Archivi tag: terremoto

Terremoto: Campidoglio, proseguono attività di monitoraggio su edifici scolastici

Proseguono le attività di monitoraggio sugli edifici scolastici capitolini, in seguito all’evento sismico verificatosi nella tarda serata di ieri e avvertito anche a Roma dalla popolazione.




Continua la lettura di Terremoto: Campidoglio, proseguono attività di monitoraggio su edifici scolastici

Oggi alle 18 “Gli amici di Sergio per Amatrice”: partita di beneficenza per le vittime del terremoto

La Pro Calcio Tor Sapienza rende partecipi i suoi tifosi, tesserati ed appassionati dell’iniziativa promossa da Bernardo Iannicelli a favore delle vittime del terremoto del 24 Agosto, che ha sconvolto il reatino, parte dell’Abruzzo, Marche e Umbria.

Alle ore 18, al Castelli, ci sarà una partita di solidarietà fra giocatori, ex calciatori, allenatori ed amici di Sergio Pirozzi, il sindaco di Amatrice, indirizzata ad una raccolta fondi di sostegno alla cittadina reatina, letteralmente rasa al suolo dal sisma.

La partita vedrà raccogliersi tutti gli amici di Sergio in un unico rettangolo di gioco per una partita di solidarietà fra due squadre, la “rossa” e la “blu” – proprio come i simboli cittadini di Amatrice.

I cittadini che vorranno accedere all’impianto e seguire la partita potranno farlo gratuitamente, scegliendo secondo coscienza quanto devolvere . Si potrà offrire 1 Euro, 5 Euro o 10 Euro; per chi offrirà 10 Euro, ci sarà un piccolo omaggio: la maglietta dell’evento e un libro di cucina di un famoso chef di Amatrice.

Le squadre in campo saranno allenate da Paolo Caputo e Fabrizio Paris. Tantissimi i giocatori e gli allenatori che hanno deciso di legare il proprio nome ed il proprio contributo all’iniziativa: Apruzzese, Boriello, Cioci, De Vizzi, Di Ventura, Pietrucci, Ganje, Palermo, Paolacci, Galluzzo, Mencio, Massardi, Travaglione, Martini, A. Volpe, Tajarol, Delgado, Cicino, Ruggiero Adornato, De Luca, Massella, Santori, Mereu, Prosia, M. e C. Fabiani, Camilli, Battisti, S. e A. Mattiuzzo, Pecoraro, Campagna, Borghi, Luciani, Castelletti, Capua, Federici, Laurato, Martorelli – questi alcuni dei nomi già sicuri.

Sarà una giornata da trascorrere in allegria e spensieratezza, destinata unicamente a donare fondi per le vittime del terremoto. Chiunque volesse partecipare è il benvenuto.

L’appuntamento è alle ore 18 di Lunedì 5 Settembre al Giorgio Castelli di Tor Sapienza.

Si consigli di evitare il parcheggio a Via De Andreis e di lasciare la propria autovettura a Via De Pisis ed a Via Appiani, da dove poter accedere più agevolmente allo stadio.

La solidarietà è italiana: sportivi di tutte le regioni si uniscono a sostegno dei terremotati

di Serena GRIMALDI

Il mondo dello sport esprime tutta la propria solidarietà con iniziative in favore dei terremotati. La Lega Pro, grazie al sostegno dei suoi club, vuole ricostruire per dare speranza e futuro ai bambini, ai giovani, agli anziani e alle famiglie ferite dal tragico evento.

Il minuto di silenzio in memoria delle vittime aprirà, su tutti i campi di Lega Pro, la prima giornata di campionato, domani 27 agosto. Nell’atto pratico il sostegno si concretizzerà nella richiesta alle Autorità Istituzionali di adibire un’area scolastica nelle zone devastate, allestita con aule e palestra da dedicare all’attività sportiva. L’area potrà essere finanziata con la donazione del 3% degli incassi sui biglietti venduti allo stadio delle prime due giornate di campionato del 27-28 agosto e del 3-4 settembre. Tutti i club di Lega Pro saranno coinvolti e potranno scegliere spontaneamente di partecipare a questo progetto insieme ai loro tifosi e a tutti i cittadini che attivamente vogliono partecipare alla ricostruzione.

L’Unicusano Fondi, in particolare, ha deciso di essere l’esempio concreto per tutti coloro che moralmente ed economicamente vogliono contribuire. Infatti, donerà 50.000 €, quale contributo per la realizzazione di un nuovo Istituto scolastico con palestra, partecipando in prima linea alla progettazione con la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, e devolvendo il 50% dell’incasso delle prossime partite della squadra per ripristinare, nel più breve tempo possibile, lo spazio dedicato alla ripresa delle attività sportive e di studio.

Anche la Lega Nazionale Dilettanti offrirà il proprio contributo alla ricostruzione. Con un’attenzione particolare all’impiantistica sportiva destinata al calcio e interventi mirati anche a migliorare le strutture esistenti. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Antonio Cosentino ha dichiarato:“Siamo tutti sconvolti da questa tragedia e sentiamo l’obbligo di dare un aiuto concreto a quelle popolazioni che hanno perso tutto con il terremoto. La LND è presente in quei territori con le proprie società sportive, per questo vogliamo offrire un contributo alla ricostruzione non solo materiale ma anche morale. Perché, una volta terminata l’emergenza, il calcio possa essere una delle occasioni di rinascita per quelle comunità duramente provate dal sisma”.

La Npc di basket nella palestra di Ragioneria raccolgono cuscini e coperte, farmaci da banco (la ASM vende col 10% di sconto i farmaci più urgenti per Amatrice), prodotti per bambini (pannolini, salviette umidificate , latte artificiale, omogeneizzati, indumenti, giochi), pannoloni per adulti, piatti e posate di plastica, pile. Gli appassionati del futsal attivano un ulteriore punto di raccolta presso il parcheggio del bocciodromo di Rieti per raccogliere tutti i beni di prima necessità. E ancora, le tifoserie ultras abbattono le barriere della competizione e si uniscono per dare il proprio contributo. Salerno, Roma, Lazio, Pontedera, Albinoleffe, Modica, Treviso, Civitavecchia, Albano, Grosseto, Venezia, Gorgonzola, Ferrara, Avezzano, Vasto, Frosinone sono alcune delle cinquanta tifoserie che si uniscono a Rieti. In questi giorni la solidarietà è il sentimento che unisce l’Italia sportiva e non solo.

L’iniziativa della Curva Nord Lazio: a piazza Epiro centro di raccolta per le popolazioni colpite dal terremoto

La Curva Nord della Lazio comunicato la messa in pratica di un’azione di solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia, con la zona del reatino particolarmente colpita. Questo il comunicato che spiega le coordinate dell’iniziativa: Questa sera (ore 21 in piazza Epiro, S. Giovanni) avverrà la raccolta di beni di prima necessità per gli abitanti di Amatrice e degli altri paesi colpiti dal sisma. I beni verranno consegnati personalmente, quindi con la certezza di un contributo concreto. Chiunque voglia contribuire ci troverà lì“.

Spaventoso terremoto nel centro Italia: tante vittime e interi paesi distrutti

Tre fortissime scosse hanno coinvolto le province del Lazio, dell’Umbria, dell’Abruzzo e delle Marche.

Una tragedia immane. Tre scosse sismiche hanno sconvolto, nel pieno della notte, la quotidianità dello stivale.

Allo scoccare delle 3.36 si è infatti materializzata la prima scossa di magnitudo 6.0 (4 chilometri di profondità) con epicentro ed ipocentro situato ad Accumoli. Proprio la Provincia di Rieti, dalle ultime indiscrezioni, ha subìto i danni principali.

Nel piccolo centro di Amatrice (circa 2600 abitanti) si contano svariati edifici crollati e persone ancora intrappolate nella morsa delle macerie. Il rinomato hotel Roma, con 40 stanze, è stato completamente raso al suolo. I soccorritori stanno cercando i 80 clienti presenti nella notte da incubo.

Paura e distruzione anche in quel di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Occorre considerare pure la cospicua presenza di turisti in questo periodo estivo.

Altre due scosse hanno poi colpito a freddo le zone di Norcia (Umbria) e Macerata (Marche). Terremoto avvertito a Roma, in Ciociaria, a Napoli e a Bologna.

La terra però continua a tremare con violenza. Alle 6.30 è stata registrata una scossa di magnitudo 4.8.

Sale vertiginosamente la quantità di vittime accertate. Le autorità competenti annoverano attualmente 292 morti, 388 feriti e svariati dispersi. Elevatissimo il numero degli sfollati (circa 2000). Addetti della Protezione Civile, coadiuvati dal personale medico, dai Vigili del Fuoco e da unità dell’Esercito si stanno adoperando con ogni mezzo per il recupero dei dispersi e di eventuali corpi senza vita. Al momento i soccorritori hanno salvato 215 persone.

Quest’oggi alle 18 invece verrà svolta una celebrazione religiosa, non più all’aeroporto di Rieti dopo la protesta dei terremotati, ma ad Amatrice.

La Protezione Civile, nel frattempo, ha ordinato lo stop all’invio di beni di prima necessità.

Palazzo Chigi ha immediatamente attivato due numeri consultabili per informazioni.

Ecco i recapiti: 840840 (contact center della Protezione Civile) 

803555 (sala operativa della Protezione civile Lazio).

Da oggi è possibile anche sostenere le popolazioni colpite dal terremoto al seguente numero:45500.

Alessandro Iacobelli