Archivi tag: rocca priora

Rocca Priora calcio, il presidente Rocchi: «Prima categoria e giovanili, l’obiettivo è migliorare»

Ufficio stampa Rocca Priora calcio

Il “Montefiore” si ripopola. E’ ufficialmente iniziata ieri la nuova stagione calcistica del Rocca Priora con tutte le squadre dell’agonistica, Prima categoria inclusa, che hanno cominciato a sudare e allo stesso tempo fino a venerdì ci saranno gli Open day gratuiti per la Scuola calcio (riservati a tutti i piccoli atleti nati tra il 2005 e il 2012 con orari dalle 17,30 alle 19, mentre sabato mattina dalle 10 ci sarà un evento specifico per i piccoli portieri nati tra il 2005 e il 2005). Il presidente Marco Rocchi augura un grande in bocca al lupo a tutti i tesserati e fissa gli obiettivi per la nuova stagione. «Vogliamo cercare di crescere e migliorare a tutti i livelli. Per ciò che concerne la Prima categoria siamo convinti di avere un organico valido e all’altezza del campionato di competenza. Al gruppo saranno aggregati alcuni ragazzi che hanno fatto parte della Juniores della scorsa stagione e poi ci aspettiamo molto dal contributo di esperienza che potrà dare mister Paolo Lunardini». La nuova Juniores sarà molto legata all’attività della prima squadra. «In questo caso il primo obiettivo sarà quello di valorizzare altri ragazzi e renderli utilizzabili per la squadra maggiore in futuro» specifica Rocchi che poi parla anche degli altri tre gruppi del settore giovanile. «Innanzitutto siamo riusciti a formarne uno in più rispetto all’anno passato – rimarca il presidente – Il gruppo degli Allievi fascia B 2002 è stato ricostruito quest’anno: ci ha fatto piacere il rientro di alcuni ragazzi di Rocca Priora, vedremo che tipo di squadra ne potrà uscire fuori. I Giovanissimi 2003 (che sono andati a un passo dal conquistare la categoria regionale l’anno passato, ndr) e i 2004 sono due gruppi più affiatati che hanno mantenuto i rispettivi tecnici rispetto alla scorsa stagione e possono togliersi delle soddisfazioni». Infine Rocchi saluta con soddisfazione l’ingresso nel direttivo societario di un grande personaggio del mondo del calcio dilettante come Paolo Coppitelli. «Siamo molto contenti di averlo all’interno del direttivo: il suo enorme bagaglio di esperienza può portare un contributo certamente positivo a tutto il nostro club».

Rocca Priora (Prima Categoria), la carica di Rocchi: «La salvezza? Ci scommetto ad occhi chiusi»

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora ha centrato la sua seconda vittoria stagionale. La squadra di mister Amedeo Sanvitale ha piegato per 2-1 il Real Valmontone grazie alle reti (nel primo tempo) di Marco Querini e di Gian Marco Rocchi, inframmezzate dal calcio di rigore del momentaneo pareggio ospite. «Quella è stata probabilmente l’unica occasione dei nostri avversari nel corso della prima frazione di gioco – commenta proprio Rocchi -, ma la squadra ha saputo reagire e tornare in vantaggio. Nella ripresa loro hanno sicuramente spinto di più, ma noi siamo riusciti a tenere bene e a conquistare un successo importante che ci ha permesso di scavalcare in classifica lo stesso Real Valmontone». Per la prima volta in stagione il Rocca Priora è uscito dalla “zona rossa” delle tre squadre coinvolte nella zona play out e retrocessione diretta. «Ma sul traguardo della salvezza ci scommetto a occhi chiusi – dice sicuro Rocchi -, non ne parliamo nemmeno. Questo è un gruppo che merita molto più della classifica attuale: siamo partiti con alcune difficoltà perché abbiamo un allenatore nuovo e stiamo imparando a conoscerci, ma la squadra risalirà presto». In questo senso Rocchi individua il turno di domenica prossima come un turno sicuramente “pesante”. «Noi faremo visita al Praeneste, squadra allenata da un ottimo tecnico come Lunardini. Un avversario che soprattutto in casa sa essere molto pericoloso, ma se dovessimo riuscire a vincere il risultato sarebbe doppiamente importante in primis perché loro hanno gli stessi nostri punti attualmente e poi perché il calendario prevede in contemporanea altri tre scontri diretti tra squadre che ci sono molto vicine e dunque qualcuna necessariamente perderà dei punti». L’esterno offensivo (o attaccante) classe 1989, tra l’altro fratello di Daniele (ex Serpentara e San Cesareo e attualmente al Frascati), è arrivato in estate dalla Gioc Cocciano Frascati e sembra essersi integrato tranquillamente nel nuovo gruppo. «Qui c’è un ambiente sereno e dei compagni di squadra molto tranquilli. Sono contento della mia scelta a livello personale, ora bisogna cercare di migliorare la classifica».

Il Rocca Priora (Prima Categoria) si sblocca nel derby, Magretti: «Il campionato è iniziato domenica»

Rocca Priora (Rm) – Capitan Teofani l’aveva detto alla vigilia: «Bisogna darsi una mossa». E la Prima categoria del Rocca Priora, dopo tre sconfitte consecutive in avvio di campionato, trova i primi punti e lo fa nell’atteso derby del Montefiore contro l’Atletico Monteporzio. Un 4-2 che lascia poco spazio alle recriminazioni degli avversari, letteralmente “aggrediti” sin dalle fasi iniziali. «Dopo venti minuti – spiega l’esterno offensivo classe 1997 Mattia Magretti – eravamo già in doppio vantaggio grazie ai gol di Cristian Vinci e Luca De Paolis. Poi gli ospiti hanno siglato il gol del 2-1, ma poco dopo ho segnato il gol del 3-1 con cui siamo andati all’intervallo. Nella ripresa la squadra non ha abbassato la guardia e con un gran gol ancora di De Paolis abbiamo arrotondato il punteggio prima del definitivo 4-2 ospite realizzato a pochi minuti dalla fine. Ma abbiamo gestito molto bene nel secondo tempo e sulla nostra vittoria non ci sono discussioni». Qualcosa è sicuramente scattato dopo le tre sconfitte consecutive. «Siamo entrati in campo con una determinazione enorme, volevamo vincere a tutti i costi al di là del fatto che fosse un derby – dice Magretti – Ci siamo detti che il nostro campionato doveva iniziare domenica e così è stato». Nonostante la giovane età, Magretti esprime concetti chiari e determinati anche sulla stagione del Rocca Priora. «Il torneo è ancora lungo e di tempo per recuperare ce n’è: se giochiamo come domenica, non dobbiamo porci limiti. Abbiamo un organico di valore che non merita la classifica attuale, ma che deve guardare molto più in alto». Per lui, che ha già giocato con la Promozione del Rocca Priora due stagioni fa e che nel campionato passato si è diviso tra Berretti della Lupa Castelli e Juniores nazionale del San Cesareo, l’obiettivo è altrettanto chiaro. «Spero di giocare più partite possibili. Il mister domenica mi ha dato fiducia e mi ha schierato per la prima volta da titolare: penso di averlo ripagato con un assist (per il secondo gol roccapriorese, ndr) e un gol». Nel prossimo turno i ragazzi di mister Sanvitale sono attesi dal Tor Pignattara. «Una gara tosta, come spesso avviene in trasferta in questa categoria. Ma se vogliamo puntare ai vertici, dobbiamo provare a vincere».

Rocca Priora calcio (Prima Categoria), la scossa di capitan Teofani: «Dobbiamo darci una mossa»

Rocca Priora (Rm) – Un inizio davvero impronosticabile. Il Rocca Priora di mister Amedeo Sanvitale ha cominciato con tre sconfitte il campionato di Prima categoria: l’ultima è arrivata domenica scorsa sul campo dello Scalambra Serrone per 3-1 e ora all’orizzonte c’è il complicato derby casalingo contro l’Atletico Monteporzio (calcio di inizio alle ore 11 al Montefiore). «Non mi sarei mai aspettato un inizio di questo tipo – sottolinea il difensore centrale e capitano roccapriorese Davide Teofani – Il nostro organico non vale quella classifica e in settimana ci siamo allenati con ancora maggiore determinazione, guardandoci in faccia e dicendoci che ci dobbiamo assolutamente dare una mossa. L’Atletico Monteporzio è un avversario scomodo, allestisce sempre squadre quadrate e non è mai semplice giocare contro di loro. Ma domenica non dovrà essere facile nemmeno farlo contro di noi: serve una reazione da parte di tutti». Il centrale classe 1989, che è un’autentica bandiera del club considerato avendo fatto tutta la trafila nel settore giovanile e continuando poi con la prima squadra senza mai cambiare maglia, fa un passo indietro per commentare l’ultimo k.o. con lo Scalambra. «Siamo passati in vantaggio con un gol di Rocchi, ma nella seconda parte del primo tempo abbiamo un po’ sofferto subendo la rete dell’1-1 prima dell’intervallo. Nella ripresa saremmo dovuti entrare in campo con un altro spirito e invece abbiamo incassato la seconda rete e successivamente quella del definitivo 3-1. Nella sconfitta c’è ovviamente del merito degli avversari, ma soprattutto siamo mancati noi». Il Rocca Priora, comunque, è una squadra che ha le potenzialità per risalire. «Sono assolutamente fiducioso nella salvezza – rimarca capitan Teofani -, ma è chiaro che dobbiamo cominciare a fare punti e ad invertire la tendenza».
Domani alle ore 15 al Montefiore, invece, ci sarà l’esordio casalingo della Juniores provinciale di mister Daniele Angeloni che affronterà l’ostico Castelverde: nella prima di campionato, sabato scorso, la prima squadra giovanile del club del presidente Marco Rocchi ha perso 2-0 sul campo della Roma Otto.

Atletico Morena, Gavini: «Gran vittoria con la Gioc Cocciano, bentornato Matteo»

di Ufficio Stampa Atletico Morena

L’Atletico Morena è vietato ai deboli di cuore. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi ha vinto un’incredibile partita per 3-2 contro la Gioc Cocciano Frascati. Le emozioni di domenica scorsa le rivive il centrocampista centrale classe 1988 Danilo Gavini. «Il primo tempo lo abbiamo giocato sicuramente sotto tono anche se abbiamo comunque colpito un palo con Ianni prima di subire il gol dello 0-1 in seguito ad un nostro infortunio poco prima dell’intervallo. Nella ripresa siamo rientrati e abbiamo subito immediatamente il gol del raddoppio e quel secondo “schiaffone” ci ha letteralmente scosso e aver segnato ben presto la rete dell’1-2 con Ianni ci ha aiutato molto. Ma da quel momento abbiamo davvero creato tantissimo segnando due reti con Balestrini e andando diverse volte vicino alla segnatura. E’ stata una vittoria fortemente voluta e frutto della grande coesione del nostro gruppo, ma anche dell’incredibile sostegno che pure stavolta ci hanno dato i nostri tifosi, davvero il 12esimo uomo in campo. Tra l’altro in questa gara c’è stato anche il rientro di Matteo Comparelli, un elemento molto importante per il nostro gruppo: siamo molto felici per il suo ritorno». Una rimonta che probabilmente non era pronosticabile nemmeno dai più ottimisti. «Sinceramente la partita si è messa male – dice Gavini -, sullo 0-2 era dura, ma ce l’abbiamo fatta e abbiamo ottenuto un successo fondamentale». Che consente all’Atletico Morena di rimanere in scia alla Cavese capolista (sempre a +4) e di allungare sul terzo posto, ora occupato dal Real Rocca di Papa. «Ma il nostro sguardo è sempre rivolto al primo posto – dice sicuro Gavini – Anche lo scontro diretto sul campo della Cavese ci ha detto che non siamo inferiori alla prima in classifica e non ci scoraggiamo da questa lunga serie di vittorie che stanno facendo negli altri incontri». Nel prossimo turno la squadra capitolina sarà di scena a Rocca Priora. «Una sfida molto importante considerando che avremo successivamente due gare casalinghe contro Segni e Giardinetti. All’andata il Rocca Priora ci mise molto in difficoltà, tra l’altro giocheremo su una superficie in erba naturale a cui non siamo abituati. Ma andiamo lì per cercare altri tre punti».