Archivi tag: Racing Roma

Risposta alla Replica della società Racing Roma in merito all’articolo pubblicato dal Nuovo Corriere Laziale del 9/1/17

A seguito della replica della Vostra Società, vorrei chiarire anch’io alcune cose che non sono state comprese dal testo scritto e pubblicato dal ‘Nuovo Corriere Laziale’ e che rendono necessaria un’ulteriore argomentazione.

Nell’articolo in questione non ho mai menzionato la società Racing Roma come implicata nella questione delle fidejussioni facente riferimento alla compagnia di assicurazioni Gable Insurance AG: ho scritto, al contrario, che la società laziale coinvolta è la Lupa Roma mentre extra regione ho semplicemente citato, en passant, Venezia, Modena, Reggina e Sampdoria tra le coinvolte, nonostante fossero più numerose di quelle riportate. Lo scritto, inoltre, non riporta dati della Covisoc da cui emergono irregolarità di pagamenti nei confronti di «fornitori, consulenti e commercialisti»

Per quanto riguarda la denominazione della squadra, il testo riporta distintamente le due compagini, Lupa Roma e Racing Roma, senza «allusioni» citate nella replica che farebbero risultare la Racing Roma in linea con un certo passato e che «devono essere necessariamente rimosse». E’ opportuno, infatti, chiarire da parte mia, che non ho mai scritto come la Racing Roma sia sovrapponibile alla Lupa Castelli Romani, ho scritto testuali parole riguardo il passaggio di proprietà fra la società castellana e la Vostra: «[…] Pietro Rosato prende le redini della squadra (Lupa Castelli Romani nda) e a fine stagione riesce a trovare un accordo con Antonio Pezone, già presidente della Racing Club di Ardea per un passaggio di proprietà della società»

E ancora, riprendendo dall’articolo: «[…] Stesso discorso per la Racing Roma la quale, nonostante i nomi che orbitano attorno alla società gialloverde (Giannichedda, ad esempio, è l’allenatore della Prima Squadra) non riesce a scrollarsi di dosso la nemesi-LupaCastelliRomani: la squadra di Pezone è ancora ultima e il punteggio  (al momento) identico a quello della ‘fu’ società amaranto celeste». 

Non è stato, dunque, fatto alcun accostamento né confusione «fatale e strumentale con il più ampio e generico nome di ‘Lupa’ che di Lupa non si tratta», come riportato dalla Vostra società nella replica all’articolo.

La posizione in classifica e il punteggio rappresentano un paragone in termini numerici e di classifica con la Lupa Castelli Romani, peraltro indicata come ‘fu’ Lupa Castelli Romani. Non è stato riportato, infatti, nulla che possa far intendere una sovrapposizione o una continuità con un passato «poco chiaro», come dalla Vostra società scritto nella replica al mio articolo. Ad ogni buon conto cito, infatti, il Presidente Pezone che nella conferenza stampa di nascita della SS Racing Roma ha avuto modo di dichiarare come fosse avvenuta «l’acquisizione delle quote della Lupa Castelli Romani». Tale operazione ha, infatti, permesso alla Vostra Società di chiedere la riammissione in Lega Pro ed ora essere parte integrante del Girone A della terza serie professionistica calcistica italiana. 

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.

 

Marco Piccinelli

Memorial Varani, la Roma fa un sol boccone dell’Aprilia

Approfittando del turno di riposo osservato dal Panathinaikos la Roma di Marco Lucarelli resta sola al comando regalandosi un’altra scorpacciata di gol, stavolta a spese dell’Aprilia. I giallorossi, dopo essere passati in vantaggio al 7’ con Rosa, trovano la rete del raddoppio al 12’ con Giorgi prima che, al 16’, Di Bartolo spedisca alto un calcio di rigore. La prima frazione di gioco si chiude con altre quattro reti della Roma messe a segno da Palazzino al 25’, Rosa, stavolta al 27’, Anticoli al 33’ oltre all’autorete di Fiumi al 32’. Nella ripresa i capitolini arrotondano il risultato con una doppietta di Modugno e la segnatura di Mancino.

IL TABELLINO

AS ROMA-FC APRILIA CALCIO 9-0

MARCATORI: 7’ Rosa (AS Roma), 12’ Giorgi (AS Roma), 25’ Palazzino (AS Roma), 27’ Rosa (AS Roma), 32’ aut. Fiumi (FC Aprilia Calcio), 33’ Anticoli (AS Roma), 47’ Modugno (AS Roma), 64’ Mancino (AS Roma), 67’ Modugno (AS Roma)

AS ROMA (4-3-3): Marsili; Mariani, Petrucci (50’ Diaby), Di Corato, Rocchetti; Di Bartolo (37’ Cantarelli), Spila (50’ Bruno), Anticoli (43’ Ferrante); Palazzino (43’ Modugno), Rosa (43’ Mancino), Giorgi. A disp.: Poverini. All.: Lucarelli.

FC APRILIA CALCIO (4-3-3): Zappalà; Mammaro (36’ Sciarra), Fiumi (58’ Piacentini), Nompleggio (36’ D’Andrea), Daloia; Cera, Scandariato (C), Di Mino; Orlandi (46’ Scarlato), Fresilli (43’ Fiore), Bonci (36’ Gallo). A disp.: Angelucci. All.: De Min.

ARBITRO: Oteri di Aprilia.

NOTE: Al 16’ Di Bartolo (AS Roma) ha fallito un calcio di rigore. Ammoniti: Palazzino (AS Roma). Angoli: 1-0.

Lega Pro, il Racing Roma lotta all’esordio ma cade a Livorno, decide Cellini

Battesimo di fuoco per la Racing Roma di Giannichedda, che esordisce in Lega Pro contro una delle favorite al passaggio di categoria: il Livorno di Foscarini.
Pronti via e dopo appena due giri di lancette Marchi prova a girare in porta il primo corner della gara, con la palla che supera la trasversale della porta di Savelloni.
Il Livorno gestisce il possesso palla e al 13′ Vantaggiato potrebbe sbloccare il match dopo un rimpallo a centro area, bravo l’estremo difensore romano a chiudere in uscita bassa.
La Racing si fa vedere un minuto più tardi con il tiro cross di Maestrelli che taglia tutta l’area ma che non trova l’accorrente De Sousa. Ancora Racing al quarto d’ora, mancino di Taviani dai 20 metri, palla sul fondo. Al 21′ di nuovo Livorno, palla conquistata sulla trequarti, cross dalla destra di Cellini e rovesciata di poco alta di Vantaggiato. Conclusione fotocopia, al 29′ di De Sousa che, dopo una sponda di Maestrelli, si esibisce in un’acrobazia che chiama Falcone alla prima parata di giornata. Al 34′ ripartenza del Livorno ad innescare Cellini, diagonale mancino che sibila vicino al palo alla sinistra di Savelloni. Dopo aver tenuto botta per oltre 40′, in chiusura di frazione arriva la doccia gelata per la squadra di Giannichedda: cross dalla trequarti, sponda aerea di Vantaggiato e Cellini di testa ha gioco facile nello sbloccare il risultato, a due minuti dall’intervallo.
La ripresa offre ritmi più blandi, con il Livorno che non si vede fino al 55′, quando su cross dalla sinistra di Grillo, Vantaggiato calcia a lato non appena entrato in area. La Racing, che col passare dei minuti sembra aver preso le misure agli amaranto, prova ad affacciarsi dalle parti di Falcone, ma difetta nell’ultimo passaggio. Allèora Giannichedda prova a cambiare modulo per l’ultimo quarto d’ora di gara, inserendo Di Gioia al posto di Maestrelli e passando a una difesa a quattro, con Giura esterno destro e Selvaggio opposto sulla corsia mancina. In effetti i gialloverdi romani sembrano ancor più compatti, conquistano metri e mettono qualche palla insidiosa in area livornese, anche se al 79′ rischiano grosso sull’inserimento di Marchi che manda sul fondo da non più di sette metri. Nel finale c’è tempo solo per la standing ovation tributata al ritorno di Bergvold, poi Amabile mette fine alle ostilità, con il Livorno che porta a casa i primi tre punti della stagione al cospetto di una Racing Roma cresciuta notevolmente col passare dei minuti e alla quale va tributato il merito di non aver accettato il ruolo di vittima sacrificale degli amaranto. La squadra a disposizione di mister Giannichedda è giovane, ma ha finora dimostrato di aver assimilato i dettami tattici del proprio allenatore, presentandosi compatta ed equilibrata nell’interpretazione delle due fasi di gioco. Mercoledì si tornerà già in campo, a Casal del Marmo arriva la Lupa Roma per l’ultimo match del Girone I di Coppa Italia. Alla Racing Roma il compito di confermare i progressi costanti che hanno caratterizzato le prime due uscite ufficiali.

IL TABELLINO

LIVORNO- RACING ROMA 1-0

MARCATORI: 43′ Cellini
LIVORNO (4-3-1-2): Falcone, Toninelli, Gonnelli, Lambrughi, Grillo (75′ Morelli); Marchi, Giandonato, Luci; Gemmi (57′ Murilo); Vantaggiato, Cellini (87′ Bergvold)
A disp.: Vono, Romboli, Pirrello, Ferchichi, Dell’Agnello, Di Curzio, Gasbarro.
All.: Foscarini
RACING ROMA (3-5-2): Savelloni, Macellari, Vona, Giura; Maestrelli (75′ Di Gioia), Vastola, Massimo (82′ Visconti), Ricciardi, Selvaggio; Taviani (46′ Calabrese), De Sousa.
A disp.: Lazzari, Caputo, Capanna, Cotani, Carbone, Steri, Mancini, Muzzi.
All.: Giannichedda
ARBITRO: sig. Amabile (Vicenza)

ASSISTENTI: sigg, Michieli e Nocenti (Padova)

NOTE: Ammoniti: Toninelli, Luci (L), Corner: 9-0; Recupero: 1’pt; 4’st

(Fonte: www.ssracingroma.it. Foto:www.livornocalcio.it)