al Pio XII: è 3-3 tra Petriana Calcio e G. Castello

Di Paride Roncaglia

Al Pio XII domenica si sono affrontate Petriana Calcio e G. Castello per la nona giornata di ritorno del campionato Giovanissimi regionali. Le due squadre, divise da soli quattro punti in classifica, erano in cerca di punti salvezza per arrivare con anticipo all’obiettivo stagionale. Visto il risultato, la voglia messa in campo da entrambe le compagini è stata superiore alle aspettative.

La prima occasione della gara arriva al 3’ ed è per gli ospiti. De Lorenzo si allunga troppo il pallone e permette a Boi di uscire alla disperata rimediando ad una disattenzione difensiva. Risponde un minuto dopo Morgantini con un bell’esterno in corsa su cross di Macchioni che termina di poco alto. Al 13’ grande occasione Petriana con una bella azione palla a terra. Bordi arriva in zona tiro dentro l’area di rigore, ma tarda l’esecuzione e viene rimontato da dietro da un difensore di mister Baccianella. Al 15’ il G. Castello trova il vantaggio sugli sviluppi di un calcio angolo. Su cross da destra Trogu trova il pallone sul secondo palo, sfruttando un uscita non perfetta di Boi e insacca l’1-0. Non tarda ad arrivare il pareggio immediato della Petriana con Bordi. Il numero undici, servito in area di rigore da destra, questa volta non sbaglia la misura del tiro e mette dentro con grande freddezza. La partita si infiamma e al 18’ torna in vantaggio il G. castello con un incredibile autorete di Mancinelli. Il numero due tenta di testa il retro passaggio per il suo portiere Boi. Nel frattempo l’estremo difensore stava uscendo dalla porta per raggiungere la sfera che invece lo scavalca e termina in rete. Passano alcuni minuti a ritmi molto alti, con altrettanti errori, e al 28’ il pareggio della Petriana. Bella azione sulla sinistra di Vitelli che arrivato sul fondo mette dentro forte e teso. Sul cross arriva ancora Bordi che di testa insacca da due passi. Nel finale di tempo, esattamente al 32’ i ragazzi di Provenzano trovano addirittura il vantaggio con Vitelli che sfrutta un imbucata di Terzaroli e, evitando la trappola del fuorigioco, si presenta davanti a Sica battendolo per la terza volta.

La ripresa presenta la stessa intensità della prima frazione di gioco, ma meno occasioni da gol. In avvio di secondo tempo grande occasione per la Petriana con Macchioni che su cross da destra si fa trovare puntuale sul secondo palo, ma non inquadra la porta con il piattone. Al 22’ assolo di Bordi che riesce ad arrivare alla conclusione dal limite. Bravo Sica a bloccare a terra. Al 29’ Bordi ancora vicino alla rete per chiudere alla gara e alla tripletta personale. Dopo una fuga sulla sinistra riesce ad entrare in area e con un scavetto tenta di scavalcare Sica in uscita disperata. Salva sulla riga il difensore con la palla troppo lenta. La Petriana spreca molto sotto porta e non chiude la gara. Quando i ragazzi di Baccianella sembrano ormai rassegnati, vista anche l’inferiorità numerica dalla metà del secondo tempo per la discussa espulsione di De Lorenzo, arriva il pareggio. È il 35’ quando su un calcio di punizione dalla sinistra calciato forte e teso da Griffiths, arriva come un treno Toso che di testa colpisce perfettamente e mette alle spalle di Boi. Nel recupero non succede nulla di così importante e al triplice fischio del direttore di gara è 3-3: la questione salvezza è ancora in bilico.

TABELLINO GARA

Petriana Calcio 3-3 G. Castello

Marcatori: Trogu 15’ pt (GC), Bordi 16’ pt e 28’ pt (PC), aut. Mancinelli 18’ pt (GC), Vitelli 32’ pt (PC), Toso 35’ st (GC)

Petriana Calcio: Boi, Mancinelli, Iaria, Lutero, Grechi, Ratini, Terzaroli, Morgantini, Macchioni, Vitelli, Bordi. Panchina: Bevilacqua, Galimi, Tubani, Bretti, Talocci, Moundounga, Campagna.

Allenatore: Andres Provenzano

G. Castello: Sica, Berardi, Ghebre, Griffiths, Trogu, Toso, Cossu, Galmazzi, De Lorenzo, Dantinelli, Tomassini. Panchina: Porfiri, Vocaturo, Loddo, Coppetta, Pichi, Pispola.

Allenatore: Matteo Baccianella

NOTE: Angoli 3-3. Rec. 0’ pt – 4’ st. Espulsi: De Lorenzo per proteste

Arbitro: Toccacieli di Roma 1

Giovanissimi Regionali FB | Almas Roma – Petriana Calcio: il risultato non conta, una situazione su cui riflettere

di Paride Roncaglia

Domenica, in una giornata dal clima uggioso e triste per tutto il mondo del calcio, che tornava a giocare dopo la morte del capitano della Fiorentina Davide Astori, al campo Pionieri di San Basilio si sono sfidate Almas Roma e Petriana Calcio.

La partita, valida per la sedicesima giornata del campionato Giovanissimi Regionali Fascia B, con calcio d’inizio fissato alle ore 15:00, è terminata 1-4 per gli ospiti (risultato citato solo ad onor di cronaca).

Circa venti minuti prima dell’inizio della gara solo la Petriana era in campo per il riscaldamento. Nel frattempo l’allenatore della squadra di casa, appunto l’Almas, ha chiamato a raccolta i genitori dei ragazzi presenti nella segreteria della società. Queste le sue parole:
“Signori, per varie vicissitudini oggi i ragazzi sono solamente in nove. La gara secondo il regolamento si può comunque disputare e i ragazzi sono assolutamente d’accordo per farlo. Io vi ho spiegato la situazione, se per voi va bene noi scendiamo in campo”.
Atteggiamento esemplare da parte del mister neroverde, che nonostante le difficoltà ha deciso di portare in campo i suoi e giocare al pieno delle possibilità.

Quali le cause? È possibile fare un’ipotesi: la squadra si trova all’ultimo posto in classifica ed è ormai certa della retrocessione nella categoria provinciale. Ma non è una giustificazione plausibile per non portare più i ragazzi alle gare di campionato.
È assolutamente lecito prendersela con i genitori che non hanno accompagnato i figli al campo, adolescenti e in un età in cui, è quasi una certezza, giocherebbero anche da soli contro cento.

Tornando ai protagonisti della partita inutile dire che sono stati meravigliosi. Alle 14.50 un ragazzo dell’Almas, di un anno più piccolo, è arrivato di corsa nel centro sportivo pronto per giocare, chiamato dall’allenatore all’ultimo momento, e disponibile a dare tutto per la causa.
L’entusiasmo dei nove giocatori dell’Almas, diventati dieci, non ha bisogno di commenti e tutto questo solo per essere diventati uno in più.

Iniziata la gara l’Almas dimostra da subito di essere in partita. Stessa cosa la Petriana di mister Di Tella con importanti ambizioni di classifica e rispettosa dell’avversario mai sottovalutato. Lo 0-0 resiste 12 minuti, ma poco importa, i dieci in maglia verde risultano fantastici agli occhi di tutti.
La cosa più bella la naturalezza nell’affrontare la situazione, la tranquillità per chi è lì per divertirsi e giocare allo sport più bello del mondo.

Il primo tempo termina 2-0 per gli ospiti, ma la ripresa riserva un’emozione ancora più grande. L’Almas riesce a mettere a segno la rete per accorciare le distanze e in un attimo è come se il Pionieri di San Basilio fosse diventato la Bombonera di Buenos Aires. Per qualsiasi persona presente, magari con il giudizio lucido dato dalla sua neutralità, sono palpabili quella gioia e quei valori che solo il calcio sa trasmettere. Valori che in una giornata come quella di domenica valgono il doppio se non il triplo, valori che nel ricordo di Davide Astori vanno esaltati e presi come riferimento. Sentimenti che i bambini, perché a quattordici anni parliamo ancora di bambini, con la loro spensieratezza anche nei momenti più complicati come, in piccolo, può essere giocare 90 minuti con un uomo in meno, mettono a disposizione degli adulti.

Dal punto di vista tecnico, per chi conosce i campionati regionali, poche sono le volte in cui si sono registrati episodi del genere, con squadre a corto di elementi per disputare gare di campionato.

In conclusione: riflettete genitori, fate sacrifici, portate i ragazzi al campo perché non è il risultato quel che conta, ma il crescere sani e con dei valori. Tutte componenti essenziali per diventare uomini, ancor prima che calciatori.

CPC 2005 Battuto il Casalotti e i Giovanissimi sembrano non fermarsi più

Ufficio stampa Asd CPC 2005

Spirito portuale che trasuda dalle maglie di questi ragazzi, capaci di andare avanti due volte, essere ripresi, e in chiusura stoccare la rete che gli vale la vittoria sul blasonato Casalotti.




Continua la lettura di CPC 2005 Battuto il Casalotti e i Giovanissimi sembrano non fermarsi più

Il punto di Placido dopo le sfide di Giovanissimi e Allievi

Ufficio Stampa ASD Atletico 2000

Il direttore sportivo bianco rosso analizza le prestazioni dei gruppi 2003 e 2001

Una domenica fatta di alti e bassi per le giovanili dell’Atletico 2000. Nel primo match della mattinata abbiamo visto scivolare i Giovanissimi, sconfitti per 1-0 dal Ponte di Nona dell’ex Mariotti mentre, nella gara successiva, gli Allievi di Gianluca Valerio sono riusciti a portare a casa i primi tre punti stagionali grazie ad un larghissimo 5-0 ai danni del Latina S. Sermoneta. Al termine delle due sfide, il direttore sportivo, Daniele Placido, analizza e commenta i rispettivi match. “Al di là del risultato sono molto arrabbiato per il comportamento in campo del gruppo dei 2003. Espulsioni e polemiche con gli arbitri sono atteggiamenti sui quali non transigo. Dobbiamo diventare squadra e fare gruppo, solo così riusciremo a fare risultati. Dobbiamo crescere e ripartire al più presto”. Dopo l’analisi sulla sfida dei Giovanissimi, il direttore sportivo parla della bella vittoria degli Allievi: “Sono molto contento del gruppo 2001. I ragazzi stanno rispondendo molto bene in campo e credo che il tecnico abbia trovato la giusta quadratura e il giusto sistema. Abbiamo vinto 5-0, ma è chiaro che bisogna rimanere umili perché questo è un campionato impegnativo e ricco d’insidie. Dobbiamo far sì che l’obiettivo maturi partita dopo partita, continuando a lavorare in questa maniera”.

Continua la lettura di Il punto di Placido dopo le sfide di Giovanissimi e Allievi