Archivi tag: torbellamonaca

Prima Categoria | Il Giardinetti Garbatella conquista la Promozione battendo un buon Torbellamonaca

di Ufficio Stampa Sporting Torbellamonaca
Nella penultima giornata il Giardinetti Garbatella conquista matematicamente il primato nel girone G di Prima Categoria, battendo uno Sporting Torbellamonaca che non ha affatto sfigurato.

 




Continua la lettura di Prima Categoria | Il Giardinetti Garbatella conquista la Promozione battendo un buon Torbellamonaca

Pochesci e il caso Panichelli: “Noi a Torbellamonaca ingannati dopo tanti sacrifici”

L’argomento della gestione degli impianti sportivi nella capitale è sempre scottante. Le pagine del Nuovo Corriere Laziale hanno narrato svariate vicende con approfondite inchieste. Dal Testaccio al Tre Fontane, solo per fare due esempi. In questo numero ci si occupa del centro sportivo ‘Panichelli’ in quel di Torbellamonaca. La scorsa estate la struttura fece da splendida cornice al torneo ‘Unicusano’ con migliaia di spettatori sugli spalti e una miriade di ragazzini gioiosi ad inseguire un pallone. L’impianto, nato una seconda volta dopo rilevanti interventi portati a termine dall’alba del XXI secolo, rischia ora di scivolare in un silenzioso vuoto tra nodi burocratici e possibili speculazioni. In tal caso a farne le spese sarebbero i bambini del quartiere romano con un’unica e genuina passione nella mente: il calcio.

Sandro Pochesci, attuale allenatore dell’Unicusano Fondi e costantemente vicino alle vicende sportive e sociali di Torbellamonaca, spiega l’attuale situazione:

“Frequento il ‘Panichelli’ dal 1999. All’epoca ero l’allenatore del Torbellamonaca. Con il Presidente Alessandro Lupi, Cicchetti e Martella vincemmo il Campionato di Promozione. Il campo era in pozzolana ed il resto della struttura fatiscente. La proprietà della struttura era stata affidata alla locale borgata per consentire alle parrocchie di far giocare i ragazzi del posto. Il sottoscritto e Federico Giumento abbiamo preso in gestione il complesso, con un regolare contratto dal 2008 al 2018, svolgendo negli anni molti lavori di ristrutturazione. Basti pensare alla tribuna ed al sistema del manto in erba sintetica di ultima generazione, oltre alla realizzazione di due campi da calcetto, di un bar, di un parcheggio, di una zona dedicata ai più piccoli e di una nuova segreteria. Nel corso del tempo il signor Lupi, con la sua società A.S.D Torbellamonaca s.r.l., si è appropriato dell’impianto donato in origine al quartiere ripeto. Attraverso il ricorso all’usucapione, procedura che può essere attuata se la struttura viene abbandonata. Noi invece abbiamo migliorato nettamente il centro spendendo non pochi soldi. Circa un milione e mezzo di euro in dieci anni offrendo l’opportunità, grazie all’intervento dell’Università Niccolò Cusano, a tanti giovani di svolgere attività di scuola calcio gratuita. Senza dimenticare le opere di beneficenza eseguite da persone come Remo Cicchetti, come il signor Trombetta e Carlo Panichelli. Due anni or sono invece il signor Lupi ha richiesto l’annullamento del contratto decennale per svolgere alcuni lavori di modifica e ampliamento del complesso, come la costruzione di un ristorante, di piscine e di un parcheggio sotterraneo. Noi accettammo la proposta. In questo periodo però il signor Lupi, che oggi sta chiedendo due milione e mezzo per la vendita, non ha portato a termine nessuna delle operazioni annunciate. Oggi troviamo una struttura abbandonata dove c’è la squadra dello Sporting Torbellamonaca che si allena. Inoltre il campo viene affittato ad una compagine di Eccellenza, ovvero il Montecelio, e ad un’altra formazione di Seconda Categoria. In più ci sono 19 bambini della scuola calcio. Molto probabilmente la persona nominata in precedenza sta cercando in tutti i modi di costruire un parcheggio o magari un palazzo. Insomma, sempre le solite speculazioni. Ci sentiamo quindi ingannati dopo innumerevoli sacrifici per porre in essere un impianto sportivo all’avanguardia per i giovani del luogo. Adesso i 300 bambini del nostro vivaio sono ospiti della Roma VIII, pagando un canone mensile, allo stadio centrale sito in Via di Torbellamonaca. Questa è una vergogna”.

Significative anche le parole di Federico Giumento, nato e cresciuto nella borgata capitolina: 

“Il terreno venne donato nel 1970 al dottor Perticaroli. Insieme a Nieo Pietro, Mengarelli Angelo ed alle famiglie Galasso e Panichelli si riuscì a realizzare un campo di calcio a 11. Negli anni 1975-76 subentrò Alessandro Lupi che divenne Presidente e pian piano divenne il solo a gestire l’impianto tramite l’usucapione. Fondamentale si rivelò l’aiuto delle famiglie Cecchetti, Martucci e Trombetta che realizzarono un recinzione, una tribuna in cemento e nuovi spogliatoi sotto il campo. Nel 2008 siamo subentrati io ed il mister Pochesci. Trovammo una situazione critica con solo 20 bambini attivi. Nel tempo abbiamo ridato vita al calcio di Torbellamonaca. Ora lo stesso Lupi, attraverso un vero e proprio sfratto esecutivo, vuole escluderci dalla gestione del centro sportivo. Con i suoi collaboratori Bragetti e Testa, sempre disposti ad ogni sacrificio, Lupi non ha eseguito nessun lavoro di ammodernamento mandando a rotoli un vivaio florido e numeroso. Pertanto chiediamo un passo indietro per lasciare la struttura a chi, come noi, vuole gestirla con obiettivi seri. E’ giunta l’ora di lasciare il posto per il bene della borgata di Torbellamonaca. Sono pronti 800.000 per i lavori di ristrutturazione. C’è bisogno di un nuovo campo in erba sintetica e non solo”.

Una storica foto del Torbellamonaca al ‘Panichelli’ nel 1979

Alessandro Iacobelli

Atletico torbellamonaca, De Santis dopo la lezione al Vicovaro: «Vogliamo la Promozione»

di Ufficio Stampa

Una lezione di calcio. L’Atletico Torbellamonaca ha travolto al Panichelli il Vicovaro secondo della classe con un roboante 4-0 firmato dalla doppietta di capitan Alessio De Santis (ai primi gol stagionali) e dalle reti di Miro Sbraglia e Francesco Buonocore. «Una grande partita, volevamo la vittoria a tutti i costi – dice capitan De Santis – Avevo detto ai miei compagni che avrei voluto vedere…un branco di cani e infatti siamo entrati in campo con grande determinazione arrivando al riposo in vantaggio per 1-0. Nella ripresa abbiamo messo ancor più intensità segnando le altre reti e dimostrando di meritare una classifica diversa. Ci tenevamo a vincere anche perché all’andata i nostri tifosi non furono trattati bene sulle tribune, mentre il Vicovaro dimostrò di essere una squadra corretta e comunque meritevole dell’attuale secondo posto». Primo gol stagionali (il secondo su calcio di rigore) con dedica speciale per il capitano e l’anima dell’Atletico Torbellamonaca. «Ai miei figli Sedrick e Valery che erano a vedere la partita. Il primo mi aveva pronosticato la doppietta, ha avuto ragione» sorride De Santis. La squadra di mister Daniele Persico si trova ora ad un solo punto dal quarto posto, ma il centrocampista centrale guarda ancora più in alto. «Noi vogliamo arrivare in Promozione in qualche maniera perché teniamo tantissimo a questo club e al nostro quartiere. Dobbiamo cercare di finire il campionato nel miglior modo possibile, poi si tireranno le somme». D’altronde l’Atletico Torbellamonaca, tra i punti di forza, ha anche un centrocampo che con la Prima categoria non c’entra nulla. «Dantimi anche oggi ha fatto una partita eccezionale – dice il capitano -, mentre Sbraglia che è arrivato a dicembre mi ha rivelato di voler restare fino a fine carriera qui da noi e questo per uno come me che tiene tantissimo a questo club è davvero la vittoria più grande. Poi anche io provo a dare il mio contributo…» sorride De Santis. Il prossimo turno prevede per l’Atletico Torbellamonaca l’insidiosa trasferta col Licenza. «All’andata vincemmo in maniera agevole, ma loro – avverte il capitano – si sono rinforzati e sono settimi in classifica. Un avversario da non sottovalutare».

Atleico Torbellamonaca, Romozzi: «Vittoria nel derby buon viatico per Vicovaro»

di Ufficio Stampa

L’Atletico Torbellamonaca ha calato il tris nel sempre sentito derby sul campo della Roma VIII che all’andata s’era imposta beffardamente al Panichelli. «Una sconfitta che ancora brucia, ma purtroppo ci dobbiamo mettere una pietra sopra perché quei punti non li possiamo riprendere più» sospira l’attaccante classe 1988 Alessio Romozzi, autore del secondo gol dei ragazzi di mister Daniele Persico. In precedenza era stato Buonocore a sbloccare il risultato, mentre Ciferri ha chiuso la pratica. «Il primo tempo è stato piuttosto brutto – continua Ale Romozzi -, forse non siamo entrati in campo con la giusta determinazione. Poi nella ripresa abbiamo mostrato un altro atteggiamento e, una volta sbloccato il risultato, la gara si è messa in discesa ed è uscita fuori tutta la differenza di valori che c’è tra le due squadre». Lo stesso Romozzi, assieme a capitan Alessio De Santis, è stato inserito nella ripresa da mister Persico. «Questo gruppo ha una qualità media sicuramente alta e quindi ci può stare di rimanere inizialmente fuori. Ma ognuno di noi deve farsi trovare pronto quando viene chiamato in causa. Se ho dato un segnale per giocare da titolare domenica? Diciamo che mi sono proposto» ride Romozzi. All’orizzonte, infatti, c’è una delle più importanti partite della stagione per l’Atletico Torbellamonaca: al Panichelli arriverà il Vicovaro secondo della classe che all’andata si impose 2-0. «E’ vero che noi non eravamo la squadra di oggi – ricorda Romozzi -, ma è altrettanto vero che il Vicovaro mi fece un’ottima impressione. Credo che loro e il Poli siano le squadre più forti del girone, ma domenica ce la metteremo tutta per centrare il risultato pieno. Purtroppo la nostra classifica è condizionata dalla partenza con handicap (tre sconfitte consecutive a inizio stagione, ndr) e quindi ora rimane difficile rincorrere avversari che hanno preso un buon margine, ma la vittoria con la Roma VIII è stato un buon viatico in vista di questa grane partita. Per quanto riguarda la classifica, non possiamo fare la corsa solo su noi stessi, ma daremo il massimo per arrivare più in alto possibile e domenica – conclude Romozzi – potremmo dare un segnale molto importante».

Sporting Torbellamonaca, sesto risultato utile consecutivo

Si apre con una vittoria il girone di ritorno per lo Sporting Torbellamonaca, che si impone sul manto di terra del campo “Gioventù Italiana”. A farne le spese è la Fortitudo Calcio Roma, battuta 2-1 tra le mura amiche. La partita non è spettacolare, viste le poche occasioni da rete, ma gli uomini di Fiaschetti giocano da squadra, lottando, orchestrando buone manovre ed ottenendo tre punti pesanti.
Entrambe le formazioni si schierano in campo con il 4-2-3-1. Buon avvio della Fortitudo, che crea le prime chance dell’incontro. Al 3′ Morelli riceve palla in buona posizione e tira, ma l’omonimo portiere avversario riesce a deviare. All’11’, su una punizione dalla destra, Colonna prova l’incornata da centro area ma spedisce sopra la traversa. Due minuti dopo ci prova lo Sporting, col tiro-cross di Mollica bloccato in tuffo da De Vincentis. Col passare dei minuti la gara si fa più equilibrata e proprio lo Sporting, al 38′, apre le marcature: grande lancio di Alberta a scavalcare la difesa, Ferdinando Valentino aggancia magistralmente la sfera e con un preciso diagonale batte De Vincentis in uscita. La reazione dei locali non si fa attendere ed al 41′ arriva il pareggio, grazie alla punizione di Piccolino che, dopo la deviazione della barriera, si insacca nell’angolo basso. Non accade nient’altro degno di nota nei restanti minuti del primo tempo, che si chiude sull’1-1.
Anche il secondo tempo è equilibrato. All’8′ una potente punizione di Piccolino, deviata ancora dalla barriera, finisce di poco a lato. Lo Sporting replica poco dopo: sul tiro da fuori area di Scuotto smorzato da un difensore, De Vincentis è lesto nell’anticipare a centro area Abatecola. Al 32′ Bragaglia calcia da fuori area e la palla termina fuori non di molto. Un minuto dopo, gli arancio-neri trovano la rete decisiva: angolo dalla destra di Ferdinando Valentino che fa partire il cross ed Abatecola sigla il 2-1 con un bel colpo di testa. La gara è intensa fino alla fine, la Fortitudo cerca di reagire ma gli avversari si difendono bene; si verificano anche un paio di accenni di rissa, ma il risultato non cambia più.
Lo Sporting Torbellamonaca conquista così il sesto risultato utile consecutivo e sale al decimo posto in classifica superando il Colle di Fuori, prossimo avversario. La Fortitudo Calcio Roma si ritrova a mani vuote dopo cinque risultati utili in altrettante partite, mantenendo comunque il settimo posto.

Ufficio Stampa Sporting

IL TABELLINO

FORTITUDO CALCIO ROMA-SPORTING TORBELLAMONACA 1-2
FORTITUDO CALCIO ROMA De Vincentis, Piccolino, Di Canio (35′ st Gigliotti), De Benedictis, Colonna, Vespa, Nardulli (29′ st Felemou), Scarpa, Morelli, Bragaglia, Campodonico (23′ st Pisoni) PANCHINA Tordella, Turco, Rozzi, D’Agostino ALLENATORE Bertini
SPORTING TORBELLAMONACA Morelli, Careddu, Remiddi, Scuotto, Marconi, Passeri, Mollica, Alberta, Mancuso (23′ st Porfirio), F. Valentino (48′ st S. Vernile), Abatecola (34′ st Taglieri) PANCHINA Magretti, De Crescenzo, Giusto ALLENATORE Fiaschetti
ARBITRO: Lorenzato di Ostia Lido
MARCATORI: 38′ pt F. Valentino (S), 41′ pt Piccolino (F), 33′ st Abatecola (S)

Reti bianche fra Certosa e Sporting Torbellamonaca

Finisce a reti bianche l’ultima gara d’andata tra Certosa e Sporting Torbellamonaca. Il pareggio è tutto sommato giusto, frutto di un primo tempo con poche emozioni ed una ripresa più vivace, con occasioni da ambo le parti. La gara, inoltre, è stata condizionata da un forte vento.
Entrambe le squadre si presentano con qualche defezione. Daniele Laureti, privo degli infortunati Abou, Carciofalo, Ciolfi, Ciotti, Stephen, Ciappetta e degli squalificati Cristelli e Capasso, schiera i suoi col 4-5-1, affidando il ruolo di unica punta a Mecarelli. Nelle fila di Fabrizio Fiaschetti è indisponibile Abatecola, oltre agli infortunati Ibe, Speranzini, Tilli ed al febbricitante Scuotto; il modulo scelto è il 4-2-3-1, con Alessio Vernile, Mollica e Ferdinando Valentino alle spalle dell’unica punta Taglieri.
In un primo tempo equilibrato, le migliori occasioni sono per il Torbellamonaca. Torbellamonaca che, però, deve fare i conti al 4′ con l’infortunio di Bracony, sostituito da Raffaele Valentino. La prima emozione arriva al 21′, quando Ferdinando Valentino effettua un bel lancio per Mollica, che viene anticipato dalla tempestiva uscita bassa di Pomponi. Al 41′ Alessio Vernile protesta per un fallo non fischiato ai suoi danni e viene espulso. Gli arancio-neri si ritrovano dunque con un uomo in meno, ma al 45′ sfiorano comunque il vantaggio: su un lungo lancio di Morelli, Taglieri scatta sul filo del fuorigioco e prova il pallonetto, ma Pomponi è bravo a deviare.
Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, il Torbellamonaca attacca. Al 17′ Galasso entra in area palla al piede, ma il suo tiro viene deviato e termina fuori di poco. Poco dopo, sugli sviluppi di un angolo, Mollica ci prova di testa e trova il salvataggio di Quadretti sulla linea. Mentre a metà ripresa fa la sua comparsa un leggero nevischio, il Certosa cresce col passare dei minuti e la gara si fa più equilibrata. Al 28′ Mecarelli calcia da buona posizione e trova la bella parata di Morelli. Al 39′ ancora pericoloso Mecarelli che, servito da Al Safadi, supera un difensore e prova la conclusione terra-aria, ma Morelli vola ed evita il gol. L’arbitro segnala tre minuti di recupero, ed al 46′, su un cross dalla sinistra, Quadretti calcia dal limite ma Morelli si fa trovare ancora pronto e devia in angolo. L’ultima occasione la creano gli uomini di Fiaschetti, all’ultimo secondo. Mancuso si libera sulla destra e fa partire un cross basso, Remiddi calcia sotto porta ma Pomponi riesce a deviare e salva il risultato. Subito dopo l’arbitro fischia la fine dell’incontro. Il Certosa torna a smuovere la classifica dopo la sconfitta subita a Monteporzio e chiude il girone d’andata al dodicesimo posto, con due punti di vantaggio sulla zona play-out. Lo Sporting Torbellamonaca guadagna il quinto risultato utile consecutivo, rimane undicesimo e si ritrova a +6 dalla zona play-out.
Ufficio Stampa
IL TABELLINO
CERTOSA-SPORTING TORBELLAMONACA 0-0 
CERTOSA: Pomponi, Palmieri, Pierro, Simeoni, Cafasso, Marcellino, Parenti (43′ st Bucarelli), Basso (16′ st Quadretti), Mecarelli, Al Safadi, Di Lelio (33′ st Gennari). A disp.: Gepi, Errera, Fiorentino. All.: Laureti
SPORTING TORBELLAMONACA: Morelli, Careddu, Remiddi, Bracony (4′ pt R. Valentino), S. Vernile, Marconi, Mollica (30′ st Mancuso), Alberta, Taglieri (4′ st Galasso), F. Valentino, A. Vernile. A disp.: Magretti, Passeri, Porfirio, De Crescenzo. All.: Fiaschetti
ARBITRO: Ligori di Latina
NOTE: espulso al 41′ pt A. Vernile (S) per proteste

Atletico Torbellamonaca, l’entusiasmo di Sbraglia: «Il campionato è lungo, mai dire mai»

Il suo esordio è avvenuto due settimane fa, nella prima gara del 2016 (persa 1-3) sul campo dell’Estense Tivoli. Ma l’Atletico Torbellamonaca non è una società che ama enfatizzare i propri innesti di mercato e così l’arrivo di un grande giocatore del calcio dilettante laziale come Wladimiro (per tutti Miro) Sbraglia è passato un po’ sotto traccia. Ma il centrocampista centrale che lo scorso primo gennaio ha compiuto 37 anni ha ancora tanto da dare a questo sport. «Ho iniziato la stagione alla Libertas Casilina e poi per motivi personali ho deciso di andare via – racconta Sbraglia – In queste settimane ho ricevuto diverse proposte, dalla Promozione e anche dall’Eccellenza, ma stavolta ho voluto rimanere vicino casa anche perché all’Atletico Torbellamonaca ho trovato un club serio e incredibilmente disponibile in tutte le sue componenti. Per me è la prima volta in carriera in Prima categoria, ma sono cresciuto proprio in questo quartiere e ho deciso di intraprendere questa avventura». L’impatto di Sbraglia con il gruppo è stato fantastico. «Ho trovato una squadra composta da ragazzi eccezionali: tutti i luoghi comuni che girano sulle squadre di Torbellamonaca sono stati spazzati via dai miei primi giorni qui». Domenica scorsa l’Atletico ha pareggiato 0-0 sul campo della Luiss. «Una gara equilibrata, con occasioni da una parte e dall’altra. Il nostro portiere De Bernardo è stato strepitoso in alcuni interventi, ma anche noi abbiamo avuto delle buone opportunità e alla fine credo che il pareggio sia un risultato giusto, che possiamo accettare di buon grado». Capitan De Santis e compagni sono quinti assieme al Licenza, un po’ staccati dal quartetto di vertice. «Ma io sono fiducioso che si possa rimontare – dice Sbraglia – Ci sono ancora tanti punti in palio e la qualità di questo gruppo è alta, tra l’altro avremo molti scontri diretti in casa quindi mai dire mai». Nel prossimo turno la squadra capitolina ospiterà il Marano Equo 2004, squadra che naviga nei bassifondi della classifica. «Sinceramente so poco delle avversarie – conclude Sbraglia -, ma noi ci teniamo a fare bene per continuare la nostra rincorsa».

Ufficio stampa

Sporting Torbellamonaca: con la vittoria casalinga si porta a + 7 dalla zona playout

La quattordicesima giornata del girone G di Prima Categoria mette a confronto Sporting Torbellamonaca, undicesimo in classifica, e Sporting Club Segni, penultimo.
Entrambe le squadre scendono in campo col 4-3-3. Fiaschetti si affida al tridente d’attacco formato da Speranzini, Mollica e Galasso, mentre Gagliarducci schiera in avanti Ramacci, Ricelli e Simone Colaiori.
La gara prende il via ed è il Torbellamonaca a partire meglio. Al 12′ Mollica con un bel passaggio libera in area Galasso, che insacca con un preciso destro al volo ma l’arbitro annulla per un fuorigioco dubbio. Al 17′ Speranzini ci prova di testa, sul cross di Alessio Vernile, e la palla finisce non di molto a lato. L’1-0 arriva comunque quattro minuti dopo. Angolo dalla sinistra affidato a Ferdinando Valentino, la cui traiettoria si insacca sul palo lontano: grande gol. Tra il 25′ ed il 37′ la sfortuna sembra accanirsi sul team di Fiaschetti, costretto a sostituire gli infortunati Speranzini e Galasso. Il Segni intanto fatica a reagire e si fa vedere in avanti solo al 44′, col tiro-cross di Amadio che viene deviato in angolo da Morelli. Nel secondo minuto di recupero, Mollica cerca la rete con una punizione terra-aria e Vittori respinge. E’ l’ultimo tentativo del primo tempo, che si chiude sull’1-0.
Nella ripresa il Torbellamonaca sembra mantenere l’iniziativa, ma al primo tentativo il Segni pareggia. E’ l’11’ quando Simone Colaiori passa a Valenzi, che batte Morelli con un tiro forte e preciso dal limite dell’area. Sull’altro fronte, subito dopo, Careddu dalla destra serve Ferdinando Valentino, il cui tiro (deviato) termina di poco alto. Gli ospiti comunque prendono coraggio e poco dopo vanno vicini al raddoppio, con il tiro da fuori area di Amadio che trova la bella parata di Morelli. Gli arancio-neri, dal canto loro, non vogliono mollare ed al 27′ tornano in vantaggio. Simone Vernile (nel giorno del suo 20° compleanno) effettua un lancio sulla sinistra per Ferdinando Valentino, che si accentra saltando un avversario e con un preciso diagonale sigla la personale doppietta. Quattro minuti dopo, Mollica sfiora il tris, con un spiovente da fuori area che coglie la traversa. I rosso-blu non si danno per vinti ed al 46′ sfiorano il pareggio: De Paolis libera in area Amadio che tira di destro ma Morelli, in uscita, respinge e salva il risultato. E’ l’ultima emozione di un match complesso, che si chiude sul 2-1 per lo Sporting Torbellamonaca, il quale si porta a +7 sulla zona play-out. Lo Sporting Club Segni, invece, si ritrova a -4 dalla zona salvezza.
Il prossimo turno sarà l’ultimo del girone d’andata e vedrà il Torbellamonaca agire tra le mura del Certosa, mentre il Segni ospiterà la Cavese.
Ufficio Stampa 
IL TABELLINO
SPORTING TORBELLAMONACA-SPORTING CLUB SEGNI 2-1 
MARCATORI 21′ pt F. Valentino (ST), 11′ st Valenzi (SC), 27′ st F. Valentino (ST)
SPORTING TORBELLAMONACA Morelli, A. Vernile, Remiddi, R. Valentino (31′ st Mancuso), S. Vernile, Marconi, Speranzini (25′ pt Scuotto), Bracony, Galasso (37′ pt Careddu), F. Valentino, Mollica PANCHINA Magretti, Alberta, Porfirio, Taglieri ALLENATORE Fiaschetti
SPORTING CLUB SEGNI Vittori, Vona, De Santis (19′ st Coluzzi), M. Colaiori, Michelangeli, Amadio, Valenzi, Barni (38′ st De Paolis), Ramacci, S. Colaiori, Ricelli (8′ st Malandrucco) PANCHINA Lorenzi, Coccia, Priori, Masamba ALLENATORE Gagliarducci
ARBITRO Di Palma di Cassino
NOTE allontanato al 7′ st l’allenatore Gagliarducci (SC). Recupero: 2 pt, 3 st