Racconti nella Rete 2019

di Giuseppe MASSIMINI

Il 31 maggio scade l’iscrizione al Premio Letterario




Parola d’ordine 31 maggio 2019. E’ il termine ultimo per iscriversi al Premio Letterario Racconti nella Rete arrivato quest’anno alla diciottesima edizione. Nato da un’idea di Demetrio Brandi, giornalista e sociologo, il premio si svolge ogni anno a Lucca nella prima settimana di ottobre in occasione della manifestazione LuccAutori. Il concorso ha avuto nel tempo un crescendo di successo arricchendosi, sempre di più, sia della qualità dei testi che del numero dei partecipanti.




Per iscriversi al premio si può consultare il regolamento online andando sul sito www.raccontinellarete.it. Qui, sul sito, bisogna inviare i propri racconti entro il 31 maggio 2019. I testi verranno poi selezionati e pubblicati in rete. I 25 migliori racconti, scelti da una giuria tecnica, saranno inseriti nell’antologia Racconti nella Rete edita da Castelvecchi e presentata in anteprima in occasione del 25° Festival letterario LuccAutori. “In una sorta di agorà virtuale, spiega Demetrio Brandi, tutti trovano lo spazio privilegiato per dar voce alle proprie fantasie, memorie o sogni, per cimentarsi nella scrittura creativa e per saggiare il valore e la qualità del proprio lavoro, incontrando talenti sconosciuti o confrontandosi immediatamente con i diversi stili narrativi, generi e contenuti. E’ questo il momento in cui tutti, dal professionista al dilettante, hanno piena possibilità di espressione e uguale dignità di ascolto. E’ uno spazio democratico in cui si dà possibilità di espressione a tutti coloro che lo desiderano”.




Oltre alla sezione dedicata ai racconti inediti,  una è  denominata “Racconti per Corti” che accoglie, sempre sul sito www.raccontinellarete.it,  i soggetti scritti per il cinema.  Il vincitore potrà realizzare il cortometraggio del suo lavoro grazie alla collaborazione con la Scuola di cinema Immagina di Firenze. Un’altra sezione del Premio è dedicata ai racconti per bambini. Tra i racconti selezionati anche un testo umoristico che sarà premiato dal giornale “Buduàr”.  Un premio sarà, invece, assegnato da AIDR (Associazione Italiana Digital Revolution) allo scrittore o scrittrice più giovane tra i vincitori.  A firmare la copertina di Racconti nella Rete, edizione 2019, e il manifesto della 25° Edizione del Festival LuccAutori è il celebre illustratore e vignettista Bruno Cannucciari che alla fine del 1988 ha dato vita sulle pagine di Lupo Alberto al personaggio di Winny. La prefazione dell’Antologia sarà realizzata dalla scrittrice Alice Cappagli che ha recentemente pubblicato il romanzo “Niente caffè per Spinoza” edito da Einaudi.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *