Archivi tag: serie b

FROSINONE IN SERIE A! La Fotogallery esclusiva di Antonio FRAIOLI

Frosinone in Serie A! La fotogallery esclusiva di Antonio Fraioli, tutti gli scatti della vittoria per 2-0 sul Palermo nella finale play off e dei festeggiamenti dello storico ritorno in Serie A dei gialloazzurri.




Continua la lettura di FROSINONE IN SERIE A! La Fotogallery esclusiva di Antonio FRAIOLI

FOTOGALLERY | Frosinone-Cittadella (foto © FRAIOLI). E Vigorito carica per la finale…

di Manuel PASQUINI (www.frosinonecalcio.com) 

foto: @ Antonio FRAIOLI

“Volevamo la finale ad ogni costo – così Mauro Vigorito nel post gara dalla mixed zone del ‘Benito Stirpe commenta l’approdo in finale Playoff -, era il nostro obiettivo ed è stata meritato”.




Continua la lettura di FOTOGALLERY | Frosinone-Cittadella (foto © FRAIOLI). E Vigorito carica per la finale…

GELO FROSINONE: IL FOGGIA ROVINA LA FESTA CANARINA IN UNO “STIRPE” SOLD OUT

A cura di Alessandro IACOBELLI

Doveva essere la notte del ritorno in paradiso. Stroppa e la sua banda invece hanno suonato una perfetta sintonia. Il Frosinone cade amaramente. Il 2 a 2 finale è una ferita forse ancor più dolorosa rispetto alla delusione dello scorso anno contro Benevento e Carpi.




Continua la lettura di GELO FROSINONE: IL FOGGIA ROVINA LA FESTA CANARINA IN UNO “STIRPE” SOLD OUT

Troppo Empoli per il Frosinone. I toscani calano il poker allo “Stirpe”

SERIE B

FROSINONE – EMPOLI 2-4

MARCATORI: Ciano (F) 1’pt e 7’st, 4’st Krunic (E), 15’st Di Lorenzo (E), Caputo (E) 33’st, 45’st Lollo (E).

FROSINONE (3-5-2): Vigorito, Ciofani M., Terranova, Krajnc, Paganini, Maiello (34’st Soddimo), Chibsah, Konè, Crivello (27’st Beghetto), Ciano, Dionisi (C) (27’st Citro). PANCHINA: Zappino, Russo, Gori, Besea, Frara, Ariaudo, Matarese, Sammarco, Esposito. ALLENATORE: Longo.

EMPOLI (4-3-1-2): Ferrera, Di Lorenzo, Maietta, Luperto, Pasqual (C), Bennacer, Castagnetti, Krunic, Zajc (40’st  Untersee), Donnarumma (44’st Lollo), Caputo. PANCHINA: Terracciano, Giacomel, Brighi, Veseli, Piu, Traorè, Polvani, Ninkovic, Imperiale. ALLENATORE: Andreazzoli.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta.

ASSITENTI: Rocca di Vibo Valentia e Rossi di La Spezia.

QUARTO UOMO: Nasca di Bari.

NOTE: Ammoniti: Castagnetti, Pasqual. Angoli: 3-4 . Rec:1’pt – 4’st.

Di Alessandro IACOBELLI

Troppo Empoli per il Frosinone. Il sodalizio toscano sembra già pronto per i palcoscenici della Serie A. Qualità nel palleggio, equilibrio in fase di transizione negativa e condizione atletica invidiabile. In questa beve frase si può racchiudere la formazione che annovera gente come Bennacer, Castagnetti e Pasqual.

L’avvio è illusorio per i colori ciociari. Nel primo tempo la lieta sorpresa per il popolo canarino arriva pochi secondi dopo il fischio d’inizio. Paganini corre spedito sulla destra e serve Camillo Ciano che controlla e non perdona con il mancino. Esplode lo “Stirpe”. La truppa ospite risponde al minuto dieci. Traversone ben calibrato di Di Lorenzo per la testa  di Caputo. Il pallone termina sul fondo. Si svegliano intanto, nei toscani, i fantasisti terribili. Zajc e Krunic fraseggiano vorticosamente mettendo spesso in imbarazzo la retroguardia locale.

Al 23’pt Crivello sfodera una sassata dal limite. Ferrera si supera con un volo sensazionale. Insistono i padroni di casa e alla mezzora ancora Ciano su assist di Paginini mira lo specchio con il destro trovando però la schiena di un difensore azzurro. Si accende bomber Caputo con un tiro di punta in stile futsal. Nessun problema per Vigorito. Donnarumma non vuole sfigurare e poco dopo conclude a giro col destro senza fortuna. Allo scadere di frazione Pasqual mette al centro un pallone teso e radente per Caputo. Krajnc chiude il varco con puntualità.

Nella ripresa mister Andreazzoli sale in cattedra orchestrando la tattica vincente. Il suo Empoli stringe in assedio gli avversari con una manovra avvolgente. Il pari giunge subito con Krunic che, approfitta di un sonno profondo della retroguardia ciociara, e realizza di testa. Fortunatamente per il Frosinone c’è Ciano che quando decide di mettersi in moto è un vulcano.  Il suo bolide mancino è la perla del 2 a 1.

Scocca il quarto d’ora e gli ospiti pareggiano di nuovo. Angolo di Pasqual per l’incornata perentoria di Di Lorenzo. Manca all’appello del goal solo Caputo. L’ex Bari si accorge della sua assenza e allora timbra il cartellino infilando Vigorito. Al tramonto c’è spazio e gioia pure per il neo entrato Lollo che, con un diagonale mancino, cala il poker toscano.

Un Frosinone maturo cala il tris sul Pescara di Zeman

SERIE B

FROSINONE – PESCARA 3-0

MARCATORI: Ciano (F)1’st , Terranova (F) 63’st, Chibsah (F) 93’st.

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Terranova, Matteo Ciofani, Chibsah, Maiello, Beghetto, Ciano, Dionisi (78’st Citro), Daniel Ciofani (C)(89’st Volpe). PANCHINA: Vigorito, Russo, Besea, Frara, Soddimo, Paganini,  Krajnc, Koné. ALLENATORE: Longo.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Balzano (75’st Fiamozzi), Campagnaro, Perrotta, Mazzotta, Coulibaly, Carraro, Brugman (C)(57’st Valzania), Yamga, Pettinari, Baéz (76’st Cocco). PANCHINA: Savelloni, Crescenzi, Bunino, Coda, Elizalde, Machìn, Gravillon, Capone, Cappelluzzo. ALLENATORE: Zeman.

ARBITRO: Ros di Pordenone

ASSISTENTI: Bremes di Bergamo e Pagliardini di Arezzo.

QUARTO UOMO: Forneau di Roma 1.

NOTE: Ammoniti: Campagnaro, Chibsah, Perrotta . Angoli: 4-3  . Rec: 0’pt – 4’st.

Di Alessandro IACOBELLI

Il Frosinone è maturo. La sentenza è inequivocabile. La vittoria contro il Pescara è la prova inconfutabile delle potenzialità in chiave Serie A dei canarini.

La squadra di mister Longo è brava e lucida anche nel districarsi da un primo tempo bloccato in cui gli ospiti mettono in campo ordine tattico. Il maestro boemo Zeman, almeno all’apparenza, sta cambiando i connotati del suo approccio schematico. Il suo Pescara infastidisce la manovra dell’avversario per tutto l’arco della prima frazione. Il vantaggio locale poi mette a nudo la poca malizia degli abruzzesi che, nella ripresa, si sciolgono come neve al sole.

In avvio chi si aspettava il calcio champagne si sveglia catapultato in una contesa dai ritmi blandi e stentorei. Il taccuino però si apre per annotare qualche occasione degna. Il tridente ciociaro fraseggia nello stretto con Ciano che mira lo specchio senza fortuna. Risponde la truppa ospite con Yamga che chiama all’intervento da applausi Bardi. Il match vive un prolungato periodo di stallo fino alla mezzora quando Dionisi non arriva con puntualità su servizio di Beghetto. Al culmine della frazione Baéz, su assist di Mazzotta, tira con il destro a giro. Alto sopra la traversa.

Serve una scossa. L’episodio che sblocca la gara giunge all’alba del secondo tempo. Camillo Ciano arma il piede mancino e lascia partire una stupenda parabola che trova Fiorillo distratto. Baéz e Pettinari mettono la testa fuori dal guscio ma Bardi non si fa sorprendere.

Scocca il minuto 63 ed i padroni di casa raddoppiano. Punizione di Ciano. Terranova svetta in stile basket ed insacca. Bardi, le cui condizioni andranno valutate in settimana per un problema muscolare, vola sulla conclusione di Coulibaly.

L’undici giallo-blu minaccia ora in contropiede. Il neo entrato Citro apparecchia la tavola per Chibsah che sciupa con un diagonale debole. Il centrocampista ex Benevento si fa però perdonare allo scadere dei quattro minuti di recupero con la rete del tris. Una perla che manda in visibilio il pubblico del “Benito Stirpe”.

Mister Moreno Longo in conferenza stampa
Mister Zeman in conferenza stampa