Archivi tag: Settore Giovanile

Ssd Colonna, David Pinci sarà il nuovo responsabile del settore giovanile agonistico

Il settore calcio del Colonna è già proiettato al futuro. Il club del presidente Simone Di Girolamo e del vice presidente Giorgio Cascia ha ufficializzato la nomina del nuovo responsabile del settore giovanile agonistico che inizierà a lavorare dal prossimo primo luglio.




Continua la lettura di Ssd Colonna, David Pinci sarà il nuovo responsabile del settore giovanile agonistico

Giovanili | Empoli-Lazio, l’Under 15 imita i “grandi”, l’Under 16 no

Doppia spedizione ad Empoli per l’Under 16 e per l’Under 15 del Settore Giovanile biancazzurro. Le due formazioni della Prima Squadra della Capitale hanno sfidato quest’oggi le rispettive selezioni di categoria del club toscano nella seconda giornata di campionato.




Continua la lettura di Giovanili | Empoli-Lazio, l’Under 15 imita i “grandi”, l’Under 16 no

As Roma, svincolati 13 giocatori del settore giovanile

di Lorenzo Petrucci

(foto di © Gian Domenico SALE – www.photosportiva.it

La Lega nella giornata di ieri (17 giugno 2018), ha ufficializzato la lista dei calciatore svincolati dei settori giovanili delle 20 squadre di Serie A.
Tra queste la Roma che ha liberato tredici calciatori che da oggi avranno l’opportunità di accasarsi in altre società.




Continua la lettura di As Roma, svincolati 13 giocatori del settore giovanile

Anzio Calcio | Ecco gli allenatori del settore giovanile per la stagione 2018/19

Ufficializzato il parco allenatori del settore giovanile dell’Anzio Calcio 1924 per la stagione 2018/19. Tre conferme e una novità tra i tecnici che guideranno le squadre “Under”, così come da nuova denominazione resa nota dal Comitato Regionale Lazio.




Continua la lettura di Anzio Calcio | Ecco gli allenatori del settore giovanile per la stagione 2018/19

Unipomezia 1938, Giovanni Rosati: “Lavoriamo per essere al top della forma”

Ufficio Stampa Unipomezia 1938

Si lavora duramente per non lasciare nulla di intentato e farsi trovare al top quando ci sarà da guadagnare punti. Il settore giovanile dell’Unipomezia sta sudando in questo periodo di ritiro, che vede le formazioni Allievi (classe 2001 e 2002) impegnate in Abruzzo a Pizzoferrato e le formazioni Giovanissimi e Juniores che scaldano i motori nel comune pometino. Preparazioni ad uno stadio diverso per i gruppi, con l’Under 19 di Recchia che scenderà in campo per prima rispetto alle altre, il 16 settembre. A fare il punto sul lavoro delle squadre rossoblù è Giovanni Rosati, il nuovo responsabile del settore giovanile scelto dal presidente Valle per migliorare il bacino d’utenza a disposizione della prima squadra. “Con le due formazioni Allievi e quelle dei Giovanissimi stiamo svolgendo la classica settimana di ritiro. In pratica i ragazzi si stanno allenando tutti i giorni con delle sedute atletiche che verranno poi ripetute anche al ritorno a Pomezia (per gli Allievi) nelle prossime settimane. In questa fase stanno facendo un lavoro prettamente fisico, poi sabato avranno una giornata libera prima di giocare un’amichevole con una formazione locale. I 2003 ed i 2004 stanno invece lavorando a Pomezia e proseguiranno questo lavoro per altri cinque giorni, conclusa la settimana”. La Juniores invece ha già assaggiato il campo “Per quello che riguarda la formazione di mister Recchia il discorso è ovviamente diverso visto che tra poco meno di due settimane inizierà il campionato. I ragazzi hanno già svolto due amichevoli (una contro il Città di Pomezia ed una contro i pari età del Savio) ed hanno offerto buone indicazioni. Per questa squadra, in particolare, probabilmente faremo qualche altro innesto nella zona di centrocampo, in modo tale da rendere il gruppo ancora più competitivo. Le formazioni Allievi, invece, sono pressoché complete. In caso ci fosse la possibilità, però, faremo qualche ritocco”. 

Intervista ad Alessio Accetta, neo DG del settore giovanile della Viterbese: “Lavorare bene con i giovani per il futuro del club”

DI LORENZO PETRUCCI

Giovane, determinato, con le idee chiare e  Direttore Generale del settore giovanile in una squadra di Serie C, è il profilo di Alessio Accetta.
Da circa un mese nell’organigramma della Viterberse Castrense ma già a pieno regime a lavoro dalla mattina alla sera per il bene del settore giovanile gialloblù perché, come ha voluto precisare più volte lui, la crescita di un ragazzo, con la possibilità di arrivare un giorno in Prima squadra, è più importante di una vittoria sul campo.

 

Notizia di poche settimane fa della la tua nomina di Direttore Generale del settore giovanile della Viterbese, come hai accolto la notizia e quali sono state le prime reazioni?
“Devo ammettere che quando mi è arrivata la chiamata della Viterbese sono stato veramente molto felice. Ritrovarmi alla mia età in un impiego così importante è una grandissima soddisfazione. Già nei primi giorni di agosto ero a conoscenza del mio possibile ruolo, poi poco prima di Ferragosto è arrivata l’ufficialità. Ringrazio molto i Presidenti Camilli e Corbisiero per avermi dato questa opportunità ”

Dopo aver messo nero su bianco il tuo nuovo ruolo, ti sei gettato sicuramente con la testa nel lavoro, come hai iniziato a muoverti?
“Dopo che mi è stato affidato questo ruolo di Direttore Generale del Settore Giovanile, il mio primo imput è stato quello di mettermi subito al lavoro dalla mattina alla sera per garantire delle rose competitive e di dare il meglio per la Viterbese.”

Da che basi si parte? E che settore giovanile hai trovato?
“Devo dire la verità che ho trovato un buon settore giovanile per una squadra di Serie C che può vantare giovani giocatori interessanti, ora il mio compito è quello di costruire un futuro importante per la Viterbese con rose competitive e valorizzando i giovani che è molto più importante che arrivare primi.”

Puntate quindi più sulla crescita del ragazzo piuttosto che ai risultati?
“Vincere le partite fa sempre morale soprattutto ai ragazzi ed è sempre bello, però per me il fattore principale è la valorizzazione dei giovani perché portarli magari un giorno in Prima squadra o in categorie superiori è una vittoria più soddisfacente.”

Che obiettivi avete a breve e lungo termine?
“Da settembre a dicembre, l’obiettivo è quello di monitorare per bene l’andamento delle varie categorie giovanili. Allo stesso tempo riuscire a migliore nei ruoli in cui dovesse servire per rendere le rose ulteriormente più qualitative.”

Quanto è importante formare i giocatori in casa per una società come la Viterbese?
“Dal mio punto di vista, oggi la prima squadra della Viterbese potrebbe fare la Serie B ad occhi chiusi, ciò nulla toglie che anche nel settore giovanile dobbiamo dire la nostra lavorando nel migliore dei modi per il bene della Viterbese.”

Su che filosofia improntare il lavoro del settore giovanile della Viterbese?
“La cosa migliore credo che sia l’adattarsi al metodo di gioco della Prima squadra e in particolare farlo con la  formazione Berretti che è l’ultimo step del settore giovanile, per quanto riguarda le altre categorie inferiori invece credo che sia meglio dare spazio alle tipologie di gioco dei ragazzi che si hanno, con i mister bravi ad impostare un diverso metodo di gioco.”

Quanto il DS della prima squadra e il Presidente Camilli sono vicini al settore giovanile?
“Quello che ci è stato detto fin da subito è che Prima squadra e settore giovanile sono due treni che devono viaggiare insieme, questo vuol dire che anche per il presidente Camilli e i dirigenti della prima squadra è importante la valorizzazione dei giovani perché rappresentano il futuro del club.

Domenica inizia il campionato delle categorie Nazionali U15 e U17, seguirai le squadre?
“Assolutamente si, sarò con entrambe le squadre ad Arezzo per far sentire il mio supporto e a tifare gialloblù.”

 

ASD Atletico Itri FC: Michele Notarianni è il nuovo Responsabile del Settore Giovanile

di UFFICIO STAMPA ASD ATLETICO ITRI F.C.

A.S.D. ATLETICO ITRI FOOTBALL CLUB comunica ufficialmente che il nuovo Responsabile del Settore Giovanile sarà MICHELE NOTARIANNI storico centrocampista itrano e vecchia gloria della Nuova Itri degli anni 80.

Il suo compito sarà quello di coordinare tutto il mondo dei piccoli( piccoli amici, primi calci, pulcini, esordienti) e l’universo agonistico con le categorie Juniores e Allievi da amalgamare e far crescere in ottica Prima Squadra.

Al nuovo dirigente e a tutto il suo staff la Società augura buon lavoro con la speranza di ottenere risultati importanti a fine stagione.