Archivi tag: Serie A

La Juventus non si ferma più. Dybala, Bonucci e Zaza spazzano via il Verona

di Ramona Giattino

Ottava vittoria consecutiva per la Juventus che spazza via l’Hellas Verona con un bel tris. Il trionfo dello Stadium permette ai bianconeri di staccare la Roma e agganciare quota 36. Nonostante un buon primo tempo degli scaligeri, la partita della Juve si mette in discesa già all’8’ quando Dybala si fa vedere con un calcio di punizione da manuale che supera la barriera e finisce nell’angolino basso del primo palo. Per l’Hellas si registra un solo tiro in porta, tre minuti dopo il vantaggio bianconero. La girata di Pazzini è una perla ma Buffon compie un vero e proprio miracolo deviando con le dita in corner. Gollini nega il raddoppio prima a Morata (in cerca del gol da tre mesi) e poi a Marchisio ma al 45’ la Juve trova la rete del 2-0. Dybala, su calcio di punizione dalla sinistra dell’area, mette in mezzo un assist teso su cui Bonucci, lasciato da solo dalla difesa scaligera, si avventa di testa superando Gollini. Per il difensore arriva la prima rete in questo campionato che fa dimenticare la brutta partita con il Carpi con cui aveva chiuso il 2015.
Nella ripresa il Verona si fa vedere un po’ più spento, almeno fino alla mezz’ora quando cerca di guadagnare metri per trovare la rete che possa riaprire il match. Ma trovare spazi non è semplice e gli uomini di Del Neri non riescono a rendersi pericolosi.
Per Morata si registra una partita di cuore, soprattutto in fase difensiva ma lo spagnolo ancora non riesce ad inserire il proprio nome nel tabellino delle marcature. Allegri lo richiama in panchina e manda dentro Zaza. All’ex attaccante del Sassuolo invece bastano quattro minuti per andare a segno. All’82’ Pogba lo pesca da centrocampo e lo lancia in area. Zaza davanti a Gollini rimane lucido, si allarga e insacca la rete del 3-0 che chiude la gara. L’unica nota stonata della giornata per Massimiliano Allegri è l’ammonizione di Marchisio che, diffidato, salterà la trasferta di domenica quando la Juve sarà ospite in casa della Sampdoria.

IL TABELLINO

JUVENTUS – HELLAS VERONA 3-0 

MARCATORI: Dybala all’8′, Bonucci al 45′ p.t.; Zaza al 36′ s.t.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres (dal 39′ s.t. Rugani), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (dal 26′ s.t. Sturaro), Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata (dal 34′ s.t. Zaza), Dybala. A disp. Neto, Rubinho, Evra, Padoin, Vitale, Asamoah, Hernanes, Cuadrado. All.: Allegri.
VERONA (4-4-2): Gollini; Bianchetti, Moras, Helander, Souprayen; Wszolek (dal 19′ s.t. Emanuelson), Ionita, Greco (dal 16′ s.t. J. Gomez), Hallfredsson (dal 37′ s.t. Fares); Pazzini, Siligardi. A disp.: Rafael, Coppola, Jankovic, Zaccagni, Winck, Checchin). All.: Delneri.
ARBITRO: Calvarese di Teramo.
NOTE – spettatori 40.171. Ammoniti Greco (V), Hallfredsson (V), Marchisio (J), Alex Sandro (J), Sturaro (J). Recuperi: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Mercato, il Frosinone si muove: preso Kragl. Occhi su Trotta dell’Avellino

Il mercato invernale è alle porte ed il Frosinone inizia seriamente a muoversi. Tra indiscrezioni e probabili saluti, il sodalizio canarino sta lavorando per puntellare la rosa. La salvezza sembra un’impresa complessa ma non impossibile da raggiungere a fine stagione. Per questo motivo servono rinforzi mirati che possano innalzare il livello tecnico della squadra. Il primo colpo parla tedesco: il suo nome è Oliver Kragl. Il calciatore giunge dalla compagine austriaca dello SV Ried. Nato nel maggio del 1990 in quel di Wolfsburg, con un passato proprio nelle giovanili bianco-verdi, predilige il ruolo di esterno sinistro di centrocampo. Veloce e arcigno fisicamente, è dotato inoltre di un buon piede mancino da utilizzare soprattutto nei calci piazzati. All’occorrenza può adattarsi anche come terzino. Una pedina che in effetti mancava nello scacchiere giallo-blu. Ora mister Roberto Stellone potrà mutare l’assetto tattico con più frequenza. Dal 4-4-2 si potrebbe quindi passare ad un 3-5-2 o 3-4-3. Un altro reparto da completare è quello offensivo. Ormai sembrano quasi certi gli addii di Longo e Verde, corteggiati da alcune big della cadetteria. Castillo non ha reso secondo le attese, ed il suo ritardo nel rientro in Ciociaria dopo le vacanze natalizie comincia a destare qualche sospetto. Il tandem collaudato formato da Daniel Ciofani e Federico Dionisi non può reggere tutto il peso della Serie A. L’interesse per Marcello Trotta, in tal senso, appare evidente. La trattativa però non è semplice. L’Avellino chiede almeno tre milioni per il cartellino del giovane attaccante originario di Santa Maria Capua Vetere. La dirigenza canarina sta tentando di abbassare le pretese dei campani. Bisognerà attendere ancora per ulteriori sviluppi. Nel frattempo la truppa è tornata ad allenarsi al Comunale di Ferentino in vista del prossimo impegno di Campionato, fissato per il 6 gennaio contro il Sassuolo in trasferta.

 

Alessandro Iacobelli