Archivi tag: Palermo

Fabio Liverani: dai fischi agli applausi

di Jean Philippe ZITO

“Bella palla di Liverani per Di Caniooooo…”. Queste poche parole pronunciate in una radiocronaca, diventata leggendaria, di Guido De Angelis, scaldano immediatamente il cuore di qualsiasi tifoso della Lazio. Il gol di Paolo Di Canio nel derby del 6 Gennaio 2005, è l’emblema di come nel calcio molto spesso aleggi un qualcosa di inspiegabile ed irrazionale, che rende questo sport diverso da tutti gli altri.

Continua la lettura di Fabio Liverani: dai fischi agli applausi

Serie A, una Roma piena di cambi torna al successo battendo il Palermo tre a zero

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

Rialza la testa la Roma e lo fa rifilando un tre a zero ai danni del Palermo nel posticipo del 28° turno di campionato.
Tournover massiccio per la Roma con Dzeko, De Rossi, Strootman e Emerson inizialmente dalla panchina con Grenier (alla prima da titolare con la maglia giallorossa) e El Shaarawy come punta centrale a guidare l’attacco. Dall’altra il Palermo, a differenza della posizione in classifica, è un cliente scomodo e vuole ben figurare alla prima partita del neo Presidente Baccaglini.
Sono proprio i rosanero a partire meglio, sbloccando anche il punteggio con Nestorovsky dopo 4’ minuti ma il gol dell’attaccante macedone per un tocco in fuorigioco del compagno di squadra Aleesami.
La Roma, scossa dal precedente episodio, inizia a macinare gioco con i giallorossi che alla prima vera occasione sbloccano il punteggio con Grenier che da fuori area pennella al centro un bel pallone per l’inserimento di El Shaarawy che a tu per tu con Fulignati sigla l’uno a zero.
Il Palermo risente del gol e prima dell’intervallo rischia di subire il raddoppio in un paio di occasioni, prima con Rudiger che su calcio d’angolo non riesce da pochi passi ad indirizzare il pallone in rete e poco dopo con Nainggolan che nei minuti conclusivi del primo tempo lascia partire dal limite una bordata che non centra di un soffio lo specchio.
Nella ripresa il Palermo torna in campo con un nuovo assetto tattico, con l’innesto di Diamanti per dare maggiore invettiva al reparto avanzato. E’ proprio quest’ultimo a sfiorare il pareggio in avvio con un insidioso sinistro ad incrociare rasoterra con Szczesny che si distende e respinge prontamente.
Sembra giocare meglio il Palermo che pressa la Roma in questa fase della partita in difficoltà. Al quarto d’ora tenta il tiro Morganella, col terzino svizzero che centra l’obiettivo ma centralmente non è così difficile da bloccare per il portiere giallorosso.
Dopo una fase inziale a marca principalmente rosanero, la Roma recupera metri e torna in partita con Dzeko che alla mezz’ora, dopo pochi minuti dal suo ingresso, realizza la ventesima rete stagionale controllando un cross di Nainggolan e battendo Fulignati con un delicato tiro dal vertice sinistro dell’area di rigore avversaria.
Il Palermo risente del doppio svantaggio con la Roma che allo scadere mette la ciliegina sulla torta calando il tris con Strootman che in azione di contropiede mette al centro per l’inserimento di Peres che coglie l’occasione e di destro incrocia per il tre a zero.
Roma che si riprende il secondo posto ai danni del Napoli vittorioso anch’esso nel pomeriggio contro il Crotone preparandosi al meglio alla gara di giovedì prossimo in Europa League contro il Lione con la speranza di recuperare i due gol di svantaggio.

 

SERIE A

PALERMO – ROMA 0 – 3

MARCATORI 22’pt El Shaarawy (R), 31’st Dzeko (R), 45’st Bruno Peres (R)
PALERMO Fulignati, Morganella, Cionek, Andelkovic, Aleesami, Gazzi, Chochev, Embalo (1’st Diamanti), B. Henrique (29’st Lo Faso), Sallai, Nestorovski PANCHINA Posavec, Marson, Vitiello, Trajkovski, Gonzalez, Jajalo, Sunjic, Bonfiglio, Ruggiero. ALLENATORE Lopez
ROMA Szczesny, Rudiger, Fazio, Juan Jesus, Bruno Peres, Paredes, Grenier (19’st Dzeko), Mario Rui, Nainggolan, El Shaarawy (27’st Strootman), Salah (36’st De Rossi) PANCHINA Alisson, Crisanto, Vermaelen, Gerson, Emerson, Totti PANCHINA Spalletti
ARBITRO Rocchi di Firenze
NOTE Ammoniti, Bruno Peres, Paredes, Grenier (R), B. Henrique, Gazzi (P) Angoli 5 – 4 Rec. 1’pt, 3’st.

Serie A, Roma poker al Palermo e secondo posto in classifica

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it)

 

La Roma torna a fare la Roma e batte in casa per quattro a uno il Palermo grazie alle reti di Salah, Paredes, Dzeko e El Shaarawy, riconquistando il secondo posto in classifica, assieme al Milan, e avvicinandosi alla Juventus, prima a soli due punti di vantaggio. Che fosse un turno favorevole per i giallorossi si diceva da giorni e conquistare la vittoria era fondamentale anche per cancellare l’amarezza dopo l’ultimo match di Europa League. Spalletti cambia qualcosa, con Emerson che, dopo lo spezzone contro l’Austria Vienna, viene riproposto nel ruolo di terzino di destra al posto di Florenzi, inizialmente dalla panchina, Paredes fa coppia a centrocampo assieme a De Rossi e davanti tridente obbligato con Dzeko, Salah e El Shaarawy. Risponde il Palermo di De Zerbi che si presenta allo stadio Olimpico con una formazione accorta, provando a concedere il meno possibile ai giallorossi. Ne viene così fuori una gara, fin dai primi minuti, non con un ritmo particolarmente elevato, con la Roma che fa la partita e il Palermo che si chiude bene. Con i pochi spazi a disposizione prova a prendersi la squadra sulle spalle El Shaarawy, in un momento di forma niente male, che intorno al quarto d’ora si fa vedere con un paio di conclusione verso la porta avversaria che però trovano un attento Posavec a dirgli di no. La pressione della Roma cresce col passare dei minuti e si materializza alla mezz’ora quando Dzeko controlla al limite e passa a Salah che in corsa calcia in porta, Posavec interviene ma non può evitare l’uno a zero giallorosso.
Prima dell’intervallo il Palermo ha una ghiotta occasione con Diamanti dal limite ma la sua punizione a giro di sinistro non ottiene il risultato sperato e si spenge alta sopra l’incrocio.
Gara che si mette ancor più in discesa per la Roma nel secondo tempo con Paredes che da calcio piazzato da posizione defilata calcia direttamente in porta, il pallone rimbalza davanti a Posavec ed entra in rete per il raddoppio.
Il Palermo ha un sussulto poco dopo con Diamanti che da fuori area cerca l’angolo basso con Szczesny pronto a dirgli di no e a deviare, sul corner seguente è Andelkovic a rendersi pericoloso con un colpo di testa in schiacciata con Szczesny ancora provvidenziale a bloccare sulla linea di porta.
Poco dopo il quarto d’ora si rivede anche la Roma con Florenzi che, su passaggio all’indietro di Salah, calcia a giro concludendo non di molto fuori dall’incrocio.
A metà frazione partecipa alla festa anche Dzeko che con un preciso destro da posizione centrale insacca in rete a fin di palo per il tre a zero.
Rende il finale meno amaro per il Palermo al 34’st Quaison che trova la deviazione decisiva di Manolas per battere Szczesny. Ma passano due giri di orologio e la Roma cala il poker con El Shaarawy, l’esterno su passaggio di Salah, batte ancora una volta Posavec per il quattro a uno.

 

TABELLINO

ROMA – PALERMO 4 – 1

MARCATORI 30’pt Salah (R), 6’st Paredes (R), 23’st Dzeko (R), 34’st Quaison (P), 36’st El Shaarawy (R)
ROMA Szczesny, Emerson, Manolas, Fazio, Jesus (1’st Florenzi), De Rossi (C), Paredes, Salah, Nainggolan (24’st Strootman), El Shaarawy, Dzeko (35’st Totti) PANCHINA Alisson, Lobont, De Santis, GrossI, Gerson, Iturbe, Soleri ALLENATORE Spalletti
PALERMO Posavec, Cionek, Goldaniga, Andelkovic, Morganella (14’st Rispoli), Gazzi, Bruno Henrique, Aleesami, Diamanti (C) (27’st Jajalo), Cocev (24’st Quaison), Nestorovsky PANCHINA Marson, Fulignati, Vitiello, Hiljemark, Embalo, Sallai, Bouy, Pezzella, Lo Faso ALLENATORE De Zerbi
ARBITRO Calvarese di Teramo
ASSISTENTI Posado – Carbone
QUARTO UFFICIALE Fiorito di Salerno
ARBITRO ADDIZIONALI D’AREA Pairetto – Pinzani
NOTE Ammoniti al 27’pt Manolas (R), al 34’pt Goldaniga (P), al 36’pt Jesus (R), al 39’pt Cocev (P) Angoli 3 – 5 Rec. 0’pt – 3’st.

CONFERENZA – Spalletti: “Contento per la vittoria, per me la questione Totti è finita”

Luciano Spalletti, ha commentato in conferenza stampa la vittoria della Roma contro il Palermo nel posticipo della settima giornata di ritorno. Queste le sue parole: ” A me fa piacere vedere la Roma vincere, è stata una bella vittoria e importante perché da seguito. C’era l’insidia Iachini perché conosco bene l’allenatore e lo spirito battagliero che sa dare alle sue squadre. Nonostante la vittoria, la squadra è sicuramente ancora da migliorare, si deve trovare sempre qualcosa da migliorare per lavorare meglio.”

Sulla questione Totti: “Oggi si è parlato di tutto tranne che della partita e un po’ di disturbo lo ha creato, la situazione è facilmente valutabile ed è chiaro però che le parole di Totti hanno portato un pò di disturbo, preciso non lui, ma le sue parole. Per me però è tutto finito e domani Totti si allena normalmente e oggi avrebbe anche giocato titolare. A me delle scuse di Totti non importa, a me importa solo vincere e il rispetto dentro il gruppo, alla fine con le sue parole il capitano non ha mancato di rispetto solo a me ma anche all’intera squadra e agli altri giocatori.
Sono sicuro che di questo episodio anche gli altri giocatori ci sono rimasti male, anche perché poi c’è rispetto per la squadra e per i risultati. Non sono rimasto male di alcuni fischi al momento della lettura delle formazioni, oggi i tifosi hanno espresso il loro giudizio non schierandosi dalla parte sua invece che mia, ma il loro era solo un gesto di ringraziamento per tutto quello che Totti ha fatto e sta facendo per la Roma. L’unica cosa che mi è dato fastidio di questa situazione è stata che non dico le cose in faccia, non è vero, in uno spogliatoio di una squadra di calcio bisogna essere veri sempre per avere una carriera lunga nella stessa squadra, altrimenti si torna a casa dopo poco.”

Ha poi concluso con un’analisi su Dzeko dopo la buona prestazione di oggi e il suo futuro con la Roma: “I conti si traggono alla fine, non so nemmeno se io sarò ancora l’allenatore della Roma la prossima stagione. Dzeko è sicuramente un giocatore importante, il primo, ancora più del secondo, è stato un bel gol.”

 

Lorenzo Petrucci